\\ Home Page : Articolo : Stampa
Puglia: dal 9 giugno aumentano i treni FSE sulla linea Bari-Taranto per migliorare mobilità Valle d’Itria
Di Teodoro Beccia (del 19/05/2014 @ 10:14:31, in News, visualizzato 1232 volte)

Dal prossimo 9 giugno aumenteranno i collegamenti ferroviari sulla linea Bari-Taranto gestita dalle FSE - ferrovie del Sud-Est. L’assessorato ai trasporti della Regione Puglia, ha infatti annunciato l’introduzione di due coppie di treni delle FSE con l’obiettivo di rispondere alla domanda di mobilità di molti lavoratori e studenti pendolari della Valle d’Itria e alla richiesta di mobilità turistica. Le variazioni entreranno in vigore in via sperimentale per tre mesi, in occasione del cambio orario, e riguardano:

  • il prolungamento del treno AT25, per via Casamassima, con partenza da Bari C.le alle ore 17.10 fino a Martina Franca (arrivo previsto alle ore 18.52). Con questa modifica, alla stazione di Putignano anche l’utenza del treno precedente, per via Conversano, potrà raggiungere la città di Martina. Si ridurranno i problemi di sovraffollamento del treno in partenza da Bari alle ore 18.07;
  • l’istituzione di un nuovo treno Bari-Rutigliano, per via Conversano, con partenza da Bari C.le alle ore 18.11 e arrivo a Rutigliano alle ore 18.38 e uno con partenza da Rutigliano alle ore 18.45 e arrivo a Bari C.le alle 19.12.

Alla fine della sperimentazione, se  sarà riscontrato  un aumento del numero di passeggeri trasportati, i treni resteranno confermati anche con l’avvio della programmazione invernale. “L’Assessorato ai Trasporti risolve finalmente un problema che si protrae dal 2009 e che risponde alle esigenze dell’utenza che chiedeva un’integrazione dell’offerta nella fascia oraria 16.00-18.00 e di quanti volevano proseguire da Putignano per Martina Franca e la Valle d’Itria – ha dichiarato l’assessore Giovanni Giannini -. Il dialogo, la partecipazione, l’ascolto, sono i punti cardine di una efficace azione di governo. La circolazione delle idee, la valorizzazione di ogni risorsa, la partecipazione attiva dei cittadini fanno sentire l’amministrazione più vicina ed amica e contribuiscono a migliorare la qualità della vita”.