Forum ilmondodeitreni
Forum ilmondodeitreni
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Trasporto Pubblico Locale Roma
 Metropolitana di Roma
 [ROMA] Linea C
 Nuova Discussione  Discussione Bloccata
 Versione Stampabile
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: of 113

n/a
deleted

3045 Messaggi

Inviato il 09/05/2010 :  18:59:09  Guarda il profilo di
quote:
Messaggio di Il Mondo dei Treni

Però stranamente solo il deposito ha già la palificazione. verso Pantano e l'asta di manovra non si vede nulla.



A dire il vero l'elettrificazione aerea arriva fino alla linea vera e proprio. Tutto il raccordo deposito/linea è elettrificato ed è ben dopo la zona di transizione marcia Manuale/marcia automatica.

quote:
Inoltre potrebbe essere palusibile che il convoglio arrivato a Velim sia solo un "Beta" non in assetto definitivo.
Chi vivrà...vedrà



Concordo.

"Lo sviluppo di una nazione si misura anche dallo stato della sua rete ferroviaria".
Camillo Benso Conte di Cavour
[...]"Nei casi imprevisti ogni agente, nei limiti delle proprie attribuzioni, deve provvedere usando senno e ponderatezza[...]" Regolamento d'esercizio FS
Torna all'inizio della Pagina

Marzio Montebello
Capo Stazione

2000 Messaggi

Inviato il 09/05/2010 :  19:00:55  Guarda il profilo di
Anch'io propendo. Non c'era qualche scheda tecnica che parlava di alimentazione da catenaria (quella dei figurini con i pantografi)? Poi, essendo un tracciato di prova dei rotabili più disparati, non mi stupisce che la linea aerea sia così alta.
Non mi intendo di "collaudi", ma effettuare delle prove con un sistema di alimentazione diverso mi parrebbe un po' una forzatura, tantopiù con il circuito che è predisposto per la terza rotaia.

Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

3045 Messaggi

Inviato il 09/05/2010 :  19:06:17  Guarda il profilo di
quello che sinceramente a me a fatto subito impressione è lo strisciante, gigantesco per i nostri standard...

"Lo sviluppo di una nazione si misura anche dallo stato della sua rete ferroviaria".
Camillo Benso Conte di Cavour
[...]"Nei casi imprevisti ogni agente, nei limiti delle proprie attribuzioni, deve provvedere usando senno e ponderatezza[...]" Regolamento d'esercizio FS
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

3045 Messaggi

Inviato il 09/05/2010 :  19:10:09  Guarda il profilo di
quote:
Messaggio di Marzio Montebello

Non mi intendo di "collaudi", ma effettuare delle prove con un sistema di alimentazione diverso mi parrebbe un po' una forzatura, tantopiù con il circuito che è predisposto per la terza rotaia.



E' quello che ho pensato anch'io vedendo il treno. Cioè se io devo colladuare un mezzo lo collaudo nel contesto in cui verrà utilizzato. Non utilizzo il pantografo che verrà usato solo in deposito, ma provo la reazione dei pattini alla terza rotaia...

Anche perché tra parentesi, a me no sembra di vederli neache i pattini, ma il filmato ( a differenza delle foto in cui si intravedevano delle cose rosse ) è a bassa risoluzione quindi non si vede un H!

"Lo sviluppo di una nazione si misura anche dallo stato della sua rete ferroviaria".
Camillo Benso Conte di Cavour
[...]"Nei casi imprevisti ogni agente, nei limiti delle proprie attribuzioni, deve provvedere usando senno e ponderatezza[...]" Regolamento d'esercizio FS
Torna all'inizio della Pagina

Giovanni P
Capo Stazione

Lazio
2335 Messaggi

Inviato il 09/05/2010 :  19:10:46  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Giovanni P
quote:
Messaggio di Marzio Montebello

Anch'io propendo. Non c'era qualche scheda tecnica che parlava di alimentazione da catenaria (quella dei figurini con i pantografi)? Poi, essendo un tracciato di prova dei rotabili più disparati, non mi stupisce che la linea aerea sia così alta.
Non mi intendo di "collaudi", ma effettuare delle prove con un sistema di alimentazione diverso mi parrebbe un po' una forzatura, tantopiù con il circuito che è predisposto per la terza rotaia.


Si nella scheda tecnica si parlava di inverter a 1500 V, nella stessa pagina le schede della metro (per esempio di Copenaghen) c'è scritto chiaramente 750 V/terza rotaia
Torna all'inizio della Pagina

Giancarlo Giacobbo
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
7995 Messaggi

Inviato il 09/05/2010 :  20:56:39  Guarda il profilo di
Ripropongo la scheda.
http://www.ansaldobreda.it/upload/allegati_prodotti/43_ITA_driverless.pdf

Giancarlo
Torna all'inizio della Pagina

Giancarlo Giacobbo
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
7995 Messaggi

Inviato il 09/05/2010 :  21:06:55  Guarda il profilo di
Da ex collaudatore di apparecchiature elettromeccaniche dico la mia.
Quando si effettuano le qualifiche di una apparecchiatura elettromeccanica, non è detto che quello che viene provato sia la versione definitiva che verrà consegnata al cliente ma generalmente è un qualcosa che gli rassomiglia, nel quale sono state montate le apparecchiature da qualificare. La versione per il cliente verrà dopo con l'allestimento definitivo.
Se guardate il figurino, vederete che il pantografo è posizionato sulla seconda vettura ma non è montato come nel filmato.

Giancarlo
Torna all'inizio della Pagina

Gamla Stan
Tecnico Circolazione (Capo Squadra Deviatori)

Lombardia
496 Messaggi

Inviato il 09/05/2010 :  22:47:56  Guarda il profilo di
Molto probabile che lo strisciante non sia quello definitivo, ma uno adatto a raggiungere la linea aerea del circuito di Velim, che è molto alta per lo standard di un treno di metropolitana.

A proposito, i CAF che corrono sulla Lido hanno gli stessi pantografi dei mezzi che usano la linea A? La linea aerea della Lido non era sensibilmente più alta?
Torna all'inizio della Pagina

Gemini76
Amministratore Delegato

Lazio
33256 Messaggi

Inviato il 09/05/2010 :  23:57:58  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76
Veramente, se avete notato,per la Metro C nella scheda di Ansaldo non si parla minimamente di alimentazione. Chissà come mai.
Inoltre un driverless a 1500 V CC?COn alimentazione a catenaria?E perchè dovrebbero fare una cosa ben diversa dal resto dello standard classico delle metropolitane? Casualmente Ansaldo prodice vari tipi di convogli driverless...tutti a terza rotaia.
Non mi venite a raccontare che servono i 1500 V CC perchè le altre metro romane son così....Sta cosa poteva valere quando inizialmente si pensava all'interconenssione con la linea A. Mentre ivnece la MEtro C sarà un'entità a se stante

************************
http://www.ilmondodeitreni.it

************************
Torna all'inizio della Pagina

nicola85
Capo Stazione

Lazio
809 Messaggi

Inviato il 10/05/2010 :  00:36:04  Guarda il profilo di
quote:
Messaggio di Gamla Stan
A proposito, i CAF che corrono sulla Lido hanno gli stessi pantografi dei mezzi che usano la linea A? La linea aerea della Lido non era sensibilmente più alta?


Infatti sui CAF della Lido i pantografi sono rialzati con un castelletto molto simile a quello che fu montato negli anni 70 sulle MA.100 (poi smontato, poi rimontato col ritorno sulla Lido delle MA.100 in versione Frecce del mare).

Per la diatriba tra linea aerea e terza rotaia: nell'opuscolo postato sopra (http://www.ansaldobreda.it/upload/allegati_prodotti/43_ITA_driverless.pdf) in ultima pagina c'è un disegno del treno senza linea aerea. Tuttavia nei disegni-sezione del treno intero, la metro C è l'unica ad avere i pantografi, mentre le altre driverless ne sono prive.


Modificato da - nicola85 il 10/05/2010 00:48:31
Torna all'inizio della Pagina

Giancarlo Giacobbo
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
7995 Messaggi

Inviato il 10/05/2010 :  01:29:57  Guarda il profilo di
Però nel caso che fosse a terza rotaia, in deposito e in officina per sicurezza l'alimentazione dovrebbe essere via filo. Pertanto il pantografo sarebbe comunque necessario.

Giancarlo
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

3045 Messaggi

Inviato il 10/05/2010 :  01:41:56  Guarda il profilo di
quote:
Messaggio di Gemini76

Veramente, se avete notato,per la Metro C nella scheda di Ansaldo non si parla minimamente di alimentazione. Chissà come mai.
Inoltre un driverless a 1500 V CC?COn alimentazione a catenaria?E perchè dovrebbero fare una cosa ben diversa dal resto dello standard classico delle metropolitane? Casualmente Ansaldo prodice vari tipi di convogli driverless...tutti a terza rotaia.
Non mi venite a raccontare che servono i 1500 V CC perchè le altre metro romane son così....Sta cosa poteva valere quando inizialmente si pensava all'interconenssione con la linea A. Mentre ivnece la MEtro C sarà un'entità a se stante



Dipende tutto da quando è stato siglato il contratto con Ansaldo e quando è stato eliminato il famoso raccordo.

Comunque non è vero che non dice niente. Dice che l'inverter è a 1500 cc, una terza rotaia non è MAI a una tensione così alta tutte le metropolitane al mondo a terza rotaia si aggirano a tensioni da tranvia ( 500...700 Vdc ). 1500 V li hai solo in presenza di catenaria.

"Lo sviluppo di una nazione si misura anche dallo stato della sua rete ferroviaria".
Camillo Benso Conte di Cavour
[...]"Nei casi imprevisti ogni agente, nei limiti delle proprie attribuzioni, deve provvedere usando senno e ponderatezza[...]" Regolamento d'esercizio FS
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

3045 Messaggi

Inviato il 10/05/2010 :  01:43:08  Guarda il profilo di
quote:
Messaggio di Giancarlo Giacobbo

Però nel caso che fosse a terza rotaia, in deposito e in officina per sicurezza l'alimentazione dovrebbe essere via filo. Pertanto il pantografo sarebbe comunque necessario.



Non è del tutto vero. La metro di torino ( VAL ) non ha nessun pantografo. Per tutto il deposito c'è la terza ( e quarta ) rotaia mentre solo nelle officine non c'è dove l'alimentazione viene fatta con "un cavo volante" :D

Comunque ribadisco, anche se fosse necessario il pantografo ( vedi milano ) ne basta e ne avanza uno per le manovre.

"Lo sviluppo di una nazione si misura anche dallo stato della sua rete ferroviaria".
Camillo Benso Conte di Cavour
[...]"Nei casi imprevisti ogni agente, nei limiti delle proprie attribuzioni, deve provvedere usando senno e ponderatezza[...]" Regolamento d'esercizio FS

Modificato da - n/a il 10/05/2010 01:43:40
Torna all'inizio della Pagina

Gemini76
Amministratore Delegato

Lazio
33256 Messaggi

Inviato il 10/05/2010 :  09:57:33  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76
A Torino, se non erro, i mezzi in deposito vengono anche rialzati da terra.
Cmq è strano che nell'opuscolo romano non si dica chiaramente il sistema di alimentazione..
In genere, come in passato diceva anche GiovanniG, la terza rotaia è migliore per il driverless anche per continuità di trasmissione informazioni,rispetto alla catenaria dove il pantografo potrebbe nn far presa correttamente

************************
http://www.ilmondodeitreni.it

************************
Torna all'inizio della Pagina

Giancarlo Giacobbo
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
7995 Messaggi

Inviato il 10/05/2010 :  10:16:45  Guarda il profilo di
quote:
Messaggio di Razziatore
...Comunque ribadisco, anche se fosse necessario il pantografo ( vedi milano ) ne basta e ne avanza uno per le manovre.


Se però i convogli sono costituiti da due semiunità identiche unite in simmetrica, va da sè che di pantografi ce ne sono due.

Giancarlo
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: of 113 Discussione  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Discussione Bloccata
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Forum ilmondodeitreni - © Ilmondodeitreni.it 2005-2019 Antidoto.org | Brutto.it | Estela.org | Equiweb.it
Questa pagina è stata generata in0,26 secondi Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.05