Forum ilmondodeitreni
Forum ilmondodeitreni
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Trasporto Pubblico Locale
 Tranvie Urbane ed Extraurbane
 Rilessione sui Tram di Torino
 Nuova Discussione  Discussione Bloccata
 Versione Stampabile
Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: of 6

n/a
deleted

3045 Messaggi

Inviato il il 01/08/2007 :  21:39:30  Guarda il profilo di
Ciau a tutti!
Come tutti sapete ( o dovreste sapere ) sono appena tornato a rompervi le balline da Torino dove dimora la mia fidanzata. Questa mia gitarella fuori porta l'ho usata anche per amirare ( affasinato ) il sistema di tram di torino. Quando ero stato a Milano avevo visto parecchi Tram ma non così tanti come a Torino che spesso viaggiano in sede protetta ( e non parlo dei semplici cordoli ) e perfino in sede esclusiva ( Tram Only ). Ma andiamo con un po' di ordine ( e di foto ).

La prima cosa di "particolare" che ho visto è una incrocio tra tram con tanto di circolare per andare in qualunque direzione come succede tra due autostrade, a roma una cosa del genere c'è la sognamo e devo dire che la strada non era neache troppo larga. Essatamente è l'incrocio tra il Corso Luigi Enaudi e Corso Duca degli Abruzzi. Allego sia la foto satelitare ( anche se per via dei alberi non si vede molto bene ) e uno "Schema" del incrocio:



Gli scambi nel normale esercizio non vengono usati ma esistono molte versioni a T:



che vengono usati da due linee ( una gira a sinistra, una gira a destra ). Mi sarebbe piaciuto vedere la segnaletica che regolamenta questi incroci ma purtroppo non ho mai potuto. Un bel esempio di nodo torinese è Piazza Castello dove sono presenti ben 2 bivi:



Purtroppo uno di questi bivi ( quello sulla sinistra ) che porta in Via dall'accademia della scienze purtroppo orami non viene più usato visto che i binari in questa via sono stati asfaltati..

Tutto questo per dire cosa? Che a torino il tram viene usato e anche tanto. Pensate che per le olimpiadi fu creata una linea ad hoc con tanto di capolinea vicino allo stadio in corso agnelli ( non posto la foto per la presenza degli alberi che non fanno vedere ).

Secondo voi ATAC avrebbe fatto la stessa cosa? A Torino gli scambi vengono usati molte volte al giorno sia per curve a destra che a sinistra senza molte paranoie...

C'è anche da dire che io ho preso un Tram ( ma anche autobus ) normali ( non parlo di notturni ) anche molto dopo mezzanotte ( mi pare che l'ultima corsa stava verso 1.30 ) un orario molto più interessante di quelli praticati dall'ATAC che se uno esce la sera deve proccupasi dell'ultima corsa...

Secondo me all'ATAC dovevano imparare ( e non poco ) da aministrazioni come la GTT...

Passiamo alla catenaria, mi ha colpito molto la catenaria vicino al valentino, non solo perché oltre alla linea di contatto c'era un ulteriore linea ( come succede per le catenarie dei treni ) pero' in altri tratti ha un solo filo... curioso...

A Lecce si lamentano per i pali che reggono i fili del filobus? Beh che ne dite di questi?



A me piacciono molto... a voi no?

Modificato da - n/a in data 07/05/2008 11:52:13

Malcom1975
Capo Stazione

Piemonte
923 Messaggi

Inviato il 15/08/2007 :  18:24:05  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Malcom1975
MI fà piacere che tu parli così bene di Torino a mia città! Ti dico di più: molte linne sono con binari a bassa vibrazione per ridurre i rumori (armamanto più pesante). La linea 4 poi verso il capolinae Nord ma anche in altri tratti usa una catenaria simile a quelle tipo 1970 di RFI!
Addirittura anni fà esisteva un raccordo fra la ina tranviaria in c.so Unione Sovietica e il deposito FS sotto Corso Bramante. Sempre la lina 4 ha un tunnell viciono l'Auchan al fondo di C.so Giulio Cesare con na fermata in galleria che serve la futura nuova astazione FS Stura.
I tram delle linee 4 e 10 poi hanno aria condizionata e doppia cabina guida (parlo di quelli lunghi 32 metri).
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

3045 Messaggi

Inviato il 15/08/2007 :  18:31:52  Guarda il profilo di
Ogni volta che vengo a torino rimango stupito dalla linea tranviaria, un altro mondo rispoetto a quella di roma... Poi ora avete anche la linea 1 ( e la linea 1 star ) se si considera la relativa piccolezza di torino ( rispetto a roma è piccola ) mi chiedo cosa si potrebbe fare a Roma se ci fosse qualcuno come a torino che avesse idee valide per il Trasporto pubblico. Anche Milano mi ha colpito per i tram, ma non tanto come Torino. Li è proprio evidente...
Torna all'inizio della Pagina

Malcom1975
Capo Stazione

Piemonte
923 Messaggi

Inviato il 21/08/2007 :  18:00:09  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Malcom1975
Dimanticavo i tram hanno dei semafori dedicati che in alcuni casi sulla linea 4 possono essere attivati dal Tram! Quando deve passare effettua come una specie di richista di avere il verde...un pò come i passaggi pedonali con il pusantino per la richiesta di attraversamanto.
Torna all'inizio della Pagina

Giancarlo Giacobbo
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
8003 Messaggi

Inviato il 21/08/2007 :  21:10:30  Guarda il profilo di
Quel filo strano che hai veduto attaccato ai pali, se è isolato dal palo stesso altro non è che il famoso feeder oggetto di altra discussione. Se invece è un conduttore non isolato, è un ritono di terra. Nelle città con grande movimento di tram come in questo caso, il problema delle correnti disperse nel terreno si viene a sentire in maniera pesante. Pertanto si collegano i pali fra loro, ed essi al binario, proprio per ridurre al minimo la resistenza di ritorno del circuito elettrico. Oppure potrebbe essere, e la foto potrebbe essere sempre la conferma, sempre il ritorno, ma del tipo ferroviario con valvola a scarica di tensione oggi molto usata per ridurre ulteriormente le correnti disperse nel terreno dalle linee.
Per quanto riguarda lo sviluppo del tram a Torino, si deve plaudire chi ha amministrato in passato e oggi, per la lungimiranza verso questo sistema di trasporto. Però, guardando tutte le grandi città del nord Europa dove ci sono condizioni climatiche invernali partcolari, nebbia, freddo, neve e gelo, il sistema tranviario viene tenuto particolarmente in considerazione.

Giancarlo
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

3045 Messaggi

Inviato il 22/08/2007 :  03:02:02  Guarda il profilo di
quote:
Messaggio di Giancarlo Giacobbo

Quel filo strano che hai veduto attaccato ai pali, se è isolato dal palo stesso altro non è che il famoso feeder oggetto di altra discussione. Se invece è un conduttore non isolato, è un ritono di terra. Nelle città con grande movimento di tram come in questo caso, il problema delle correnti disperse nel terreno si viene a sentire in maniera pesante. Pertanto si collegano i pali fra loro, ed essi al binario, proprio per ridurre al minimo la resistenza di ritorno del circuito elettrico. Oppure potrebbe essere, e la foto potrebbe essere sempre la conferma, sempre il ritorno, ma del tipo ferroviario con valvola a scarica di tensione oggi molto usata per ridurre ulteriormente le correnti disperse nel terreno dalle linee.


Non credo. Non credo che sia un ritorno perché in alcuni punti c'era in altri si ( se era una necessità ci sarebbe stato sull'intera rete e non solo su alcuni punti ).

Non credo che era un feeder perché è collegato direttamente al filo di contatto come nella catenaria ferroviaria anche se "il tirante" ( si vede nella foto ) potrebbe essere isolato non lo so, i tram usano delle tensioni tali che l'isolamento è molto minimo... per lo stesso motivo non credo anche che sia un punto di ritorno... la rete sarebbe in continuo corto circuito...

Ma forse pecco di presunzione pero'...

quote:
Per quanto riguarda lo sviluppo del tram a Torino, si deve plaudire chi ha amministrato in passato e oggi, per la lungimiranza verso questo sistema di trasporto. Però, guardando tutte le grandi città del nord Europa dove ci sono condizioni climatiche invernali particolari, nebbia, freddo, neve e gelo, il sistema tranviario viene tenuto particolarmente in considerazione.


Secondo me le due cose vanno di pari passo. Più una città ha delle problematiche da affrontare ( freddo, neve ecc ) più bisogna affrontarle e risolverle. E risolverle bene. A Roma oltre ad non esserci più una cultura del tram non c'è neanche la necessita di riattivarlo, se anche a Roma ci fossero dei problemi, forse il sistema ne gioverebbe, o dite che imploderebbe ancora di più?
Torna all'inizio della Pagina

Gemini76
Amministratore Delegato

Lazio
33367 Messaggi

Inviato il 22/08/2007 :  03:04:33  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Gemini76
A Roma c'è necessità...solo nn gliene frega un cavolo

************************
http://www.ilmondodeitreni.it

http://www.ilpendolaremagazine.it

http://www.sandonatovaldicomino.net

************************
Torna all'inizio della Pagina

Giancarlo Giacobbo
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
8003 Messaggi

Inviato il 22/08/2007 :  09:10:23  Guarda il profilo di
quote:
Messaggio di Razziatore
...Non credo. Non credo che sia un ritorno perché in alcuni punti c'era in altri si....


C'era o non c'era?

quote:
Non credo che era un feeder perché è collegato direttamente al filo di contatto come nella catenaria ferroviaria anche se "il tirante" ( si vede nella foto ) potrebbe essere isolato non lo so, i tram usano delle tensioni tali che l'isolamento è molto minimo... per lo stesso motivo non credo anche che sia un punto di ritorno... la rete sarebbe in continuo corto circuito....

Può essere un collegamento equipotenziario della linea, ma anche i feeder si possono collegare direttamente alla linea di contatto. Per quanto riguarda il tirante, è fatto così proprio per evitare l'aggancio diretto del conduttore, evidentemente inguainato, sul palo. Serve per rendere il tutto più elastico.
Come ho detto, quando c'è una intensa circolazione di mezzi, le correnti di ritorno sono forti anche se le tensioni di alimentazione sono tranviarie. Stiamo parlando di tensioni tra ruota e rotaia di pochi volt, ma con correnti complessive notevoli che si disperdono nel terreno con grossi danni alle strutture metalliche del circondario.



Giancarlo
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

3045 Messaggi

Inviato il 22/08/2007 :  20:49:42  Guarda il profilo di
quote:
Messaggio di Giancarlo Giacobbo

quote:
Messaggio di Razziatore
...Non credo. Non credo che sia un ritorno perché in alcuni punti c'era in altri si....


C'era o non c'era?


Mi sono espresso male... volevo dire "Perché in alcuni punti non c'era in altri si" ( o In alcuni punti c'era in altri no..." )...

In alcuni tratti era con in foto, in altri tratti era a 1 solo cavo ( come a Roma ). Sulla stessa linea. Per esempio... la foto si riferisce a una linea che dopo 300mt max diventa a 1 filo singolo ( come è a Roma per capirci )... Quindi escluderei un "ritorno" perché se fosse necessario per i motivi che dici, sarebbe necessario ( e quindi presente ) su tutta la linea e non solo in alcuni punti... no?
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

3045 Messaggi

Inviato il 22/08/2007 :  20:56:11  Guarda il profilo di
quote:
Messaggio di Gemini76

A Roma c'è necessità...solo nn gliene frega un cavolo



Non sono daccordo. A Roma con la metro e con gli autobus si riesce più o meno a gestire il trasporto urbano ( che poi sia gestito da cani ci si puo' sempre discutere quanto ne vogliamo, anche se c'è poco da discutere siamo tutti daccordo ). Quello che volevo dire e che in citta con effettive difficoltà nebia, freddo ecc... il tram è un veicolo molto più affidabile che l'autobus spece se mandato in sede protetta e "privata" ... Anche se c'è nebbia non importa intanto ci va solo lui...

capito cosa volevo dire?

Poi in altre città c'è una cultura del servizio publico che a Roma ( e più in generale in Italia ) non c'è su questo non si discute.

Mi ricorderò sempre di due progetti per grattaceli... uno messo a Londra ( o era New York? ) e l'altro a Milano...

Quello di milano aveva un mega parcheggio su più piani al suo interno.. e avevano anche progettato una specie di super raccordo stradale a 3 corsie...

Quello di londra aveva un mini parcheggio... contando anche quelli per i mezzi di soccorso mi pare che non superasse la decina, pero' in compenso c'era una stazione della metro integrata nella struttura...

Differenza di mentalità inutile stare li a discutere...
Torna all'inizio della Pagina

Giancarlo Giacobbo
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
8003 Messaggi

Inviato il 23/08/2007 :  19:34:32  Guarda il profilo di
quote:
Messaggio di Razziatore
In alcuni tratti era con in foto, in altri tratti era a 1 solo cavo ( come a Roma ). Sulla stessa linea. Per esempio... la foto si riferisce a una linea che dopo 300mt max diventa a 1 filo singolo ( come è a Roma per capirci )... Quindi escluderei un "ritorno" perché se fosse necessario per i motivi che dici, sarebbe necessario ( e quindi presente ) su tutta la linea e non solo in alcuni punti... no?


La foto riporta una sospensione tranviaria a catenaria più un conduttore che è il motivo della discussione. Questo conduttore può benissimo essere quello che ho detto possa essere, perchè se su quel tratto di linea circolano vetture di varie linee che poi dopo 300m si separano, è ovvio che in quel punto ci potrebbe essere la necessità di rafforzare l'alimentazione perchè le cadute di tensione possono essere alte. Contemporaneamente può essere un ritorno per lo stesso motivo di sopra.

Giancarlo
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

4036 Messaggi

Inviato il 23/08/2007 :  20:02:48  Guarda il profilo di
quote:
Mi sarebbe piaciuto vedere la segnaletica che regolamenta questi incroci ma purtroppo non ho mai potuto.

Ti segnalo questo link.
http://www.lucajuventino.altervista.org/tram/segnali.htm
(Ottimo sito sui tram di Torino)
Torna all'inizio della Pagina

Malcom1975
Capo Stazione

Piemonte
923 Messaggi

Inviato il 23/08/2007 :  20:30:38  Guarda il profilo di  Visita il Sito di Malcom1975
Anche quà a Torino abbiamo rischaito di veder morire il Tram poi negli anni 90 c'è stato un rilancio.
Un secolo fà la tranvia arrivava nelle vicina Stupinigi poi durante la 2^ guerra mondiale i tedeschi la smantellarono! Così ho sentito dire da degli anziani una volta in autobus..
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

3045 Messaggi

Inviato il 24/08/2007 :  01:13:21  Guarda il profilo di
quote:
Messaggio di Giancarlo Giacobbo
La foto riporta una sospensione tranviaria a catenaria più un conduttore che è il motivo della discussione. Questo conduttore può benissimo essere quello che ho detto possa essere, perchè se su quel tratto di linea circolano vetture di varie linee che poi dopo 300m si separano, è ovvio che in quel punto ci potrebbe essere la necessità di rafforzare l'alimentazione perchè le cadute di tensione possono essere alte. Contemporaneamente può essere un ritorno per lo stesso motivo di sopra.



Non mi pare che ci siano "deviazioni" lungo il percoso.. ma a torino non si puo' mai dire... quando torno mi informo meglio.

Comunque per chi volesse quella foto è stata fatta mentre andavo dalla facolta di Fisica ( si è laureato un mio amico 110 e Lode... il modesto ) al Valentino... tutto il viale che costeggia il valentino ha questa catenaria ( se mi ricordo bene.
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted

3045 Messaggi

Inviato il 24/08/2007 :  01:15:36  Guarda il profilo di
quote:
Messaggio di Mlacom1975

Anche quà a Torino abbiamo rischaito di veder morire il Tram poi negli anni 90 c'è stato un rilancio.
Un secolo fà la tranvia arrivava nelle vicina Stupinigi poi durante la 2^ guerra mondiale i tedeschi la smantellarono! Così ho sentito dire da degli anziani una volta in autobus..



Fino alla reggia di Stupinigi? Wow.. è un bel po' lontana da torino... comunque bisogna vedere se era un tram...

Voglio dire quanti confonderebbero La Roma-Pantano per una linea di Tram? Si noi sappiamo che è una ferrovia ma la gente comune che la guarda?
Torna all'inizio della Pagina

2577
Ausiliario

1 Messaggi

Inviato il 24/09/2007 :  14:49:59  Guarda il profilo di
quote:

Fino alla reggia di Stupinigi? Wow.. è un bel po' lontana da torino... comunque bisogna vedere se era un tram...

Voglio dire quanti confonderebbero La Roma-Pantano per una linea di Tram? Si noi sappiamo che è una ferrovia ma la gente comune che la guarda?


Ciao a tutti, e' la prima volta che partecipo al forum
Si trattava proprio di una linea tranviaria, in particolare era la linea 41, nata come tranvia interurbana fino a Piobesi.
Nel 1936 la tratta fino a Stupinigi viene ceduta all'ATM che la esercisce con normali motrici tranviarie serie 2100 e 2500 fino al 1956, quando viene soppressa e sostituita dall'autobus I.
Ciao
Flavio
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: of 6 Discussione  
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Discussione Bloccata
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Forum ilmondodeitreni - © Ilmondodeitreni.it 2005-2019 Antidoto.org | Brutto.it | Estela.org | Equiweb.it
Questa pagina è stata generata in0,12 secondi Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.05