Forum ilmondodeitreni
Forum ilmondodeitreni
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Cinema,Teatro,TV,Radio, Musica e Libri
 Cinema, teatro e TV in ambito ferroviario
 Raccolta di film con treni protagonisti
 Nuova Discussione  Discussione Bloccata
 Versione Stampabile
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: of 12

n/a
deleted

3045 Messaggi

Inviato il 01/02/2010 :  17:09:29  Guarda il profilo di
Per non parlare che la locomotiva non è abbastanza potente e così in uno dei carri c'è una loco in spinta cammuffata

"Lo sviluppo di una nazione si misura anche dallo stato della sua rete ferroviaria".
Camillo Benso Conte di Cavour
[...]"Nei casi imprevisti ogni agente, nei limiti delle proprie attribuzioni, deve provvedere usando senno e ponderatezza[...]" Regolamento d'esercizio FS
Torna all'inizio della Pagina

E 44
Capo Stazione

1067 Messaggi

Inviato il 03/02/2010 :  10:44:12  Guarda il profilo di
"Destinazione Piovarolo" è un film comico per modo di dire. Anche qui vi sono molte inesattezze ferroviarie, ma, appunto per la trama, passano inosservate (la più evidente, all'epoca nel personale FS non c'erano donne).
Ma il finale non è comico. Totò apprende di una presunta frana. Potrebbe capitare a un qualunque DM. Che fare? Rischiare,e magari succede un disastro, o fermare la circolazione ed ispezionare la linea? Un DM responsabile ferma la circolazione ed ispeziona la linea.Quindi il nostro eroe ha agito bene, meriterebbe un encomio.
Ma: primo, incontra il ministro,descritto dal film perfettamente, tutti ministri sono così: politici messi lì dai partiti, ignoranti della materia del loro ministero, chiusi in un loro mondo da casta, incapaci di riflettere, di estrema superficialità. E secondo, il classico ispettore FS di un tempo, presuntuoso,servile,malvagio, che per farsi bello (e anche per il suo piacere personale) deve sempre rovinare qualcuno. Appunto il povero e zelante Totò,che trasforma in un criminale che ha volutamente creato il fatto per contattare il ministro e ricavarne un vantaggio personale. La fine del film è assai amara, e ricalca in modo impressionante la realtà della vita.

Modificato da - E 44 il 03/02/2010 15:46:52
Torna all'inizio della Pagina

E 44
Capo Stazione

1067 Messaggi

Inviato il 03/02/2010 :  11:59:53  Guarda il profilo di
Se non ho guardato male, non si è parlato del film NORTH-WEST FRONTIER (FRONTIERA A NORD-OVEST) del regista J. Thompson, del quale però non so l'anno di uscita, comunque si presume anni cinquanta.
E' un film perfetto,con il treno, o meglio la locomotiva,protagonista. L'ho visto tanti anni fa al cinema, e poi in seguito sono riuscito a registrarlo in TV.

Siamo nel Nord-Ovest dell'Impero britannico indiano nell'anno 1905. Scoppia una rivolta musulmana, con obiettivo di uccidere i fedeli indù e ovviamente i colonizzatori bianchi. Il Maraja che vive in un palazzo isolato teme per la vita del figlio di sei anni, e chiede alle autorità britanniche di mettere il bambino in salvo. Appena in tempo! Come la pattuglia britannica lascia il palazzo,questo viene assalito e dato alle fiamme dai ribelli. Il Maraja,rimasto al suo posto, viene ucciso.
Il piccolo, ormai nuovo maraja e quindi simbolo dell'odio dei rivoltosi, viene portato nella città fortificata di Haserabad. La pattuglia è comandata dal Capitano Scott (KENNETH MOORE), che durante il percorso ha qualche contrasto con la donna istitutrice del bambino (LAUREN BACALL), che da americana critica i sistemi inglesi (in pratica il film inaugura il filone di film dove gli americani cercano di insegnare agli inglesi a comportarsi meglio,poi alla fine si trova l'accordo).
Ad Haserabad un treno attende il principino; ma causa il ritardo della pattuglia parte senza di lui, stracarico di indù in fuga,sul tetto,sulla locomotiva, appesi ai vagoni.
La pattuglia arriva ad Haserabad, ma ormai il treno non c'è più. il principino viene portato al palazzo del governatore britannico, la città viene cinta d'assedio. Scott va in stazione e qui un vecchio macchinista,Ghuna,con 30 anni di servizio, gli mostra una piccola locomotiva-tender di nome "Vittoria", la sua locomotiva, che dopo anni di onorato servizio è ora relegata a fare manovra. Dice che "Vittoria" è ancora in gamba e potrebbe salvare il principe. Scott si reca a palazzo, e qui si decide di tentare. Viene preparato un treno speciale: Vittoria, un carro con una mitragliatrice, e una vettura passeggeri con comparto bagagli. La cinta muraria di Haserabad,fuori della stazione,è doppia: una cinta esterna,caduta in mano ai ribelli, e una cinta interna,entrambe con il binario chiuso da una porta.
Sul treno salgono: Ghuna il macchinista, un sergente alla mitragliatrice,un soldato di scorta,il capitano Scott,il principino,la sua istitutrice,la moglie del governatore (che preferisce allontanarla dalla città assediata), un funzionario inglese di scorta,un mercante di armi europeo che si trovava ad Haserabad ma è atteso dal Vicerè britannico a Dheli, e un giornalista. Quest'ultimo (HERBERT LOM) è un meticcio, padre indiano e madre olandese, e porta in cognome Van Leiden. Non è molto gradito, ma ha scoperto la missione e perciò il governatore lo autorizza a partire,anche come corrispondente di guerra.
Il treno parte di notte,la prima porta viene aperta,e grazie alla discesa prende velocità. La macchina è stata dotata davanti di un ariete di legno, e la seconda porta viene sfondata. I ribelli sono colti di sorpresa,tentano un inseguimento ,ma ovviamente il treno corre più di loro e si dilegua nella notte. Lo aspettano 300 miglia fino a Kalafur.
Sorge il giorno.Il paesaggio è desertico, pieno di insidie, ma anche di bellissimi scorci ferroviari.
Ecco una stazione,Bhivandi Pura; l'atmosfera è strana. il treno si ferma al segnale,Scott e i militari scendono a piedi: ed ecco fermo in stazione,il treno precedente. Tutti morti,trucidati dai ribelli. arriva anche l'istitutrice,litiga con Scott,qualcuno potrebbe essere ancora vivo,mentre lui insiste per ripartire. E trova un bambino nato da poco,piangente,e lo salva. Scott si scusa. Van Leiden intanto è venuto ad osservare e si mostra sconvolto.In modo strano però.
Manovrando gli scambi per il binario deviato, il treno supera l'altro e il viaggio riprende.Ghura il macchinista fa un'osservazione da filosofo: lui è indù,non musulmano, ma se altri credono in un'altra religione a lui va bene lo stesso. E allora,perchè scannarsi? Non si può vivere lo stesso in armonia?
Segue un tratto di montagna,su di una rampa la locomotiva arranca,il macchinista fa togliere la corazzatura anteriore, e il problema è risolto.
All'uscita da una galleria,frenata brusca: un attentato di giorni prima,un pezzo di rotaia è saltato. Scott organizza con gli uomini un modo di procedere: viene smontato un pezzo di rotaia dietro il treno,e rimontato sul punto rotto. Van Leiden collabora, ma lo fa a denti stretti. Il lavoro è quasi finito, ma dei ribelli scoprono il treno e scendono all'attacco. Ghura allora sparge sul rilevato della benzina e le dà fuoco,creando un muro di fiamme,ma viene ferito ad una gamba. Scott riesce a stringere l'ultimo bullone, e si riparte sfuggendo agli attaccanti. Ghura fa notare che causa la ferita gli sarà difficile lavorare,e perciò insegna a Scott a guidare il treno.
Il viaggio continua,cala la notte. Durante questa Van Leiden cerca di avvicinarsi al principino che dorme,non si capisce bene perchè. Ma la moglie del governatore sta vegliando e il giornalista batte in ritirata.
Ritorna il giorno,un'altra stazione in un tratto in pianura,Jamshara. Qui occorre rifornire la locomotiva. La stazione è abbandonata e mal ridotta. Ma carbone c'è , e anche la pompa dell'acqua, mossa da un elevatore a ruota a vapore,che si riesce a mettere in moto. Il principino è attirato dalla ruota e Van Leiden pare assecondarlo nel gioco, ma pare anche che, sotto sotto,voglia spingerlo contro la ruota, morte sicura.Scott se ne accorge e rimprovera il giornalista, che ribatte che la sua è solo stupidaggine militare. Anche l'istitutrice critica Scott. Si riparte, nuovo tratto di montagna.
Si ha qui un grande viadotto,accesso ad archi,parte centrale in ferro,il viadotto di Kupra. Lo si ispeziona,anche qui giorni prima vi è stato un attentato. Sono crollati due metri della parte in ferro, ma le rotaie sono rimaste sospese nel vuoto e diritte. Si decide di trasbordare oltre l'ostacolo i passeggeri e la mitragliatrice.Bisogna fare gli equilibristi, ma l'operazione riesce. Solo al momento del passaggio del principino,Van Leiden fa una mossa che lo fa cadere,ma Scott è pronto ad afferrarlo per una mano. Quindi accusa Van Leiden di tentato omicidio,e si scopre che il giornalista è musulmano. Ma questi protesta la sua innocenza. I passeggeri intercedono per lui,in modo particolare l'istitutrice, ma Scott lo fa mettere agli arresti. Van Leiden giura vendetta: scriverà su tutti i giornali cosa deve subire a causa dell'idiozia di Scott. Scott intanto,con l'aiuto di Ghura, porta il treno sul viadotto,e a passo lentissimo riesce a superare l'ostacolo. La rotaia sinistra si incurva,il treno sbanda, ma la locomotiva riesce a passare,e poi il resto.
Si riparte. Pare che i guai siano finiti, ma sui monti dei lampeggi indicano che i ribelli comunicano fra di loro,il treno è nuovamente stato scoperto. La mitragliatrice è stata portata nel comparto bagagli, qui il soldato sorveglia Van Leiden. Intanto il principino ha chiesto a Scott di andare sulla locomotiva,e il capitano gli mostra come funziona, facendolo anche lavorare da fuochista. Il principino si diverte un mondo.
Il funzionario inglese vuole entrare nel comparto bagagli per prendere del thè,ma come apre la porta si vede sotto tiro della mitragliatrice: Van Leiden è riuscito ad uccidere il soldato,ed intima a tutti di non muoversi. Ucciderà il principino quando tornerà.Spiega di essere musulmano,che tutta l'India dovrà essere musulmana, e che il principino deve essere ucciso,anche se bambino. Poi ucciderà tutti gli altri; questi capiscono finalmente che Scott aveva visto giusto.
Scott affida la guida per un momento al sergente e riporta il principino nella carrozza. L'istitutrice grida, e così la raffica di Van Leiden va a vuoto. Scott striscia sul pavimento,la mitragliatrice non può abbassarsi tanto, e si mette a lottare con Van Leiden,che fugge sul tetto della vettura. Scott lo insegue,la lotta è accanita,Van Leiden ha la meglio e ,in piedi, sta per sparare a Scott; in quella un colpo di fucile lo colpisce. Dal basso, ha sparato lei, l'istitutrice! Van Leiden gravemente ferito cade dal treno, e muore rotolando sul terreno.
Ma non è finita! Il treno viene attaccato da un gruppo di ribelli a cavallo, il macchinista ferito tenta di far correre la locomotiva più che può, Scott dalla coda cerca con la mitragliatrice di fermare il nemico. Ma i ribelli sono troppi, circondano il treno, e pare che la fine sia arrivata.
In quella,colpo di scena! Il treno entra correndo in una lunga galleria, e sia a causa dell'oscurità che del fumo i ribelli devono fermarsi. All'uscita del tunnel,le truppe anglo-britanniche. Il treno è salvo!
Si arriva così a Kalafur. Non manca un tocco comico. Il treno si ferma con Scott alla guida,in divisa ma malconciato. E un tenente inglese spensierato si avvicina alla locomotiva e gli domanda "Ehi,amico, è questo il primo treno per..." e Scott "No, è l'ultimo da Haserabad, e mettiti sull'attenti quando parli con un capitano!" con gran stupore dell'altro che balbetta "Signorsì"!
All'arrivo a Kalafur,il principino viene accolto in pompa magna dalle autorità. Si apprende così che la sua fuga ha ribaltato la situazione,i ribelli sono in rotta, Haserabad è salva.Il macchinista ferito viene portato in ospedale e dice "dicevano che Vittoria era buona solo per le manovre. Che parlino,adesso!!".
Scott viene ringraziato del suo operato, e il principjno lo saluta "Ora sono tuo amico". Ma al tempo stesso ricorda che fra inglesi e indiani l'avvenire non potrà essere positivo. E poi,ultima frase, "Peccato che non ho potuto guidare la locomotiva!".
Scott rimane solo con l'istitutrice,che gli mostra il bambino che ha salvato "dobbiamo trovargli una famiglia". E' evidente che i due si sono innamorati. Stati Uniti e Gran Bretagna nel matrimonio finale.
L'ultimo tocco però è per Scott. Lei dice,pensando alle parole del principino sui rapporti anglo-indiani "Bella gratitudine!" e Scott di rimando "Vivi e affronta la vita,con quello che il destino ti ha serbato. Lo ha detto Kypling,un inglese".
Il film finisce con l'inquadratura della vera protagonista, "Vittoria", la piccola loco-tender che ha salvato tutti quanti.
Un film veramente avvincente,per ferrovieri e non ferrovieri. Con splendide inquadrature di una linea ferroviaria che certamente esiste in India, dove è stato girato il film, e che nulla ha da invidiare a certe bellissime linee europee, tipo Spagna o Sicilia.

Modificato da - E 44 il 03/02/2010 14:06:55
Torna all'inizio della Pagina

Macaco
Capo Stazione

1674 Messaggi

Inviato il 03/02/2010 :  12:22:13  Guarda il profilo di
Domanda scema ...distorsione professionale: c'era solo quel treno in circolazione? Come si accertava la libertà della tratta? C'è qualche riferimento nel film?

Scusatemi. Io appartengo al passato delle FS. Non sono ingegnere e sono contrario al cazzeggio...ferroviario.
Torna all'inizio della Pagina

E 44
Capo Stazione

1067 Messaggi

Inviato il 03/02/2010 :  12:42:58  Guarda il profilo di
La domanda è tutt'altro che scema. Ma ferroviariamente parlando, il film ha una logica. In pratica i 2/3 della linea erano stati devastati dai ribelli che avevano ucciso tutto il personale delle stazioni. La linea era perciò in stato di abbandono,con il telegrafo di comunicazione fuori uso. Quindi si marciava in pratica "a vista". Inoltre la velocità non era elevata, quindi un treno di soccorso in senso contrario,salvo che nelle gallerie, lo si sarebbe visto. Ma data la situazione, era assai dubbio un treno di soccorso. Anche perchè occorrevano truppe di soccorso, molte truppe,reggimenti,che si sarebbero mosse a cavallo,non in treno. E, data la situazione, comunque si doveva rischiare. Qui non era una questione di via libera, ma di risolvere una guerra.
Torna all'inizio della Pagina

Gemini76
Amministratore Delegato

Lazio
33256 Messaggi

Inviato il 04/03/2010 :  19:50:20  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76
Guardatevi l'inizio dello Lasonil

http://www.torinointernational.com/spot80/spot/bayer-lasonil-1984.html

************************
http://www.ilmondodeitreni.it

************************
Torna all'inizio della Pagina

maru
Ausiliario

1 Messaggi

Inviato il 16/06/2010 :  12:07:33  Guarda il profilo di
buongiorno, sono maru!ho letto questo post dalla prima all' undicesima pagina con youtube affianco alla ricerca delle scenein cui compaiono i treni.Non ho trovato tutti i film ma una gran parte e mi è stato molto utile!grazie!
Devo girare un piccolo video d’arte e ho bisogno di visionare scene di film in cui si vede un addio o un incontro alla stazione del treno … potete aiutarmi?
Torna all'inizio della Pagina

E 44
Capo Stazione

1067 Messaggi

Inviato il 16/06/2010 :  18:16:23  Guarda il profilo di
In chiave comica si ha una scena favolosa in stazione all'inizio del film "Il Divorzio". I due, da poco innamorati, sono in stazione. lei (Anna Moffo) è salita sul treno. Deve partire, ed è affacciata al finestrino. Lui (Vittorio Gassmann) è venuto a salutarla. Entrambi sono tristi. Il treno (di quei tempi con le porte non bloccate) comincia ad avviarsi. Lui, in raptus amoroso dice "parto con lei" e corre ad una porta, l'apre e sale, mentre lei, pure innamorata dice "rimango!" e corre all'altra porta della vettura, la apre e scende. Lui si affaccia al finestrino, vede lei stupefatta a terra e le dice, mentre il treno prende velocità "Ti telefono!".
Il resto del film non ha nulla a che fare con i treni, ma questa scenetta è deliziosa.

Modificato da - E 44 il 16/06/2010 18:18:20
Torna all'inizio della Pagina

Gemini76
Amministratore Delegato

Lazio
33256 Messaggi

Inviato il 26/01/2011 :  12:27:36  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76
c'è un film che stan trasmettendo ora su T9 con delle sequenze girate proprio a Ponte Lungo. Credo ambientazione anni '50, cmq non è cambiato praticamente nulla, a parte l'edicola che ora è al centro del ponte. Peccato che non si vedano treni in transito da/per Tuscolana. La palificazione mi sembra che sia riamsta ancora quelal dell'epoca!

************************
http://www.ilmondodeitreni.it

************************
Torna all'inizio della Pagina

valerio55
Tecnico Circolazione (Capo Squadra Deviatori)

441 Messaggi

Inviato il 30/07/2011 :  16:49:57  Guarda il profilo di
Disponibile su YouTube

http://www.youtube.com/watch?v=VFUeGWo5OTo

"The Titfield Thunderbolt"

simpatico film inglese del 1952.

Da vedere!

valerio55

http://digilander.libero.it/imieitreni/

Torna all'inizio della Pagina

Giancarlo Giacobbo
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
7995 Messaggi

Inviato il 30/07/2011 :  19:10:52  Guarda il profilo di
Fortissimo!!!!!!!!!!

Giancarlo
Torna all'inizio della Pagina

corsair56
Ausiliario

Lombardia
2 Messaggi

Inviato il 08/10/2011 :  15:31:42  Guarda il profilo di
Buongiorno a tutti.

ho visto la lista dei films (italiani e non) che hanno come ambientazioni i treni e le ferrovie.

Ho letto con attenzione le trame e quando ho letto la trama del film 'il colonnello von ryan' mi sono ricordato di un altro film simile (di cui non ricordo il titolo) e che non appare tra i fims inclusi nella lista attuale.

La trama: I nazisti organizzano un treno per trasportare valori (frutto di confisca) e nel contempo per deportare anche persone verso i campi di lavoro e/o sterminio .

I partigiani riescono ad impossessano del treno all' insaputa degli Ufficiali nazisti presenti in una carrozza del treno stesso .
Questi ultimi seguono il tragitto percorso dal treno seguendo la mappa delle stazioni presenti sulla carta ferroviaria in loro possesso e le stazione attraversate.

I partigiani per potere dirottare il treno su un percorso alternativo (che portera' tutti in salvo in Svizzera senza fare insospettire i tedeschi) organizzano con la 'resistenza' il cambio dei nomi delle stazioni.

Io abito nelle vicinanze di Monza ( una delle stazione attraversate e coinvolte in questo 'giochetto') .

Come sopra detto purtroppo non ricordo il titolo di questo film (ne il regista e l'anno) e mi piacerebbe conoscere queste informazioni e perche' no... riuscire poi a trovare il film stesso.

Vi ringrazio per le eventuali risposte

F.Valerio
Torna all'inizio della Pagina

Giancarlo Giacobbo
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
7995 Messaggi

Inviato il 08/10/2011 :  16:14:53  Guarda il profilo di
Fai confusione e un misciglio con le trame.
Uno è il film "Il treno" (1964), un film di John Frankenheimer, con Burt Lancaster, Paul Scofield, Jeanne Moreau, Michel Simon.
L'altro, quello che porta i prigionieri in Svizzera, è "Il colonnello Von Ryan" o anche "Von Ryan express" del 1965

Giancarlo
Torna all'inizio della Pagina

corsair56
Ausiliario

Lombardia
2 Messaggi

Inviato il 10/10/2011 :  14:41:07  Guarda il profilo di
Grazie Giancaròp per la tua sollecita e cortese risposta.
Sopno in possesso del film "Il colonnello Von Ryan" in entrambe le versioni (italiana e non) mentre non ho (e comunque mi èiacerebbe avere) quello da te indicato.
Sono andato a leggermi la trama del film 'il treno' ed ho notato che vi sono parecchie similitudini con quanto sto cercando ma la collocazione geografica non corrisponde.
Quello che intendo dire è che quanto sto cercando è ambientato in italia centro(dove il treno viene formato)-settentrionale(dove il treno poi transita) .
Tenendo conto di quanto sopra, rinnovo la mia richiesta di ricerca.

grazie ancora anticipatamente

ciao
Torna all'inizio della Pagina

E 44
Capo Stazione

1067 Messaggi

Inviato il 23/11/2011 :  16:04:38  Guarda il profilo di
Io ho il film "Il treno", posso fare una copia. Ma attenzione, io sono della vecchia guardia in rottamazione, solo copia su videocassetta visibile con videoregistratore.
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: of 12 Discussione  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Discussione Bloccata
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Forum ilmondodeitreni - © Ilmondodeitreni.it 2005-2019 Antidoto.org | Brutto.it | Estela.org | Equiweb.it
Questa pagina è stata generata in0,21 secondi Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.05