Forum ilmondodeitreni
Forum ilmondodeitreni
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Rassegna Stampa e CeSMot
 Comunicati Stampa CeSMoT
 CESMOT: ottima la proposta di Vannini di ripristin
 Nuova Discussione  Discussione Bloccata
 Versione Stampabile
Autore Discussione  

CeSMoT
Amministratore(Capo Reparto Movimento)

Lazio
1017 Messaggi

Inviato il il 15/09/2008 :  15:42:51  Guarda il profilo di  Visita il Sito di CeSMoT
"Ripristinare la figura del bigliettaio sui mezzi pubblici
romani è un ottimo sistema per scoraggiare i furbi che
viaggiano senza titolo di viaggio" è il commento del
CeSMoT - Centro Studi sulla Mobilità e i Trasporti alla
recente proposta avanzata dal presidente della Commissione
Moda e Turismo del Comune di Roma Alessandro Vannini
"Soprattutto sulle linee a grande affluenza il ripristino
del bigliettaio garantirebbe un notevole aumento degli
introiti ed una netta diminuzione dell'evasione
tariffaria. Sulle linee secondarie e a bassa affluenza le
funzioni di bigliettaio potrebbero essere invece demandate
all'autista,introducendo l'obbligo di salita dalla porta
anteriore. L'esperienza di altre città europee, come
Amsterdam, dimostra che l'introduzione del bigliettaio a
bordo delle vetture ha fatto aumentare nel corso degli anni
gli introiti derivanti dai titoli di viaggio" "La figura
del bigliettaio, conclude il CeSMoT, oltre che come
deterrente all'evasione tariffaria,può aumentare la
sicurezza a bordo della vettura scoraggiando i piccoli
episodi di bullismo e microcriminalità,fermo restando che
l'ordine pubblico deve essere garantito dalle forze
dell'ordine con le quali potrebbero essere anche
intrapresi una serie di controlli su tutte quelle linee
ultraperiferiche e notturne a tutt'oggi considerate più
a rischio"

Omar Cugini
Presidente CeSMoT - Centro Studi sulla Mobilità e i
Trasporti

*CeSMoT - Centro Studi Sulla Mobilità e i Trasporti*

Angelo de Roma
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
3150 Messaggi

Inviato il 15/09/2008 :  16:10:29  Guarda il profilo di
Può essere un buon deterrente per i"portoghesi" la reintroduzione del bigliettaio a bordo,ma tocca vedere se l'azienda può pagare questa figura,tolta da molti anni sugli autobus romani
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

3045 Messaggi

Inviato il 15/09/2008 :  20:16:32  Guarda il profilo di
Secondo me la figura del vetturino che stacca i biglietti è alquanto anacronistica. Molto meglio demandare tale funzioni al autista...

Sul fatto che con solo i biglietti si pagano gli stipendi di una persona sinceramente ci credo poco o nulla...

"Lo sviluppo di una nazione si misura anche dallo stato della sua rete ferroviaria".
Camillo Benso Conte di Cavour
[...]"Nei casi imprevisti ogni agente, nei limiti delle proprie attribuzioni, deve provvedere usando senno e ponderatezza[...]" Regolamento d'esercizio FS
Torna all'inizio della Pagina

Marco Carbonelli
Tecnico Circolazione (Capo Squadra Deviatori)

Campania
318 Messaggi

Inviato il 15/09/2008 :  21:20:16  Guarda il profilo di
D'accordo con Razziatore, l'unico appunto si può muovere solo sulla possibilità della delega all'autista alla vendita dei biglietti che sarebbe possibile solo su linee a traffico modesto/medio.

Faceva quel mestiere forse per l'amore, di viaggiare.... su un locomotore!
Torna all'inizio della Pagina

Giancarlo Giacobbo
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
8033 Messaggi

Inviato il 15/09/2008 :  21:25:31  Guarda il profilo di
Come ho avuto modo di esprimermi in altra circostanza, la figura del bigliettaio non ripaga dell'evasione. Inoltre avrebbe un costo notevole il dover modificare tutte vetture che non sono fatte per accogliere questa figura. Si dovrebbe incarrozzare i passeggeri solo da una porta mentre ora avviene praticamente su tre. Questo comporterebbe un allungamento dei tempi di sosta alle fermate, e considerando la frequenza dei passaggi su certe linee questo sarebbe catastrofico per il sistema. Poi ci sarebbe la necessità di rivedere tutto il sistema di gestione dei BIT che dovrebbero essere mostrati ad ogni cambio con ulteriori perdite di tempo.
Per me può restare com'è, casomai si dovrebbero aumentare le squadre di controllori, una per linea, per sanzionare gli evasori. Sono sicuro che in questo modo si aumenterebbe il numero dei paganti.

Giancarlo
Torna all'inizio della Pagina

Gabriele Palmieri
Capo Stazione

Lazio
2184 Messaggi

Inviato il 15/09/2008 :  21:40:38  Guarda il profilo di
Sono d'accordo con Giancarlo, bisognerebbe aumentare i controllori.

www.ilpendolaremagazine.it


SZ 363 "Brizitka"

Gabriele Palmieri
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

3045 Messaggi

Inviato il 15/09/2008 :  22:22:57  Guarda il profilo di
Concordo in pieno

"Lo sviluppo di una nazione si misura anche dallo stato della sua rete ferroviaria".
Camillo Benso Conte di Cavour
[...]"Nei casi imprevisti ogni agente, nei limiti delle proprie attribuzioni, deve provvedere usando senno e ponderatezza[...]" Regolamento d'esercizio FS
Torna all'inizio della Pagina

apptras
Capo Stazione

Lazio
2498 Messaggi

Inviato il 16/09/2008 :  00:02:23  Guarda il profilo di  Visita il Sito di apptras
quote:
Messaggio di Giancarlo Giacobbo

Come ho avuto modo di esprimermi in altra circostanza, la figura del bigliettaio non ripaga dell'evasione. Inoltre avrebbe un costo notevole il dover modificare tutte vetture che non sono fatte per accogliere questa figura. Si dovrebbe incarrozzare i passeggeri solo da una porta mentre ora avviene praticamente su tre. Questo comporterebbe un allungamento dei tempi di sosta alle fermate, e considerando la frequenza dei passaggi su certe linee questo sarebbe catastrofico per il sistema. Poi ci sarebbe la necessità di rivedere tutto il sistema di gestione dei BIT che dovrebbero essere mostrati ad ogni cambio con ulteriori perdite di tempo.
Per me può restare com'è, casomai si dovrebbero aumentare le squadre di controllori, una per linea, per sanzionare gli evasori. Sono sicuro che in questo modo si aumenterebbe il numero dei paganti.



Il fattorino era arrivato a costare un terzo in più di quanto incassava nel 1950, per giungere a quasi due terzi nel 1964, anno in cui fu avviato il primo esperimento permanente di agente unico sulle linee periferiche a scarso traffico esercitato con minibus.



www.tramroma.com/tramroma

http://digilander.libero.it/autobusdiroma/index.htm

http://digilander.libero.it/stefercastelli
Torna all'inizio della Pagina

Francesco_Roma
Tecnico Circolazione (Capo Squadra Deviatori)

Lazio
515 Messaggi

Inviato il 16/09/2008 :  00:58:45  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Francesco_Roma
Si ma non bisogna pensare solo a quanto incassa il fattorino. Ci sono altri aspetti da considerare.

- Un neoassunto con contratto part-time autoferrotranvieri guadagna poco meno di € 1000,00. Perciò occhio e croce al comune non dovrebbe costare più di € 1700,00 al mese.
- Al mero incasso del fattorino, va aggiunto l'incremento di incasso per i titoli di viaggio acquistati nella maniera tradizionale. E non sarebbe poco, dato che attualmente c'è un'evasione che supera il 50%. In sostanza, mi sembra banale dire che se un fattorino incassa € 1500,00 al mese, l'azienda ce ne ha rimessi 200. Tutti i passeggeri che finora non hanno mai pagato, sapendo che c'è il fattorino a controllare, si faranno l'abbonamento o compreranno il biglietto dal tabaccaio.
- Azzeramento degli atti di vandalismo con conseguente azzeramento dei costi per gli interventi di riparazione/sostituzione/pulizia delle parti che vengono abitualmente vandalizzate.

Questi sono solo tre banali esempi per i quali mi sento di dire che il bigliettaio a bordo, oltre che "pagarsi autonomamente" lo stipendio, garantirebbe maggiori introiti alle aziende di trasporto, e una maggior sicurezza per i passeggeri.
Tra l'altro il fatto che la figura del fattorino faccia pensare al passato, non significa che sia anacronistica. I tempi cambiano, ma i problemi restano, anzi, a volte aumentano. E per risolverli non è affatto anacronistico applicare idee del passato.

www.busbusnet.com
Torna all'inizio della Pagina

apptras
Capo Stazione

Lazio
2498 Messaggi

Inviato il 16/09/2008 :  01:23:48  Guarda il profilo di  Visita il Sito di apptras
quote:
Messaggio di Francesco_Roma

Si ma non bisogna pensare solo a quanto incassa il fattorino. Ci sono altri aspetti da considerare.

- Un neoassunto con contratto part-time autoferrotranvieri guadagna poco meno di € 1000,00. Perciò occhio e croce al comune non dovrebbe costare più di € 1700,00 al mese.
- Al mero incasso del fattorino, va aggiunto l'incremento di incasso per i titoli di viaggio acquistati nella maniera tradizionale. E non sarebbe poco, dato che attualmente c'è un'evasione che supera il 50%. In sostanza, mi sembra banale dire che se un fattorino incassa € 1500,00 al mese, l'azienda ce ne ha rimessi 200. Tutti i passeggeri che finora non hanno mai pagato, sapendo che c'è il fattorino a controllare, si faranno l'abbonamento o compreranno il biglietto dal tabaccaio.
- Azzeramento degli atti di vandalismo con conseguente azzeramento dei costi per gli interventi di riparazione/sostituzione/pulizia delle parti che vengono abitualmente vandalizzate.

Questi sono solo tre banali esempi per i quali mi sento di dire che il bigliettaio a bordo, oltre che "pagarsi autonomamente" lo stipendio, garantirebbe maggiori introiti alle aziende di trasporto, e una maggior sicurezza per i passeggeri.
Tra l'altro il fatto che la figura del fattorino faccia pensare al passato, non significa che sia anacronistica. I tempi cambiano, ma i problemi restano, anzi, a volte aumentano. E per risolverli non è affatto anacronistico applicare idee del passato.



E i costi di gestione del servizio cassa/ragioneria centrale e di quelli distaccati per i vari depositi? Un pc non può mettersi a controllare blocchetto per blocchetto che nelle spezzature riconsegnate dai fattorini, ovvero blocchetti parzialmente utilizzati, non manchino uno o più tagliandi.
La necessità di predisporre punti di caricamento di piazza con scorte da consegnare qualora (per eventi eccezionali), un fattorino si trovi col caricamento in dotazione insufficiente?
La formazione del personale? Anche se la bigliettazione oggi è semplificata, non esistendo più i frazionamenti, non è che prendi un neo assunto e lo metti a fare il fattorino.
Il già accennato adeguamento delle vetture (cui aggiungo quello delle rimesse, per la creazione di un apposito ufficio biglietti dotato delle relative norme di sicurezza)?

Vale la pena investire sulla verifica, il cui costo non sarà mai improduttivo, non sulla vendita manuale, che non è anacronistica. tutt'altro. La vendita dei biglietti, infatti, era solo una delle mansioni del fattorino: nei treni tranviari, ad esempio, il fattorino del rimorchio aveva la mansione di capotreno (trovate tutto qui http://digilander.libero.it/autobusroma/add/tariffazione/tar_62.htm )...







www.tramroma.com/tramroma

http://digilander.libero.it/autobusdiroma/index.htm

http://digilander.libero.it/stefercastelli
Torna all'inizio della Pagina

apptras
Capo Stazione

Lazio
2498 Messaggi

Inviato il 16/09/2008 :  01:28:07  Guarda il profilo di  Visita il Sito di apptras
quote:
Messaggio di apptras

quote:
Messaggio di Francesco_Roma

Si ma non bisogna pensare solo a quanto incassa il fattorino. Ci sono altri aspetti da considerare.

- Un neoassunto con contratto part-time autoferrotranvieri guadagna poco meno di € 1000,00. Perciò occhio e croce al comune non dovrebbe costare più di € 1700,00 al mese.
- Al mero incasso del fattorino, va aggiunto l'incremento di incasso per i titoli di viaggio acquistati nella maniera tradizionale. E non sarebbe poco, dato che attualmente c'è un'evasione che supera il 50%. In sostanza, mi sembra banale dire che se un fattorino incassa € 1500,00 al mese, l'azienda ce ne ha rimessi 200. Tutti i passeggeri che finora non hanno mai pagato, sapendo che c'è il fattorino a controllare, si faranno l'abbonamento o compreranno il biglietto dal tabaccaio.
- Azzeramento degli atti di vandalismo con conseguente azzeramento dei costi per gli interventi di riparazione/sostituzione/pulizia delle parti che vengono abitualmente vandalizzate.

Questi sono solo tre banali esempi per i quali mi sento di dire che il bigliettaio a bordo, oltre che "pagarsi autonomamente" lo stipendio, garantirebbe maggiori introiti alle aziende di trasporto, e una maggior sicurezza per i passeggeri.
Tra l'altro il fatto che la figura del fattorino faccia pensare al passato, non significa che sia anacronistica. I tempi cambiano, ma i problemi restano, anzi, a volte aumentano. E per risolverli non è affatto anacronistico applicare idee del passato.



E i costi di gestione del servizio cassa/ragioneria centrale e di quelli distaccati per i vari depositi? Un pc non può mettersi a controllare blocchetto per blocchetto che nelle spezzature riconsegnate dai fattorini, ovvero blocchetti parzialmente utilizzati, non manchino uno o più tagliandi.
La necessità di predisporre punti di caricamento di piazza con scorte da consegnare qualora (per eventi eccezionali), un fattorino si trovi col caricamento in dotazione insufficiente?
La formazione del personale? Anche se la bigliettazione oggi è semplificata, non esistendo più i frazionamenti, non è che prendi un neo assunto e lo metti a fare il fattorino.
Il già accennato adeguamento delle vetture (cui aggiungo quello delle rimesse, per la creazione di un apposito ufficio biglietti dotato delle relative norme di sicurezza)?

Vale la pena investire sulla verifica, il cui costo non sarà mai improduttivo, non sulla vendita manuale, che non è anacronistica. tutt'altro. La vendita dei biglietti, infatti, era solo una delle mansioni del fattorino: nei treni tranviari, ad esempio, il fattorino del rimorchio aveva la mansione di capotreno (trovate tutto qui http://digilander.libero.it/autobusroma/add/tariffazione/tar_62.htm )...




Dimenticavo le spese di spedizione a domicilio degli eventuali resti non erogati per qualsiasi ragione, e la predisposizione dell'apposito servizio convenzionato con le poste...


www.tramroma.com/tramroma

http://digilander.libero.it/autobusdiroma/index.htm

http://digilander.libero.it/stefercastelli
Torna all'inizio della Pagina

Francesco_Roma
Tecnico Circolazione (Capo Squadra Deviatori)

Lazio
515 Messaggi

Inviato il 16/09/2008 :  02:09:09  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Francesco_Roma
quote:
Messaggio di apptras

quote:
Messaggio di Francesco_Roma

Si ma non bisogna pensare solo a quanto incassa il fattorino. Ci sono altri aspetti da considerare.

- Un neoassunto con contratto part-time autoferrotranvieri guadagna poco meno di € 1000,00. Perciò occhio e croce al comune non dovrebbe costare più di € 1700,00 al mese.
- Al mero incasso del fattorino, va aggiunto l'incremento di incasso per i titoli di viaggio acquistati nella maniera tradizionale. E non sarebbe poco, dato che attualmente c'è un'evasione che supera il 50%. In sostanza, mi sembra banale dire che se un fattorino incassa € 1500,00 al mese, l'azienda ce ne ha rimessi 200. Tutti i passeggeri che finora non hanno mai pagato, sapendo che c'è il fattorino a controllare, si faranno l'abbonamento o compreranno il biglietto dal tabaccaio.
- Azzeramento degli atti di vandalismo con conseguente azzeramento dei costi per gli interventi di riparazione/sostituzione/pulizia delle parti che vengono abitualmente vandalizzate.

Questi sono solo tre banali esempi per i quali mi sento di dire che il bigliettaio a bordo, oltre che "pagarsi autonomamente" lo stipendio, garantirebbe maggiori introiti alle aziende di trasporto, e una maggior sicurezza per i passeggeri.
Tra l'altro il fatto che la figura del fattorino faccia pensare al passato, non significa che sia anacronistica. I tempi cambiano, ma i problemi restano, anzi, a volte aumentano. E per risolverli non è affatto anacronistico applicare idee del passato.



E i costi di gestione del servizio cassa/ragioneria centrale e di quelli distaccati per i vari depositi? Un pc non può mettersi a controllare blocchetto per blocchetto che nelle spezzature riconsegnate dai fattorini, ovvero blocchetti parzialmente utilizzati, non manchino uno o più tagliandi.
La necessità di predisporre punti di caricamento di piazza con scorte da consegnare qualora (per eventi eccezionali), un fattorino si trovi col caricamento in dotazione insufficiente?
La formazione del personale? Anche se la bigliettazione oggi è semplificata, non esistendo più i frazionamenti, non è che prendi un neo assunto e lo metti a fare il fattorino.
Il già accennato adeguamento delle vetture (cui aggiungo quello delle rimesse, per la creazione di un apposito ufficio biglietti dotato delle relative norme di sicurezza)?

Vale la pena investire sulla verifica, il cui costo non sarà mai improduttivo, non sulla vendita manuale, che non è anacronistica. tutt'altro. La vendita dei biglietti, infatti, era solo una delle mansioni del fattorino: nei treni tranviari, ad esempio, il fattorino del rimorchio aveva la mansione di capotreno (trovate tutto qui http://digilander.libero.it/autobusroma/add/tariffazione/tar_62.htm )...


A shadow non siamo più nel '58!!!
Le cose ora si possono fare anche molto più velocemente.
Tanto per fare un esempio banale: http://www.handhelditalia.com/pdf/M3eTicket_it_web.pdf

www.busbusnet.com
Torna all'inizio della Pagina

apptras
Capo Stazione

Lazio
2498 Messaggi

Inviato il 16/09/2008 :  02:23:33  Guarda il profilo di  Visita il Sito di apptras

Ma i costi ci sono sempre. Chi se li accolla? Lo so che non siamo più negli anni '60, ma la vendita a bordo (perché è di questo che stiamo parlando, non di soluzioni ipertecnologiche), funziona così...





www.tramroma.com/tramroma

http://digilander.libero.it/autobusdiroma/index.htm

http://digilander.libero.it/stefercastelli

Modificato da - apptras il 16/09/2008 02:26:59
Torna all'inizio della Pagina

Giancarlo Giacobbo
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
8033 Messaggi

Inviato il 16/09/2008 :  09:24:15  Guarda il profilo di
Mio zio che è stato dirigente delle Aziende Municipalizzate di Vicenza, mi raccontava che quando si decise a livello nazionale di togliere il bigliettaio, lo si fece in maniera ragionata perchè il costo di una persona in più a bordo del mezzo non si ripagava con una maggiore vendita di biglietti. La presenza del bigliettaio era giustificata quando c'erano i filobus perchè per legge, in caso di scarrucolamento delle aste, era fatto divieto all'autista di scendere dal mezzo. Questo fu anche un motivo dell'eliminazione dei filobus dalle maggiori città. Oggi questa legge è cambiata.

Giancarlo
Torna all'inizio della Pagina

batman
Capo Stazione

918 Messaggi

Inviato il 16/09/2008 :  16:38:01  Guarda il profilo di
L'idea del ritorno del bigliettaio a bordo non è delle migliori,anche perchè non sempre (specie se c'è la calca)il bigliettaio riesce a controllare tutti o vendere a tutti i biglietti,molto meglio istallare su tutti i bus le macchinette emettitrici di biglietti(così se per "sbaglio" sali senza biglietto puoi rimediare),e fare dei blitz sulle linee,in modo che chi viene pizzicato,ci penserà prima di salire di nuovo senza biglietto!
Torna all'inizio della Pagina

alejandro.roma
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
12578 Messaggi

Inviato il 16/09/2008 :  17:37:09  Guarda il profilo di
L'idea di ripristinare la figura del bigliettaio a bordo non è così malvagia, per renderla fattibile l'azienda dovrebbe assumere un numero di persone quasi pari a quelli addetti alla guida dei mezzi, così da riuscire a coprire gran parte delle linee, visti i tempi che corrono, andrebbero a gambe all'aria..


***************************************
I mezzi su rotaia sono i migliori mezzi di trasporto pubblico
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  
 Nuova Discussione  Discussione Bloccata
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Forum ilmondodeitreni - © Ilmondodeitreni.it 2005-2019 Antidoto.org | Brutto.it | Estela.org | Equiweb.it
Questa pagina è stata generata in0,15 secondi Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.05