\\ Home Page : Articolo : Stampa
La nuova linea AV/AC Treviglio – Brescia
Di Redazione Ilmondodeitreni.it (del 09/05/2012 @ 09:35:33, in Approfondimenti&Curiosità, visualizzato 1851 volte)

Galleria Artificiale Interconnessione Brescia OvestLa nuova linea AV/AC Il nuovo tratto di linea Alta Velocità/Alta Capacità Treviglio – Brescia è parte integrante del futuro Corridoio Trans Europeo TEN-T n. 3 “Mediterraneo” e costituisce un’ulteriore tappa nella realizzazione della linea AV/AC Milano – Verona (complessivamente 140 chilometri), già in esercizio nei 27 km tra Milano e Treviglio (completati e attivati a luglio 2007). La tratta AV/AC Treviglio – Brescia si sviluppa per 39,6 km, attraversa 20 comuni nelle province di Milano, Bergamo e Brescia e si innesta nel nodo di Brescia tramite l'interconnessione Brescia Ovest - lunga 11,7 km - e il successivo tratto di attraversamento urbano - 6,9 km - in affiancamento alla linea convenzionale fino alla stazione di Brescia. Committente dell’opera è Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), l’alta sorveglianza è affidata a Italferr (Gruppo FS Italiane), l’esecuzione è a cura del Consorzio Cepav Due. L’attivazione della tratta AV/AC Treviglio - Brescia è prevista ad aprile 2016. Il tracciato La nuova linea ferroviaria inizia dall’interconnessione di Treviglio Ovest, nel comune di Cassano d’Adda, sovrappassa la linea Treviglio – Cremona con il viadotto Caravaggio e, dopo circa 8 km, inizia a correre in affiancamento all’autostrada in costruzione Brescia-Bergamo-Milano (BREBEMI). Dopo i fiumi Serio e Oglio, superati con due viadotti, inizia l’interconnessione di Brescia Ovest. La linea prosegue, poi, verso Brescia sul viadotto San Martino, si abbassa in galleria nella zona della Madonna di Lovernato, per risalire a piano campagna e passare in galleria sotto l’autostrada A4 Milano-Venezia. Il nuovo tracciato della linea continua in rilevato fino a Brescia, affianca la linea ferroviaria Milano - Venezia, alla quale si connette con il nuovo Bivio Mella. Dopo aver attraversato il fiume Mella con un nuovo ponte, il tracciato si scosta dai due binari della linea Milano - Venezia, entra in Brescia Scalo e successivamente nella stazione di Brescia Centrale per riconnettersi alla linea convenzionale Milano - Venezia. Il progetto del nuovo tratto di linea AV prevede anche la realizzazione di circa 30 km di viabilità a servizio dei comuni interessati dai lavori e il rifacimento del Piano Regolatore Ferroviario di Brescia Centrale con la separazione dei flussi di traffico e la costruzione di un nuovo sottopasso per i viaggiatori. La realizzazione dell’opera, costruita in affiancamento alla linea convenzionale già esistente, permetterà di aumentare la capacità della linea e quindi l’offerta di trasporto ferroviario, così da rispondere in modo adeguato alla crescente domanda di mobilità sulle direttrici Venezia, Bergamo e Cremona. La linea consentirà una velocità di 300 km/h, determinando una riduzione del 25% dei tempi di percorrenza tra Milano e Brescia con un risparmio di circa 13 minuti. Ma il risultato più significativo sarà la completa separazione dei flussi di traffico nazionale e regionale che produrrà una maggiore fluidità e puntualità del servizio e creerà le condizioni per potenziare il servizio regionale e metropolitano. Gli elevati standard di attrezzaggio della nuova linea consentiranno un miglioramento dell’affidabilità degli impianti e della regolarità della circolazione. Le opere principali Il progetto prevede la realizzazione di 9 viadotti, 7 ponti e 5 gallerie artificiali. Tra le opere principali i viadotti sui fiumi Oglio e Serio lunghi rispettivamente 1.287 e 957 metri e la Galleria artificiale ferroviaria di “Lovernato 2” sull’interconnessione di Brescia Ovest, lunga 525 metri.

Le caratteristiche tecniche dell’infrastruttura

  • Lunghezza tratta 39,6 km 
  • Lunghezza interconnessioni 12,6 km
  • Rilevati 52,2 km
  • Ponti e viadotti 4,1 km
  • Gallerie artificiali 0,8 km
  • Trincee 1,1 km
  • Pendenza massima 15 ‰
  • Raggio curve 5.450 m
  • Interasse tra i binari 4,50 m
  • Rotaie tipo 60 UIC 
  • Alimentazione 2x25 kV c.a. 50 Hz
  • Segnalamento ERTMS/Livello 2
  • Velocità di progetto 300 km/h