Immagine
 Inizia la sfida sui binari AV..ed un ETR500 Frecciarossa di Ferrovie dello Stato transita accanto a ... di Omar Cugini
 
"
Adoro fare il supereroe! L'orario di lavoro è pessimo, la paga è inesistente... ma almeno non corro il rischio di venire licenziato!

Paperinik
"
 
\\ Home Page : Storico : News Ferrovie Estero (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 

Per rispondere alla sempre più importante domanda, da fine marzo a metà giugno le FFS mettono a disposizione circa 140 treni auto aggiuntivi che consentono di trasportare quasi 5000 veicoli in più attraverso la galleria del Sempione. Il sito Internet FFS permette di pianificare meglio il proprio itinerario. Nei periodi di traffico intenso, come in primavera con i suoi lunghi ponti festivi, le FFS adattano l’offerta dei treni auto tra Iselle di Trasquera (I) e Briga. Da fine marzo a metà giugno, le FFS mettono a disposizione circa 140 treni aggiuntivi che possono accogliere quasi 5000 veicoli in più. La pagina Internet del treno auto http://www.ffs.ch/trenoauto consente di pianificare meglio il proprio itinerario. L’indicazione dell’occupazione media di ogni treno auto (media calcolata su base annuale e non in tempo reale) permette di scegliere il collegamento più idoneo al proprio piano di viaggio. Il treno auto è un’offerta apprezzata dagli automobilisti che desiderano risparmiare tempo o benzina. Sono sufficienti 20 minuti per attraversare la galleria. L’offerta di base prevede un treno auto ogni due ore in entrambe le direzioni. Tutte le informazioni relative agli orari regolari, alle corse speciali e ai prezzi sono disponibili all’indirizzo Internet www.ffs.ch/trenoauto, agli sportelli o 24 ore su 24 al numero 0900 300 300 (CHF 1.19/min. dalla rete fissa svizzera).

 

Da dicembre 2013 e in assenza della sovvenzione italiana, le FFS si sono assunte temporaneamente il rischio finanziario di mantenere il collegamento diretto tra Briga e Domodossola. Questa eccezionale situazione avrebbe dovuto terminare il 7 aprile prossimo, con la probabile conseguenza di un collegamento regionale solo parziale della linea transfrontaliera. Questo scenario che avrebbe complicato la vita di quasi 800 frontalieri attivi nell’economia vallesana, ha potuto essere evitata grazie ai negoziati condotti in modo intensivo da una parte e dall’altra della frontiera, sia da parte delle autorità committenti del traffico regionale, italiane e svizzere (Canton Vallese e Ufficio federale dei trasporti UFT) che da parte degli operatori, le FFS e Trenitalia. Il Canton Vallese e le FFS si rallegrano della soluzione, proficua per l’economia sia italiana che svizzera. Continueranno a intraprendere tutti gli sforzi possibili affinché questa soluzione, che copre per ora solo l’esercizio del 2014 Briga-Domodossola, si trasformi in una soluzione di finanziamento durevole, negli anni a venire. Il capo del Dipartimento dei trasporti, delle infrastrutture e dell’ambiente, signor Jacques Melly, conclude: «Il canton Vallese ci tiene a ringraziare per il lavoro svolto da tutti i partner coinvolti, in particolare quello delle FFS. Non dobbiamo tuttavia perdere di vista che la soluzione transitoria arriva solo fino a dicembre 2014. Si devono quindi intraprendere tutti gli sforzi possibili affinché, entro quel termine, si trovi una soluzione duratura.»

 

Sono tre le aziende nazionali che hanno presentato una offerta ufficiale per la riqualificazione della stazione ferroviaria di Prokop a Belgrado. Secondo quanto ha dichiarato il presidente delle ferrovie statali serbe, Dragoljub Simonovic, si tratta di Bauwesen, City Mont e un consorzio formato dalle unità di Energoprojekt Niskogradnja S.A.( EP Visokogradnja, EP Niskogradnja e EP Oprema ). Il costo complessivo del progetto è di 26 milioni di euro. La stazione Prokop di Belgrado oggi fa servizio alla ferrovia periferica “Beovoz” e a quella civica “Bg voz”, mentre il traffico intercity ed internazionale parte dalla Stazione ferroviaria centrale.

 

Prosegue senza intoppi il progetto di costruzione della linea transnazionale Baku-Tbilisi-Kars. ” La Georgia ha acquistato i territori lungo il percorso della linea. Il progetto sarà quindi completato entro il 2015, nei tempi previsti”, ha affermato il Vice Primo Ministro, Giorgi Kvirikashvili La ferrovia Baku-Tbilisi-Kars è di importanza strategica per l’intera regione transcaucasica e per i paesi coinvolti nello sviluppo del progetto, Georgia, Azerbaigian e Armenia . Secondo quanto riporta il sito di informazione today.az, la Georgia ha ricevuto finanziamenti da parte del governo azero per attuare il progetto

 

Sono iniziati ufficialmente questa mattina i lavori per la realizzazione del nuovo atrio centrale presso la Stazione FFS di Lugano. L’evento si è svolto con la partecipazione dei rappresentanti della Città di Lugano, del Cantone e delle FFS. Nel corso del 2016 le FFS consegneranno alla città, agli abitanti e alla clientela del trasporto pubblico un moderno centro di servizi dotato di zone di transito prive di barriere architettoniche, lift e spazi commerciali. Sono pure parte del complesso progetto la nuova fermata della funicolare TPL, il collegamento pedonale sotterraneo atrio stazione–Parco Bertaccio–Stazione FLP, rispettivamente il centro-città. Questo intervento segue a ruota il rinnovo completo dell’edificio, iniziato nella primavera del 2012, che terminerà nell’estate 2014. «Con l’apertura delle due Gallerie di base, il Ticino approfitterà di un miglioramento epocale nei trasporti», ha sottolineato Stefano Ardò, Delegato di FFS Infrastruttura in Ticino. L’apertura della Galleria di base del Monte Ceneri permetterà inoltre tempi di percorrenza inferiori ai 30 minuti tra Locarno e Lugano. «Per questo motivo è molto importante disporre di una stazione dotata di migliori accessi e più servizi alla clientela», ha proseguito Ardò. «Gestire un cantiere di questo tipo è come operare a cuore aperto», ha sottolineato il Delegato di FFS Infrastruttura. «Il paragone con la chirurgia non è casuale: le FFS interverranno in modo incisivo con importanti scavi nella parte centrale della stazione per costruire lift, spazi commerciali, nuovi accessi e una nuova fermata della funicolare. Ciò avviene mantenendo in funzione tutti i servizi». Quest’ultimo aspetto comporta notevoli sfide per le FFS: «Stiamo facendo e faremo del nostro meglio, insieme ai nostri partner. Chiediamo però alla clientela comprensione per le misure temporanee in attesa del 2016, quando insieme festeggeremo la seconda giovinezza della stazione FFS e la nuova era ferroviaria», ha concluso Ardò. Il Sindaco di Lugano Marco Borradori ha spiegato che «quella di oggi è una tappa fondamentale per Lugano e per il Ticino, poiché la stazione è una porta aperta sul futuro. L’accessibilità alla città e la messa in rete con il resto del cantone, con la Svizzera e con la vicina Italia sono fattori di consolidamento per la nostra economia e di arricchimento per gli scambi culturali e turistici. Lugano sarà, infatti, un nodo intermodale per la rete ferroviaria di collegamento tra gli agglomerati elvetici ed europei, ruolo che potrà svolgere appieno con la messa in esercizio di AlpTransit nel 2016». Il Sindaco ha poi aggiunto: «Lugano desidera contribuire in collaborazione con le FFS e il cantone a offrire una struttura adeguata ai tempi e all’evoluzione della mobilità, che possa rispondere allo sviluppo della città e rafforzarne la funzione centrale tra Zurigo e Milano». Da parte sua il Consigliere di Stato Claudio Zali ha sottolineato che «Lugano è la stazione della principale città del Cantone ed è dunque giustamente al centro della nostra attenzione e degli interventi di ammodernamento. Le stazioni servite dai treni nazionali ed internazionali, come pure quelle del traffico regionale, diventeranno sempre più luoghi privilegiati dal punto di vista dell’accessibilità. Saranno quindi più attrattive e più competitive dal profilo economico. Sappiamo che attorno alle stazioni esistono potenzialità insediative ancora inespresse e che possono essere promosse attraverso progetti urbanistici ben calibrati e di qualità». «Il comparto territoriale della stazione di Lugano dispone in questo senso di notevoli risorse. Lo hanno capito la Città, il Comune di Massagno e le FFS, che da diversi anni collaborano intensamente per sviluppare una pianificazione intercomunale coordinata e innovativa, sorretta dalla concreta prospettiva di un importante insediamento di una sede della SUPSI. L’ammodernamento in corso della stazione di Lugano diventa quindi anche catalizzatore di sviluppo, di un disegno urbanistico e della “ricucitura” di una cesura territoriale, quella della trincea di Massagno, di sicuro interesse e beneficio per l’intera regione», ha concluso il Consigliere di Stato. Durante i lavori per il nuovo atrio i viaggiatori saranno inevitabilmente confrontati con diversi disagi. Le FFS, scusandosi in anticipo, faranno il possibile per contenerli e ringraziano la popolazione per la comprensione. Per limitare i disturbi alla clientela saranno introdotte diverse misure, in particolare sarà creata una segnaletica ad hoc per guidare gli utenti durante i lavori e in stazione sarà presente anche del personale per consigliare e aiutare la clientela.

 
Di Redazione Ilmondodeitreni.it (del 21/02/2014 @ 14:54:23, in News Ferrovie Estero, visualizzato 898 volte)

A causa dell'intensificarsi delle manifestazioni sia nella zona di Kiev che in altre città, con possibili blocchi alla circolazione ferroviaria, i collegamenti tra le città Occidentali e quelle Orientali, subiranno ritardi da 3 ad 8 ore. per maggiori informazioni consultare il link:  http://www.uz.gov.ua/press_center / up_to_date_topic/373850 /

 

PKP Cargo, l’operatore polacco del trasporto ferroviario merci sta valutando la possibilità di lanciare un collegamento tra la Polonia e il Lussemburgo. Il nuovo collegamento dovrebbe connettere il terminal di carico di Bettembourg, nel Lussemburgo meridionale ad una rotta già esistente esistente che conduce fino al confine franco-spagnolo. La realizzazione del progetto, permetterebbe il dimezzamento dei tempi di percorrenza lungo la tratta.

 

Yerevan Metro intende utilizzare i proventi di un prestito della BERS e della BEI e una sovvenzione del Fondo per gli investimenti di vicinato dell’Unione europea (NIF UE) per sostenere i costi di realizzazione della seconda fase del Progetto di ristrutturazione e modernizzazione della metropolitana di Yerevan. Il progetto ha un costo totale stimato di 15 milioni di euro. La gara d’appalto dovrebbe essere lanciata nel secondo trimestre del 2014.

 

Migros prosegue con il trasferimento dei propri trasporti dalla strada al più ecologico sistema ferroviario. Con la recente stipulazione di un contratto quadro triennale valido dal 2014 al 2016, FFS Cargo resta il partner strategico privilegiato di Migros sia nel traffico a carri completi che nel traffico combinato. Già oggi Migros è il principale cliente di FFS Cargo in Svizzera. Nello scorso anno FFS Cargo ha trasportato per conto di Migros oltre 1 milione di tonnellate nette e 75'500 carri nel traffico interno e in quello import/export. In questo modo è stato possibile alleggerire il traffico stradale di circa 87'000 corse di camion e ridurre complessivamente l'impatto ambientale di 11'000 tonnellate di CO2. «In alcuni campi Migros intrattiene già un ottimo rapporto di collaborazione con FFS Cargo da oltre 50 anni. Con la partnership strategica potenziamo il nostro impegno a favore di soluzioni di trasporto eco-compatibili e sostenibili. Il nostro obiettivo è di aumentare ulteriormente la quota dei trasporti merci su rotaia nei prossimi anni», sottolinea Bernhard Metzger, responsabile per la logistica dei trasporti da Migros. FFS Cargo è l'azienda leader nel traffico merci su rotaia in Svizzera. La partnership con Migros rafforza il vettore di trasporto ferroviario e comprende sia i trasporti nel traffico a carri completi sia delle soluzioni di trasporto comuni nel traffico combinato (TC). «Il contratto quadro lo dimostra: la ferrovia è competitiva e propone al settore delle offerte idonee alle esigenze del mercato. Per il commercio al dettaglio la qualità elevata e l'affidabilità dei trasporti rappresentano un importante fattore per il successo. E noi siamo in grado di offrire entrambe», spiega Nicolas Perrin, CEO di FFS Cargo.

 

Cargo Wagons e ZSSK Cargo Intermodal, filiali di ZSSK Cargo, operatore ferroviario statale della Repubblica Slovacca,  hanno ricevuto, nella prima fase di gara, 15 offerte di interesse da potenziali investitori. Lo riferisce il quotidiano slovacco Pravda. A gennaio si è aperta la seconda fase della gara per la privatizzazione. I potenziali offerenti dovranno presentare le loro offerte entro il 21 marzo. Il Governo prevede di vendere una quota pari al 66 per cento di Cargo Wagons per un ricavo di circa 40 milioni di euro ed il 50 per cento di ZSSK Cargo Intermodal per 17,5 milioni di euro

 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8
Ci sono 5986 persone collegate

< aprile 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Aggiornamenti del Sito (5)
Approfondimenti&Curiosità (29)
Autobus di Roma (28)
Il viaggio del "Caritas Express" (5)
Il viaggio inaugurale di .Italo (15)
Inaugurazione Stazione Tiburtina AV (13)
La pagina dei Link (2)
News (374)
News Circolazione Ferroviaria (51)
News Ferrovie Estero (72)
News Roma Tiburtina (11)
Nuovo Orario Ferroviario 2012 - 2013 (21)
Nuovo Orario Ferroviario 2013 - 2014 (17)
presentazione nuovo frecciarossa (16)
Speciale "Caritas Express" (18)
Video (2)

Catalogati per mese:
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020

Gli articoli più letti



Titolo
Ilmondodeitreni.it




01/04/2020 @ 13:41:08
script eseguito in 62 ms