Il Forum de Ilmondodeitreni.it
Il Forum de Ilmondodeitreni.it
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Trasporto Pubblico Locale Roma
 TPL a Roma e nel Lazio
 Ferrovie Regionali del Lazio
 Nuova Discussione  Rispondi
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: of 15

Gemini76
Amministratore (Owner)

Lazio
35643 Messaggi

Inviato il 04/01/2016 :  18:52:59  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76  Rispondi Citando
Certo, se l'incompetente ed inutile Civita continua a fregarsene del tpl su ferro e se l'altrettanto inutile Zingaretti pensa solo ad inaugurare sempre lo stesso Vivalto..

************************
http://www.ilmondodeitreni.it

Putin,Lavorv,Medvedev (e pacifinti italiani): dovete andare all'inferno!FUCK RUSSIA!!Bombardare Mosca sarà cosa buona e giusta, impiccare putin e lavrov è un atto dovuto di giustizia
************************
Torna all'inizio della Pagina

alejandro.roma
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
13093 Messaggi

Inviato il 04/01/2016 :  19:42:38  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Per una volta che riqualificano il vallo
potevano tombarlo tutto, non apparira' in
contrasto la parte nuova e "vecchia"?
L:auspicio e' che venga manutenuta a dovere e
non faccia la fine delle aree delle stazioni
della MC.


***************************************
I mezzi su rotaia sono i migliori mezzi di trasporto pubblico
Torna all'inizio della Pagina

Forzaferrarileo
Capo Stazione

1236 Messaggi

Inviato il 04/01/2016 :  20:36:01  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
^^ il tombamento completo è previsto per la terza fase.

Quella attualmente finanziata e in procinto di partire è la prima
Torna all'inizio della Pagina

Hammill
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
4232 Messaggi

Inviato il 21/01/2016 :  22:04:51  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
http://roma.repubblica.it/cronaca/2016/01/21/news/trasporti_nel_lazio_540mila_pendolari-131778873/

Trasporti, Legambiente: "Nel Lazio 540mila pendolari. Alla Roma-Lido la maglia nera e i tram hanno più di 30 anni"
Il rapporto dell'associazione: "Più servizi sulle linee ferroviarie e cura del ferro per far rinascere questa città"

21 gennaio 2016

Trasporti, Legambiente: "Nel Lazio 540mila pendolari. Alla Roma-Lido la maglia nera e i tram hanno più di 30 anni"Nel Lazio i pendolari sono 540mila, è la Regione che investe di più sui nuovi treni ma complessivamente in Italia è solo l'undicesima per i finanziamenti complessivi, pari allo 0,11 per cento del bilancio. E' quanto racconta Legambiente Lazio che ha presentato il rapporto annuale "Pendolaria". "Troppo bassa la spesa della Regione che deve investire di più per i pendolari, ma bene i nuovi treni regionali arrivati e i fondi dalla programmazione europea nel Lazio. A Roma subito preferenziali, nuovi tram e cura del ferro a partire dai frequentatissimi treni metropolitani Roma-Lido e Roma-Nord" dice l'associazione.

La ferrovia più frequentata è la Roma-Lido con 100mila pendolari al giorno. Peccato sia anche la peggiore tra le ferrovie locali per disservizi, secondo Legambiente. "Mentre sul servizio effettuato sulla rete di Trenitalia si vedono miglioramenti grazie ai nuovi treni arrivati, sulle linee gestite da Atac la situazione è davvero pessima per i pendolari" dice l'associazione. Quella verso il litorale non è però l'unica rete malconcia. Al secondo posto c'è il trenino di Roma Nord con 75mila passeggeri e problemi simili. E "a Roma - emerge sempre dal rapporto - i tram sono vecchi con più di 36 anni di età media, molto più vecchi della media nazionale (23,1 anni) a fronte del fatto che Roma è in assoluto la città italiana dove si utilizzano maggiormente i tram e bus e tram di superficie con 945 milioni di passeggeri annui".

Ma ci sono anche note positive: "Va segnalato - si legge ancora - come nel bilancio regionale 2016-2018 ci siano risorse per la ferrovia Atac Roma-Viterbo per un importo pari a 150 milioni euro, per la linea C metropolitana di Roma (138,7 milioni), ed un aumento della quota regionale per il tpl che passa da 292,40 milioni di euro a 334,80 milioni. Intanto sembra avviarsi il raddoppio della linea Roma Nord-Viterbo fino a Morlupo e l'eliminazione di 11 passaggi a livello, grazie ai finanziamenti europei (pari a 35 milioni di euro l'anno tra il 2014 ed il 2020), nonché quello della Roma-Tivoli tra Lunghezza e Guidonia".

"Oltre mezzo milione di pendolari della nostra regione, deve poter viaggiare su treni moderni, con maggior frequenza di passaggio e in orario, - dichiara Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio - ma per renderlo possibile è troppo bassa la spesa della Regione che deve investire di più sul trasporto ferroviario. Bene i nuovi treni regionali arrivati e i fondi dalla programmazione europea nel Lazio ma la Regione Lazio ha ora il compito di aumentare in maniera strutturale la percentuale di bilancio regionale dedicata ai pendolari, aprendo una fase di miglioramento reale del servizio, ascoltando i cittadini e realizzando interventi che portino a cambiare in meglio la vita delle persone. Oltre alle tratte ferroviarie del Lazio, vanno assolutamente risolte le troppe criticità del trasporto pubblico romano, ammodernando un parco tram e bus vecchissimo, mettendo su strada corsie preferenziali protette e attuando quella cura del ferro fatta di nuovi tram e metropolitane, della quale si parla da decenni per Roma; chi vuole governare in futuro la città è da qui che deve partire per migliorare la qualità dell'aria ma soprattutto della vita di tutti i cittadini romani e dei
pendolari che arrivano ogni giorno nella capitale".

Intanto su Atac piove un'altra grana. Negli spogliatoi delle officine Atac di via Prenestina, raccontano gli operai, i termosifoni non funzionano da una settimana. I lavoratori, circa 450, sono quindi costretti a cambiarsi in locali gelidi. Per questo, esasperati dalla situazione, ieri e oggi hanno scelto di protestare non indossando la solita divisa da lavoro, ma solo le scarpe antinfortunio per ragioni di sicurezza.

Teo Orlando

Modificato da - Hammill il 21/01/2016 22:05:33
Torna all'inizio della Pagina

Gemini76
Amministratore (Owner)

Lazio
35643 Messaggi

Inviato il 21/01/2016 :  23:53:02  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76  Rispondi Citando
i cialtroni prezzolati ecologisti non aprono bocca sulla scandalosa soppressione della Centocelle - Giardinetti. Nuove metropolitane...seeeee

************************
http://www.ilmondodeitreni.it

Putin,Lavorv,Medvedev (e pacifinti italiani): dovete andare all'inferno!FUCK RUSSIA!!Bombardare Mosca sarà cosa buona e giusta, impiccare putin e lavrov è un atto dovuto di giustizia
************************
Torna all'inizio della Pagina

marchetti625
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
3785 Messaggi

Inviato il 22/01/2016 :  00:25:06  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Infatti, se quel pezzetto fosse rimasto aperto,si che avremmo risolto ogni problema di mobilità a Roma!

Max RTVT

Modificato da - marchetti625 il 22/01/2016 00:25:24
Torna all'inizio della Pagina

alejandro.roma
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
13093 Messaggi

Inviato il 22/01/2016 :  05:09:37  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Non menzionano la riapertura della ferrovia
Priverno Terracina, che fa pur sempre parte del
trasporto ferroviario laziale.


***************************************
I mezzi su rotaia sono i migliori mezzi di trasporto pubblico
Torna all'inizio della Pagina

Gemini76
Amministratore (Owner)

Lazio
35643 Messaggi

Inviato il 22/01/2016 :  23:52:12  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76  Rispondi Citando
quote:
Messaggio di marchetti625

Infatti, se quel pezzetto fosse rimasto aperto,si che avremmo risolto ogni problema di mobilità a Roma!

Max RTVT



ma si, buttiamo pure l'acei di Giardinetti e tutta l'infrastruttura pagata coi soldi nostri..tanto mica i soldi ce li han mesi i vari mega capi che han deciso la chiusura...certo che se i vertici ATAC venissero condannati dalla Corte dei Conti abbasserebbero e di molto la cresta...

************************
http://www.ilmondodeitreni.it

Putin,Lavorv,Medvedev (e pacifinti italiani): dovete andare all'inferno!FUCK RUSSIA!!Bombardare Mosca sarà cosa buona e giusta, impiccare putin e lavrov è un atto dovuto di giustizia
************************
Torna all'inizio della Pagina

Gemini76
Amministratore (Owner)

Lazio
35643 Messaggi

Inviato il 22/01/2016 :  23:53:31  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76  Rispondi Citando
quote:
Messaggio di alejandro.roma

Non menzionano la riapertura della ferrovia
Priverno Terracina, che fa pur sempre parte del
trasporto ferroviario laziale.



RFI ormai ricatta le regioni..dice che le frane son roba non ferroviaria e quindi o le regioni sganciano i soldi o per loro possono anche crescere i babobab sui binari. Strano concetto di "libero accesso alla rete"

************************
http://www.ilmondodeitreni.it

Putin,Lavorv,Medvedev (e pacifinti italiani): dovete andare all'inferno!FUCK RUSSIA!!Bombardare Mosca sarà cosa buona e giusta, impiccare putin e lavrov è un atto dovuto di giustizia
************************
Torna all'inizio della Pagina

marchetti625
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
3785 Messaggi

Inviato il 23/01/2016 :  14:56:44  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Rfi ha perfettamente ragione! Le frane riguardano proprio le Regioni e le politiche di gestione ambientale del territorio che comprendono non solo la difesa del territorio da frane (quindi anche le vie di comunicazioni stradale oltre che quelle ferroviarie o degli insediamenti urbani) ma anche della difesa idrogeologica del territorio di loro competenza( fiumi e laghi) RFI come ANAS sono responsabili dell'infrastruttura in quanto tale e delle opere civili ad essa connesse, come della pulizia vegetale dei cigli viari. Quando si tratta di movimenti franosi che originano da movimenti gologici pure lontani dalle sedi di riferimento,questi non possono ricadere sulle loro competenze!

Quanto all'ACEI della Giardinetti Che hai scritto?????. Intanto,oggi, è un apparato d'epoca che sta bene al Museo! Addirittura le casse degli scambi( e temo pure i motori) son della Westinghouse! E all'epoca della sua istallazione (anni 60/70!)molti componenti provenivano dalle scorte della lido! Se in quegli anni l'attivazione dell'ACEI aveva un senso ma unicamente per smistare in tutta sicurezza il traffico per Grotte Celoni,P.zza dei Mirti,Fiuggi e in vista di una sua estensione(Poi a tanta modernità si contrapponeva il segnalamento a filo e ad ala sul resto della rete) Oggi non solo è inutile pure se ci fosse il tratto di Giardinetti ma è anche costosa la sua gestione! Se fosse un tram, ci sarebbero scambi a radio frequenza con tutti i segnali ottici che vuoi ma con costi di mantenimento decisamente inferiori! Ma invece no, perchè questa è una micro ferrovia!

Max RTVT

Modificato da - marchetti625 il 23/01/2016 14:58:51
Torna all'inizio della Pagina

alejandro.roma
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
13093 Messaggi

Inviato il 23/01/2016 :  15:25:36  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Se parlassimo di un movimento franoso che riguarda centri
abitati, strade o altre infrastrutture capirei anche l'atteggiamento di RFI, non quello della regione Lazio, in questo caso la strada ferrata di Rfi e' stata colpita dai massi, che poi nessuno voglia mettere mano al portafoglio per risolvere il problema e' un altro paio di maniche, spendere soldi in cose utili e' cosa rara, giusto in Liguria e in Campania si sono rimboccati le maniche per riattivare le linee di carattere nazionale, altrimenti sarebbero rimaste chiuse.


www.latinaquotidiano.it/terracina-ancora-senza-treno-i-soldi-non-ci-sono-e-si-studiano-soluzioni-alternative/

Complimenti ad entrambi, verra' fuori che appartiene ai marziani
la montagna e loro pagheranno.


***************************************
I mezzi su rotaia sono i migliori mezzi di trasporto pubblico

Modificato da - alejandro.roma il 23/01/2016 15:38:54
Torna all'inizio della Pagina

marchetti625
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
3785 Messaggi

Inviato il 23/01/2016 :  15:58:09  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Guarda che non si tratta del "sassetto" che ha colpito la ferrovia ma dell'origine del movimento franoso che magari è localizzato a 200 / 300 metri in su rispetto alla ferrovia! Se vuoi scrivere le cose giuste vai prima a vedere una qualche relazione tecnica pubblicata sulla cosa. Poi se salta fuori che veramente è originata a due metri della ferrovia è un altro paio di maniche ma per come vanno le cose vedrai che la Regione "ci entra eccome"! Che non abbia i soldi sarà pure vero e da qui nasce tutta questa storia!

Max RTVT
Torna all'inizio della Pagina

Gemini76
Amministratore (Owner)

Lazio
35643 Messaggi

Inviato il 23/01/2016 :  20:29:59  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76  Rispondi Citando
quote:
Messaggio di marchetti625

Rfi ha perfettamente ragione! Le frane riguardano proprio le Regioni e le politiche di gestione ambientale del territorio che comprendono non solo la difesa del territorio da frane (quindi anche le vie di comunicazioni stradale oltre che quelle ferroviarie o degli insediamenti urbani) ma anche della difesa idrogeologica del territorio di loro competenza( fiumi e laghi) RFI come ANAS sono responsabili dell'infrastruttura in quanto tale e delle opere civili ad essa connesse, come della pulizia vegetale dei cigli viari. Quando si tratta di movimenti franosi che originano da movimenti gologici pure lontani dalle sedi di riferimento,questi non possono ricadere sulle loro competenze!

Quanto all'ACEI della Giardinetti Che hai scritto?????. Intanto,oggi, è un apparato d'epoca che sta bene al Museo! Addirittura le casse degli scambi( e temo pure i motori) son della Westinghouse! E all'epoca della sua istallazione (anni 60/70!)molti componenti provenivano dalle scorte della lido! Se in quegli anni l'attivazione dell'ACEI aveva un senso ma unicamente per smistare in tutta sicurezza il traffico per Grotte Celoni,P.zza dei Mirti,Fiuggi e in vista di una sua estensione(Poi a tanta modernità si contrapponeva il segnalamento a filo e ad ala sul resto della rete) Oggi non solo è inutile pure se ci fosse il tratto di Giardinetti ma è anche costosa la sua gestione! Se fosse un tram, ci sarebbero scambi a radio frequenza con tutti i segnali ottici che vuoi ma con costi di mantenimento decisamente inferiori! Ma invece no, perchè questa è una micro ferrovia!

Max RTVT



Quando parti a sparare vaccate cosmiche non ti ferma nessuno. Non sapevo che Giardinetti fosse stata realizzata nel 1976...hai toppato stazione e non di poco

************************
http://www.ilmondodeitreni.it

Putin,Lavorv,Medvedev (e pacifinti italiani): dovete andare all'inferno!FUCK RUSSIA!!Bombardare Mosca sarà cosa buona e giusta, impiccare putin e lavrov è un atto dovuto di giustizia
************************
Torna all'inizio della Pagina

marchetti625
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
3785 Messaggi

Inviato il 24/01/2016 :  00:33:21  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Ancora??? Ah giààà... perchè la stazione terminale e il prefabbricato che ci hanno montato Lo calcoli un ACEI Guarda che quello manco lo si prende in considerazione.Era "vuoto a perdere". Solo tu lo puoi considerare come investimento per l'infrastruttura. Non ti viene mica in mente di considerare che con la soppressione della stazione di Grotte Celoni e quella di Pantano Borghese (quelle ricostruite PRIMA della metro C) di ACEI ce ne avrebbero rifatti 5? Pensa solo ai materiali recuperati di risulta... Tu ancora non ti fai persuaso che quando scrivo di ferrovia,difficilmente piglio cantonate(forse domani accadrà ma oggi no!) L'unico ACEI degno di nota è proprio quello di Centocelle per numero di deviatoi e binari di ricovero e l'unico che,ai suoi tempi,aveva un senso.

Buona Domenica

Max RTVT
Torna all'inizio della Pagina

apptras
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
2627 Messaggi

Inviato il 24/01/2016 :  12:09:30  Guarda il profilo di  Visita il Sito di apptras  Rispondi Citando
quote:

(Poi a tanta modernità si contrapponeva il segnalamento a filo e ad ala sul resto della rete)



dimentichi che avuto il via libera dal segnale dopo pochi metri c'era il semafoto stradale...

https://www.tramroma.eu (sito completamente rinnovato)
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: of 15 Discussione  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Il Forum de Ilmondodeitreni.it - © Ilmondodeitreni.it 2005-2023 Antidoto.org | Brutto.it | Estela.org | Equiweb.it
Questa pagina è stata generata in0,17 secondi Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.05