Forum ilmondodeitreni
Forum ilmondodeitreni
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Trasporto Pubblico Locale Roma
 TPL a Roma e nel Lazio
 Ferrovie Regionali del Lazio
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: of 9

alex1976
Capo Stazione

1070 Messaggi

Inviato il 24/01/2016 :  12:40:12  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
sta cosa burocratica non l'ho capita!se tale linea è una ferrovia e come tale non poteva avere le frecce e neanche i scambi ferroviari a p.zza dei mirti (ma bastava recintare l'rea..)per quale motivo dentro roma è assoggettato al cds e fuori no compresi i paesi attraversati?
Torna all'inizio della Pagina

marchetti625
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
3445 Messaggi

Inviato il 24/01/2016 :  22:08:18  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Ehehehe, giustissimo Mauro!

Max RTVT
Torna all'inizio della Pagina

marchetti625
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
3445 Messaggi

Inviato il 24/01/2016 :  22:26:30  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Perchè dentro Roma, Il servizio (attenzione non l'infrastruttura) ossia l'esercizio,era considerato anche"urbano" ammettendo la marcia a vista del convoglio successivo....Era (ed è anche senza il servizio extraurbano,quello ferroviario) una forma semplificata di gestione. Una sorta di via di mezzo tra un esercizio tipicamente tranviario e uno ferroviario. Credo che le Vicinali fossero uniche in Italia ad aver espletato per così tanti anni, un servizio di questo genere... In questo momento penso alle tranvie vicentine e alla Vicenza Noventa che, se non ricordo male, era esercitata con Aln 556 ex FS ma non im promisquità nè come prosecuzione della rete elettrificata....

Insomma il servizio urbano non era un tram ma neppure un treno ( e sono sicuro che Omar saprà argomentare molto meglio di me! Sulle norme di esercizio il "ragazzo" bisogna lasciarlo stare) Non ho capito la faccenda degli "scambi a p:zza dei Mirti". Prima che su via dei Castani si costruisse il raddoppio,l'inversione era garantita dall'anello e uno scambio ferroviario ma a molla. Le Vicinali hanno sempre avuto armamento del tutto ferroviario....

Max RTVT

Modificato da - marchetti625 il 24/01/2016 22:28:38
Torna all'inizio della Pagina

Gemini76
Amministratore Delegato

Lazio
33260 Messaggi

Inviato il 24/01/2016 :  22:41:38  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76  Rispondi Citando
quote:
Messaggio di marchetti625

Ancora??? Ah giààà... perchè la stazione terminale e il prefabbricato che ci hanno montato Lo calcoli un ACEI Guarda che quello manco lo si prende in considerazione.Era "vuoto a perdere". Solo tu lo puoi considerare come investimento per l'infrastruttura. Non ti viene mica in mente di considerare che con la soppressione della stazione di Grotte Celoni e quella di Pantano Borghese (quelle ricostruite PRIMA della metro C) di ACEI ce ne avrebbero rifatti 5? Pensa solo ai materiali recuperati di risulta... Tu ancora non ti fai persuaso che quando scrivo di ferrovia,difficilmente piglio cantonate(forse domani accadrà ma oggi no!) L'unico ACEI degno di nota è proprio quello di Centocelle per numero di deviatoi e binari di ricovero e l'unico che,ai suoi tempi,aveva un senso.

Buona Domenica

Max RTVT


Prefabbricato? Ma la pianti di arrampicarti sugli specchi? Stai proseguendo a dire na marea de fregnacce grosse come case...poi se vuoi ti posto tutti i dati tecnici della stazione,....Ah, poi visto che fai tanto il sapientino, immagino che saprai dell'ACC comprato ed installato a Grotte Celoni, mai collaudato e poi smontato e buttato ad Osteria del Curato insieme ai tutti i segnali del BA in quanto il tutto non era compatibile con la tecnologia della metro C...ma si, va tutto in cavalleria...importante è buttare soldi. Ah, dimenticavo, nella tua saccenza ti sei dimenticato che Pantano Borghese non ha mai avuto un ACEI, solo deviatoi manuali (anzi, c'era in fondo solo una comunicazione P/D) perché avevano speso tutti i soldi per Grotte Celoni...il segnala di protezione mostrava solo gli aspetti R/G ed era quello che era stato montato a Torrenova durante i lavori (residuato della Lido ci dissero...cmq un semplice interruttore) Resta a San Marino che sulal storia recente della Pantano non me ce freghi

************************
http://www.ilmondodeitreni.it

************************
Torna all'inizio della Pagina

Gemini76
Amministratore Delegato

Lazio
33260 Messaggi

Inviato il 24/01/2016 :  22:44:13  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76  Rispondi Citando
quote:
Messaggio di apptras

quote:

(Poi a tanta modernità si contrapponeva il segnalamento a filo e ad ala sul resto della rete)



dimentichi che avuto il via libera dal segnale dopo pochi metri c'era il semafoto stradale...



Questo perché a Centocelle spesero una marea di soldini per fare una stazione che, in ottica dell'epoca era pure ababstanza funzionale, avendo un binario dedicato ai servizi per Fiuggi ed uno al servizio urbano per Mirti. Ora l'attuale direttora si è vantata di aver fatto "modificare" l'acei per ricevere i treni solo in prima e seconda linea...cazz...chissà quanti soldi gli han dato per essersi sforzata nel capire che era un poco ridicolo fare inversione otlre la stazione (in realtà è una mossa di cialtronatac per impedire di tornare a Giardinetti)

************************
http://www.ilmondodeitreni.it

************************
Torna all'inizio della Pagina

Gemini76
Amministratore Delegato

Lazio
33260 Messaggi

Inviato il 24/01/2016 :  22:54:20  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76  Rispondi Citando
quote:
Messaggio di alex1976

sta cosa burocratica non l'ho capita!se tale linea è una ferrovia e come tale non poteva avere le frecce e neanche i scambi ferroviari a p.zza dei mirti (ma bastava recintare l'rea..)per quale motivo dentro roma è assoggettato al cds e fuori no compresi i paesi attraversati?



Quello che per la Fiuggi era un'anormalità lo era in quanto in Italia vi è sempre stata una netta distinzione tra Tramvie e Ferrovie, cosa che non avviene in altri paesi. In Svizzera la Retica ha tranquillamente lunghi tratti "tramviari" ma regolati con il classico segnalamento ferroviario, vedi Tirano dove i binari attraversano la Piazza e c'è un PLA con SOA ..o vedi anche Chur dove la stazione RhB è praticamente sulla strada...C'è anche da dire che la SFv aveva la caratteristica di avere un servizio urbano sia a Roma che Frosinone, anche se a Frosinone le varie stazioni erano regolarmente protette da segnali. A Roma, a quanto ne so, i segnali "stradali" vennero messi in epoche abbastanza recenti, dopo che sbucarono come funghi i vari attraversamenti stradali. Cmq, la marcia a vista era prevista solo nel tratto urbano di Roma, dovuta al fatto che la linea ovviamente non era nata con la vocazione di fare un vero e proprio servizio urbano, ma, complice l'espansione dei quartieri, il villaggio Breda ecc ecc fu una evoluzione necessaria. Dovendo probabilmente semplificare l'esercizio garantendo frequenze da servizio urbano, venne decisa la marcia a vista, anche perché all'epoca non esistevano dic erto altri sistemi...la situazione così è rimasta negli anni. L'ACE di Roma Laziali aveva ovviamente ragione di esistere per via del traffico che interessava la stazione, difficile da gestire solo con scambi a mano.

************************
http://www.ilmondodeitreni.it

************************
Torna all'inizio della Pagina

marchetti625
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
3445 Messaggi

Inviato il 25/01/2016 :  00:58:40  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Omarucciiooo perchè mi vuoi far inKk Guarda che sei tu a voler sparare "fregnacce"....

Ti risulta che il "Casotto" (Perchè quello è) ha le fondamenta? Hai per caso visto le ruspe che le scavavano in mezzo alla strada? Hai visto i pilastri venire su e gli operai mettere mattoni e cemento?

O forse hai visto elementi prefabbricati di calcestruzzo essere assemblati in 4 e 48? Tutto venne fatto cercando di spendere il meno possibile per quell'attestamento perchè già lo sapevano come sarebbe andata a finire....Questa è la verità e vedrai quanto poco ci metterenno a fare piazza pulita. (se decideranno di farlo)

Però,visto che dici di avere i dati tecnici della stazione,fai un opera buona: pubblicali che voglio vedere i pilastri delle fondamenta! Poi se ci sono ti dirò(anzi ti scriverò che hai ragione,perchè io che passavo di là spesso,non ricordo di averli mai visti. ( non sò, se ti ricordi che la sotto ci sono i "cocci")

Guarda che non hanno costruito la stazione Termini e ti saresti dovuto indignare ben PRIMA,per la Pantano, quando dopo ANNI, hanno RASO AL SUOLO tutto quello che avevano fatto per la metro C che l'inaugurazione del tratto di Pantano, manco era finita.

Ma tu,all'epoca,avevi fatto un interpellanza parlamentare o una "petizione" sulla cosa?

A differenza di te io le cose le conosco un "pochino" da vicino Mica è colpa mia e capisco che la "cosuccia" ti secchi!

Quindi ammetti che di materiale all'ATAC ne hanno pareccchio....Comunque siccome quella "stazione" di Giardinetti non si fece da sola, non ti sarà difficile risalire al bando concorso, indetto per realizzarla e così ci comunicherai quanto è venuta a costare....

Max RTVT

PS.... E' verooooo Pantano aveva solo scambi a mano!!!!! Niente ACEI AAaah errore gravissimo!!!! Che vergognaaa
Torna all'inizio della Pagina

marchetti625
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
3445 Messaggi

Inviato il 25/01/2016 :  01:01:48  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
E però,qui siamo andati fuori argomento: suggerisco di spostare queste questi "scazzi di battute" nella discussione sulla Roma Giardinetti...

Max RTVT
Torna all'inizio della Pagina

marchetti625
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
3445 Messaggi

Inviato il 25/01/2016 :  01:20:51  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
quote:

In Svizzera la Retica ha tranquillamente lunghi tratti "tramviari" ma regolati con il classico segnalamento ferroviario, vedi Tirano dove i binari attraversano la Piazza e c'è un PLA con SOA ..o vedi anche Chur dove la stazione RhB è praticamente sulla strada...
quote:



Giusto, quanto hai scritto,effettivamente il binario della retica ha tratti promiscui, però ti faccio "sommessamente" osservare che i treni,(quei treni), non mi sembra che facciano servizio urbano... Cioè non c'è sovrapposizione di due servizi con due tariffazioni distinte e separate come era qui, ai tempi della Fiuggi...e,infatti,come scrivi anche il sistema di esercizio è unico(ferroviario senza deroghe).

Mi viene,invece, di pensare alla Pescara Penne. Mi sembra che per la città di Pescara e il porto,ci fosse una sorta di servizio urbano con elettromotrici, di tipo semplificato... Giusto anche il riferimento al caso di Frosinone.

Vedi quando l'azzecchi,l'azzecchi

Max RTVT
Torna all'inizio della Pagina

Gemini76
Amministratore Delegato

Lazio
33260 Messaggi

Inviato il 25/01/2016 :  01:30:01  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76  Rispondi Citando
Per Pantano avevano terminato i soldi probabilmente, o meglio li aveva terminati la Regione visto che era tutta roba loro..anzi, a quanto ne so tutto il materiale rimosso non è nelle disponibilità di ATAC in quanto acquistato con fondi regionali (oltretutto ATAC non è proprietaria della linea). Sulla MEtro C cambiarono idea una marea di volte. SI poteva fare casino prima? Indubbiamente, ma ero anche poco addentro ai meandri burocratici (premettendo che cmq Regione Lazio non risponde)ma c'era un altro problema: fecero i lavori con i soldi della 910/86 e di corsa perché la tratta Grotte Celoni - Pantano cascava a pezzi (sembra avessero avuto chilate di diffide dall'USTF, riuscendo ad ottenere di terminare l'anno scolastico) . Fecero anche una ricostruzione fatta anche bene, ma senza uno straccio d'idea...della serie, i soldi ci sono, spendiamoli, poi Dio vede e provvede. Misero l'ACC a Grotte Celoni in ottica di fare servizi limitati (e infatti due binari son tronchi), installarono tutti i segnali di blocco, prepararono appendice al RCT con le istruzioni per il BA (e infatti l'art 21 del RCT parla proprio di istruzioni per l'esercizio con il blocco automatico)...Andava fatta? Si. Era il caso di covnertire tutto a s.o.? In realtà nelle stazioni vi erano le traverse con il doppio attacco proprio per cambiare rapidamente scartamento..altra mega buffonata...(nel senso parole, parole, parole)La regione per ora ha deciso di non decidere, ma ATAC sta facendo di tutto per togliersi la linea dalle balle...credo sia un pallino di (omissis...non si sa mai...son permalosi a Prenestina) segare la linea...Ovviamente in ATAC nessuno ammetterà mai di aver fatto na vaccata. E sai perché ti dico che han fatto na vaccata? perché han fatto tutto di nascosto, in maniera carbonara, per farlo sapere a meno persone possibile. SOno in torto e lo sanno, altrimenti non avrebbero bloccato la mia associazione su twitter, altrimenti non rosicherebbero ad ogni comunicato stampa. Il loro problema è di comunicazione. Fanno le vaccate e scappano. Costava tanto fare un progetto sul futuro della linea? Troppo semplice. Loro son come il marchese del grillo..io sò io...E cmq loro nn han chiuso per risparmiare: la regione paga le stesse somme. Han chiuso per spostare personale sulla Lido...e ne son sicuro perché quando ho parlato di questa cosa con qualcuno dentro Via Prenestina, si è affrettato a dire che non era vero...e quando lì dentro si affrettano a dire che una cosa non è vera..allora è vera. [omissis..i retroscena ce li raccontiamo a voce] Detto ciò, diciamo che in generale la regione si sta disinteressando delle sue 3 ferrovie, pensa solo a mettere qualche treno in più sui binari di RFI e basta. Forse per la Lido la salvezza sarà RATP...ma per le altre due??

************************
http://www.ilmondodeitreni.it

************************
Torna all'inizio della Pagina

marchetti625
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
3445 Messaggi

Inviato il 25/01/2016 :  02:06:04  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Toh,torni a ragionare!

Vero! Il problema è enorme! Dei francesi ne parlavo proprio ieri sera. Il mio "interlocutore" ( qui, l'omissis, lo metto io) era molto convinto della cosa ( e lui sa quello che dice) Io,però un pò meno. Ho il dubbio che "politicamente" a Roma un affidamento ad un gruppo straniero e solo per una linea, non si farà(non dico mai:dico per adesso) Anche perchè non risolve il problema.

Poi sono inquieto per quanto è uscito sui giornali,giorni fa. Se trasporto su ferro e quello su gomma li si vuole mettere sullo stesso piano,non tenedo conto di tutta una serie di valutazioni di impatto ambientale ma si considera solo il costo del servizio e il rientro anche solo per il pareggio dei costi....

Se ci si "attacca",al gradimento degli utenti per la gomma o il treno, stai certo che quest'ultimo esce con la schiena rotta!

Allora ci si deve aspettare una nuova "tornata" di chiusure di ferrovie locali e una forte riduzione dei servizi erogati dai trasporti regionali. Tutto questo a favore della gomma.

Ora,qui non è momento di approfondire questa cosa e torniamo a noi....No, io credo fattibile la nascita di un "polo" e bada,anche all'interno di una casa come Trenitalia o ATAC, dove fra questi ci sono anche gli "stranieri"(francesi e inglesi,per esempio) Solo "Mazinga"poteva credere alla "favoletta" del bus economico.

Ti pare che un colosso come Megabus, non possa fare un pensierino, al nostro TPL? Io credo che si stia andando verso questa soluzione e...quel 40% di liberalizzazione in casa FS,qualcosa andrà ad aprire no?.

Tornando alla Pantano, all'epoca ci si sarebbe dovuti indignare,anche per il famoso ponte viadotto del capolinea,costruito nel mezzo ddella campagna romana, segando una bella fila di pini marittimi.
La scusa era una possibile prosecuzione ma ti dico che il motivo, furono anche altre cose.....

Comunque non mi sembra di ricordare nessuna sollevazione ambientalista ma forse sbaglio....

Max RTVT

Modificato da - marchetti625 il 25/01/2016 02:11:15
Torna all'inizio della Pagina

emipaco
Amministratore(Capo Reparto Movimento)

Lazio
12918 Messaggi

Inviato il 25/01/2016 :  12:43:33  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
sull'ultimo punto mi piacerebbe che spiegassi meglio, se puoi.
rimane il fatto che il viadotto galaxy express è quanto meno "strano"...

sulla preferenza tra treno e bus, bisogna vedere: se stai in ambito poco urbanizzato, ovviamente prevale il bus, mentre se parli di tratti urbanizzati o che collegano grossi centri allora i tempi di percorrenza sono tutti a favore del treno, che "salta" il traffico.

poi, conta pure la frequenza.

ricordati che l'utente medio è felice se il bus sostituisce il tram perchè (per limitata capienza) ne passano con più frequenza... andate ad una fermata dell'8 quando fanno i lavori e senti tutti dire: oh, certo col bus ne parte uno e ne arriva un altro...

colui che sorride quando le cose vanno male ha già trovato qualcuno a cui dare la colpa (Arthur Bloch)
Torna all'inizio della Pagina

alex1976
Capo Stazione

1070 Messaggi

Inviato il 25/01/2016 :  13:48:44  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
non sapete che viaggiare ammassati in inverno aiuta a riscaldarsi?
Torna all'inizio della Pagina

alejandro.roma
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
11769 Messaggi

Inviato il 25/01/2016 :  15:29:10  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
A Roma l'unica vera innovazione nel panorama cittadino del tpl e'stata la metro C, una metro automatica presente da anni in altre citta' del mondo, da noi ci sta volendo la mano del signore per portarla a compimento, in passato avevamo una imponente rete filoviaria che poteva essere adeguata ai giorni nostri e invece e' stata smantellata, oggi per dire che Roma e' citta' filoviaria ci ritroviamo due specie di filovie farsa , il 90 e l'eterna filovia laurentina. l'8 non e' stato mai portato a Termini e potrei continuare, l'ingresso dei francesi che a Firenze gestiscono da sempre il.tram farebbe uscire Roma dalla mediocrita' e conservatorismo del sistema dei trasporti.


***************************************
I mezzi su rotaia sono i migliori mezzi di trasporto pubblico
Torna all'inizio della Pagina

Gemini76
Amministratore Delegato

Lazio
33260 Messaggi

Inviato il 25/01/2016 :  21:41:28  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76  Rispondi Citando
Su Pantano correva voce che i terreni fossero del principe...Non ho mai capito il perché del viadotto con tanto spazio a disposizione...vox populi diceva anche che esistesse progetto di proseguire per tornare a San Cesareo. Diciamocelo chiaramente, a Roma nessuno ha ideee...si tira a campare. Ovvio che sulla Pantano andasse fatta una riflessione per tempo e capire cosa si volesse fare. SI son fatti lavori, buttati soldi a palate, si è buttato tutto perché non compatibile con la metro C, si è fatto un capolinea a Giardientti senza uno straccio d'idea (lo facciamo lì perché c'è spazio)senza integrazione,senza un parcheggio di scambio. Poi un giorno (omissis) si sveglia e decide che si deve tagliare. Ovviamente lo fa di nascosto, in modo carbonaro, senza coinvolgere utenza. Ovviamente tutti si aspettavano il silenzio..e invece ti arriva uno a rompere le balle e a fare comunicati stampa...orrore...come osa? Come si permette dopo che lo abbiam persino fatto entrare al ns museo...bannatelo....Salvo poi essere richiamato per la lectio magistralis, per sentire una marea di belle parole sul niente. Non esiste un progetto, non esistono finanziamenti, non c'è nulla. Oltretutto il progetto è assurdo, campato per aria...(come si fa a pensare di entrare sui binari RFI con le normative attuali?) Siamo una città allo sbando, dove veramente non c'è uno straccio d'idea. Io mi ci inkazzo con Max, però devo riconoscergli che anche quando le spara grosse ci mette na pezza d'appoggio. Questi no, questi fanno le cose in base a come si svegliano la mattina...e questo mi spaventa. La Lido casca a pezzi, non passa giorno senza che il servizio sia irregolare...
Tornando un attimo sulla Svizzera: si, Massimiliano ha ragione, non esiste de facto un servizio urbano sulla rete RhB, però nel mondo tedesco/svizzero le normative sono univoche...ecco perché ad esempio la Wien - Baden ha dei tratti ferroviari...ecco perché molte ferrovie secondarie svizzere hanno stazioni praticamente in mezzo alla strada (vedi Brig). Cmq ho una curiosità sulle RHB. A quanto mi è stato detto, in passato, l'Italia mal digeriva che ci fosse uan società straniera a gestire una linea in territorio italico..Inoltre la linea RhB aveva tutto un tratto tramviario in territorio italiano..e così venne creata la società tramvia tirano - campocologno

************************
http://www.ilmondodeitreni.it

************************
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: of 9 Discussione  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Forum ilmondodeitreni - © Ilmondodeitreni.it 2005-2019 Antidoto.org | Brutto.it | Estela.org | Equiweb.it
Questa pagina è stata generata in0,53 secondi Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.05