Forum ilmondodeitreni
Forum ilmondodeitreni
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Ferrovie Italiane
 Ferrovie Estere
 Etiopia: in pensione il "gibutino".
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Autore Discussione  

Vinc
Tecnico Circolazione (Capo Squadra Deviatori)

Piemonte
459 Messaggi

Inviato il il 06/06/2019 :  17:14:20  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Un ricordo rimasto a lungo nella memoria dei reduci dalla campagna d'Etiopia del 1935 era quello del "gibutino", il trenino a scartamento ridotto che collegava la capitale Addis Abeba col porto della colonia francese di Gibuti; tanto che "gibuti" o "gibutino" era diventato il soprannome più o meno scherzoso delle ferrovie secondarie e tranvie nostrane.
Ebbene, il trenino in questione è ormai definitivamente collocato in quiescenza; sostituito da una modernissima ferrovia a scartamento ordinario costruita con materiale "made in China"; emblema di quanto il "Dragone" punti a inserirsi attivamente nell'economia dei paesi africani (immagino,non certo per pura beneficenza!)

https://youtu.be/7PkARtrZmSc

https://youtu.be/X9mBR96E2hs

https://youtu.be/KuJinVOVnQs

https://youtu.be/ojDQQwnV6fE

https://youtu.be/MCS3-SwjZ9M

Censin

Vinc
Tecnico Circolazione (Capo Squadra Deviatori)

Piemonte
459 Messaggi

Inviato il 07/06/2019 :  15:17:51  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Per chi fosse interessato ai dettagli tecnici, ecco il link alla pagina di Wikipedia

https://it.wikipedia.org/wiki/Ferrovia_Addis_Abeba-Gibuti_(scartamento_normale)

Un'osservazione: visto che la linea è quasi interamente elettrificata (monofase 25 kV a frequenza industriale), da quali centrali viene fornita l'energia presumibilmente considerevole, in un continente e in un paese dove ve ne è sempre stata carenza (infatti è forse la prima ferrovia africana ad essere elettrificata)? Se qualcuno può rispondere....

Censin
Torna all'inizio della Pagina

emipaco
Amministratore(Capo Reparto Movimento)

Lazio
12462 Messaggi

Inviato il 10/06/2019 :  11:04:11  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
si parla di 8 sottostazioni...

comunque è una ferrovia "made in china", tutto costruito da NORINCO

colui che sorride quando le cose vanno male ha già trovato qualcuno a cui dare la colpa (Arthur Bloch)
Torna all'inizio della Pagina

Vinc
Tecnico Circolazione (Capo Squadra Deviatori)

Piemonte
459 Messaggi

Inviato il 10/06/2019 :  17:18:06  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
quote:
Messaggio di emipaco

si parla di 8 sottostazioni...


Certo; io però intendevo le centrali elettriche di produzione dell'energia: dove si trovano, e di che tipo: termoelettriche, idroelettriche, o magari...nucleari?

Censin
Torna all'inizio della Pagina

Vinc
Tecnico Circolazione (Capo Squadra Deviatori)

Piemonte
459 Messaggi

Inviato il 10/06/2019 :  17:20:28  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
quote:
Messaggio di emipaco

comunque è una ferrovia "made in china", tutto costruito da NORINCO



sui siti di NORINCO, si vedono solo armi e armamenti. O forse è come la Fiat di un tempo, "Terra, mare, cielo", tutto quanto producibile?

Censin
Torna all'inizio della Pagina

emipaco
Amministratore(Capo Reparto Movimento)

Lazio
12462 Messaggi

Inviato il 10/06/2019 :  17:24:45  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
vabbè, ma dove lo trovi un privato che ti compra un treno?

più facile piazzare un carro armato, per paradosso!

colui che sorride quando le cose vanno male ha già trovato qualcuno a cui dare la colpa (Arthur Bloch)
Torna all'inizio della Pagina

Vinc
Tecnico Circolazione (Capo Squadra Deviatori)

Piemonte
459 Messaggi

Inviato il 11/06/2019 :  16:51:11  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Dciamo la verità: la Cina di oggi desta in noi allo stesso tempo ammirazione e timore: ammirazione, per quanto di progresso in pochi decenni ha saputo realizzare, diventando leader nei settori di punta; nello stesso tempo, timore, per quanto questa nuova forza economica può provocare (ricordiamo il caso della Germania a fine '800 e inizio '900, diventata pure in pochi anni una grande potenza economica, suscitando rivalità e invidie, causa profonda della prima guerra mondiale...).

Censin
Torna all'inizio della Pagina

emipaco
Amministratore(Capo Reparto Movimento)

Lazio
12462 Messaggi

Inviato il 11/06/2019 :  17:03:17  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
si, concordo.
se poi pensi che il loro rapido sviluppo tecnologico è avvenuto in gran parte copiando (e migliorando) i prodotti americani ed occidentali allora ti rode un pò di più...

colui che sorride quando le cose vanno male ha già trovato qualcuno a cui dare la colpa (Arthur Bloch)
Torna all'inizio della Pagina

Vinc
Tecnico Circolazione (Capo Squadra Deviatori)

Piemonte
459 Messaggi

Inviato il 13/06/2019 :  13:56:26  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
quote:
Messaggio di emipaco

si, concordo.
se poi pensi che il loro rapido sviluppo tecnologico è avvenuto in gran parte copiando (e migliorando) i prodotti americani ed occidentali


Lo stesso si poteva dire dei giapponesi, negli anni '60, '70 e '80; quando anch'essi iniziarono copiando, per poi superare i maestri!

Censin
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Forum ilmondodeitreni - © Ilmondodeitreni.it 2005-2019 Antidoto.org | Brutto.it | Estela.org | Equiweb.it
Questa pagina è stata generata in0,27 secondi Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.05