Immagine
 Vettura ATAC 1530 (BMB M221 LU) in servizio sulla linea 16 in transito a P.le Appio... di Omar Cugini
 
"
Certo che sono single per scelta. Di un altro, però

Silvia Ziche
"
 
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di Omar Cugini (del 29/06/2012 @ 00:27:01, in News, visualizzato 864 volte)
A seguito dei festeggiamenti per la vittoria dell'Italia sulla Germania, nella semifinale dei campionati europei di calcio, ATAC informa che il servizio notturno degli autobus è fortemente perturbato. In particolare è parzialmente chiuso il capolinea di Piazza Venezia. La linea N12 parte da largo Chigi, la N18 da Termini
Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 

Per consentire a Rete Ferroviaria Italiana importanti interventi di ammodernamento dei sistemi tecnologici per il controllo del traffico ferroviario sulla linea Metaponto - Sibari - Cosenza - Paola, tra giovedì 28 e sabato 30 giugno potrebbero registrarsi modifiche al programma di circolazione dei treni. Per ridurre al minimo gli effetti sulla regolarità del servizio, durante il periodo dei lavori il traffico ferroviario si svolgerà in regime di cosiddetta “gestione operativa”, vale a dire con l’adozione di provvedimenti in tempo reale in base alle effettive esigenze di circolazione che si presenteranno di volta in volta. In tale fase, quindi, potrebbero verificarsi ritardi, riduzione di corse, attivazione di servizi sostitutivi con autobus. La clientela sarà adeguatamente informata nelle stazioni attraverso locandine esposte nelle bacheche, annunci sonori, indicazioni sui display luminosi e monitor di stazione.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Redazione Ilmondodeitreni.it (del 21/06/2012 @ 09:54:43, in News, visualizzato 985 volte)

ROMA, 21 giugno 2012 – Italo lancia la “campagna d’estate” e per tutta la stagione, da oggi fino al 31 agosto, rende ancora più conveniente viaggiare negli ambienti Smart e Prima. Due le grandi novità per il periodo estivo, che si aggiungono alle iniziative promozionali varate al lancio di Italo, e tuttora disponibili:

 • Ambiente Smart: questa ideale combinazione tra un viaggio di grande qualità a prezzi molto accessibili, riceve un’ulteriore facilitazione con la Promo Italo (già disponibile a 30 euro per la Milano-Roma) che si estende ad altri importanti collegamenti: Milano-Firenze e Bologna-Roma a 20 Euro, Firenze-Napoli a 30 Euro, Milano-Napoli a 35 Euro.

• Ambiente Prima: per facilitare la scoperta del comfort, comodamente serviti a bordo, Italo lancia – dal lunedì al giovedì – l’offerta Economy a un prezzo ancora più vantaggioso, ridotto a seconda delle destinazioni da un minimo del 15% a un massimo del 33%. Ad esempio l’offerta Economy per viaggiare in Prima tra Milano e Roma, nei giorni indicati, si riduce da 88 euro a 65 euro con la speciale promozione estiva. E il Milano-Napoli passa da 97 euro a 65.

 La disponibilità delle offerte più convenienti è come sempre ampia e comunicata con trasparenza. Tra Low Cost, Economy e promozioni, NTV offre in media un biglietto su tre. Questo valore medio è il risultato di un numero che si amplia nei momenti della giornata e della settimana a minore traffico, e si restringe nei momenti più “caldi”. Tale ampia disponibilità è accessibile con la massima trasparenza e semplicità, attraverso tutti i canali di vendita. Sul sito italotreno.it è anche disponibile una speciale sezione (Italo Miglior Prezzo) che consente di vedere su un arco di quattro settimane i giorni e gli orari dei treni dove sono disponibili le migliori offerte. Italo infine arricchisce i suoi collegamenti: a partire dal 30 Giugno passano da 18 a 20 viaggi giornalieri, con l’aggiunta del Bologna-Napoli delle 6,38 (a. 10,05) e del Napoli-Bologna delle 19 (a. 22,22). Anche questi nuovi viaggi, che includono le fermate a Firenze e Roma, sono acquistabili su tutti i canali insieme alla nuova promozione estate.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Redazione Ilmondodeitreni.it (del 18/06/2012 @ 14:30:30, in News, visualizzato 1453 volte)

A partire dal giorno 25 Giugno 2012, nel Comune di Siena, sarà attivata, a cura da SienaMobilità,  la nuova LINEA 29, che effettuerà il seguente percorso circolare con capolinea unico in Piazza del Mercato, sul percorso Piazza del Mercato - Porta Pisipini - Ponte di  Romana - Piazza del Mercato.  La nuova linea verrà esercitata dal  Lunedì al Sabato feriale con i seguenti orari:

PIAZZA DEL MERCATO 9:25 12:25 ; VIA DEL SOLE 9:26 12:26 ; VIA DELL'OLIVIERA 9:27 12:27 ; VIA PISPINI 9:28 12:28; PORTA PISPINI 9:29 12:29; VIA PERUZZI INCR. VIA VIVALDI 9:30 12:30; VIA COZZARELLI (N. CIV. 8) 9:31 12:31; VIA COZZARELLI (N. CIV. 44-48) 9:32 12:32; VIA COZZARELLI (N. CIV. 70) 9:33 12:33; STRADA DI BUSSETO (N. CIV. 11) 9:34 12:34;  VIA PERUZZI N. CIV. 68 9:35 12:35; PORTA PISPINI 9:36 12:36; VIA PISPINI DISTRETTO 9:37 12:37; PONTE DI ROMANA 9:38 12:38; VIA SALICOTTO N. CIV. 145 9:39 12:39; PIAZZA DEL MERCATO (ARRIVO) 9:40 12:40

Inoltre, a  partire dal giorno 11 Giugno 2012,SienaMobilità ha messo in opera le seguenti modifiche alle linee di autobus urbane del Comune di Siena:

LINEA 11: Piazza Gramsci - San Martino - Ceppo

SOPPRESSA.

LINEA 22: Logge del Papa - Pieve a Bozzone - Bivio Mociano

• La corsa feriale delle 13.10 da Bivio Mociano è  SOPPRESSA.

• La corsa feriale feriale delle 14.30 da Montechiaro avrà validità SCOLASTICA FERIALE.

• La corsa feriale delle 12.50 da Logge del Papa sarà SOPPRESSA.

• La corsa feriale delle 14.00 da Logge del Papa avrà validità SCOLASTICA FERIALE.

LINEA 27: Piazza del Mercato - Certosa

Tutte le corse sono SOPPRESSE ad eccezione di:

• Corsa delle 6.40 da Piazza del Sale.

• Corse in partenza da Piazza del Mercato nelle fasce orarie 7.15 - 8.45, 12.45 - 14.45 e 18.15 - 19.15.

• Corse in partenza da Bivio La Torre/San Pietrino nelle fasce orarie 7.00 - 9.00, 13.00 - 14.30 e 18.00 - 19.00.

LINEA 28: Piazza del Mercato - Abbadia di Ruffolo

Tutte le corse sono SOPPRESSE ad eccezione di:

• Corsa feriale delle 13.40 da Piazza del Mercato.

• Corsa feriale delle 14.10 da Abbadia di Ruffolo.

LINEA 31: Piazza Gramsci - Carpineto - Volte Basse

• La corsa feriale delle 12.45 da Piazza Gramsci è SOPPRESSA.

• La corsa feriale delle 19.50 da Volte Basse  è SOPPRESSA.

 LINEA 32: Piazza Gramsci - Taverne - Arbia - Casetta - Monteaperti - San Piero

• La corsa feriale delle 5.55 da Piazza Gramsci per Monteaperti  è SOPPRESSA.

• La corsa scolastica feriale delle 13.40 da Piazza Gramsci per Presciano è SOPPRESSA.

• La corsa scolastica feriale delle 14.30 da Taverne per Presciano  è SOPPRESSA.

• La corsa feriale delle 5.10 da Monteaperti per Piazza Gramsci  è SOPPRESSA.

• La corsa feriale delle 7.10 da Monteaperti per Casetta avrà validità FERIALE INVERNALE.

• La corsa scolastica feriale delle 7.15 da Monteaperti per Piazza Gramsci  è SOPPRESSA.

• La corsa feriale estiva delle 7.15 da Casetta per Piazza Gramsci è SOPPRESSA.

• Le corse scolastiche feriali delle 14.20 e 14.40 da Presciano per Taverne sonoo SOPPRESSE.

• La corsa feriale estiva delle 13.10 da Monteaperti per Piazza Gramsci  è SOPPRESSA.

LINEA 33: Piazza Gramsci - Sovicille - Rosia

• La corsa feriale delle 13.15 da Volte Basse per Rosia  è SOPPRESSA.

• La corsa feriale delle 13.28 da Str. Brenna per Piazza Gramsci  è  SOPPRESSA.

• Viene  istituita una nuova corsa feriale da Volte Basse per Rosia alle 19.40.

LINEA 37: Piazza Gramsci - Santa Colomba

• La corsa feriale delle 13.00 da Piazza Gramsci  è SOPPRESSA.

• La corsa feriale delle 13.40 da Santa Colomba è SOPPRESSA.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Omar Cugini (del 17/06/2012 @ 23:23:11, in News, visualizzato 1031 volte)

É partita lunedì 11 giugno la prima fase del progetto sperimentale della chiusura anche in uscita dei tornelli in metropolitana, iniziativa volta ad un maggiore controllo dei viaggiatori per contrastare ulteriormente l’evasione tariffaria. Da lunedì 11 giugno,è scattata la chiusura dei tornelli in uscita in quattro stazioni delle linea M1: Duomo, Pagano, Loreto, Amendola. Il tempo di chiusura verrà applicato nell’ampia fascia oraria che va dalle 9,30 alle 16,30, per poi estendersi successivamente. Al momento dell’uscita, i passeggeri che si troveranno con un biglietto scaduto o non corretto – per esempio un biglietto urbano utilizzato su tratte extra urbane – potranno regolarizzare il proprio viaggio attraverso i distributori automatici situati all’interno della linea dei tornelli. Il personale ATM sarà presente nelle quattro fermate per assistere i passeggeri, 70 persone complessivamente con il riconoscibile gilet blu per indirizzare i clienti. Personale ad hoc anche per gestire il flusso in uscita dei possessori di biglietti cartacei, ancora emessi da altri operatori di trasporto pubblico, per i quali è predisposto un varco dedicato. Il piano delle stazioni coinvolte in questa fase e in quelle successive è stato studiato dai tecnici ATM sulla base delle rilevazioni dei flussi e dello spazio necessario per il deflusso dei passeggeri dalle banchine e tra le scale e i tornelli. Per testare il servizio si procederà per fasi successive: dopo le prime settimane di test, nelle stesse fermate di Duomo, Pagano, Loreto e Amendola della M1, l’orario di chiusura dei tornelli in uscita verrà esteso e coprirà tutte le fasce orarie del servizio di metropolitana. A seguire, è prevista la fase 2, con il coinvolgimento nella sperimentazione anche della linea M2 dalle 9,30 alle 16,30 nelle quattro stazioni di Centrale, Gioia, Vimodrone, Cologno Centro. E ancora, la fase 3 sulla linea M3 con le cinque fermate di Porto di Mare, Corvetto, Sondrio, Duomo e San Donato, secondo le stesse modalità di orario. Questa operazione, che mira a tutelare tutti i passeggeri regolari e rientra nel più ampio impegno di lotta all’evasione tariffaria, non prevede costi aggiuntivi per l’azienda, poiché tutta la rete dei tornelli ATM è già dotata di un sistema predisposto alla chiusura anche in uscita.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Redazione Ilmondodeitreni.it (del 16/06/2012 @ 12:27:41, in News, visualizzato 949 volte)

Come disposto dall’Amministrazione Comunale di Perugia, per l’espletamento di lavori stradali, durante il periodo estivo Via Fabretti resterà chiusa al traffico. Dal 10 giugno all'11 settembre 2012, pertanto, saranno apportate modifiche al servizio urbano e in particolare alle seguenti linee: · Linea C – Le corse provenienti da Elce e dirette a P.zza Cavallotti - Sant’Erminio transiteranno per Elce - Via Antinori – Via Pellini – Galleria Kennedy – P.ta Pesa – P.zza Cavallotti – P.ta Pesa – Sant’Erminio. Le corse provenienti da Sant’Erminio – P.zza Cavallotti e dirette ad Elce transiteranno per P.ta Pesa – P.zza Cavallotti – P.ta Pesa – Galleria Kennedy – Via Pellini – Via Antinori - Elce. Tutte le corse raggiungeranno Sant’Erminio da una parte e Case Nuove dall’altra. Frequenza di esercizio: 30 min. · Linea F – Le corse provenienti da Elce e precedentemente dirette a Sant’Erminio transiteranno per Elce - Via Innamorati – P.zza Università (capolinea). Le corse precedentemente in partenza da Sant’Erminio e dirette ad Elce partiranno da P.zza Università e proseguiranno per Via Innamorati - Elce. Frequenza di esercizio: 45 min. · Linea K – Le corse provenienti da Elce e precedentemente dirette a P.Cavallotti transiteranno per Elce- Via Innamorati – P.zza Università Italiana (capolinea). Le corse precedentemente in partenza da P.zza Cavallotti e dirette ad Elce partiranno da P.zza Università e proseguiranno per Via Innamorati - Elce. Frequenza di esercizio: 60 min. · Linea Q – Le corse provenienti da Elce e dirette a P.zza Cavallotti - Monteluce transiteranno per Elce - Via Antinori – Via Pellini – Galleria Kennedy – P.ta Pesa – Monteluce. Le corse provenienti Monteluce e dirette ad Elce transiteranno per P.ta Pesa – Galleria Kennedy – Via Pellini – Via Antinori - Elce. Frequenza di esercizio: 30 min. · Linea Z2 – Le corse partiranno a frequenza oraria da P.zza Morlacchi per P.ta Pesa – Via Checchi – Via Torelli - Elce – P.zza Università, per ripartire sempre a frequenza oraria da P.zza Università per Elce – Via Torelli – Via Maturanzio – P.ta Pesa – P.zza Morlacchi. · Linea Z3 – Le corse dirette e provenienti da P.te D’Oddi si attesteranno in piazza Università sempre mantenendo la frequenza oraria.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Numero Verde Umbria Mobilità 800 512141 .

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 

Da sabato 16 giugno a domenica 30 settembre 2012,per lavori di potenziamento infrastrutturale in territorio estero, la circolazione dei treni regionali ÖBB tra le stazioni di Brennero e di Innsbrück, e viceversa, sarà sospesa e sostituita con autobus. I viaggiatori che arrivano da Monaco, con bus sostitutivo da Innsbrück, troveranno nella stazione di Brennero proseguimento con treno. Le prenotazioni per passeggeri a ridotta mobilità ed il trasporto bici al seguito saranno possibili solo sui seguenti treni: EC 83, EC 85, EC 86 e EC 88. Nella stazione di Brennero, per raggiungere il piazzale di partenza dei bus sostitutivi, seguire le apposite indicazioni

Scarica l'elenco dei treni interessati

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Redazione Ilmondodeitreni.it (del 14/06/2012 @ 13:20:09, in News, visualizzato 968 volte)

E' stata riattivata intorno alle 12,44 la tratta B1 della metropolitana dopo l'interruzione iniziata nella tarda mattinata. Il servizio è tornato regolare. Nel periodo dell'interruzione, il collegamento tra Bologna e Conca d'Oro è stato sostituito da bus-navetta. La linea era stata disattivata intorno alle 12 a causa di un inconveniente legato all'infrastruttura. Nel periodo dell'interruzione è rimasta regolare la circolazione nella tratta Laurentina / Rebibbia.

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Omar Cugini (del 13/06/2012 @ 22:20:39, in News, visualizzato 1427 volte)

Stazione Conca d'OroDopo giorni di rinvii, di date annunciate e successivamente smentite, di ritardi burocratici dovuti all'espletamento di tutti i collaudi previsti dalle vigenti normative, mercoledì 13 giugno alle 5,30 avverrà finalmente l'apertura della linea B1 della metropolitana, la nuova diramazione che collegherà piazza Bologna a Conca d’Oro, mettendo in collegamento i quartieri a nord-est di Roma – Nomentano, Trieste, Montesacro, il quartiere Africano – con l’Eur, la Magliana, il Centro, Pietralata e la Tiburtina. Dopo 12 anni dal prolungamento della Linea A, in attesa del completamento dei lavori della nuova Linea C e dello sblocco della Stazione Libiagara per la realizzazione della Linea D, la rete metropolitana di Roma aumenta di quattro chilometri. Ci sono voluti però sette anni di lavori, iniziati nel 2005, e che hanno impiegato circa 1.100 persone tra tecnici e operai, per arrivare ad aggiungere questo piccolo ma importante tassello nel critico scenario della mobilità romana, con un investimento a carico di ministero dei Trasporti e Roma Capitale di circa 523 milioni di euro. La capacità di trasporto della nuova linea è stimata in 24mila persone l’ora per senso di marcia. L'intera opera è stata progettata e realizzata utilizzando le più avanzate soluzioni costruttive al fine di mappa a bordo dei treniridurre al minimo i disagi per la cittadinanza durante le fasi di realizzazione, cercando anche di contenere, attraverso un'adeguata pianificazione della viabilità nelle zone interessate dai cantieri, i disagi alla circolazione stradale. La totalità delle gallerie della nuova linea, scavate a circa 30 metri di profondità, è stata realizzata utilizzando un macchinario T.B.M. (Tunnel Boring Machine) con tecnologia E.P.B. (Earth Pressure Balance) che ha consentito di avanzare esercitando una contropressione al fronte utilizzando la stessa terra scavata. La stessa macchina ha poi messo in opera simultaneamente il rivestimento definitivo della galleria in conci prefabbricati di cemento armato disposti ad anello. La sequenza delle lavorazioni è stata quindi tale da evitare ogni disturbo agli edifici preesistenti. Non sono però mancate le difficoltà nel corso dei lavori,in particolare le indagini svolte sui terreni dove doveva sorgere la stazione Nomentana hanno fatto emergere che l’opera sarebbe stata tecnicamente realizzabile solo con tempi e costi maggiori di quelli contrattualmente previsti, soprattutto a causa dell’implementazione delle lavorazioni relative ai consolidamenti. Inoltre, lo studio di fattibilità volto a valutare la possibilità di realizzare la stazione con modalità alternative di costruzione ha chiaramente mostrato che la soluzione progettata era l’unica tecnicamente consona allo stato dei luoghi. Nel dicembre 2006 Roma Metropolitane ha pertanto avanzato al Comune di Roma una articolata proposta di modifica e, allo stesso tempo, integrazione del progetto della Linea B1, prevedendo in primo luogo di eliminare la prevista Stazione Nomentana e, allo stesso tempo, di anticipare il prolungamento già ipotizzato della Linea oltre Conca d’Oro, così da aggiungere all’opera in corso di realizzazione un nuovo tratto di 850 metri circa ed una nuova stazione a viale Jonio. Tale soluzione, permetteva sia di non allungare ulteriormente i tempi di costruzione, sia di ampliare il bacino d’utenza della metropolitana di oltre 40.000 residenti, ponendo le condizioni per la realizzazione di un nodo di scambio tra la Linea B1 e la futura e progettata Linea D nella stazione Jonio. Al posto soppressa stazione Nomentana, Roma Metropolitane aveva proposto di sostituire la stazione con un collegamento sotterraneo attrezzato con tapis roulant e tale da permettere agli utenti di raggiungere, dai medesimi accessi della stazione eliminata, la Stazione S,Agnese/Annibaliano. Per migliorare la vivibilità del percorso sotterraneo si prevedeva che sotto piazza di S. Costanza venisse realizzato un nodo dotato di alcuni servizi commerciali. Tali proposte sono state successivamente accantonate a seguito dei pareri dei Municipi competenti, che non le hanno condivise anche in vista dell’impatto dei relativi cantieri. L’apertura della nuova infrastruttura lascia un segno nel paesaggio dei quartieri che attraversa, con l’intervento architettonico delle stazioni “Sant’Agnese /Annibaliano”, “Libia” e “Conca d’Oro”. Le stazioni si sviluppano in profondità, su più livelli tra loro collegati con 15 ascensori e 67 scale mobili (oltre alle normali scale non meccanizzate). Caratteristica di ogni struttura è la presenza di una piazza ipogea, stuidata anche per alleviare l’eventuale sensazione di disagio provocata dalla discesa in profondità per accedere ai treni. Nelle fermate di Sant’Agnese / Annibaliano e Libia, le banchine dei treni sono sovrapposte; la profondità maggiore è raggiunta dalla stazione Libia, con i 36 metri dal livello dalla strada di una delle due banchine. Vediamo ora nel dettaglio le singole stazioni Stazione Sant’Agnese/Annibaliano La stazione Sant’Agnese/Annibaliano è la prima fermata in arrivo da piazza Bologna e prende il nome dal vicino complesso monumentale di Sant’Agnese fuori Le Mura. La stazione è costruita su tre livelli. Il primo, a una profondità di dieci metri, è uno spazio concepito come una piazza ipogea, elemento che accomuna le tre nuove stazioni. Allo stesso livello si trova l’atrio della stazione. Ascensori e scale, anche meccanizzate, collegano l’atrio con le banchine dei treni, sovrapposte su due diversi livelli, rispettivamente a 19 e 30 metri dal livello della strada. Stazione Libia E’ l’uso della luce naturale come elemento architettonico la peculiarità della stazione Libia, lungo la nuova tratta B1 della metropolitana. La tecnica del day-lighting shaft, il pozzo di luce, consente di illuminare il blocco delle scale sino al livello più profondo. Anche nella stazione Libia, una piccola piazza ipogea, a sei metri dal livello stradale, immette nell’atrio e da qui si scende alle banchine, poste su due diversi livelli. Atrio e banchine sono collegati al piano stradale da scale mobili e ascensori. Stazione Conca d’Oro Tre livelli e una grande piazza ipogea che vuole essere punto di incontro e snodo per il flusso dei viaggiatori: sono le caratteristiche della stazione Conca d’Oro sulla nuova tratta B1. Il primo livello si trova ad otto metri dal piano stradale: da qui si scende all’atrio della stazione, per poi raggiungere le banchine dei treni, poste sullo stesso livello, a 20 metri sotto il piano stradale. Atrio e banchine sono collegati alla superficie da scale mobili e ascensori. Con l'apertura della diramazione per Conca d'Oro, vengono rimodulati gli orari di prime e ultime corse della linea B della metropolitana. Nei giorni feriali dal lunedì al giovedì, le prime corse del mattino saranno da Laurentina per Conca d'Oro alle ore 5.32; da Laurentina per Rebibbia alle ore 5.30; da Rebibbia per Laurentina alle ore 5.30; da Conca d'Oro per Laurentina alle ore 5.30. Per quanto riguarda le ultime corse della sera, da Laurentina per Conca d'Oro alle ore 23.26; da Laurentina per Rebibbia alle ore 23.30; da Rebibbia per Laurentina alle ore 23.30; da Conca d'Oro per Laurentina alle ore 23.28. Al venerdì e al sabato, prime corse del mattino: da Laurentina per Conca d'Oro alle ore 5.32; da Laurentina per Rebibbia: alle ore 5.30; da Rebibbia per Laurentina: alle ore 5.35; da Conca d'Oro per Laurentina: alle ore 5.30. Ultime corse della sera: Da Laurentina per Conca d'Oro alle ore 1.21; Da Laurentina per Rebibbia: alle ore 1.30; da Rebibbia per Laurentina: alle ore 1.30; da Conca d'Oro per Laurentina: alle ore 1.28. Nei giorni festivi, prime corse del mattino: da Laurentina per Conca d'Oro alle ore 5.33; da Laurentina per Rebibbia: alle ore 5.30; da Rebibbia per Laurentina: alle ore 5.35; da Conca d'Oro per Laurentina: alle ore 5.30. Ultime corse della sera: Da Laurentina per Conca d'Oro alle ore 23.27; Da Laurentina per Rebibbia: alle ore 23.30; da Rebibbia per Laurentina: alle ore 23.30; da Conca d'Oro per Laurentina: alle ore 23.28. Modifiche inoltre verranno attuate per la rete di TPL di superficie che sarà adeguata al fine di favorire l'interscambio con la nuova linea di metropolitana Per il futuro, oltre alla costruenda tratta Conca d'Oro - Jonio, è prevista la realizzazione di un ulteriore prolungamento di 3,8 Km dalla stazione di Jonio fino alla Bufalotta, in prossimità del GRA, con la realizzazione di 3 nuove stazioni: Vigne Nuove, Mosca e Bufalotta. Per questa tratta i tempi di realizzazione sono stimati in circa 5 anni Positivo, per il CeSMoT - Centro Studi sulla Mobilità e i Trasporti che "con l'apertura della B1 finalmente, dopo sette anni di lavori, si da la possibilità ai cittadini di usufruire di una nuova infrastruttura e di rivedere il proprio concetto di mobilità urbana. Una buona notizia nel poco roseo panorama del trasporto pubblico romano"

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di Redazione Ilmondodeitreni.it (del 13/06/2012 @ 21:46:41, in News, visualizzato 1854 volte)

É scontro aperto tra NTV ed RFI per la cancellata installata in tutta fretta a Roma Ostiense e che impedisce l'accesso diretto da Casa Italo ai treni NTV nella stazione di Roma Ostiense,costringendo i viaggiatori ad un tortuoso giro. A detta di NTV "per imprecisate ragioni di sicurezza, Rfi ha deciso di realizzare un’alta recinzione, proprio di fronte a Casa Italo e sbarrare così il passaggio ai binari. Chi vuole raggiungere i treni è quindi costretto a una scomoda e complessa, quanto inutile, gimkana, tra scale e sottopassaggi. Quella che nel progetto doveva diventare una stazione d’interscambio comoda, con parcheggi e servizi a pochi metri dal treno, direttamente accessibile in pochi secondi da Casa Italo, rischia così, per ragioni imperscrutabili, di essere vanificata. Ma a rendere ancora più paradossale la vicenda, per la quale NTV ha già presentato un esposto al competente Ufficio per la Regolazione dei Servizi Ferroviari e chiede l’intervento del Comune a tutela dei cittadini rappresentati, è la clausola che in sede di cessione dell’immobile RFI ha imposto a Eataly ed NTV, ossia il mantenimento dell’accesso dei viaggiatori ai binari e il parziale utilizzo dell’ex AirTerminal come fabbricato viaggiatori. Proprio in coerenza con tale disegno, NTV in sede di ristrutturazione e rilancio dell’ex AirTerminal, di concerto con Eataly, ha collocato il proprio Centro servizi per l’accoglienza dei viaggiatori e la sua Scuola d’Ospitalità nello stesso stabile, ha riqualificato le aree prospicienti Casa Italo (di fronte al sottopassaggio di accesso alla stazione/metro di via Benzoni), e sta completando il progetto per riattivare l’area di servizio logistica davanti al Terminal. Il tutto per un investimento di oltre 1,5 milioni di euro e un impatto occupazionale di circa 100 dipendenti" Pronta la replica di RFI per la quale "Il 29/12/2008 la proprietà del cosiddetto Air Terminal Ostiense e delle relative pertinenze è stata ceduta alla società GEAL S.r.l.. Nell’atto di compravendita, in virtù dell’articolo 36 del DPR 753/80 in materia di “Polizia, sicurezza e regolarità dell’esercizio delle ferrovie”, era previsto che l’acquirente dovesse realizzare, subito e a sue spese, una separazione fisica tra i beni ceduti e le aree inerenti l’attività ferroviaria: nel caso specifico, l’area è fortemente urbanizzata e ha perso da tempo la sua originaria funzione di spazio ferroviario aperto al pubblico. Da quel momento RFI non ha più avuto alcuna visibilità sulle vicende che hanno riguardato l’immobile. D’altro canto, chiunque avesse affittato o subaffittato lo stesso immobile era doverosamente tenuto a conoscere le regole relative al suo utilizzo. Come la GEAL S.r.l. abbia ottenuto l’attuale destinazione d’uso del fabbricato non ci riguarda. Fatto sta che nel contratto di compravendita, in forza di quella legge citata , era ben indicato che doveva esserci una barriera fisica di separazione tra il fabbricato e il marciapiedi di stazione, nel rispetto della legge citata. NTV, che ha preso quella locazione, doveva sapere quali erano le regole. Qualora avesse voluto avvalersi di spazi di RFI nella Stazione Ostiense li avrebbe potuti ottenere cosi come avvenuto per Milano Porta Garibaldi, Milano Rogoredo, Padova, Salerno, Bologna Centrale, Firenze Santa Maria Novella, Napoli Centrale, Venezia Mestre, Venezia Santa Lucia, Torino Porta Susa, Roma Tiburtina" Non si è fatta ovviamente attendere la controreplica di NTV , che così risponde alle dichiarazioni di RFI "In merito alle precisazioni di RFI sulla recinzione di Ostiense, Nuovo Trasporto Viaggiatori fa notare: - NTV ha scelto la stazione Ostiense come terminal finale dei propri treni attestati a Roma, anche in seguito alla dichiarazione RFI di insufficiente capacità della stazione Termini ad assorbire i nuovi servizi di NTV. - Il progetto di riqualificazione è stato autorizzato da RFI ed è stato eseguito in base alle specifiche disposizioni impartite dalla stessa RFI, che a precisa richiesta della società privata di aprire un accesso lato piazzale 12 ottobre 1492 ha risposto in data 15 luglio 2011 negando l’apertura del cancello ma indicando come percorso consentito quello diretto da Casa Italo. “Il passaggio diretto al marciapiede del binario 15 – scrive nella disposizione RFI - potrà comunque avvenire attraverso l’area attrezzata da codesta sede (NTV) interna all’ex Air Terminal”. E’ in seguito a tali disposizioni che NTV ha avviato i propri investimenti sul territorio. - In sede di cessione dell’immobile (ex Air Terminal), come riscontrabile da atto pubblico, RFI ha imposto all’acquirente precise servitù di accesso al marciapiede del binario 15, nonché ai binari dall’8 al 14 tramite il sottopasso dell’Air Terminal (da anni chiuso e da riattivare a oneri e spese dell’acquirente). Inoltre Rfi ha imposto puntuali vincoli per il parziale utilizzo dell’ex Air Terminal come fabbricato viaggiatori. - Durante i lavori di ristrutturazione e nei numerosissimi scambi epistolari ed incontri intercorsi, RFI non ha mai manifestato contrarietà al progetto NTV, anzi ha consegnato essa stessa le aree del piazzale antistante Casa Italo per la realizzazione degli interventi consentiti. Solo un mese fa, a lavori ormai terminati, RFI ha comunicato all’improvviso l’impedimento all’accesso diretto ai binari, sia a NTV che all’acquirente dell’Air Terminal, intimandone l’immediata chiusura. Dopo il richiamo di NTV al rispetto degli accordi intercorsi, per tutta risposta, RFI ha innalzato dieci giorni fa (e completato ieri) la recinzione. - Tutto ciò premesso, l’iniziativa di RFI va contro la ragione, il buon senso e l’interesse generale dei viaggiatori, costretti a uno scomodo, quanto inutile e complesso percorso per salire sul treno. L’”indignazione e l’imbarazzo” espressi oggi anche dal rappresentante del governo sono l’autorevole conferma della necessità di rimuovere quanto prima questa assurda vessazione ai cittadini romani che sceglieranno di utilizzare l’Alta Velocità partendo dal nuovo terminal di Ostiense. A tale proposito NTV attende con fiducia le tempestive decisioni degli organi competenti – Autorità per la Concorrenza e il Mercato, Ufficio per la Regolazione dei Servizi Ferroviari – ai quali ha già presentato formale esposto" In serata arriva l'ennesima controreplica di RFI, che appare però quasi un arrampicarsi sugli specchi "Il comunicato stampa di NTV dimostra in modo inequivocabile la terzietà di RFI in merito alle realizzazioni di NTV nell’ex Air Terminal Ostiense. Non corrisponde a vero invece la dichiarazione “Dopo il richiamo di NTV al rispetto degli accordi intercorsi, RFI ha innalzato dieci giorni fa (e completato ieri) la recinzione”. Infatti, non sono mai intercorsi accordi sulla possibilità di avere accessi sulla parte di banchina del binario 15 di proprietà di RFI; la presenza della recinzione, come detto, è necessaria e dipende dall’articolo 36 del DPR 753/80 in materia di “Polizia, sicurezza e regolarità dell’esercizio delle ferrovie”. Ricordiamo che la realizzazione di una separazione fisica tra fabbricato e aree di stazione era un preciso obbligo dell’acquirente dell’ex Air Terminal. RFI ha così tutelato il fondamentale mantenimento della sicurezza, confermando l’accesso ai binari solo ed esclusivamente attraverso il sottopassaggio aperto lato città, come è da anni per tutti gli operatori." C'è da sottolineare che il citato art 36 del DPR 753/80 si limita semplicemente a prescrivere che "Le ferrovie in sede propria sono separate dalle proprietà laterali e dalle strade con siepi, muri o altro tipo di recinzione stabile ove, a giudizio delle aziende esercenti, sia ritenuto necessario ai fini della sicurezza dell’esercizio" Inoltre è da rimarcare come, fino a poco tempo fa, non esistesse alcuna recinzione, e che, dopo il termine degli effimeri servizi ferroviari, l'ex AIR Terminal versava in uno stato di completo abbandono e che non era presente alcuna cancellata. Aspettiamo nuovi sviluppi della vicenda.  Sulla vicenda è intervenuto,il 14 Giugno, anche Luca Cordero di Montezemolo, Presidente di NTV : Sono esterrefatto, perché mentre in Italia si continua tanto a parlare di crescita del Paese, si tollerano senza intervenire ostacoli alla concorrenza come quelli a cui stiamo assistendo. Lo sviluppo si fa con gli investimenti, non con le parole. NTV ha investito oltre un miliardo di euro per creare un’impresa ferroviaria, abbiamo assunto più di mille giovani con contratto a tempo indeterminato. E altri mille posti di lavoro li sta creando l’indotto. L'assurda  gabbia costruita a Ostiense - continua il Presidente di Ntv - danneggia i viaggiatori romani e stranieri più che noi, e copre di ridicolo chi parla di vera concorrenza o di liberalizzazioni. Quelle sbarre purtroppo sono il triste emblema di chi cerca di investire in Italia. Vanno rimosse subito, a Ostiense, e ovunque le troppe barriere che continuano a limitare la libertà d’impresa e lo sviluppo".

Articolo (p)Link   Storico Storico  Stampa Stampa
 
Ci sono 4807 persone collegate

< dicembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Aggiornamenti del Sito (5)
Approfondimenti&Curiosità (29)
Autobus di Roma (28)
Il viaggio del "Caritas Express" (5)
Il viaggio inaugurale di .Italo (15)
Inaugurazione Stazione Tiburtina AV (13)
La pagina dei Link (2)
News (374)
News Circolazione Ferroviaria (51)
News Ferrovie Estero (72)
News Roma Tiburtina (11)
Nuovo Orario Ferroviario 2012 - 2013 (21)
Nuovo Orario Ferroviario 2013 - 2014 (17)
presentazione nuovo frecciarossa (16)
Speciale "Caritas Express" (18)
Video (2)

Catalogati per mese:
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019

Gli articoli più letti



Titolo
Ilmondodeitreni.it




12/12/2019 @ 09:50:50
script eseguito in 83 ms