Forum ilmondodeitreni
Forum ilmondodeitreni
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Trasporto Pubblico Locale
 Tranvie Urbane ed Extraurbane
 Firenze
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: of 17

trambusfi
Oper. Spec. Circolazione (Guardablocco)

152 Messaggi

Inviato il 18/02/2010 :  23:44:36  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
E finalmente il tram è tornato a Firenze!!! Il grande passo è stato fatto, ed ora tutto appare più facile verso la realizzazione di una rete tramviaria degna di una città come Firenze.

Giorno dell'inaugurazione: oltre 40.000 persone!!! Tram stracolmi già dalle prime ore della mattina, nonostante il freddo polare; ad un certo punto si è reso necessario mettere in linea altri 3-4 convogli oltre agli 8 previsti per cercare di arginare la marea di gente alle fermate.

Primo imprevisto: verso le 11 qualcuno si sente male su un convoglio partito dal capolinea SMN e non ancora giunto alla fermata successiva: linea bloccata perchè è dovuta intervenire l'autoambulanza medicalizzata. Alle 11.35 il tram è ripartito da SMN verso Scandicci.

Quasi rissa (intervenuti i carabinieri) verso l'ora di pranzo al capolinea scandiccese di Villa Costanza: qualche furbo non voleva scendere dal convoglio arrivato per "guadagnare" il posto a sedere prima della salita dei tantissimi in attesa sulla banchina. La discesa è però obbligatoria a questo capolinea: mentre il capolinea SMN è banalizzato, quello scandiccese ha il cambio banco dopo le banchine, e la manovra di inversione viene fatta in totale assenza di persone a bordo (a parte il personale di servizio ovviamente!).

Lunedì verso le 16 un bischero (non voglio dire altro) tira il freno d'emergenza vicino alla fernata Cascine: linea bloccata per oltre 40 minuti. Già ritarato l'impianto per evitare che il blocco di un convoglio faccia scattare un black out sull'intera linea.

Martedì verso le 20.30 un altro furbo -stavolta in auto- tenta di svoltare a sinistra (dove è vietato, e lo è sempre stato anche ante tram) impegnando la sede tramviaria mentre sopprangiunge un convoglio: nonostante la frenata d'emergenza il tram urta l'auto e la trascina per qualche metro. Ferito lievemente l'automobilista (che dichiarerà di aver avuto un malore, non di aver voluto svoltare...), choccato il tramviere, linea bloccata fino a termine servizio (le 21.30 in questo primo mese).

Fino a sabato compreso il tram è gratis, dopo sarà a pagamento con i normali titoli di viaggio dei bus urbani (Ataf, Li-nea) -anche elettronici- con le stesse mosalità: tanto per fare un esempio a beneficio di chi non conosce la realtà fiorentina, il biglietto singolo costa 1,20 Euro e permette di viaggiare su qualsiasi bus per 90 minuti dall'obliterazione (fatta sul primo bus o tram su cui si è saliti).

Fino a metà marzo il tram viaggerà ogni 8 minuti tra le 6.30 e le 21.30, e sarà affiancato dalle attuali linee bus esistenti.

Dal 21 marzo il servizio bus verrà rivoluzionato (oserei dire stravolto secondo le indiscrezioni finora giunte; al momento non c'è nulla di ufficiale) ed il servizio TPL Firenze-Scandicci sarà garantito dal solo tram; il servizio si svolgerà tra le 5.30 e le 0.30-1 di notte, con frequenze di 3'20"/3'40" in punta, 6' in morbida, 12' dopo cena.
Torna all'inizio della Pagina

Giancarlo Giacobbo
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
7939 Messaggi

Inviato il 19/02/2010 :  01:05:59  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Comico che il giornalista chiama il tram "tramvia".

Giancarlo
Torna all'inizio della Pagina

alejandro.roma
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
9784 Messaggi

Inviato il 20/02/2010 :  19:34:10  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Nel prossimo quinquennio o decennio c'è la speranza di veder completata la linea 2 o non se ne parla?


***************************************
I mezzi su rotaia sono i migliori mezzi di trasporto pubblico
Torna all'inizio della Pagina

trambusfi
Oper. Spec. Circolazione (Guardablocco)

152 Messaggi

Inviato il 21/02/2010 :  23:24:57  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Per la linea 2, limitatamente al tratto SMN - Aeroporto, al momento dell'ufficializzazione della data di inaugurazione della linea 1 e dell'approvazione dei progetti revisitonati delle altre linee, è stato annunciato l'imminente inizio dei lavori, addirittura qualcuno parlava di settimane... Per ora non si è mosso assolutamente nulla, anzi, le imprese costruttrici impegnate nei lavori preliminari in zona Aeroporto li hanno terminati, e hanno addirittura messo gli operai in CG... Vedremo...

Per il tratto centrale (SMN - Libertà, comprendente il tanto discusso transito vicino al Duomo), se da una parte il sindaco ha già dichiarato più volte che finchà c'è lui non se ne riparla (quindi fino almeno alla fine del suo mandato, ovvero 2014), il presidente della provincia (che per inciso ha sostituito l'attuale sindaco di cui sopra) ha riaperto la questione proprio nel giorno dell'inaugurazione della linea 1 dopo aver provato quest'ultima.

Come dire, CVD: ora che il tram ce lo abbiamo, tutti lo vogliono! In questa prima settimana, complice la gratuità, il tram ha avuto circa 200.000 passeggeri! Sono metà residenti di Firenze!
Torna all'inizio della Pagina

trambusfi
Oper. Spec. Circolazione (Guardablocco)

152 Messaggi

Inviato il 14/06/2010 :  22:49:56  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Tramvia, l'ultima idea: la linea 4 arriverà alla stazione Leopolda

Servizio soprattutto per i pendolari della zona di Empoli e per l´area ovest della città. Un tracciato di circa 4 chilometri su binari ferroviari già esistenti. Dieci le fermate. Ipotesi da 40 milioni

Tramvia, un altro colpo di scena. A soli quattro mesi dall´esordio della linea 1 tra Scandicci e Santa Maria Novella e mentre ancora i lavori per le linee 2 e 3 non sono partiti, spunta l´idea di una "linea 4" tra le Piagge e Porta al Prato. I tecnici del Comune lavorano ad un progetto alternativo per la linea 2 Peretola-Libertà (che non passerà più dal Duomo e potrebbe attraversare il centro in sotterranea) e meditano modifiche anche al tracciato previsto della linea 3 Careggi-Stazione. Ma in Palazzo Vecchio si lavora già ad una nuova linea. Lo stesso sindaco Matteo Renzi ne avrebbe parlato in più di un´occasione anche se carte firmate e progetti non ce ne sono ancora: esiste solo una stima di massima dei costi, una valutazione dell´impatto possibile sui trasporti in città. Ma tutto è ufficialmente top secret.

Di cosa si tratta? Di una linea di tramvia di circa 4 chilometri che correrebbe sul binario ferroviario già esistente tra le Piagge e la stazione Leopolda e con una decina di fermate (forse più) intercetterebbe non solo i pendolari dell´Empolese ma finirebbe anche per servire in maniera incisiva l´area ovest della città: le Cascine e l´area della Manifattura Tabacchi dove dovrebbero sorgere centinaia di nuove residenze (la precedente giunta aveva immaginato di portarci 40 mila metri quadri di uffici comunali ma Renzi sta cercando una sede altrove), l´area di via Ponte alle Mosse-Paisiello, via Pistoiese e le Piagge. Non ci sarebbe da fare una linea di tramvia ex novo perché almeno in gran parte si utilizzerebbe il binario dei treni che già oggi arrivano alla Leopolda da Empoli-Signa fermando a San Donnino: non si dovrebbero spendere 40 milioni di euro al chilometro (tanto è costata la linea 1), ne basterebbero molti meno (si parla di 30-40 milioni di euro in tutto) per acquistare i mezzi, adeguare l´elettrificazione della linea ferroviaria per un trenino-tram (dovrebbe passare da 3 mila a 750 volt), realizzare le fermate lungo i binari del treno (una ogni 400-500 metri, non una ogni 1.800 metri come fa il treno oggi) ed eventualmente farne di nuove a seconda di cosa dirà lo studio di fattibilità che potrebbe essere commissionato a breve.

L´idea è quella di fornire a una parte della città oggi coperta dal trasporto ferroviario (di fatto poco utilizzato anche dagli stessi pendolari empolesi) e su gomma (una decina di linee Ataf) un´infrastruttura ecologica e che - come cantieri -non andrebbe ad impattare più di tanto sulla viabilità potendo sfruttare le strutture già esistenti. Non solo. Il progetto prevede un´integrazione forte con i pendolari che oggi entrano a Firenze in auto attraverso l´Indiano e che, se fosse fatto un parcheggio scambiatore, potrebbero lasciare lì la macchina e poi salire su un tram che li porterebbe alla Leopolda e di lì a Santa Maria Novella con la linea 1. La possibile «riconversione della stazione Leopolda in stazione tramviaria» è peraltro uno dei tanti capitoli del percorso di consultazione sul piano strutturale che Palazzo Vecchio si prepara a fare già dalla prossima settimana. La fermata della Leopolda-Porta al Prato è stata inaugurata nel gennaio 2009 come servizio aggiuntivo per i pendolari di quella zona ma soprattutto come alternativa alla macchina per chi si sposta tra Empoli, Montelupo, Lastra a Signa, San Donnino, Le Piagge e Firenze. Un treno ogni ora oggi parte sia dalla Leopolda (al minuto 4 che da Empoli (ai 41 di ogni ora) dalle 7 di mattina fino alle otto di sera. In futuro al posto del treno potrebbe esserci un tram Sirio come quello che arriva a Scandicci.

http://firenze.repubblica.it/cronaca/2010/06/13/news/tramvia_ultima_idea_la_linea_4-4799992/

Idea bislacca, che serve solo a sprecare soldi pubblici (proprio quando il governo centrale ha annunciato pesanti tagli per gli enti locali) su un servizio già attivo, per il quale basterebbe un potenziamento nella programmazione. Viceversa, con quei 40 milioni si potrebbe realizzare un binario lungo viale Lavagnini (700 metri) che dalla T3 raggiunga Piazza Libertà, dove potrebbe essere realizzato un bel nodo di interscambio con numerose linee Ataf ed il vicino parcheggio sotterraneo del Parterre.
Torna all'inizio della Pagina

trambusfi
Oper. Spec. Circolazione (Guardablocco)

152 Messaggi

Inviato il 27/06/2010 :  16:43:51  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Sveliamo il Piano strutturale Ecco la città di domani

Sei linee di tramvia, spunta un nuovo maxi tunnel La giunta vuole adottare il documento nel prossimo autunno

Sorpresa. Le linee della tramvia saranno sei. Così almeno rivela la prima stesura del Piano strutturale, le oltre 200 pagine di "valutazione integrata intermedia" che il sindaco Matteo Renzi ha corretto di suo pugno prima di farle approvare dalla giunta. La prima stesura del primo Piano strutturale di Firenze, perché quello elaborato dalla precedente giunta Domenici è rimasto nei cassetti, lettera morta. E adesso Renzi, che scommette di adottare il Piano in autunno, entro tre mesi dal blocco edilizio della città in vigore il prossimo 24 luglio, cambia tutto. A cominciare proprio dalle linee della tramvia.

Accanto alla linea 1 già in funzione, il Piano conferma la 2: "La linea portante del sistema che collega Peretola con la stazione dell'Alta velocità e da qui raggiunge in sotterranea Santa Maria Novella per poi proseguire verso il centro storico sempre in sotterranea". E dividersi in piazza della Repubblica in due rami: uno per piazza Santa Croce e Bagno a Ripoli utilizzando il ponte da Verrazzano e l'altro verso San Marco e Campo di Marte. Ma non si nascondono i rischi di una simile impresa: "Il progetto potrà comportare notevoli problematiche per la tenuta del tunnel di escavazione in terreni dotati di scarse proprietà fisico-meccaniche". Senza contare i problemi derivanti dalla falda sottostante.
La linea 3 è quella da tempo prevista tra la stazione e il complesso ospedaliero di Careggi. La linea 4, l'ultima fin qui conosciuta, è quella tra Santa Maria Novella, le Cascine e il viadotto dell'Indiano. La linea 5 sarebbe un "collegamento trasversale tra le zone di Careggi, Novoli e le Cascine. Mentre la linea 6 "sfrutta la ferrovia Faentina per un collegamento tra il centro della val di Mugnone e Campo di Marte".

Un insieme di linee radiali che secondo il Piano strutturale dovrebbe sposarsi con il futuro "passante urbano". Di cosa si tratta? La circonvallazione nord, il cosiddetto "tubone" fra Varlungo, Careggi e Castello previsto dal vecchio Piano, secondo l'amministrazione Renzi non è efficace. E' troppo lontano dal centro e riuscirebbe a sottrarre solo il 10 per cento del traffico dai viali. Meglio dunque un "passante urbano prevalentemente sotterraneo che riconnetta il viadotto di Varlungo con viale Guidoni, passando per Campo Marte, Statuto e Corsica".

Del resto, il Piano lo dice senza giri di parole: "Il trasporto pubblico su gomma non dispone di una quantità adeguata di corsie preferenziali, non esiste una autostazione per il trasporto extraurbano e neppure un sistema intermodale, dove lasciare l'auto privata e salire su un mezzo pubblico". E la dotazione stradale, è la sentenza impietosa messa a premessa della mobilità, "è una delle più scarse d'Italia".

Il Piano inserisce tra le previsioni anche la realizzazione del sottopasso stradale tra viale Mazzini e viale Fanti, per "superare la barriera dei binari ferroviari e per garantire la connessione tra il futuro passante e i viali del Poggi". Mentre nella zona dello Statuto, dove la linea 3 "comporta una riduzione delle sezioni stradali che, complice il collo di bottiglia del sottopasso ferroviario dello Statuto, può creare difficoltà al traffico". Per questo il Piano si propone di "individuare nuovi assi di scorrimento radiali", a cominciare da un nuovo ponte sul Mugnone all'altezza di via Crispi e un nuovo sottopasso ferroviario parallelo a quello dello Statuto.

http://firenze.repubblica.it/cronaca/2010/06/26/news/sveliamo_il_piano_strutturale_ecco_la_citt_di_domani-5168443/

Di male in peggio: le nuove tramvie (tra cui la 4 di cui ho già parlato nel post precedente) invadono ferrovie riattivate recentemente (la Faentina ad inizio 1999), oppure sono sotterranee, oppure trasversali (l'ipotetica 5): tutte sono accomunate dal non voler infastidire il traffico privato e dal richiedere fondi e tempi non indifferenti, che vanno sicuramente al di là del mandato dell'attuale amministrazione, col concreto rischio di venir rimesse in discussione dalla futura amministrazione (come questa sta facendo coi progetti sviluppati dalle precedenti amministrazioni). Oltre al fatto che ampi tratti non sono previsti dal piano strutturale annunciato poco più di un mese fa (nientemeno che su Facebook...).
Una situazione veramente sconfortante: molto fumo e poco arrosto, anzi niente: per le linee già appaltate, pochi giorni fa lo stesso sindaco ha annunciato un ulteriore slittamento dell'inizio dei lavori...
Torna all'inizio della Pagina

Gemini76
Amministratore Delegato

Lazio
32700 Messaggi

Inviato il 30/06/2010 :  00:37:10  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76  Clicca per vedere l'indirizzo di MSN Messenger di Gemini76  Rispondi Citando
Due domandine: la T1 deve proseguire oltre S. Maria Novella? Lo scambio che è a Porta al Prato e nei pressi di S. MAria Novella sarà per la T3?
Perchè non gettate dal campanile di giotto gli imbecille che blaterano contro il passaggio del tram vicino al Duomo?
Cmq gran bella tranvia...
PS
Il deposito è vicino il capolinea di Scandicci, vero?
PPS
Mi eran giunte voci di fiorentini scelranti per il passaggio dentro il Parco delle Cascine...eppure a me la linea sembra inserirsi benissimo!!

************************
http://www.ilmondodeitreni.it


http://www.sandonatovaldicomino.net

************************
Torna all'inizio della Pagina

Giovanni Carboni
Dirigente Movimento Operatore

Marche
2945 Messaggi

Inviato il 30/06/2010 :  08:59:10  Guarda il profilo di  Clicca per vedere l'indirizzo di MSN Messenger di Giovanni Carboni  Rispondi Citando
La gente sclera per molto meno...dovremmo essere abituati.

www.ferroviafvm.it

Torna all'inizio della Pagina

trambusfi
Oper. Spec. Circolazione (Guardablocco)

152 Messaggi

Inviato il 01/07/2010 :  00:13:02  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
quote:
Messaggio di Gemini76

Due domandine: la T1 deve proseguire oltre S. Maria Novella? Lo scambio che è a Porta al Prato e nei pressi di S. MAria Novella sarà per la T3? Perchè non gettate dal campanile di giotto gli imbecille che blaterano contro il passaggio del tram vicino al Duomo?
Cmq gran bella tranvia...
PS Il deposito è vicino il capolinea di Scandicci, vero?
PPS Mi eran giunte voci di fiorentini scelranti per il passaggio dentro il Parco delle Cascine...eppure a me la linea sembra inserirsi benissimo!!

Escludendo le boutade renziane, per la T3 ci sono due ipotesi ufficiali: quella iniziale era l'attestamento presso lo scambio di Porta al Prato che hai visto, in modo da evitare che la gente vada a SMN, fulcro del TPL fiorentino urbano / extraurbano / ferroviario (e ho detto tutto...); l'altra ipotesi è l'instramento da Fortezza su via Valfonda verso SMN, andando di fatto a creare un'unica linea 1+3.
Lo scambio vicino SMN è per la T2 diretta all'Aeroporto.

Passaggio dal Duomo (che in realtà lo sfiorerebbe appena...): il sindaco attuale ha detto un no secco almeno fino alla fine del suo mandato (giugno 2014), ed in alternativa ha proposto -come si può leggere nell'articolo- una soluzione sotterranea. A parte il fatto che nel resto del mondo si chiama metropolitana - ma lo sapete, noi a Firenze siamo speciali... - notoriamente sotto il centro storico di Firenze ci sono diversi strati archeologici e -da tempi immemore- una vasta falda acquifera, che sta dando molto da pensare anche per la TAV.

Molti sapranno che gli Etruschi fondarono Fiesole (in collina) non per farsi del male, ma perchè la valle (attualmente occupata da Firenze) era un vasto acquitrino dove l'Arno e i suoi affluenti si sfogavano nelle loro periodiche piene. Inutile ricordare cosa successe il 4 novembre 1966...

Nel 55 a.c. i Romani fondarono Firenze sotto forma di un castrum quadrato molto piccolo. La successiva espansione urbanistica richiese la deviazione forzata dei torrenti affluenti dell'Arno: chiunque osservi foto satellitari della città noterà che i torrenti Mugnone e Terzolle hanno un andamento artificiale che "evita" il centro con lunghi rettilinei evidentemente artificiali. Questo significa che nel sottosuolo abbiamo anche i letti "prosciugati" di almeno due torrenti...

E' anche vero che con tutta la tecnologia di oggi si possono superare questi ed altri problemi: ma il vero problema è che al momento non ci sono i soldi per tutto questo, nè all'orizzonte si intravedono segnali in questo senso. Quindi secondo me se si vuole potenziare il TPL fiorentino in maniera efficace ed in tempi ragionevoli bisogna attenersi al progetto esistente, messo a punto nell'ultimo decennio, senza pensare subito ad opere faraoniche che vedranno la luce chissà quando (se mai verranno realizzate...) per poi magari adottare il modello Karlsruhe: si va sottotterra solo DOPO aver realizzato una rete superficiale completa.

Il deposito è vicino al capolinea scandiccese, dietro al "colle" attualmente presente: le terre di riporto dei lavori di realizzazione della Terza Corsia dell'A1. Al posto del "colle" è previsto un parcheggio autostradale dal quale prendere il tram senza uscire dall'autostrada: mah... In altre parole il deposito non è facilmente raggiungibile a piedi partendo dal capolinea: la linea più breve è quella dei binari -quindi off limits- viceversa è possibile incamminarsi verso il sovrappasso autostradale di via delle Sette Regole e poi per le terre... senza alcun marciapiede - fino a poco tempo fa un semaforo regolava un senso unico alternato... Qaundo si inizia a costeggiare un altissimo muro di cemento armato, ecco: quello è il deposito!

Cascine: notoriamente i fiorentini sono brontoloni: io sono pienamente d'accordo con te sull'azzeccato inserimento. Quello che non mi va giù è che dopo 4 mesi non hanno ancora ricominciato a completare le finiture urbanistiche: tra la sede tramviaria ed i filari di alberi vi sono ancora i resti dell'asfalto stradale esistente prima della tramvia, ci sono ancora molte transenne, new jersey, ecc. Il tutto non è una bella impressione... Spero proprio che il sindaco mantenga la promessa del decoro cittadino: qui sicuramente lui non c'è più passato dall'inaugurazione...

Modificato da - trambusfi il 01/07/2010 00:20:18
Torna all'inizio della Pagina

Gemini76
Amministratore Delegato

Lazio
32700 Messaggi

Inviato il 01/07/2010 :  10:20:42  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76  Clicca per vedere l'indirizzo di MSN Messenger di Gemini76  Rispondi Citando
1002 in Via Paolo Uccello, dopo il Ponte sull'Arno


1004 nel Parco delle Cascine


1006 al capolinea di Villa Costanza a Scandicci


La 1007 in partenza dal capolinea di Santa Maria Novella


1007 a Scandicci, fermata Resistenza


1009 sempre a Scandicci, sempre fermata Resistenza





************************
http://www.ilmondodeitreni.it


http://www.sandonatovaldicomino.net

************************
Torna all'inizio della Pagina

Giovanni Carboni
Dirigente Movimento Operatore

Marche
2945 Messaggi

Inviato il 01/07/2010 :  21:26:12  Guarda il profilo di  Clicca per vedere l'indirizzo di MSN Messenger di Giovanni Carboni  Rispondi Citando
Ve lo siete fatto il giretto è?? io devo ancora andarci...

www.ferroviafvm.it

Torna all'inizio della Pagina

atomino
Oper. Spec. Circolazione (Guardablocco)

208 Messaggi

Inviato il 10/08/2010 :  14:51:54  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Ciao. Finalmente anche io mi sono andato a fare un giro sulla nuova tramvia. Mercoledì sono partito per Firenze con un amico, siamo arrivati a SMN verso l'ora di pranzo e appena usciti dalla stazione mi sono ritrovato davanti il capolinea della tramvia con tram in sosta ed io al settimo cielo dall'emozione. Abbiamo passato 2 notti in un bed & breakfast sul proseguimento di via Alamanni, quindi vicinissimi, e pure a buon prezzo compreso pure di bagno in stanza. Nel pomeriggio visita ai monumenti e verso le 18:30 sul tram. Che bellezza vedere una tramvia nuova tutta bella pulita con quella prevalenza di colore argento così scintillante! L'unica parte già insozzata è il tratto in sotterranea già visitato dagli "artisti". Divertentissimo lo zig-zag prima di entrare nel parco di Cascine e suggestivo il passaggio in mezzo al prato con l'erba alta prima di De Andrè. Il capolinea di Scandicci fa un effetto davvero curioso, con il quasi nulla che lo circonda. Di giorno un po' di rumore per via della strada che lo costeggia mentre alla sera è emozionante vedere la manovra del tram tra il binario tronco e la fermata con quelle lucine colorate nel buio ed il quasi totale silenzio attorno con la sola voce del motore del tram a farsi discreto protagonista.
Il giorno dopo condividiamo la giornata con la pioggia. Al pomeriggio, mentre il mio amico si riposa in stanza, io torno sul tram a fotografare e filmare quello che mi è sfuggito il giorno prima. Speravo di poter vedere il deposito ma il binario che si dirama poco prima del capolinea di Scandicci è completamente immerso nell'erba e ho preferito rinunciare per evitare di mettere piede in qualche proprietà privata.
Interessa qualche foto e video? Eccoli:
http://www.facebook.com/album.php?aid=18248
http://www.facebook.com/profile.php?id=100000740605914&v=app_2392950137


http://www.myspace.com/angelogentile
http://www.angelogentile.com
Torna all'inizio della Pagina

trambusfi
Oper. Spec. Circolazione (Guardablocco)

152 Messaggi

Inviato il 22/01/2011 :  22:23:12  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Tutti pazzi per Sirio boom di viaggiatori in tram

Oltre sette milioni di passeggeri dal 14 febbraio al 31 dicembre 2010. "Un successo, oltre ogni più rosea previsione" dicono da Palazzo Vecchio

Tramvia che bolgia. Dal 14 febbraio al 31 dicembre 2010 a bordo del Sirio che collega Scandicci e Santa Maria Novella sono saliti 7,5 milioni di passeggeri. Il record a dicembre (1.190.000) ma già a novembre si era superato il milione anche se di poco. E’ la conferma di un successo stando ai dati forniti da Gest, la società che gestisce il servizio, a Palazzo Vecchio: già a fine luglio dell’anno scorso sulla linea 1 del tram erano montati oltre 3,5 milioni di utenti con 746.477 accessi solo nel mese di maggio. Il calo durante l’estate: quasi 500 mila passeggeri in agosto, 780 mila a settembre, 950 mila in ottobre, 1.010.000 in novembre.

Il totale fa circa 7,5 milioni di utenti: «Aldilà di ogni più rosea previsione», dicono dal Comune, dove proprio lunedì si è riunito per la prima volta la task force messa in piedi per le linee 2 e 3 della tramvia i cui lavori dovrebbero partire nelle prossime settimane. Quando non è ancora stabilito: manca l’ok della Soprintendenza alle varianti chieste per i due progetti, i cui cantieri dovrebbero durare intorno a mille giorni. «Il Pd sarà quotidianamente in prima linea per spiegare le finalità del progetto e per ascoltare le critiche e i suggerimenti di cittadini e commercianti riguardo ai cantieri», garantisce il consigliere comunale Pd Mirko Dormentoni. «Stiamo studiando interventi economici a sostegno dei commercianti che subiranno danni, risarcimenti veri e propri non sono possibili», aggiunge il presidente della commissione sviluppo economico del Comune Enrico Bertini.
[...]

http://firenze.repubblica.it/cronaca/2011/01/18/news/tutti_pazzi_per_sirio_boom_di_viaggiatori_in_tram-11379869/
Torna all'inizio della Pagina

Giovanni Carboni
Dirigente Movimento Operatore

Marche
2945 Messaggi

Inviato il 23/01/2011 :  10:52:41  Guarda il profilo di  Clicca per vedere l'indirizzo di MSN Messenger di Giovanni Carboni  Rispondi Citando
E pensate se arrivasse in centro... dovrebbero fare le doppie composizioni.
Alla faccia di chi non lo voleva.

www.ferroviafvm.it

Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

4036 Messaggi

Inviato il 23/01/2011 :  11:21:19  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Concordo.
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: of 17 Discussione  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Forum ilmondodeitreni - © Ilmondodeitreni.it 2005-2014 Antidoto.org | Brutto.it | Estela.org | Equiweb.it
Questa pagina è stata generata in0,31 secondi Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.05