Immagine
 ELfo ET 21 ad Arezzo Pescaiola (linea Sinalunga - Arezzo - Stia)... di Omar Cugini
 
"
La guerra l'abbiamo persa tutti e c'è un conto da pagare. Che l'Italia lo saldi a spese dei suoi figli minori – i Dalmati e gli Istriani – è un ghigno del destino. Gli Istriani non hanno mai fatto del vittimismo. Incapaci di rassegnarsi, hanno portato la loro tragedia con silenziosa dignità. Siamo tutti Istriani

Indro Montanelli
"
 
\\ Home Page : Storico : Approfondimenti&Curiosità (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 

Secondo il capo del Dipartimento delle Ferrovie e dell'organizzazione del Lavoro, in Ucraina, nel solo mese di gennaio 2014 l'inosservanza delle norme di sicurezza ha fatto registrare 51 feriti in incidenti lungo le linee ferroviarie, di cui 37 con conseguenze fatali . Le violazioni più comuni che minacciano la vita e la salute dei cittadini , sono quelle di transitare in aree ferroviarie non destinate al pubblico, di restare troppo vicino ai binari o di attraversare essi durante il transito dei treni, l' uso di telefoni cellulari e cuffie mentre si attraversano i binari , così come si registrano comportamenti pericolosi, specie di persone ubriache . Inoltre , solo nello scorso mese di febbraio si sono registrati diversi casi di presenza illecita di estranei nelle aree riservate al trasporto ferroviario , in particolare di persone salite sul tetto dei treni. L'amministrazione ferroviaria ricorda che le linee ferroviarie non sono il luogo per passeggiate , giochi per bambini ed animazione . Ferrovie - questo non è il luogo per passeggiate , giochi per bambini e animazione . Al fine di evitare tragedie umane Ferrovie chiede di passeggeri ed a tutti coloro che sono vicino ai servizi dell'infrastruttura ferroviaria di seguire rigorosamente le regole di condotta per il trasporto ferroviario e di tenere un atteggiamento responsabile per la propria vita e la sicurezza dei treni . Avverte inoltre che le linee elettriche di contatto sono permanentemente sotto tensione a 25000 Volt e che il contatto con esse per una persona può avere conseguenze mortali.

 

Dal Parco Nord allo Stadio, dall’Ospedale Buzzi al Teatro Elfo Puccini: sono in arrivo i nuovi nomi per alcune fermate delle linee metropolitane M1, M2 e M5. L’iniziativa, che si affianca a quella per le sponsorizzazioni delle stazioni che sarà attivata a breve, è il risultato di una delibera approvata oggi dalla Giunta, che ha voluto così riconoscere nel nome delle stazioni della metropolitana alcuni luoghi caratteristici della nostra città. Saranno dunque modificati alcuni nomi, anche accogliendo proposte di cittadini e Consigli di Zona, per fornire a chiunque si muova quotidianamente con i mezzi pubblici, ai turisti e a tutti coloro che visiteranno Milano durante Expo 2015, indicazioni più utili sui luoghi di particolare interesse in prossimità delle fermate. In particolare, saranno integrate le denominazioni (con relativa modifica delle mappe) di tre fermate della nuova linea M5 e di una della M2: Bignami diventerà Bignami-Parco Nord, San Siro Harar-Dessié sarà San Siro-Stadio, San Siro Trotter sarà modificata in San Siro-Ippodromo e Abbiategrasso cambierà in Piazza Abbiategrasso. Saranno, invece, integrate le sole fasce segnaletiche di indirizzamento in corrispondenza di altre sei fermate della linea M5 e di due per la M1. Così, sulla Lilla saranno adattate le denominazioni di Ponale (Ponale-Hangar Bicocca), Cà Granda (Cà Granda-Pratocentenaro), Bicocca (Bicocca-Università), Gerusalemme (Gerusalemme-Ospedale Buzzi), Portello (Portello-ex Alfa Romeo), Domodossola FNM (Domodossola FN). Per la Rossa, invece, saranno implementate Lima (Lima-Teatro Elfo Puccini) e Cordusio (Cordusio-Pinacoteca Ambrosiana).

 

Era il 3 ottobre del 1839 quando la locomotiva a vapore Vesuvio inaugurava la prima linea ferroviaria italiana percorrendo il tratto tra Napoli - Portici. Alle 10 del mattino di 174 anni fa, alla presenza del re Ferdinando II di Borbone e delle più alte cariche del Regno delle Due Sicilie, la locomotiva sbuffò la sua prima nuvola nera iniziando il suo viaggio su quel tratto a doppio binario della lunghezza di 7,25 km che da lì avrebbe cambiato la storia d’Italia. L’evento segnò l’inizio della gloriosa storia delle strade ferrate italiane, che dalla Napoli - Portici iniziarono quel lungo percorso che negli anni avrebbe infatti mutato le abitudini sociali, culturali ed economiche dell’intero Paese. La fortunata intuizione regale di Ferdinando II, che diede il via alla costruzione delle nuova ferrovia, fece intravedere ampie prospettive economiche, motivo per cui nacque il famoso edificio borbonico di Pietrarsa - oggi tra i musei ferroviari più importanti del mondo - che presto divenne un’officina specializzata nella costruzione di locomotive e materiale rotabile. Il 3 ottobre del 1839 la locomotiva Vesuvio non inaugurò solo una moderna concezione di trasporto, ma seguì l’inizio di un periodo storico dove il Sud Italia fu un florido modello di industria meccanica e siderurgica.

 
Di Omar Cugini (del 30/08/2013 @ 14:12:53, in Approfondimenti&Curiosità, visualizzato 961 volte)

Il treno,da sempre mezzo di trasporto, si trasformerà in palcoscenico. Accadrà in tre occasioni il 4, 5 e 6 settembre quando La Direzione Trasporto Regionale Trenitalia del Lazio ospiterà, su un treno regionale, la compagnia teatrale Abraxa che si esibirà nella performance urbana “i nuovi viaggiatori”. Lo spettacolo si terrà sul Regionale 12246, in partenza alle 12.42 da Roma Termini per Civitavecchia. Il treno diventerà così un palcoscenico dove realtà e finzione viaggeranno insieme in una performance interattiva che coinvolgerà i passeggeri. Lo spettacolo avrà inizio alle 12.30, sulla banchina di partenza di Roma Termini, con conclusione alle 13.08 alla stazione di Roma Aurelia. Assistere all’evento sarà gratuito, basterà avere un regolare biglietto di viaggio (validi anche gli abbonamenti Metrebus Roma ed i BIT). Una kermesse itinerante inserita nel più ampio programma del 19° Festival Internazionale del Teatro Urbano, presente nei cartelloni dell’Estate romana 2013.

 
Il prossimo 4 agosto i dipendenti delle RZD (Ferrovie Russe) festeggeranno la loro giornata. Su tutte le ferrovie la Russia ospiterà eventi in occasione della Giornata della ferrovia. Un solenne incontro e un concerto avranno luogo in ogni posto di lavoro alla presenza dei  rappresentanti delle autorità regionali. Ancora oggi sulle autostrade si tiene tradizionalmente in occasione della scoperta di nuove infrastrutture. tra le tante iniziative previste, a Mosca, sulla piazza di fronte alla stazione di Kazan verrà inaugurato un monumento dedicato ai ferrovieri creatori, a San Pietroburgo,  veterani e giovani collocheranno fiori alle lapidi dei ferrovieri, caduti sul lavoro, che sono sepolti nel locale cimitero. A Yaroslavl si terrà il 3 agosto, un evento con musica, balli, danze tradizionali e flash-mob, piattaforme interattive.  A Perm, le celebrazioni inizieranno il 3 agosto allo stadio presso il Palazzo della Cultura di ferrovia, che ospiterà tornei di beach volley, scacchi, sollevamento pesi ed atletica.. A Chita, nella piazza intitolata a Lenin il 3 agosto si terrà un concerto di pop star russe, che si concluderà con fuochi d'artificio.
 
Saranno1500 circa gli scout che domenica 21 luglio 2013 utilizzeranno un comodo treno Flirt TILO per raggiungere le varie località della Leventina che li ospiteranno nelle due settimane del Campo Cantonale Scout, Fantastico 2013. Un’offerta disegnata su misura per l’occasione da TILO, per permettere di trasportare gli scout da ogni angolo del Ticino verso la Leventina, utilizzando un comodo ed ecologico mezzo di trasporto: il treno. Una complessa macchina organizzativa per TILO e le FFS. Un primo Flirt TILO lascerà la stazione di Chiasso e, dopo aver fatto tappa a Mendrisio e Lugano, ripartirà senza ulteriori fermate verso la Leventina. Più o meno allo stesso momento altri due Flirt TILO partiranno uno da Taverne e l’altro da Locarno (con fermata a Cadenazzo), questi si incontreranno a Bellinzona dove saranno uniti e proseguiranno poi il loro viaggio verso nord con fermate a Biasca, Faido, Rodi-Fiesso (stazione riattivata eccezionalmente per l’occasione), Ambrì e Airolo. Alle stazioni e sui treni diversi collaboratori FFS e TILO saranno inoltre d’aiuto agli scout e ai loro accompagnatori, così che le due settimane di festa ed avventura inizieranno già durante il viaggio. Domenica 4 agosto si replicherà il trasporto, ma in senso contrario, per riportare a casa tutti gli scout. Per TILO è un’ottima occasione per mostrare come anche il treno, quando l’infrastruttura lo consente, può rispondere con offerte su misura alle esigenze della clientela. Inoltre in questo modo TILO sostiene un’associazione ticinese attiva a favore dei giovani e permette di trasportare i numerosi scout che animeranno la Valle Leventina nelle prossime due settimane, nel rispetto della natura
 
Di Omar Cugini (del 16/07/2013 @ 16:18:27, in Approfondimenti&Curiosità, visualizzato 1003 volte)

Le partenze per le vacanze sono per SNCF il periodo di picco nel corso dell'anno. Per anticipare la domanda di passeggeri e turisti, SNCF definisce, di volta in volta, un dispositivo eccezionale. Quest'anno, dal 4 luglio al 31 agosto saranno più di 22 milioni di passeggeri che si muoveranno con i mezzi di trasporto pubblico , di cui 18 milioni sono previsti in transito nelle stazioni ferroviarie. Per far fronte a questo grande numero di viaggiatori, SNCF mette in atto una autentica "mobilitazione del personale"  Ogni , estate, nelle stazioni,  il personale  munito di apposito "gilet rosso".  ha il compito di guidare i viaggiatori della stazione. Trovare la via d'uscita del treno è la domanda che viene più spesso rivolta a questi agenti facilmente riconoscibili nel loro abito rosso. SNCF mobilita anche più volontari per le informazioni, che accolgono e guidano i viaggiatori nelle stazioni principali.  Oltre all'assistenza nelle stazioni, SNCF, nel periodo estivo, offre anche altri servizi : 

- "Famiglia TGV Space"  è un pacchetto di viaggio offerto appositamente dedicato alle famiglie durante le vacanze scolastiche, in destinazioni selezionate. Un animatore si prenderà cura dei bambini durante il viaggio permettendo ai genitori di godersi il loro tempo a bordo.

- I facchini della stazione di Parigi Montparnasse offrono un servizio gratuito per aiutare i viaggiatori, come le famiglie, a  portare i loro bagagli fino al loro treno.

- Junior & Cie: servizio che consente ai genitori di un bambino che viaggia  da solo di avere l'assistenza, durante il viaggio, di personale dedicato  

Consigli per una partenza senza stress:

 Preferire i mezzi pubblici per evitare ingorghi e problemi di parcheggio. In modo da essere sicuri di essere così direttamente e rapidamente  sul proprio treno. Non lasciare i bagagli incustoditi e non dimenticare di identificarli con il proprio nome completo (per ovvie ragioni di sicurezza). Infine, avere sempre una bottiglia d'acqua su di voi, soprattutto in caso di giornate con alte temperature.

Buone vacanze!

 

ITALO conferma la sua passione per il cinema e, per il secondo anno consecutivo, è partner dell’ Ischia Global Fest. Anche nell’edizione 2013 gli ospiti della prestigiosa manifestazione dedicata al cinema e alla musica, in programma dal 13 al 21 luglio, raggiungeranno Napoli dalle principali città italiane a bordo dei treni rossi ITALO per poi imbarcarsi per l’Isola Verde, teatro dell’evento. Attori, registi, sceneggiatori e produttori, italiani ed internazionali, si danno appuntamento ogni estate all’Ischia Global Fest per parlare di cinema, televisione e musica con una serie di iniziative, ambientate nelle più belle località dell’Isola. Quello tra ITALO e la Settima Arte è un connubio naturale testimoniato dalla Carrozza Cinema, un ambiente del treno allestito come una vera e propria sala cinematografica da 39 posti, con schermi ad alta definizione al soffitto per la proiezione di film. La Carrozza Cinema è una novità assoluta apprezzatissima dai viaggiatori che possono unire il piacere della visione di un buon film alla comodità di un viaggio confortevole e veloce.

 
Di Francesco Bloisi (del 18/06/2013 @ 00:48:42, in Approfondimenti&Curiosità, visualizzato 1004 volte)

La velocità con cui vengono completati i lavori sui mezzi storici dipende (secondo noi) essenzialmente  e principalmente dal modo in cui si distribuiscono (quantitativamente) i tantissimi appassionati di treni e ferrovie (esterni alle varie associazioni) di una data regione in varie categorie:

 

 

  • Appassionato del tipo A (quello che ha il poster di Stakanov in camera, voleva fare il ferroviere ma i suoi l’hanno mandato a studiare per diventare Notaio, poveraccio): si fa il mazzo a sverniciare, sgrassare, riparare, riverniciare, ritoccare, lavare. E quando esce la macchina se ne vanta giustamente (categoria a1: “se ne vanta molto a sproposito come se l’avesse costruita lui”) e la fotografa in continuazione (categoria a2: “la fotografa dieci volte al giorno, solo lei, su ogni singolo spezzone di binario, possibilmente affiancata “casualmente” ad altro mezzo di rilevante interesse, anche 20/30 volte al giorno”.) 
  • Appassionato del tipo B: (quello che non si sporca le mani a faticare tutto il giorno in deposito) Non partecipa affatto ai lavori, ma apprezza il lavoro altrui; gli piacerebbe partecipare ma non può (categoria b1: veramente potrebbe, ma fa finta di essere una persona altrimenti molto impegnata; quando la macchina esce, loda l’iniziativa e fa qualche bella foto (categoria b2: fa solo qualche foto e se ne frega di chi ha lavorato sulla macchina, neanche li conosce e se li conosce a limite li saluta e gli chiede se gliela mettono sulla rotonda in buona luce). Per il resto: sta rigorosamente ZITTO
  • Appassionato del tipo C: (quello che fa il vago ma alla fine gli piace) Non partecipa affatto: non vede perché dovrebbe: c’è già qualcun altro che fatica al posto suo. Nel frattempo parla, si lamenta in vari modi su riviste, forum e social network. Quando la macchina esce prende dallo scaffale qualche libro e contesta la posizione delle modanature, gli spigoli del fregio che non sono come quelli della foto inedita in suo possesso, rileva nel numero di bulloni un falso storico intollerabile; però, se vede la macchina in testa ad un treno, pianta l’auto sulla terza corsia della tangenziale con le quattro frecce e scatta una raffica a 9fps. Se qualcuno gli chiede informazioni: non l’ha vista; se l’ha vista non l’ha riconosciuta perché era buio; se c’era dormiva e se non dormiva, comunque una foto l’ho fatta “ma sarà venuta male” e in fondo “di quei mezzi lì non me ne frega niente”.
  • Appassionato del tipo D: (quello che realmente non glienefrega niente). Ha 24000 lastre e 144mila diapo degli anni Settanta (anche se poi si scopre che l’80% sono scattate a treni in movimento a 1/125 di sec. e dei treni si vede solo la scia) e quindi ha le foto di quando quelle macchine erano VERAMENTE in quel modo, “queste sono solo finte, non mi interessano, anzi mi infastidiscono”. Deride chi se ne interessa.
  • Appassionato del tipo E: (quello che gira col catalogo Roco sotto il braccio anche in spiaggia) “Con questa iniziativa dovrò spendere dei soldi per acquistare il modello serie chicchiricchì ultra-limitata (salvo poi scoprire che lo stesso modello viene qualche mese dopo messo in vendita come modello normale a metà prezzo) e ciò nonostante trovo l’iniziativa molto simpatica”.
  • Appassionato del tipo F: (quello che ci vuole fare i soldi) Finanzia la riverniciatura/restauro e conta di rifarsi (giustamente) producendo la ricoloritura del modello in HO.
  • Appassionato del tipo G: (l’adorabile sprovveduto) Vede il mezzo e scrive su un forum: “scusate, ho visto una 646 (652? 428? 326?) tutta strana tipo verde come c’erano quando avevo 10 anni e mi sembrava tipo Treno Azzurro però era tutta verde con lo stemma vecchio vecchio: non credevo ce ne fossero ancora, ero convinto che le avessero tutte demolite!
  • Appassionato del tipo H: (ferroviere in pensione/appassionato fanfarone). A sentirlo parlare ha fatto il Vapore vero, ma poi parlando con qualche suo collega scopri che al massimo ha fatto 1/2 giorni in manovra con una 835 o 940 e poi si diede malato, dice di aver fatto il Vapore a Cremona, che lui sì che viaggiava con Diretti impegnativi, ma se poi guardi le fiancate orario di quelle linee negli anni '70 scopri che c'erano molti treni impostati a 50/60 km/h con 2/3 vetture. Quello che lui sì che faceva i merci pesanti con le 735, ma alla fine indagando salta fuori che erano solo treni materiali con al massimo 2 o 3 carri di pietrisco. Quello che sa tutto su riparazioni, manutenzione, ecc, e poi al massimo una volta, perdendo una scommessa, ha dato una mano al manovale a smontare le portine per fare il lavaggio caldaia. Quello che viaggiava costantemente con il manometro a 10 perchè altrimenti a lavorare a 12 si comprometteva la tenuta delle guarniture. Quello che se smonti un iniettore per revisionarlo ti dà addosso perché: "fin che va lascialo stare, che poi se si rompe chi lo aggiusta più? non ci sono più le officine di una volta"... Quello che i giovani vanno bene per le loco moderne, "il vapore lasciatelo a noi vecchi", e quando anche loro non ci saranno più dovremo tagliare a fettine tutte le locomotive a vapore preservate perché chi le porterà adesso? E via di questo passo.

A volte le varie tipologie si mescolano, involontariamente o per calcolo, per convenienza, a seconda delle situazioni o degli interlocutori.

 

Dal 6 luglio 2013, la squadra nazionale svizzera dei cuochi, formata da undici persone, inserirà nuove pietanze nel menu delle FFS. Ci saranno ancora i piatti tradizionali, come lo spezzatino alla zurighese, ai quali si aggiungeranno creazioni personali. Anche in futuro l'offerta di ristoro a bordo dei treni sarà contraddistinta da specialità svizzere e da alcuni piatti internazionali. La gastronomia ferroviaria nel nostro Paese ha una lunga tradizione. L'anno scorso, a bordo delle carrozze ristorante svizzere sono stati serviti circa 207 000 pasti caldi e freddi e quasi tre milioni di bibite. La cooperazione con la squadra nazionale svizzera dei cuochi dovrà creare nuovi impulsi e offrire ai viaggiatori un'esperienza culinaria con un buon rapporto prezzo/prestazione: «Dopo la positiva collaborazione con il cuoco della televisione Andreas C. “Studi” Studer sono contento d’aver trovato nella squadra nazionale dei cuochi un nuovo partner di prestigio», si rallegra Wolfgang Winter, CEO di elvetino SA, in occasione della conferenza stampa di oggi a Berna. Innovazione nel catering ferroviario «Constatiamo che nel segmento della ristorazione durante il viaggio i bisogni dei nostri clienti cambiano costantemente. Per tale ragione cerchiamo di provare nuove idee sul mercato e di anticipare le richieste», spiega Jeannine Pilloud, Direttrice della Divisione viaggiatori FFS. Il 22 aprile 2013, le FFS hanno dato avvio ad un test pilota, della durata di tre mesi, nel corso della quale, quando i treni ICN circolano in doppia trazione, entrambe le carrozze ristorante sono aperte al pubblico e propongono un assortimento take-away. Nel loro concetto di catering ferroviario le FFS annoverano tra le innovazioni anche il progetto pilota Starbucks. I punti di ristoro fissi nelle stazioni vengono inoltre costantemente potenziati e ne viene migliorata la logistica allo scopo di garantire un'accresciuta disponibilità dell'intero assortimento. La elvetino SA, in breveLa elvetino SA è una affiliata al 100% delle FFS. L'azienda leader nel settore della ristorazione ferroviaria è attiva in Svizzera, Germania, Francia e Italia. Ha sede a Zurigo e dispone di una filiale a Parigi; attualmente occupa 1500 collaboratori in tutta Europa. L'azienda gestisce 99 carrozze ristorante. Nel 2012 ha realizzato un fatturato di 75 milioni di franchi. http://www.elvetino.ch

 
Pagine: 1 2 3
Ci sono 8489 persone collegate

< agosto 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Aggiornamenti del Sito (5)
Approfondimenti&Curiosità (29)
Autobus di Roma (28)
Il viaggio del "Caritas Express" (5)
Il viaggio inaugurale di .Italo (15)
Inaugurazione Stazione Tiburtina AV (13)
La pagina dei Link (2)
News (374)
News Circolazione Ferroviaria (51)
News Ferrovie Estero (72)
News Roma Tiburtina (11)
Nuovo Orario Ferroviario 2012 - 2013 (21)
Nuovo Orario Ferroviario 2013 - 2014 (17)
presentazione nuovo frecciarossa (16)
Speciale "Caritas Express" (18)
Video (2)

Catalogati per mese:
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019

Gli articoli più letti



Titolo
Ilmondodeitreni.it




23/08/2019 @ 07:06:42
script eseguito in 146 ms