Forum ilmondodeitreni
Forum ilmondodeitreni
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Trasporto Pubblico Locale Roma
 Metropolitana di Roma
 Linea C (3)
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: of 85

emipaco
Amministratore(Capo Reparto Movimento)

Lazio
13570 Messaggi

Inviato il 20/12/2016 :  10:05:59  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
naturalmente i dati sono in crescita; ma c'è da dire che parte praticamente nel nulla (non me ne vogliano gli abitanti di piazza lodi, intendo trasportisticamente parlando) quindi è normale un certo assestamento.
immagino e stimo che con San Giovanni aumenteranno ben di più i passeggeri, ma riconosco l'incognita dell'affollamento con la linea A

colui che sorride quando le cose vanno male ha già trovato qualcuno a cui dare la colpa (Arthur Bloch)
Torna all'inizio della Pagina

Josedam
Tecnico Circolazione (Capo Squadra Deviatori)

380 Messaggi

Inviato il 20/12/2016 :  11:53:13  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
quote:
Messaggio di emipaco

naturalmente i dati sono in crescita; ma c'è da dire che parte praticamente nel nulla (non me ne vogliano gli abitanti di piazza lodi, intendo trasportisticamente parlando) quindi è normale un certo assestamento.
immagino e stimo che con San Giovanni aumenteranno ben di più i passeggeri, ma riconosco l'incognita dell'affollamento con la linea A



credo che fino a Lodi la prendano soprattutto quelli che abitano da Pantano a Parco di Centocelle, con l'apertura a San Giovanni anche a chi abita da Mirti fino al Pigneto.
Torna all'inizio della Pagina

Forzaferrarileo
Capo Stazione

1236 Messaggi

Inviato il 23/12/2016 :  14:51:26  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
e se dio vuole quando concluderanno la prima fase di pigneto FS ( ancora non cantierizzata.... ), ci sarà anche chi dalla FL1 (le persone provenienti dalla FL3 la prendono a valle aurelia ) che per andare sulla metro A faranno il cambio a Pigneto riprendendo la MA a san giovanni.

opzione più comoda della passeggiata tuscolana->ponte lungo ( e più veloce nel caso non perdi il treno della MC sotto al naso e devi spettare 6' ) , e anche della passione per fare tiburtina->termini
Torna all'inizio della Pagina

Hammill
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
3430 Messaggi

Inviato il 01/01/2017 :  10:40:49  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
http://roma.repubblica.it/cronaca/2016/12/29/news/roma_trasporti_nel_2016_la_capitale_fanalino_di_coda_in_italia_e_in_tutt_europa-155079059/

Roma maglia nera d'Europa "nel 2016 nemmeno un cm di metro"
Pubblicato il dossier “Pendolaria” di Legambiente: "La città è seconda anche a Milano per rete di binari pur essendo sette volte più grande"

di PAOLO BOCCACCI

29 dicembre 2016

Roma maglia nera d'Europa "nel 2016 nemmeno un cm di metro"Più che un dossier è un grido di dolore. Sul fronte trasporti Roma nel 2016 è diventata il fanalino di coda in Italia e in tutt'Europa: negli ultimi dodici mesi neanche un centimetro di nuovi tratti di metropolitana è stato inaugurato nella Città Eterna. E lungo lo Stivale appena 4,5 chilometri. E intanto tutto è fermo. Il prolungamento in project financing della linea B da Rebibbia a Casal Monatero è stato messo in un cassetto. E quello della linea C è bloccato alla stazione di Amba Aradam, dove sono stati scoperti i resti di un'antica caserma dei soldati romani e si è in attesa di un via libera al progetto per la nuova fermata “archeologica”. Non solo. Roma continua perfino ad essere solo seconda in Italia per chilometri di metropolitane e tramvie dietro Milano, nonostante abbia una superficie sette volte più grande.

E le responsabilità, naturalmente, vanno indietro nel tempo, soprattutto per i costi elefantiaci della C, sui quali sta indagando la procura, che si sono gonfiati durante la giunta Alemanno, venendo al pettine durante quella del sindaco Marino.

Ma veniamo ai numeri del rapporto “Pendolaria” di Legambiente. Con Roma che è precipitata in fondo alle classifiche. Qui, infatti, gli ultimi tratti di metropolitana che si ricordano sono i 6,9 chilometri del 2015, tra il prolungamento della B1 (1,5 km) e della C (5,4 km) e dopo un anno senza alcuna ulteriore novità si sa che l'unico progetto finanziato riguarda il prolungamento (3,6 chilometri) della metro C fino a Colosseo. Con l'alt prima imposto dalla Raggi (“Arriveremo solo lì e non a piazza Venezia”) ma poi ritrattato (“Vedremo se e come continuare”). Mentre l'assessore all'Urbanistica Berdini lancia l'idea di far deviare la C da San Giovanni verso Piramide e poi a Corviale.

Anche sul fronte dei tram la situazione non è rosea perché nessun cantiere è aperto e neanche ci sono finanziamenti di progetti da attuare, anche se sempre Berdini è intenzionato a chiedere finanziamenti al governo per cinque linee di binari. Mentre, tornando alle metropolitane, se si considerano i cantieri in corso, per recuperare sulle altre città europee raggiungendone la stessa media ogni 1.000 abitanti, a Roma si dovranno attendere 80 anni.

"I chilometri di metro e tram e i cantieri programmati, tracciano purtroppo l'ennesima descrizione negativa di Roma” afferma Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio “dati alla mano, le tre linee di metropolitana nella capitale e il cantiere aperto tra piazza Lodi e Colosseo per prolungare la C sono niente rispetto a quello che servirebbe; anche per i tram sembra tutto completamente immobile e, a fronte di tanti nuovi tracciati messi in campo dalle ultime amministrazioni, nessuno ha posto su strada un metro di nuovi binari. Se a Roma si vuole riprendere la cura del ferro si deve partire nella programmazione della C oltre Colosseo, attraverso il Centro, San Pietro e fino a piazzale Clodio, e c'è urgente bisogno di cominciare a programmare nuovi tracciati ma anche nuove tramvie che colleghino Termini e San Pietro, attraversino viale Marconi, la Tiburtina, via Togliatti, il lungotevere, via Nazionale”.

“In una città che soffoca di smog” conclude Sacchi “la cura del ferro mai avvenuta e le pedonalizzazioni continuano ad essere l'unica soluzione per la rigenerazione della qualità dell'aria e per il miglioramento della qualità della vita; su via dei Fori si è conclamata da pochi giorni una pedonalizzazione durante domeniche e festivi ma ci chiediamo quale sia la novità visto che sono vent'anni che via dei Fori è pedonale di domenica e festivi, è ora di estendere la pedonalizzazione totale a tutti i giorni della settimana e a via di San Gregorio, questa si che sarebbe una bella novità”.

Intanto i volontari di Legambiente continuano a tenere sotto occhio la situazione del Pm10
e le analisi dalle centraline che raccontano dati che non migliorano, tutt'altro, a Tiburtina ieri si è raggiunto il 40esimo superamento dei limiti da inizio anno, a Cinecittà il 32esimo e a largo Preneste il 28esimo secondo i dati di Arpa Lazio.

Sui trasporti un dato è impressionante: in totale sono in esercizio in Italia 235,9 km di rete metropolitana, rispetto ai 291,5 km della sola Madrid, ai 464,2 di Londra e ai 219,5 di Parigi.


© Riproduzione riservata 29 dicembre 2016

Teo Orlando
Torna all'inizio della Pagina

Fab 1224
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

20236 Messaggi

Inviato il 01/01/2017 :  10:55:24  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
La MC sembra che stia diventando un peso... sul fronte tram soltanto chiacchiere e progetti che non stanno nemmeno nel cassetto..
Torna all'inizio della Pagina

Forzaferrarileo
Capo Stazione

1236 Messaggi

Inviato il 01/01/2017 :  23:57:12  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Vediamo vediamo.

Ora che la loro amatissima romametropolitane ha ufficializzato il progetto della stazione "museo" di amba aradam/ipponio, la giunta ci si può far bella ai selfie.
Però silenzio assordante su Venezia, e di conseguenza sulla possibile rescissione del contratto con metro C spa ( da oggi è ufficialmente possibile rescindere il contratto, da piazza venezia in poi,stazione Venezia INCLUSA)
Torna all'inizio della Pagina

emipaco
Amministratore(Capo Reparto Movimento)

Lazio
13570 Messaggi

Inviato il 02/01/2017 :  12:53:30  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
da oggi tutti gli ascensori della tratta ex-rm-pantano sono stati riattivati, dopo la loro revisione.

colui che sorride quando le cose vanno male ha già trovato qualcuno a cui dare la colpa (Arthur Bloch)
Torna all'inizio della Pagina

Josedam
Tecnico Circolazione (Capo Squadra Deviatori)

380 Messaggi

Inviato il 12/01/2017 :  16:52:08  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
è da giorni che il treno regionale C viaggia con frequenze da 12 minuti sull'intera tratta... ancora penuria di treni?
Torna all'inizio della Pagina

kainash1
Dirigente Movimento Operatore

Lazio
3062 Messaggi

Inviato il 12/01/2017 :  21:42:01  Guarda il profilo di  Visita il Sito di kainash1  Rispondi Citando
Sabato scorso tornando da un giro fuori porta sono sceso dal Cotral a Pantano anziché arrivare fino ad Anagnina. Dopo pochi minuti arriva il treno per Lodi, saliamo... e passano i minuti, le porte restano aperte, il treno non parte... dopo almeno 5 minuti così - nel frattempo l'interno del treno è diventato freddo come l'esterno - gli addetti della stazione ci fanno scendere. Fanno poi chiudere le porte della banchina prima e del treno poi e lo mandano più avanti oltre la stazione. Arriva un'altro treno e saliamo direttamente su quello senza che ci sia bisogno di fargli fare anche a lui la manovra di uscire dalla stazione e ritornare. Tutto sommato abbiamo perso meno dei 12 minuti che credevo.
Torna all'inizio della Pagina

l_pisani_54
Capo Stazione

1035 Messaggi

Inviato il 13/01/2017 :  09:04:24  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Prima di progettare linee di metro "a pera", prima di iniziare a fare buchi sotto terra, bisognerebbe avere chiaro cosa si vuole e si può fare.
Finora, l'unico scavo di metropolitana che abbia interessato il sottosuolo della parte più importante, da un punto di vista archeologico, è stato il tratto originario della B tra Colosseo e Circo Massimo, ma questo non fa testo, perché realizzato nel ventennio del pelatone che faceva andare i treni in orario. Insomma allora "lui" ordinava e le cose si dovevano fare comunque, in una maniera o nell'altra.
Adesso ci sono tanti vincoli, e forse è anche giusto così, quindi mettiamoci l'anima in pace, il buco sotto la Roma imperiale nun se po' fa', cioè si può fare ad una certa profondità, ma poi non si può risalire in superficie per fare le stazioni.
Allora, se le cose stanno così, lasciamo perdere la metro C e pensiamo ad una rete di tram, certo non è la stessa cosa, ma se si riduce il traffico privato, la velocità commerciale e la portata saranno accettabili.
Torna all'inizio della Pagina

Fab 1224
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

20236 Messaggi

Inviato il 13/01/2017 :  11:18:39  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Il problema e' che si fanno progetti per il proprio tornaconto senza calcolare il rischio di non realizzazione..
La telenovela della C molto probabilmente terminera' al Colosseo senza sapere quando è senza alcun prolungamento,Clodio o Corviale che sia.
Le alternative come detto più volte ci sarebbero.
Torna all'inizio della Pagina

emipaco
Amministratore(Capo Reparto Movimento)

Lazio
13570 Messaggi

Inviato il 13/01/2017 :  12:23:00  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
ma copiamo dall'estero!

in tutte le città, quando c'è un problema di risalita dal sottosuolo, utilizzano l'unica cosa che di sicuro c'è già e cioè le fondamenta dei palazzi.

a l.go argentina usi il palazzo della Feltrinelli e sai come esci bene (o sotto Rosso Pomodoro, al limite sotto il teatro).

idem a chiesa nuova.
ottaviano passi sotto la A e ti colleghi a quella.

poi grossi problemi non ne vedo (ma almeno un effetto rete rachitico l'hai fatto)

colui che sorride quando le cose vanno male ha già trovato qualcuno a cui dare la colpa (Arthur Bloch)
Torna all'inizio della Pagina

l_pisani_54
Capo Stazione

1035 Messaggi

Inviato il 13/01/2017 :  14:32:18  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Intanto si è bloccato tutto di nuovo ed è in forse la fermata dell'Amba Aradam, poi bisognerà vedere se, scavando scavando, non trovano qualcos'altro andando verso il Colosseo e poi a Piazza Venezia ...
Il problema di Roma non è tanto di spazio, per cui sarebbe pensabile usare gli edifici esistenti per le vie di risalita, ma piuttosto di reperti archeologici.
Basta osservare la quota del piano di calpestio degli scavi dell'Argentina, per capire che, anche risalendo sotto a Feltrinelli, potrebbero trovare qualcosa.
E' che ci dovevano pensare prima, al momento dello studio di fattibilità della metro C.
Torna all'inizio della Pagina

Forzaferrarileo
Capo Stazione

1236 Messaggi

Inviato il 15/01/2017 :  02:08:07  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Amba aradam ha il progetto di "musealizzazione", consegnato circa 2 settimane fa, curato dallo studio ABDR(si,lo stesso della B1.....), e l'ultimo notiziario cantieri dice che la soprintendenza ha dato l'ok allo smontaggio della caserma.

Per il resto a me sembra che negli ultimi anni si stia soltando regredendo come mentalità,sempre più verso il semplice risparmio economico, tagliando quà e la ( Risorgimento, Venezia predisposta alla MD ), e saltando qualsiasi problema semplicemente non affrontandolo, come argentina(sant'andrea della valle) dove dato che la stazione è vicina a venezia e i stanno i cocci, la soprintendenza ha negato la stazione

Chiesa nuova è fattibile, tanto che il contraente generale la propose nella finanza di progetto presentata nel 2011( quella che trovate sul loro nuovo sito. Hanno evitato di dire il costo del progetto però)

Nota a parte sul metodo Roma: non credo lo prenderanno mai più in considerazione in quanto il volume di scavo delle gallerie con le tbm più grandi richiederebbe il consolidamento di molti edifici lungo corso vittorio,ad esempio con il compensation grouting, come fatto per la B1 ( contro il fatto che usando le tbm attuali il consolidamento sarebbe limitato a un paio di edifici nei pressi dell'allargamento a mano per le banchine di chiesa nuova)


Tecnicamente potrebbero farle tutte le fermate, poi però tra soprintendenza, riduzioni costi e impatto cantieri, abbiamo il risultato attuale


---

Per le frequenze da regionale sono sempre più dell'idea che abbiamo tra le mani una sola Ansaldo. Se il problema fosse solo il consumo delle ruote, unito al tornio in fossa problematico, potrebbero sempre smontare le sale montate e mandarle a osteria del curato, come fanno per la roma giardinetti,con un minimo di manutenzione programmata.
Invece i treni vanno fuori servizio mentre sono in linea, per cause a me sconosciute

Modificato da - Forzaferrarileo il 15/01/2017 02:15:06
Torna all'inizio della Pagina

l_pisani_54
Capo Stazione

1035 Messaggi

Inviato il 15/01/2017 :  09:54:35  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Mi sembra evidente che nelle fasi iniziali non hanno pensato seriamente alle prevedibili problematiche che si potevano incontrare.
Non hanno scoperto improvvisamente le rovine dell'antica Troia, ma sapevano benissimo quello che avrebbero potuto trovare scavando, l'entità e l'ubicazione delle rovine più importanti è in genere nota, o comunque prevedibile.
Se a questo aggiungiamo l'atteggiamento che hanno spesso in Italia i vari "pezzi" delle amministrazioni, appare chiaro quanto sia difficile, se non impossibile realizzare qualcosa, in tempi accettabili.
Lo ripeto, sarebbe stato meglio rinunciare alla metro in quelle zone e ripiegare su delle tramvie.
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: of 85 Discussione  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Forum ilmondodeitreni - © Ilmondodeitreni.it 2005-2019 Antidoto.org | Brutto.it | Estela.org | Equiweb.it
Questa pagina è stata generata in0,17 secondi Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.05