Immagine
 La vettura 3659 (Fiat 410 St.4/8 / Pistoiesi) in servizio sulla linea 773 è in arrivo a P.le ... di Danilo Russo
 
"
In fondo, l'unica ragione perché si pensa sempre al proprio io è che col nostro io dobbiamo stare più continuamente che non chiunque altro

Cesare Pavese
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Omar Cugini (del 06/12/2012 @ 22:01:46, in News, visualizzato 3153 volte)

 

É stato avviato il restyling delle carrozze ristoranti dei treni Frecciarossa.  La nuova carrozza presentata in occasione della conferenza stampa di presentazione del nuovo orario, mostra un  design innovativo, ed è stata  progettata da Giugiaro. Nella nuova carrozza  presenti ampi spazi espositivi e di consumazione per un’offerta più flessibile per i clienti che amano una consumazione veloce e da asporto. Per la clientela amante del ristorante  servito, il servizio sarà mantenuto ed effettuato sui 20 posti premium appositamente apparecchiati e presenti nella stessa vettura (sui treni in fascia pranzo e cena) Il primo prototipo è già in circolazione, mentre il restyling completo di tutte le carrozze sarà completato entro il 2013.

 

 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Omar Cugini (del 07/12/2012 @ 00:02:13, in News, visualizzato 917 volte)

Un miliardo e 500 milioni di euro. Sono le risorse che arriveranno entro lunedì dal Governo alle Regioni per le ferrovie locali, così da coprire i contratti in corso con Trenitalia per il 2012. Le risorse sono state sbloccate con due decreti del ministero dell’Economia, in accordo con il dicastero dei Trasporti. Ai fondi previsti dai decreti si aggiungono 108 milioni di rimborsi Iva sui servizi di trasporto ferroviario, mentre le Regioni contano di recuperare un’altra quota di 25 milioni. Resta sospesa l’erogazione di altri 86 milioni previsti dall’accordo sul tpl siglato un anno fa tra Governo, Regioni e Anci, l’Associazione dei Comuni italiani. Ad annunciare lo sblocco dei fondi è stato oggi l'assessore ai Trasporti della Regione Campania, Sergio Vetrella, coordinatore della Commissione Infrastrutture, mobilità e governo del territorio della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Omar Cugini (del 07/12/2012 @ 13:36:17, in News, visualizzato 859 volte)
In relazione al bollettino diramato dalla Protezione Civile che segnala, a partire dal pomeriggio di oggi, l’arrivo su alcune regioni del Centro Nord di un’ondata di freddo proveniente dal Nord Europa con precipitazioni nevose anche a bassa quota, Rete Ferroviaria Italiana, gestore dell’infrastruttura ferroviaria nazionale, ha reso operativo il proprio Piano Neve. Stanti le previsioni meteorologiche della Protezione Civile e i conseguenti provvedimenti adottati da RFI, si confermato al momento tutti i servizi ferroviari dell’orario in vigore. In particolare, in Piemonte, Liguria, Lombardia, Triveneto, Emilia Romagna e Toscana:
• sono stati approntati i locomotori raschia-ghiaccio, per mantenere in efficienza le linee di alimentazione elettrica;
• sono attivate le scaldiglie sugli scambi;
• è stato incrementata la presenta del personale ferroviario sui punti nevralgici della rete;
• sono state approntate le locomotive sgombraneve;
• fin dalle 5.30 del mattino sono attivi, in tutte le regioni interessate, i Centri Operativi Territoriali che monitorano la situazione minuto per minuto, sotto il coordinamento della Sala Operativa Centrale di Roma.
 
Rete Ferroviaria Italiana invita a tenersi informati sulla situazione della circolazione dei treni in relazione all’evolversi delle condizioni meteorologiche, oltre che su queste pagine, anche attraverso gli altri mezzi di informazione del Gruppo FS Italiane - FSNewsRadio e LaFreccia.TV - e su Twitter @Lefrecce e @FSnews.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Omar Cugini (del 12/12/2012 @ 13:37:11, in News, visualizzato 1053 volte)
Milano-Ancona in 3 ore, con fermate a Bologna, Forlì, Rimini e Pesaro. Italo cresce ancora e progetta lo sbarco nelle Marche. Obiettivo, portare l’Alta Velocità sulla via Adriatica a partire dal prossimo giugno e avvicinare così una delle regioni più produttive del Paese alla capitale lombarda del business. Il piano messo a punto da NTV insieme alla Regione Marche mira a collegare entro sei mesi il territorio marchigiano con Milano e servire un potenziale bacino di popolazione di oltre un milione e 200 mila persone. In accordo con la Regione Marche, NTV è pronta a chiedere al gestore della Infrastruttura RFI le tracce per il nuovo servizio: tre coppie di treni, per un totale di sei viaggi al giorno. L’attivazione della nuova linea sull’Adriatica amplierà ancora il network delle città servite da NTV (dalle 9 attuali per 12 stazioni si passa da giugno a 13 città, per un totale di 16 stazioni) e porterà anche nuova occupazione. I treni Italo percorreranno da Ancona fino a Bologna la tradizionale linea adriatica, per poi immettersi nel nodo emiliano sulla nuova linea ad Alta Velocità. Il tempo di viaggio da Milano ad Ancona sarà così ridotto a sole tre ore. “Terminata la fase di ramp up del servizio sulla rete Av – fa notare l’amministratore delegato di NTV Giuseppe Sciarrone – NTV avvia, con questa prima iniziativa con la Regione Marche, la fase di sviluppo su altre direttrici. Iniziamo con l’Adriatica, portando anche su questo grande asse di traffico i vantaggi dell’Alta Velocità. Il servizio sarà assicurato in regime di puro mercato, e quindi, per il momento, arriviamo fino ad Ancona, secondo la strategia di un passo alla volta, riservandoci di valutare la possibilità di portare Italo anche più a Sud”. “Una data importante – dice il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca - L’Alta velocità fa compiere un decisivo passo avanti alla competitività del nostro territorio. Ancona-Milano in 3 ore. Siamo la regione più manifatturiera d’Italia e un collegamento veloce con Milano era non solo indispensabile, ma urgente. Stiamo superando ad ampie falcate il grave gap infrastrutturale che ha caratterizzato la nostra regione nei decenni. Terza corsia dell’autostrada, tre trasversali verso il Tirreno e, ora, l’alta velocità per Milano: un contributo determinante per la crescita del nostro sistema economico e un servizio fondamentale per l’intera comunità. Un ringraziamento a NTV, all’ing. Sciarrone e agli azionisti della società, che hanno dato spazio alla direttrice Adriatica, che tanta parte ha nel nostro programma di governo. Questo nuovo servizio, inoltre, offre la possibilità di una concorrenza tra differenti società, con possibilità di notevoli miglioramenti nel prossimo futuro”.
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Gabriele Palmieri (del 12/12/2012 @ 13:53:01, in News, visualizzato 1080 volte)
A partire da Gennaio 2013 i macchinisti di SBB Cargo riceveranno degli iPad dove saranno archiviati regolamenti e documenti sulla sicurezza che attualmente sono disponibili in formato cartaceo. Ogni macchinista potrà accedere alla Intranet FFS tramite il suo iPad e ,tramite una speciale "app" ,avrà la garanzia che i regolamenti e gli altri documenti siano sempre aggiornati. I macchinisti potranno inoltre aggiungere e memorizzare appunti ed evidenziazioni ed anche comunicare con la centrale di coordinamento o altri operatori di SBB Cargo
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Gabriele Palmieri (del 15/12/2012 @ 10:12:21, in News, visualizzato 953 volte)

In collaborazione con il supermercato online LeShop.ch, le FFS danno vita a un progetto pilota alla stazione centrale di Zurigo e alla stazione di Losanna. I clienti possono ora effettuare in internet l'ordinazione per i propri acquisti e ritirare successivamente la spesa allo sportello bagagli delle due stazioni. LeShop.ch RAIL completa il progetto introdotto a ottobre con LeShop.ch DRIVE e arricchisce l'offerta di consegna a domicilio ormai consolidata da anni. Dal 17 dicembre fare la spesa online è ancor più interessante per chi viaggia in treno: i clienti non dovranno far altro che effettuare l'ordinazione su LeShop.ch entro la mezzanotte e il giorno successivo tra le ore 15 e le 18:45 a Losanna e le 19:45 a Zurigo HB, troveranno i propri acquisti pronti per la consegna allo sportello bagagli delle FFS. Le due stazioni fungono da punti di ritiro per il progetto pilota. Con LeShop.ch RAIL le FFS intendono arricchire la propria offerta di servizi e offrire al cliente maggior flessibilità nella vita quotidiana. Nuovo servizio in stazione I viaggiatori hanno a disposizione l'assortimento completo e possono scegliere tra oltre 12 000 articoli: ad esempio le apprezzate marche Migros da Budget a Sélection, prodotti freschi o surgelati nonché i vini di Denner e altri generi voluttuari. Il servizio di ritiro di LeShop.ch RAIL è gratuito, ad eccezione dei prodotti surgelati, e il valore minimo dell'ordinazione è di 49 franchi. Il punto di ritiro è integrato nel deposito e sportello di ritiro bagagli delle FFS e viene gestito dai collaboratori FFS. «Desideriamo creare servizi aggiuntivi utili per i nostri clienti. Se il progetto si dimostrerà valido, l'offerta verrà ampliata in modo da permettere l'ordinazione in treno e il ritiro il giorno stesso. Ad esempio sarà possibile organizzare rapidamente un mazzo di fiori per la fidanzata o una bottiglia di vino per il proprio compagno. Scendere dal treno, ritirare la spesa e godersi la serata», dichiara Andreas Meyer, CEO di FFS SA. Progetto pilota a Zurigo e Losanna Con circa 400 000 viaggiatori e quasi 3000 corse al giorno la stazione centrale di Zurigo è la più grande della Svizzera. Anche Losanna è uno dei principali nodi ferroviari dei trasporti pubblici in Romandia e risulta quindi perfetta come ubicazione per il progetto pilota. Dominique Locher, direttore Marketing e Vendite di LeShop.ch, è lieto di questa collaborazione innovativa: «LeShop.ch RAIL rappresenta l'estensione logica della nostra offerta di servizi. Ora il cliente beneficia della massima flessibilità, può farsi consegnare la merce a domicilio, ritirarla strada facendo con l'auto oppure ora anche alla stazione FFS».

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Gabriele Palmieri (del 18/12/2012 @ 15:54:19, in Nuovo Orario Ferroviario 2012 - 2013, visualizzato 1560 volte)

Con il cambiamento d’orario del 9 dicembre, i clienti delle FFS beneficeranno di un ampliamento dell’offerta, sia nel traffico nazionale che in quello regionale. I punti principali si riassumono in un chiaro miglioramento nella Svizzera occidentale con l’introduzione dell’«Horaire Romandie 2013», nella cadenza semioraria tra Sciaffusa e Zurigo, nell’inizio di nuovi collegamenti internazionali verso la Francia e l’Austria, nonché nel raddoppio dei collegamenti Tilo tra il Ticino e Milano Centrale. Le FFS ottimizzeranno inoltre la facilità d’uso dei canali di vendita elettronici. L’aumento del traffico in tutta la Svizzera comporta sempre più difficoltà, in particolare nelle regioni urbane. Fino al 2030 è prevista una crescita della mobilità pari al 50 percento, mentre negli agglomerati urbani raggiungerà addirittura il 100 percento. Le FFS tengono conto di tali sviluppi e ampliano ulteriormente la loro offerta, sia per il traffico regionale che nazionale. Più treni sulle linee Ginevra–Losanna e Sciaffusa–Zurigo Con l’introduzione dell’«Horaire Romandie 2013», i treni RegioExpress tra Ginevra e Losanna circoleranno a cadenza semioraria, alternativamente fino a Palézieux-Romont o fino a Vevey. Contemporaneamente su questa tratta aumenteranno del 33 percento i posti a sedere offerti con i nuovi treni di tipo bipiano Regio. A partire dal cambiamento d’orario saranno impiegati complessivamente 13 nuovi treni. Tra il Vallese e Ginevra l’offerta consentirà di guadagnare fino a 11 minuti di tempo grazie a treni supplementari nella lunga percorrenza nelle ore di punta. Nella Svizzera occidentale la RER Fribourg I Freiburg offrirà inoltre una cadenza oraria tra Berna, Romont e Bulle. Anche nella Svizzera nordorientale le FFS impiegheranno nuovi treni di tipo bipiano Regio e introdurranno una cadenza semioraria sulla tratta Sciaffusa–Zurigo, con fermate a Zurigo Oerlikon e Bülach. Questo miglioramento è stato possibile grazie alla costruzione di un secondo binario su questa tratta. Dal cambiamento d’orario tra Winterthur e Zurigo circoleranno due treni supplementari nelle ore di punta del mattino. Traffico internazionale – migliore offerta verso l’Austria e la Francia Le FFS amplieranno gradualmente l’offerta anche nel traffico viaggiatori internazionale. Sulla linea Zurigo–Austria verrà impiegata una sesta coppia di treni Railjet in stretta collaborazione con la ferrovia partner ÖBB. La durata del viaggio da Zurigo a Vienna sarà ridotta di circa 20 minuti. TGV Lyria, l’affiliata di SNCF e FFS, accrescerà l’offerta nel traffico viaggiatori tra la Svizzera e la Francia. Infatti il TGV Parigi–Berna circolerà giornalmente fino a Interlaken Est e il fine settimana già da Interlaken Est verso Parigi. Con l’accesso diretto all’Oberland Bernese TGV Lyria offrirà una possibilità di trasporto comoda e attrattiva anche per gli amanti degli sport invernali. Inoltre TGV Lyria rileverà le linee Ginevra–Marsiglia–Nizza e Ginevra–Montpellier, con tre collegamenti giornalieri dalla Svizzera verso la Francia del sud. ttimizzazioni nell’orario e investimenti nel traffico regionale Nel traffico regionale le FFS sono chiamate in particolare ad ampliare ulteriormente la rete celere S-Bahn. Con il cambiamento d’orario i clienti beneficeranno di un potenziamento dell’offerta su diverse linee e di nuovo materiale rotabile. In sintesi i cambiamenti: Zurigo / Svizzera orientale Tra Winterthur e Zurigo circoleranno due treni supplementari della linea S12 nelle ore di punta del mattino. Sulla tratta Baden–Otelfingen e viceversa la S6 avrà due collegamenti supplementari alla sera con una cadenza semioraria fino alle ore 22. Verrà messa in funzione la nuova fermata «Steinhausen Rigiblick» della S9, mentre la fermata Sihlbrugg della S21 verrà soppressa. Fra Rotkreuz e Lenzburg circolerà giornalmente un treno in più con partenza da Rotkreuz alle ore 23.52. Svizzera nordoccidentale / Lucerna Da Aarau a Turgi circolerà un nuovo treno con partenza da Aarau alle ore 15.58. Sulla tratta Olten–Soletta circoleranno nuovi treni FLIRT ininterrottamente fino a Langendorf. Svizzera occidentale RER Fribourg | Freiburg, una cooperazione tra FFS e TPF, offrirà un orario cadenzato integrale tra Berna e Bulle. Ticino L’ICN in partenza da Chiasso alle ore 7.45 del mattino effettuerà una fermata supplementare a Mendrisio. Nell’orario di punta del mattino per i viaggiatori in partenza da Mendrisio sarà quindi offerto un collegamento in più verso Lugano e Bellinzona. Saranno raddoppiati gli attuali collegamenti giornalieri Tilo dal Ticino verso Milano e viceversa. Dal cambio orario circoleranno giornalmente, domenica e festivi compresi, cinque treni FLIRT da Biasca, via Bellinzona e Lugano, con destinazione Milano Centrale, mentre dal capoluogo lombardo partiranno sei treni in direzione di Biasca/Bellinzona. Tra circa un anno nella Svizzera orientale verrà messa in funzione la rete celere di San Gallo; con l’apertura del passante Nord–Sud nel 2014 verrà completata un’ulteriore tappa importante nell’ampliamento della rete celere di Zurigo. Dal 2015 la regione Ticino beneficerà del sistema di rete celere Ticino/Como–Mendrisio–Varese–Malpensa (collegamento all’aeroporto internazionale di Milano). Dal cambio orario 2015 ci sarà inoltre la messa in servizio della seconda tappa della rete S-Bahn di Zurigo con il passante Est–Ovest, l’ampliamento di Oerlikon nonché la messa in servizio della galleria di base del San Gottardo

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Omar Cugini (del 28/12/2012 @ 22:11:15, in News, visualizzato 902 volte)

Un memorandum d’intesa per la realizzazione dei Corridoi ferroviari merci europei che collegano il mare del Nord all’area del Mediterraneo. L’intesa è stata siglata dal nostro Paese con Olanda, Belgio, Francia, Germania, Lussemburgo e Svizzera a margine del Consiglio UE dei Trasporti. Il Corridoio 1 partirà da Anversa e da Rotterdam per transitare da Duisburg e arrivare sino a Milano e poi Genova. Il Corridoio 2, mantenendo gli stessi porti di partenza, passerà invece da Lussemburgo, Metz e Digione sino a Lione e Basilea. “Si tratta della prima fase di attuazione del progetto per la realizzazione dei Corridoi europei delle merci che apporteranno benefici significativi al trasporto in Europa”, ha dichiarato il viceministro Trasporti Mario Ciaccia. “Questo accordo di cooperazione - ha sottolineato il Commissario responsabile del dossier Siim Kallas - porterà vantaggi a tutta la società perché contribuirà a trasportare più merci su rotaia che su gomma. Si tratta di un buon esempio di cooperazione tra gli stati membri e i gestori della rete ferroviaria, che è uno degli obiettivi chiave della Commissione”.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Omar Cugini (del 08/01/2013 @ 21:24:41, in Nuovo Orario Ferroviario 2012 - 2013, visualizzato 986 volte)

Potenziata, dal 13 gennaio 2013, l’offerta Intercity Trenitalia da e per Trieste. Dopo i due Frecciabianca Trieste - Milano prolungati dal 9 dicembre su Torino e l’attivazione del nuovo Intercity Notte 770 Trieste (20.34) - Roma, via Gorizia - Udine, al servizio di tutti e 4 i capoluoghi regionali, da domenica 13 gennaio sarà inaugurato anche il collegamento serale tra Trieste e Venezia Mestre via Portogruaro, con l'Intercity 734 che, in partenza dal capoluogo giuliano alle 22.06, collegherà la Bassa Friulana con Mestre (arrivo alle 0.05). Il treno garantirà a Mestre l’eventuale proseguimento verso Roma (arrivo alle 6.35) con l’Intercity Notte 770/771. L'Intercity 734 fermerà a Monfalcone, Cervignano, San Giorgio di Nogaro, Latisana, Portogruaro e San Donà di Piave. Sempre dal 13 gennaio l’Intercity 588/589 Napoli - Roma - Venezia proseguirà la corsa fino a Trieste e si perfezionerà il collegamento Intercity diurno fra Trieste, la Capitale e Napoli, via Portogruaro. Il treno partirà alle 8.12 dal capoluogo campano, con arrivo in quello giuliano alle 18.42. Tra Venezia Mestre e Trieste fermerà a San Donà di Piave, Portogruaro, Latisana, Cervignano e Monfalcone. I biglietti per entrambi i nuovi collegamenti sono già in vendita.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Omar Cugini (del 09/01/2013 @ 21:42:15, in Autobus di Roma, visualizzato 2662 volte)

Continua, dopo la prima parte (http://www.ilmondodeitreni.it/dblog/articolo.asp?articolo=93) il nostro viaggio tra le curiosità della rete di trasporto pubblico romano

 

 Le linee più “anziane”

Tra le linee più antiche in servizio a Roma troviamo l'attuale 64 (Stazione Termini - Stazione San Pietro). La linea nasce nel febbraio 1900 come linea tramviaria sul percorso Stazione Termini - San Pietro (Piazza  Rusticucci). Indicata sulle tabelle con una barra diagonale rossa,viene rinumerata "1" nel 1908 e trasformata nell'autolinea MB a seguito della riforma tramviaria del 1929. Il 25/11/1940 la linea diventa filoviaria sul percorso Stazione Termini - Piazza della Città Leonina. Rinumerata 64 nel 1951 e ricovnertita in linea autobus il 15/02/1965, ha anche il primato dell'aver mantenuto praticamente lo stesso itinerario termini-ponte vittorio fino ad oggi. Altra linea di autobus tra le più antiche è anche  l’attuale 112 (L.go Preneste - Via Longoni). Isitituita il 1/6/1933 sul percorso Via Prenestina - Tor Sapienza. Negli ultimi decenni è stata prolungata prima a via della stazione di Tor Sapienza, poi a via Birolli ed infine a via Longoni.Altra linea con primato di longevità è il 16 (Via XX Settembre – Via G. Costamagna). Istituita nel 1932 come linea tranviaria sul percorso Via XX Settembre (Ministero delle Finanze) – Via Taranto (angolo Via Pescara) ha visto negli anni il suo capolinea spostarsi in Piazza Ragusa. Trasformata in linea autobus nel 1965, il suo capolinea è stato spostato prima in P.za Montecastrilli, e,successivamente, in Via G. Costamagna,per meglio servire gli abitanti della zona di Via Nocera Umbra. Linea abbastanza frequente, con passaggi ogni 15 minuti, ha avuto il primato, per la sua non eccessiva utenza, di essere servita per anni dal materiale più vecchio del parco ATAC. Su questa linea han chiuso la loro carriera i Fiat 418 della Rimessa Tuscolana,e, in anni più recenti, non era difficile imbattersi nei Menarini 201 LU della Rimessa Tor Sapienza,o nei i BredaMenariniBus 221/LU.
Primato di longevità anche per l’attuale 01 (P.le Stazione Lido Centro - P.le L. Gasparri) istituita il 15/05/1933 come LI (Stazione Lido, attuale P.za della Stazione Vecchia – Idroscalo) ed esercitata fino al 1943 quando la gestione della rete di Ostia passò alla Società Autoservizi Marzano. La linea venne riattivata il1 Gennaio 1951 con la nuova denominazione di L1 ma venne soppressa dopo circa un anno a causa delle minacciate azioni legali da parte della Società Autoservizi Marzano per essere definitviamente riattivata il 1/3/1964 quando l’ATAC assunse la gestione delle linee di Ostia. Rinumerata 01 il 26/04/1973, è stata successivamente limitata in P.le L. Gasparri, lasciando in orario solo alcune corse prolungate all’Idroscalo. Dal 20/05/2002 la linea è stata esternalizzata passando a Tevere TPL ed è stata successivamente trasformata in linea circolare, mantenendo lo stesso percorso ma eliminando le corse prolungate all’Idroscalo, ora raggiunto dalle linee 014 e 015. Nel 2008 la linea è tornata ad essere gestita da Trambus con vetture dello stabilimento di Acilia
 

Le linee “elettriche”

Per l’esercizio di alcune linee transitanti nel centro storico ATAC acquistò dei Minibus Elettrici (ad accumulatori) modello Tecnobus Gulliver per un totale di 53 vetture. Esse fanno servizio sulle seguenti linee: 116 (Porta Pinciana – Terminale Granicolo) ,116T (linea serale per i teatri da Porta Pinciana al Terminal Granicolo) ,117 (Via del Corso altezza P.za del Popolo – P.za San Giovanni in Laterano);119 (Via del Corso – Piazza Venezia) ,121 “nottambula (P.le Partigiani – Via delle Mura Portuensi) in servizio dalle 21 alle 03; 122 “nottambula” (Via del Circo Massimo – Via dei Genovesi) in servizio dalle 21 alle 03; 125(Via delle Mura Portuensi, circolare del Rione Trstevere). Inolte da alcuni anni sia la linea "Shopping 1" , istituita in occasione delle festività natalizie, sia la linea "Cinema" , esercitata in occasione della Festa del Cinema che si svolge presso l'Auditorium, vengono effettuate con vetture elettriche.

Le linee con vetture da 18 metri

Su alcune linee ad alta frequentazione fanno servizio vetture da 18 metri modello BredaMenariniBus 321 U (Matricola 101 – 340) . tali linee sono 30,69,105,280,409,451,705,714,791,07. Sulla linea filoviaria 90 (Stazione Termini – L.go Labia) prestano servizio filobus da 18 metri modello Solaris Ganz Trollino. Sulla linea 31 (P.le Clodio - Stazione Metro B Laurentina) le vetture da 18 metri sono state impiegate per meno di una settimana, per essere poi tolte a causa del divieto di transito sul Viadotto della Magliana istituito della Polizia Municipale

La linea con il record di modifica di percorso

Nel 1998, a seguito dell’istituzione della linea tranviaria 8 la linea di autobus 780 (Via della Magliana – P.za di Monte Savello) venne deviata e prolungata sul nuovo itinerario P.za F. Biondo (Stazione Trastevere – P.le P.L. Nervi) a partire dal 23 Marzo. Dopo neanche 3 giorni il capolinea viene spostato dalla Stazione Trastevere a P.za Venezia, dove è attualmente. Tre modifiche di percorso in tre giorni:un vero primato. Vite effimera invece ebbe una  linea  istituita il 18 aprile 1982 sul percorso L.go Irpinia – Cimitero Flaminio (Prima Porta) e a cui venne assegnato il numero 507: dopo neanche un anno, a causa della scarsa utenze, venne soppressa. Attualmente il numero 507 è assegnato ad una linea che dalla Stazione Metro di Anagnina arriva a Grotte Celoni

Le linee Scolastiche:

Oltre ad un servizio di scuolabus dedicato esistono numerose linee ordinarie che nel periodo scolastico, in determinati orari, effettuano corse deviate e/o prolungate per gli istituti scolastici. Tali linee sono attualmente circa 50 e sono indicate nel sito ATAC a questo indirizzo: http://www.atac.roma.it/files/doc.asp?r=2107 In passato sono però esistite anche linee ordinarie eslcusivamente scolastiche, ovvero  la linea 58/ (Via Amatrice – P.za San Silvestro) , il 317 (P.za Sempione – Stazione Termini) il 331 (Via di Villa Chigi – V.le Jonio) ed il tram 517 (ex 12/ Via Farini – Via Prenestina altezza Via Tor dè Schiavi) . L'ultima linea ad essere stata soppressa (nel 2008) è stata la 010 (Stazione Lido Centro – C.so Duca di Genova)come unica linea scolastica ordinaria. Questa linea,presente sin dagli anni ’70 ad Ostia è stata sempre avvolta “nel mistero” in quanto nelle paline di fermata il percorso veniva semplicemente indicato con la scritta “Giro delle Scuole del Lido"

  
Linee più esterne

Le linee con i capolinea più esterni, ovvero più lontani dal centro sono lo 020 (circolare Stazione Prima Porta – Via Toffia – Stazione Prima Porta) istituita nel 2005 per collegare la località “Borgo S.Isidoro” situato lungo la Via Tiberina nel territorio del XX° Municipio alla ferrrovia Roma Nord e la linea 042 (Via G. L. Gallesi – Stazione Metro B Ponte Mammolo) che collega il quartiere di Lunghezza alla Metro B.
 
Linee Turistiche

Sin dagli anni ’90 ATAC ha sperimentato un servizio turistico dove a bordo dei bus era possibile visitare i luoghi più importanti di Roma. Tale linea, denominata 110 con partenza dalla stazione Termini, ha visto inizialmente in servizio i Fiat 306/3 Macchi, ex Roma – Tivoli, bus extraurbani sicuramente poco adatti ed allettanti per i turisti. A partire dalla fine degli anni ’90 la linea ha avuto un grandissimo successo con l’introduzione dei primi bus Gran Turismo. Attualmente la linea è gestita da Trambus Open e vi prestano servizio bus scoperti a 2 piani Irisbus 491.10.29 CityClass UNVI OpenTop ed Volvo B7TL Ayats Bravocity, con una frequenza di circa 10 minuti. Sia ccede al servizio acquistando un biglietto da 16 € valido l’intera giornata per un numero di corse illimitate. Dal successo del 110 Open è nato l’archeobus (Stazione Termini – Parco degli Acquedotti) sempre gestito da Trambus Open con vetture scoperte (Dallavia Tintoretto Topless) ed i servizi “Roma Cristiana” gestiti in collaborazione con L’Opera Romana Pellegrinaggi.
 
I gruppi di bus più numerosi:

Radiati da tempo  i Fiat 410 , i Fiat 418, i Fiat 471 e gli Iveco 480, un tempo padroni assoluti delle strade romane, il gruppo più consistente di autobus del parco ATAC è quello degli Iveco 491, sia nella versione Cityclasse che Cityclass Cursor: 950 vetture divise in vari gruppi di matricole (3601 – 3720 Iveco 491.12.22 Cityclass; 3721 – 3954 Iveco 491 E.12.29 Cityclass Cursor; 5001 – 5500 5001 – 5500; 5900 – 6000 Iveco 491.12.29 Cityclass Cursor).
 
I gruppi di bus meno numerosi

La palma di gruppo meno numeroso in servizio spetta al Daf SB 400 Dallavia/Palladio (1851), composto da una sola vettura. Si tratta però di un bus di tipo GT, fatto realizzare appositamente per il trasporto disabili ed impeigato esclusivamente in servizi speciali. A seguire troviamo 2 BMB Zeus (6831 e 6832), ex RAMA Grosseto, successivamente acquistati da Trambus Open ed impiegati in servizi navetta riservati. Nel periodo di permamenza in Trambus Open non avevano assegnato numero di amtricola, che è stato assegnato al momento del passaggio in ATAC. Il gruppo in regolare servizio di linea composto da meno vetture  risulta esere 4071 - 4077. In tale gruppo erano compresi i 7 Mercedes MB414 New Car, alimentati a biogas, che prestavano serviziosulle linee 34,087 e 089. ALla radiazione di queste vettue la numerazione è stata presa dagli Irisus Cacciamali Urby, che prestano servizo sempre sulle 3 linee citate.  In passato c’è stato anche un gruppo composto da una sola vettura:si trattava di un Iveco 315.8.17 Menarini C17 ex CoTraL che per alcuni anni ha prestato servizio in ATAC (vettura 1818) per poi, nel 1999, essere restituito al CoTraL.

Le ex linee J

Le linee 271 (V.le San Paolo - V.le Antonino di S. Giuliano) e 571 (Via Eleniana - Via Gregorio VII) sono le eredi dello sfortunato esperimento delle linee J attuato a partire dal dicembre 1999 in occasione del Giubileo. Scopo di queste linee, gestite da una ATI formata da Sita - Cipar - APM con vetture BMB 240L di proprietà del Comune di Roma, era il compito di trasportare i turisti verso i vari punti di attrazione civile e religiosa in affiancamento alle linee dell'ATAC e collegare il centro città con le varie aree di sosta previste per i Pulmann Turistici. Le 8 linee: J2, linea circolare divisa in J2d, destra, e J2s, sinistra, (Stazione Termini - P.za Venezia - Via del Corso - Via del Tritone - Stazione Termini), J3 (Via Ardeatina - Stazione Termini), J4 (V.le San Paolo - V.le Antonino di S. Giuliano), J5 (Stazione Tiburtina - Via Eleniana - Stazione Aurelia), J6 (Via Eleniana - P.za Risorgimeno), J7 (Stazione Roma Aurelia - Stazione Roma San Pietro) , J8 (Via Trionfale - P.za Augusto Imperatore) e J9 (P.za San Silvestro - Stazione Saxa Rubra) sono rimaste in vita, trasportando più aria che passeggeri, fino al 31/12/2002, quando, scaduto il contratto di servizio, sono state soppresse. Il 3/2/2003 sono state riattivate da ATAC le ex linee J4 e J5, rinumerate 271 e 571 con percorso quasi simile alle precedenti (salvo la linea 571 limitata a Via Eleniana) e fermate in comune alle altre linee ATAC.

 

 

Le linee ex STEFER:

Le linee 663 (L.go Cirò - L.go dei Colli Albani) e 664 (L. Cosoleto - L.go dei Colli Albani) sono attualmente due linee “superstiti” dell’antica rete automobilistica della STEFER. Nate come A1 (L.go Cirò - Stazione Termini) ed A2 (Via Diamante - Stazione Termini), vennero numerate 161 e 162 nel 1976 al momento del passaggio in gestione all’ATAC e rinumerate 663 e 664, rispettando il criterio origine/destinazione, nel 1980 all’apertura della Linea A della Metropolitana con percorso limitato a L.go dei Colli Albani. La linea A3 per Ciampino è stata invece sostituita da una linea extrarubana di ACoTraL. Le linee della direttrice Casilina (151 ex C1, 152 ex C1 rosso, 153 ex C2, 154 ex C3, 155 ex C4, 156 ex C5, 157 ex C6, 153n ex C7n, 158 ) sono state soppresse il 3/8/1991 con l’istituzione della linea 105. La linea 504 (P.za di Cinecittà – Via Schiavonetti), è stata istituita nel 1980 sul percorso p.za di Cinecittà - via Anagnina Km 2,2 (Stabilimento Fatme) al posto della soppressa linea 515 (ex T4 della STEFER), Stazione Termini - p.za di Cinecittà) che aveva delle corse prolungate in via Anagnina Km 2,2. Successivamente poi la linea 504 è stata prolungata per servire la nuova zona di Tor Vergata. L'attuale linea 511 (Stazione Anagnina - Stazione Pantano Borghese) riprende la numerazione della soppressa linea 511, ex T1 (Via dei Pisoni - Piazza dei Cinquecento). L'attuale linea 551 (Stazione Anagnina - Via delle Vigne di Morena) ricalca in parte il percorso della linea STEFER T5 (P.za Cinecittà - Via Stazione Ciampino). L'attuale linea 771 (circolare Viale Amercia) riprende invece il numero della ex linea STEFER Stazione Acilia - Casal Bernocchi, divenuta 771 al momento del passaggio in ATAC

La linea con il record di modifica di percorso

Vita effimera per due linee: la linea 792 venne istituita in occasione del Giubileo del 1975 tra P.le Flaminio e P.za della Città Leonina. Al termine del Giubileo la linea venne soppressa. La linea 796 (V.le Caduti della Guerra di Liberazione - Via Ignazio Silone) è stata istituita in via sperimentale nel 2007 durante il periodo estivo,viaggiando per tre giorni a settimana, Lunedì, Mercoledì e Giovedì, con una frequenza di circa 45 minuti, dal 16 luglio al 6 settembre ed è stata soppressa con la fine dell’orario estivo. La linea 914, che avrebbe dovuto prestare servizio all’interno del Comprensorio di S. Maria della Pietà a Monte Mario, nonostante fosse stata più volte annunciata, non è mai entrata in servizio in attesa del completamento di alcuni adempimenti tecnico amministrativi relativi alla totale pedonalizzazione dell’area. Nel periodo dal 3 al 28 Agosto 2007, i lavori al ponte ferroviario di Capanelle, hanno comportato la chiusura della Via Appia Nuova. Durante i lavori la linea 654 (piazza di Cinecittà - Quarto Miglio/via Lagonegro) è stata divisa in due linee: 654 “limitata” da P.za di Cinecittà all’Ippodromo di Capanelle e 654 “circolare” da via Lagonegro a via Lagonegro attraverso il quartiere Statuario. Al termine dei lavori la linea 654 ha ripreso il suo normale itinerario con la relativa soppressione delle 654 “limitata”.

Altre curiosità

*La linea 200 (P.za A. Mancini - Stazione Prima Porta) nasce il 22/10/1992 come Unilinea Flaminia al posto delle linee 201 (Ponte Milvio - Isola Farnese), 202 (Viale G. Washington - Via Monti della Valchetta), 203 (Viale G. Washington - Via della Riserva di Livia), 204 (P.le Flaminio - Cimitero Prima Porta) e 205 (V.le G. Washington - Via delle Galline Bianche), linee che ATAC aveva acquisito nel 1976 dalla SRFN.

*L’attuale linea 360 (P.za Zama - P.za delle Muse) è la vecchia linea 4 di cui era previsto un cambio di percorso ed il cambio di numerazione nel 1980 in occasione dell’apertura della linea A della metropolitana. Il provvedimento non venne mai adottato e la linea cambiò numerazione, in conformità con il criterio origine/destinazione, solo nel 2000 a seguito dell’istituzione della linea tranviaria 3.

*L’attuale linea 07 “Mare 2” (P.le Amerigo Vespucci - Via Litoranea Km 10,3) fino agli anni ’90 si svolgeva sul percorso Stazione Lido Centro - P.le Amerigo Vespucci con alcune corse prolungate al Km 10,3. Nel periodo estivo invece esisteva la linea 07/ da P.le Amerigo Vespucci a Via Litoranea Km 7,3 (altezza ex Dazio), istituita nel 1971.

*L'attuale 673 (P.za Zama - Via G. Rho) ricalca nella parte finale del percorso la vecchia linea 11 (Portonaccio - Via G. Rho) soppressa a seguito dell'apertura della Linea B della Metropolitana

* La linea 201 (P.za Mancini - Via A. Conti) è la linea con la stessa numerazione da maggior tempo, in quanto risulta istituita già nel 1933,seguono a ruota 337 e 228,istituite nel  1951

* La linea 50 Express (P.za San Silvestro – P.za di Cinecittà), più volte annunciata non è mai stata istutita in quanto sarebbe stata un doppione della metropolitana 

* Sulla linea 650 (P.za S. Giovanni in Laterano – P.za di Cinecittà) sono state utilizzate in passato spesso le vetture più insolite come gli Iveco 370, bus extraurbani provenienti dall’Apm di Perugia 

* Nel mese di maggio 2007, per agevolare i visitatori della Fiera di Roma, Trambus ha istituito un temporaneo servizio navetta tra la stazione RFI di Fiera di Roma ed i Padiglioni, utilizzando gli Iveco 380.12.38 /Orlandi Euroclass HD e MAN UL 213/Autodromo IL2000, normalmente destinati ai servizi da noleggio 

* Gloria cinematografica per alcune vetture MAN NM 152 (1871 – 1884) protagoniste del film “Notturno Bus” con Valerio Mastrandrea 

* La linea M (Stazione Termini – Via P. de Coubertin) a servizio dell’Auditoriun, preste servizio esclusivamente dalle 17.00 alle 00.00 e sulle tabelle di fermata la “M” è raffigurata come fosse formata da due note musicali

* La linea 230 (Via del Sacro Cuore di Maria – V.le della Moschea) è in servizio esclusivamente il Venerdì (giorno di preghiera per le persone di fede islamica) e, tutti i giorni,  in occasione del Ramadan e non effettua fermate intermedie 

* La linea 717 (Circolare Via Odesclachi) effettua servizio esclusivamente il mercoledì pomeriggio

9710 sul 552 in Piazza di CInecittà* Le nuove vetture arrivate presso il consorzio Roma TPL, che gestisce le linee perfieriche (BMB M240 Avancity+ , BMB 231 Vivacty + e Temsa Avenue) sono state immatricolate nei gruppi 95xx , 96xx e 97xx . Il migliaio "9" in passato, era stato usato dall'ATAC esclusivamente per indicare le vetture ex STEFER ed ex SRFN , entrate a far parte del parco mezzi ATAC a seguito della cessione delle linee urbane di queste due società.
 

 

 

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 1036 persone collegate

< luglio 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
   
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Aggiornamenti del Sito (5)
Approfondimenti&Curiosità (29)
Autobus di Roma (28)
Il viaggio del "Caritas Express" (5)
Il viaggio inaugurale di .Italo (15)
Inaugurazione Stazione Tiburtina AV (13)
La pagina dei Link (2)
News (374)
News Circolazione Ferroviaria (51)
News Ferrovie Estero (72)
News Roma Tiburtina (11)
Nuovo Orario Ferroviario 2012 - 2013 (21)
Nuovo Orario Ferroviario 2013 - 2014 (17)
presentazione nuovo frecciarossa (16)
Speciale "Caritas Express" (18)
Video (2)

Catalogati per mese:
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020

Gli articoli più letti



Titolo
Ilmondodeitreni.it




11/07/2020 @ 09:29:26
script eseguito in 71 ms