Forum ilmondodeitreni
Forum ilmondodeitreni
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Trasporto Pubblico Locale Roma
 TPL a Roma e nel Lazio
 Ferrovie Regionali del Lazio
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: of 9

Fab 1224
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

17885 Messaggi

Inviato il 15/11/2017 :  19:40:45  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
A quanto pare si..
Torna all'inizio della Pagina

Hammill
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
3031 Messaggi

Inviato il 24/12/2018 :  04:08:15  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Ieri ho riscontrato un'incredibile inefficienza dei servizi offerti da Trenitalia a Termini. Ho accompagnato un'amica a Termini per prelevare una sua amica tedesca, proveniente dalla Baviera, Amberg, con figlio al seguito.
Dovevano arrivare alle 20,42 con intercity proveniente da Trieste. Il quale aveva accumulato più di mezz'ora di ritardo. E transeat...Poi dovevano andare a Santa Marinella. Dato che poi avrebbero dovuto trattenersi circa due settimane e venire spesso a Roma, ho pensato di fargli comprare la CIRS settimanale da quattro zone, A-C., da costo di 42 euro. Il metrebus Lazio mensile non potevano farlo perché il periodo di soggiorno è a cavallo tra dicembre e febbraio e il metrebus mensile coincide con il mese solare. Bene, alle 21,20 a Termini non c'erano tabaccai aperti, o almeno non li ho trovati. Quindi mi sono recato FIDUCIOSO allo sportello principale della biglietteria Trenitalia. Qui l'allucinante sorpresa: non emettono abbonamenti metrebus! Di nessun tipo, né Roma, né Lazio. Non so se almeno i BIG e BIRG li vendano. Ma lì per lì sono rimasto scandalizzato e gli ho dato dei peracottari. A questo punto sono sceso giù all'ingresso della metro. Ma lo sportello Atac ovviamente era chiuso; c'era però un tabaccaio aperto che vendeva abbonamenti...Ma altra amara sorpresa: non ha le CIRS settimanali, e neppure il BTR da tre giorni. Solo metrebus mensili e BIRG giornalieri. Alla fine la signora tedesca ha dovuto comprare i biglietti di corsa semplice Trenitalia. Io ricordo che molti anni fa gli sportelli Trenitalia vendevano TUTTI i metrebus. Perché questo regresso? È comunque uno SCANDALO che la biglietteria centrale di Termini non venda i metrebus!!! E Zingaretti che fa? Perché non impone la volontà della regione a codesti ottusi burocrati di Trenitalia? Ma da quando pensa a diventare segretario del PD su queste cose ha messo il rallentatore.

Teo Orlando

Modificato da - Hammill il 24/12/2018 10:31:36
Torna all'inizio della Pagina

emipaco
Amministratore(Capo Reparto Movimento)

Lazio
12390 Messaggi

Inviato il 03/01/2019 :  13:30:43  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
da quando atac non remunerava cotral e FS per la loro parte relativa (e minoritaria) dell'incasso dei biglietti e quindi Cotral ed FS hanno iniziato ad emettere biglietti di corsa semplice.

in ogni caso credo che l'orario ti abbia ostacolato, probabilmente nella biglietteria dell'atac avresti risolto.

infine, ripeto qui il iscorso fatto per i biglietti cotral quasi introvabili all'aquila: se li vende una biglietteria della stazione/autostazione è un conto, ma se un privato deve acquistare (anticipando i soldi) dei titoli che poi vende raramente e con basso guadagno, non trova interesse a farlo perché il costo è superiore al guadagno.

La CIRS settimanale d 4 zone secondo me è un titolo che se ne vendi 50pz al mese stappi lo champagne!

colui che sorride quando le cose vanno male ha già trovato qualcuno a cui dare la colpa (Arthur Bloch)
Torna all'inizio della Pagina

Hammill
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
3031 Messaggi

Inviato il 12/06/2019 :  22:46:00  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Ho da poco scoperto un'incredibile e surreale novità introdotta da Trenitalia regionale, quella del cosiddetto "centroide". Di che si tratta? Di un modo surrettizio con cui Trenitalia è riuscita ad aumentare i biglietti di corsa semplice, in tutti i comuni del Lazio tranne Roma (dove vige sempre il BIT integrato con l'Atac), attraverso una trovata che è un capolavoro di burocrazia. Ossia, stando, alle recenti modifiche al sistema tariffario (http://www.regione.lazio.it/binary/rl_main/tbl_documenti/MOB_CSER_22_07_2018_trenitalia_All_6_sistema_tariffario.pdf ):
"§1.- Itinerari e prezzi Si applica quanto disposto al punto 2 della Parte III - Trasporto Regionale delle Condizioni Generali. Per i viaggi, con origine e/o destinazione da fuori zona Anello o da fuori “centroide” per una delle seguenti stazioni/fermate appartenenti al “centroide” di Roma: Roma Termini, Roma Ostiense, Roma Trastevere, Roma Aurelia, Roma Nomentana, Roma Tuscolana, Roma Tiburtina, Quattro Venti e Roma San Pietro, i titoli di viaggio riportano l’indicazione generica “Roma” e sono tariffati in base alla distanza chilometrica fra la stazione di origine e/o destinazione e Roma Termini, secondo la tariffa n.39/8/Lazio. Si precisa che le suddette stazioni/fermate del centroide rientrano nel Nodo di Roma e pertanto per viaggi all’interno delle stesse si applica la tariffa 14/RM “Anello”. Per i viaggi riguardanti il servizio Leonardo Express (tariffa 1/TER Fiumicino Aeroporto) la stazione Roma Termini sarà sempre riportata sul biglietto."
Di conseguenza, ad esempio la tariffa Trenitalia Parco Leonardo-Roma Trastevere costa 2,10 €, come quella per Tiburtina, nonostante ci siano ben 10 km in meno. Ancora: da Maccarese-Fregene, si pagano 2,60€ sia che si vada a Termini, sia a San Pietro, sia alla stazione immediatamente successiva, Aurelia, che dista meno di 10 km. Qui un articolo ben fatto sull'argomento:
https://www.ilfaroonline.it/2018/11/15/stangata-sui-pendolari-di-maccarese-il-treno-per-roma-costa-di-piu/247429/?fbclid=IwAR1nmUqSe3vZSi6_kIff9PvoJ6eBvQNo9UI0KOUDqL5DUn5xUHsUqkBmMeo

Stangata sui pendolari di Maccarese, il treno per Roma costa di più
La protesta dell'associazione dei pendolari di Fiumicino: "La Regione imponga a Trenitalia di tornare alla tariffa chilometrica"


15 novembre 2018

Fiumicino – “Sabato 10 novembre Trenitalia Lazio ha stupito tutti, nella sua poliedricità, insegnando la nuova “legge del centroide”: ossia, per la nuova tariffa 39/8/Lazio, tutti i viaggi di corsa semplice da “fuori centroide” per le principali stazioni romane sono adesso tariffati come avessero destinazione Roma Termini, tutto questo senza aver dato alcuna comunicazione preventiva agli utenti, né, secondo quanto ci è stato comunicato in prima battuta, alla Regione Lazio, che in teoria dovrebbe essere responsabile delle tariffe regionali”. Ne dà notizia l’Osservatorio Regionale sui Trasporti.
In questa maniera Trenitalia ottiene un sensibile incremento dei prezzi: ad esempio, un biglietto Maccarese – San Pietro, che finora costava 1,50 € passa, nel più completo silenzio e nonostante le garanzie della Regione che aveva fatto recentemente un’ampia campagna pubblicitaria garantendo tariffe bloccate fino al 2021, a 2,60.
“Il concetto di centroide inserito in tariffa però è ampiamente fallace – commentano all’Osservatorio – in quanto esso fa trasparire una tariffazione “media” all’interno di una superficie piana: invece, su 7 stazioni cui la tariffa è applicata, 6 si trovano ad ovest rispetto a Termini ed una sola (Nomentana) da quello est, e questo fa capire che la nuova tariffa porta ad un aumento generalizzato.
Guarda caso, infatti, l’unica altra linea con valenza suburbana, ossia la FL2, diretta ad est, non è compresa nella nuova legge, garantendo così a Trenitalia di evitare riduzioni di tariffe per chi traversi il cosiddetto centroide di Termini recandovisi”.
“Ci auguriamo – concludono amaramente all’Osservatorio – che la Regione Lazio sappia mantenere le proprie promesse imponendo a Trenitalia di ritornare alla tariffa chilometrica: certo che, proprio nel fine settimana referendario, chi paventa che l’amministrazione pubblica non saprebbe porre un argine all’autoreferenzialismo ed alle furbizie delle grandi imprese di trasporto private, si trova un imprevisto quanto sconcertante assist proprio da Trenitalia”.

(Il Faro Online)

Teo Orlando

Modificato da - Hammill il 12/06/2019 22:48:27
Torna all'inizio della Pagina

alejandro.roma
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
11236 Messaggi

Inviato il 12/06/2019 :  23:46:31  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Se a Sacrofano sulla Roma Nord è stato concesso il privilegio di essere considerato il limite di validità del Metrebus Roma, non vedo perché un comune di dimensioni maggiori come Fiumicino debba restarne fuori.
La conseguenza di un annessione spingerebbe altre città limitrofe a Roma a chiederne di farne parte, a quel punto il sistema andrebbe in crisi.

La tratta Ciampino Roma costa 1,50€, a meno di novità inaspettate, la tariffa non ha subito aumenti?


***************************************
I mezzi su rotaia sono i migliori mezzi di trasporto pubblico

Modificato da - alejandro.roma il 12/06/2019 23:47:14
Torna all'inizio della Pagina

Hammill
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
3031 Messaggi

Inviato il 13/06/2019 :  07:37:42  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
quote:
Messaggio di alejandro.roma

Se a Sacrofano sulla Roma Nord è stato concesso il privilegio di essere considerato il limite di validità del Metrebus Roma, non vedo perché un comune di dimensioni maggiori come Fiumicino debba restarne fuori.
La conseguenza di un annessione spingerebbe altre città limitrofe a Roma a chiederne di farne parte, a quel punto il sistema andrebbe in crisi.

La tratta Ciampino Roma costa 1,50€, a meno di novità inaspettate, la tariffa non ha subito aumenti?



La stazione di Sacrofano è situata NEL COMUNE di Roma (XV municipio), non in quello di Sacrofano, sicché non c'è nessun privilegio (come l'aeroporto di Ciampino, il cui ingresso è anch'esso nel comune di Roma, VII municipio, tant'è che l'Atac ha potuto portarvi 520 e 720 senza accordi con il comune di Ciampino, ma solo con ADR; l'unica vera eccezione è la stazione di Pantano sulla metro C, che sarebbe nel comune di Montecompatri: ma siccome è solo a 50 metri oltre il confine del comune di Roma e serve in prevalenza gli abitanti del VI municipio, si è deciso di fare un'eccezione, peraltro limitatissima).
Quelli di Fiumicino non hanno chiesto tanto di entrare nella zona A di metrebus, ma che vengano applicate le normali tariffe chilometriche. Ma F.S. ha risposto picche. In realtà il consiglio regionale aveva anche votato un ordine del giorno per includere Fiumicino nella zona A (nel 2016; analogo ordine del giorno è stato presentato al comune di Fiumicino nel 2019), ma non se n'è fatto nulla, perché come hai giustamente scritto a quel punto il sistema andrebbe in crisi visto che molti comuni limitrofi chiederebbero altrettanto. E Trenitalia è la prima a opporsi (già mastica amaro perché è costretta a tenere a solo 1 euro la tariffa per i viaggi solo ferroviari nel comune di Roma, finché il BIT sarà a 1,50 euro). Ecco perché i promotori di Ostia comune si illudono o semplicemente mentono e mistificano quando sostengono che le tariffe dei trasporti non aumenterebbero: aumenterebbero eccome, perché Ostia e Ostia antica finirebbero subito in zona B e l'ultima stazione in zona A sarebbe Acilia Sud.
Tra l'altro i viaggiatori della FL5 sono stati particolarmente penalizzati, perché Roma Aurelia è stata considerata una stazione appartenente al centroide, benché sia molto periferica e quasi sul GRA (cosa alquanto assurda: perché allora Valle Aurelia e Roma Prenestina non lo sono?), sicché non si può neppure comprare il biglietto chilometrico da Maccarese o da Ladispoli ad Aurelia e poi proseguire con l'eventuale copertura del metrebus Roma (prassi a rigore non consentita, ma tollerata).
Quanto alla tratta Ciampino Roma costa sempre 1,50€, perché in questo caso la prima stazione del centroide è proprio Termini.

Teo Orlando

Modificato da - Hammill il 13/06/2019 08:46:15
Torna all'inizio della Pagina

emipaco
Amministratore(Capo Reparto Movimento)

Lazio
12390 Messaggi

Inviato il 13/06/2019 :  11:04:00  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
alle biglietterie self, quando scegli il biglietto ad 1€, ti appare un pop up nel quale ti dice che è possibile acquistare un biglietto ad 1,50€ per usare anche bus e metro.

per i turisti ottimo, in fondo anche per i romani non abituati a viaggiare.

però, non emettendo titoli magnetici, mi chiedo come possa tu passare nei varchi metro? qualcuno di voi ha provato?

colui che sorride quando le cose vanno male ha già trovato qualcuno a cui dare la colpa (Arthur Bloch)
Torna all'inizio della Pagina

smiley1081
Capo Stazione

Lazio
1375 Messaggi

Inviato il 13/06/2019 :  11:08:33  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Probabilmente dal varco con lettore ottico?

Voglio i TSR a sei vagoni sulla Roma-Capranica-Viterbo!

Evolution in action!
Torna all'inizio della Pagina

emipaco
Amministratore(Capo Reparto Movimento)

Lazio
12390 Messaggi

Inviato il 13/06/2019 :  11:40:21  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
eh forse...
mi piacerebbe saperlo

colui che sorride quando le cose vanno male ha già trovato qualcuno a cui dare la colpa (Arthur Bloch)
Torna all'inizio della Pagina

smiley1081
Capo Stazione

Lazio
1375 Messaggi

Inviato il 13/06/2019 :  12:24:37  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Essendo abbonato non spendo un euro e mezzo per scoprirlo...

Voglio i TSR a sei vagoni sulla Roma-Capranica-Viterbo!

Evolution in action!
Torna all'inizio della Pagina

alejandro.roma
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
11236 Messaggi

Inviato il 13/06/2019 :  21:21:10  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Da un po' di tempo a questa parte nella rivendita dove acquisto i biglietti, alla richiesta dei biglietti per Fiera di Roma a 1€, mi risponde che non sono disponibili e mi consiglia il bit da 1,50€.
Preferisco andare alle biglietterie automatiche e acquistarlo direttamente lì, risparmiando 1€, non è poco.

La stazione di Sacrofano della Roma Nord non l'ho mai vista segnata sulle mappe, nemmeno in quelle del passato con la delimitazione dei confini comunali di Roma.

Il Metrebus andrebbe rivisto, non tanto quello del Lazio, ma di Roma e del suo hinterland.

Se per assurdo Ostia e Ostia antica diventasse comune autonomo, linee come lo 04 con Acilia, lo 070 per Roma, i collegamenti per Casal Palocco, dovrebbero passare in gestione al nuovo gestore tpl locale.
Ci perderebbero i residenti di Ostia, non potrebbero permettersi un servizio come quello erogato dall'Atac.


***************************************
I mezzi su rotaia sono i migliori mezzi di trasporto pubblico
Torna all'inizio della Pagina

Hammill
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
3031 Messaggi

Inviato il 13/06/2019 :  23:11:45  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
quote:
Messaggio di alejandro.roma



La stazione di Sacrofano della Roma Nord non l'ho mai vista segnata sulle mappe, nemmeno in quelle del passato con la delimitazione dei confini comunali di Roma.

Il Metrebus andrebbe rivisto, non tanto quello del Lazio, ma di Roma e del suo hinterland.

Se per assurdo Ostia e Ostia antica diventasse comune autonomo, linee come lo 04 con Acilia, lo 070 per Roma, i collegamenti per Casal Palocco, dovrebbero passare in gestione al nuovo gestore tpl locale.
Ci perderebbero i residenti di Ostia, non potrebbero permettersi un servizio come quello erogato dall'Atac.




Su alcune mappe la stazione di Sacrofano l'ho vista segnata.
Quanto a Ostia, io spero che resti con Roma. In ogni caso, se diventasse comune, è altamente verosimile che l'Atac limiterebbe lo 070 nel tratto Eur Fermi-Infernetto, lo 04 nel tratto Mellano-Acilia Sud, lo 06 nel tratto Palocco-Infernetto, ecc. Un'azienda limitata a un ipotetico comune limitato a Ostia e Ostia antica gestirebbe solo i collegamenti interni. Né penso che la Cotral si metterebbe a gestire una linea da Ostia a Palocco. Ed è ovvio che un servizio come quello erogato dall'Atac non potrebbero permetterselo: certo, l'Atac attualmente soffre di vari disservizi, ma una volta superati (si spera presto, benché la gestione grillina lasci poco ben sperare), è ovvio che sarebbero molto superiori a quelli di miniaziende locali. Cosa che sto cercando di far capire in molti forum facebook a gente così ostinata che nega pure l'evidenza del fatto che secondo la legge regionale nessun comune esterno a Roma può andare nella zona A metrebus, sicché negano pure che ci sarebbero aumenti tariffari.

Teo Orlando

Modificato da - Hammill il 14/06/2019 20:45:33
Torna all'inizio della Pagina

alejandro.roma
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
11236 Messaggi

Inviato il 14/06/2019 :  16:08:56  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Data la vastita’ del territorio di Roma e’ stato giustamente concepito che la zona A del metrebus comprendesse
due fasce, sarebbe improponibile includere altri comuni
per la sostenibilita’ del sistema tariffario.




***************************************
I mezzi su rotaia sono i migliori mezzi di trasporto pubblico
Torna all'inizio della Pagina

Gemini76
Amministratore Delegato

Lazio
33108 Messaggi

Inviato il 14/06/2019 :  21:16:07  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76  Rispondi Citando
Il metrebus fu voluto dalle FS (Sciarra) e dal Comune di ROma. Vennero tagliati fuori tutti i vettori locali per far ingrassare ATAC....
LA Stazione SFV di Sacrofano è nel Comune di Roma e vi arriva il servizio urbano di Sacrofano (altre corse vanno a Montebello) . La vecchia stazione di Pantano pure era al di fuori del Comune, il confine passa in asse con il vecchio MM. Non ci si pose il problema in quanto il servizio urbano terminava a Grotte Celoni a livello tariffario

************************
http://www.ilmondodeitreni.it

************************
Torna all'inizio della Pagina

Hammill
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
3031 Messaggi

Inviato il 15/06/2019 :  06:30:14  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
quote:
Messaggio di Gemini76

Il metrebus fu voluto dalle FS (Sciarra) e dal Comune di ROma. Vennero tagliati fuori tutti i vettori locali per far ingrassare ATAC....




Che il metrebus sia stato voluto dai due soggetti in questione è vero, soprattutto perché all'epoca a Roma l'assessore era il dinamico e geniale Walter Tocci. Ma non penso che il motivo per tagliare i vettori locali fosse di far ingrassare l'Atac: ad esempio su un metrebus Lazio che comprenda solo le zone C e D, l'Atac non prende nessuna percentuale, perché in quelle zone non opera manco per sbaglio.

Teo Orlando
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: of 9 Discussione  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Forum ilmondodeitreni - © Ilmondodeitreni.it 2005-2019 Antidoto.org | Brutto.it | Estela.org | Equiweb.it
Questa pagina è stata generata in0,26 secondi Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.05