Forum ilmondodeitreni
Forum ilmondodeitreni
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Trasporto Pubblico Locale Roma
 Metropolitana di Roma
 Ma la perizia dell'incidente metro A ?
 Nuova Discussione  Discussione Bloccata
 Versione Stampabile
Pagina Precedente
Autore Discussione
Pagina: of 4

glnstefer
Tecnico Circolazione (Capo Squadra Deviatori)

373 Messaggi

Inviato il 02/09/2008 :  17:32:35  Guarda il profilo di  Visita il Sito di glnstefer
quote:
Messaggio di Gemini76



......
FIno ad allora mi sembra molto prematura la cosa. I sistemi si possno escludere? Si,come tutti i sistemi in quanto deve essere sempre possibile un degradamento.




Cosa intendi qui per degradamento


MR FOREVER

Giuliano - STEFER http://digilander.libero.it/stefer77/
Torna all'inizio della Pagina

ferpas
Capo Stazione

Campania
1574 Messaggi

Inviato il 03/09/2008 :  15:46:48  Guarda il profilo di  Visita il Sito di ferpas
quote:
Messaggio di glnstefer

quote:
Messaggio di Gemini76



......
FIno ad allora mi sembra molto prematura la cosa. I sistemi si possno escludere? Si,come tutti i sistemi in quanto deve essere sempre possibile un degradamento.




Cosa intendi qui per degradamento



Nel senso che se si guasta un qualcosa devi riuscire a risolvere il problema altrimenti cosa fai rimani bloccato in galleria sai il casino che ne viene fuori. Pero non bisogna abbusarne e bisogna sempre essere autorizzati dal DCT di turno e prendere tutte le dovute precauzioni. Il giorno dell'incidente qualcosa dei sistemi di sicurezza era stato disattivato. Non voglio incolpare nessuno, va capito solo del perchè è stata fata questa operazione. A Napoli durante una visita che facemmo alle M1 una udt aveva problemi di trazione ed il macchinista per ovviare a tali problemi stacco la trazione di quella macchina proseguendo comunque la corsa come se quella udt fosse passata a rimorchiata. Poi annotò tutto sul registro del treno, una volta entrato al deposito, per far eseguire tutti i dovuti controlli alla vettura.

Come vedi degradando una UDT a semplice rimorchiata si riusci a rimediare almeno in parte al problema altrimenti cosa facevi dovevi fermarti in galleria e farti venire a prendere?????

MA 100
Torna all'inizio della Pagina

Gemini76
Amministratore Delegato

Lazio
33256 Messaggi

Inviato il 03/09/2008 :  16:07:30  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76
Può accadere che il BA sia guasto e che allora escludi ovviamente la RS in macchina. Non son procedure standard, ma si applicano per evitare di restare fermo. E cmq tutto viene annotato. Forse si pensa che sia facile una perizia su un incidente come quello della metropolitana...la perizia mica è una sola...viene verificato il convoglio per escludere gausti, decifrata la locopar (mi sembra che i CAF abbiano una memoria )per vedere ad esempio l'aspetto del segnale, si acquisicono le comunicazioni tra treni e DCT, le registrazioni delle operazioni svolte dall'apparato della postazione DCT
Ovvio che c'è una perizia del magistrato, una di Met.Ro., una delle parti civili..nzomma...cose lunghe.

************************
http://www.ilmondodeitreni.it

************************
Torna all'inizio della Pagina

ferpas
Capo Stazione

Campania
1574 Messaggi

Inviato il 04/09/2008 :  15:33:15  Guarda il profilo di  Visita il Sito di ferpas
ma i due convogli interessati sono stati poi riparati o sono fermi sottosequestro

MA 100
Torna all'inizio della Pagina

ferpas
Capo Stazione

Campania
1574 Messaggi

Inviato il 31/05/2011 :  17:04:50  Guarda il profilo di  Visita il Sito di ferpas
notizia del Martedì 24 Maggio 2011


Roma - Ci sara' un processo per l'incidente del 17 ottobre del 2006 quando alla stazione della metro di piazza Vittorio (linea A) il convoglio guidato dal macchinista Angelo Tomei tampono' con violenza il treno che lo precedeva provocando la morte di una giovane ricercatrice (Alessandra Lisi) e il ferimento di altri 452 passeggeri con prognosi da uno a 60 giorni.

Il gup Giovanni De Donato ha rinviato a giudizio, oltre al macchinista, anche tre dirigenti della societa' Metro per i reati di cooperazione in omicidio colposo, disastro ferroviario colposo e lesioni gravissime. Il processo, che chiamera' in causa Gennaro Antonio Maranzano (indicato come responsabile dell'area esercizio e produzione), Roberto Gasbarra (capo del coordinamento movimento metropolitane) ed Ernesto De Santis (responsabile del servizio Metro A), prendera' il via il 21 novembre davanti alla prima sezione penale del tribunale. Stando a quanto ipotizzato dal pm Elisabetta Ceniccola, tutti e quattro gli imputati avrebbero causato la morte della Lisi e il ferimento dei passeggeri, attraverso il tamponamento tra i due treni, "in cooperazione tra loro per colpa consistita in imprudenza, negligenza ed imperizia, nonche' in violazione delle norme che regolano la circolazione ferroviaria e le disposizioni impartite all'interno della Metro spa". Maranzano, Gasbarra e De Santis, in particolare, a seconda delle mansioni, avrebbero omesso di disporre "la prescritta piombatura delle selettive di bordo relative al sistema di sicurezza Atp (Automatic train protection), di controllarne l'effettuazione e di disporre costanti controlli sugli irregolari distacchi dei sistemi di sicurezza di bordo, nonche' di applicare sanzioni disciplinari a macchinisti inottemperanti, anzi inducendo i macchinisti stessi, e nel caso di specie Tomei, a non accumulare ritardi nell'espletamento delle corse sulla linea A e a percorrerla in un tempo inferiore a quello previsto in applicazione delle norme di sicurezza, risultato ottenibile, soprattutto in orario di punta, solo con la disattivazione del sistema Atp, in modo da poter viaggare a valocita' superiore a quella consentita e tenere una distanza ravvicinata tra convogli precedenti". Cio' "al fine di massimizzare i profitti per la societa' e non subire l'applicazione delle penali previste negli accordi con il Comune, titolare del servizio pubblico". Tomei avrebbe disattivato il sistema di sicurezza cosi' "da poter superare il limite di velocita' di 15 km/h, consentito dal segnale posto all'uscita della fermata Manzoni, che indicava rosso permissivo, senza far entrare in funzione freno di emergenza e blocco automatico e portando il convoglio alla velocita' di 52 km/h, di talche', accorgendosi in ritardo dell'ostacolo, pur frenando, andava a collidere con il treno fermo alla stazione Vittorio Emanuele alla velocita' di 42 km/h".

MA 100
Torna all'inizio della Pagina

emipaco
Amministratore(Capo Reparto Movimento)

Lazio
12889 Messaggi

Inviato il 06/06/2011 :  14:26:40  Guarda il profilo di
quote:
Messaggio di ferpas

ma i due convogli interessati sono stati poi riparati o sono fermi sottosequestro


riparati ed in servizio da almeno 1 annetto...

colui che sorride quando le cose vanno male ha già trovato qualcuno a cui dare la colpa (Arthur Bloch)
Torna all'inizio della Pagina

ferpas
Capo Stazione

Campania
1574 Messaggi

Inviato il 07/06/2011 :  19:20:48  Guarda il profilo di  Visita il Sito di ferpas
perfetto mentre restano ancora fermi i due della lido giusto??

MA 100
Torna all'inizio della Pagina

emipaco
Amministratore(Capo Reparto Movimento)

Lazio
12889 Messaggi

Inviato il 08/06/2011 :  12:13:15  Guarda il profilo di
che io sappia si

colui che sorride quando le cose vanno male ha già trovato qualcuno a cui dare la colpa (Arthur Bloch)
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: of 4 Discussione  
Pagina Precedente
 Nuova Discussione  Discussione Bloccata
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Forum ilmondodeitreni - © Ilmondodeitreni.it 2005-2019 Antidoto.org | Brutto.it | Estela.org | Equiweb.it
Questa pagina è stata generata in0,3 secondi Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.05