Il Forum de Ilmondodeitreni.it
Il Forum de Ilmondodeitreni.it
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Ferrovie Estere
 Ferrovie Est Europa
 Ucraina
 Nuova Discussione  Rispondi
Pagina Precedente
Autore Discussione
Pagina: of 5

l_pisani_54
Capo Stazione

1119 Messaggi

Inviato il 08/07/2022 :  09:22:34  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Prendo atto che l'amministrazione di questo forum, ha sdoganato l'argomento politica, almeno in questo thread, quindi mi sento in dovere di dire la mia.
Il diritto internazionale, la difesa della democrazia e tante altre belle cose, sono come la pelle dei testicoli: si allungano a piacimento a seconda delle esigenze dei potenti.
Se l'occidente volesse difendere la democrazia ed i diritti umani nel resto del mondo, non avrebbe lasciato l'Afghanistan nelle mani di un regime violento e retrogrado come quello dei talebani, non avrebbe accettato le condizioni del despota turco Erdogan, scaricando i curdi che hanno combattuto coraggiosamente l'Isis, e potrei citare molti altri esempi più lontani nel tempo.
Le superpotenze, Russia e Stati Uniti hanno sempre curato i loro interessi, fregandosene della democrazia, dei diritti umani ecc ..., hanno innescato guerre e colpi di stato in giro per il mondo, cercando spesso qualcuno che si sporcasse le mani al posto loro.
La guerra in Ucraina parte da lontano, era prevedibile, era stata prevista da diversi esperti, ma non è stato fatto nulla per evitarla, anzi ...
Naturalmente Putin è un despota brutale, che non ha esitato a mettere in atto una guerra orribile, nel pieno spirito di quanto è accaduto in Russia negli ultimi secoli, partendo dalle stragi della rivoluzione, continuando con i massacri di Stalin, e forse, questa "brutalità" fa parte proprio del DNA dei russi, magari è dovuta anche all'estrema rigidità del clima, oppure alla scarsa considerazione della vita delle singole persone, tipica del regno assoluto degli zar prima, e del regime sovietico poi.
Comunque, americani e inglesi, sono anni che addestrano gli ucraini allo scontro con la Russia, gli hanno fatto credere che sarebbero entrati nella Nato, ed hanno aspettato lo scontro che prima o poi sarebbe diventato inevitabile.
Ricordo che i primi giorni di guerra, Zelensky disse: "ora ho capito che l'Ucraina non potrà entrare nella Nato". Significa che prima gli avevano fatto credere il contrario.
C'è chi sostiene che qualsiasi paese possa scegliere le proprie alleanze, certo tecnicamente è così, ma poi ci sono le conseguenze, e visto che la Nato è un'alleanza militare, queste, nel caso di un paese confinante con la potenza avversaria, potrebbero essere gravi.
Dobbiamo capire quale sia l'obiettivo che vogliamo perseguire. Se ci preme la salvezza di qualche decina di milioni di ucraini, e in seconda battuta la stabilità politico economica dell'Europa, non possiamo continuare a foraggiare all'infinito la guerra contro la Russia, a meno di non essere disposti ad intervenire direttamente. Bisogna trovare una via di trattativa che, alla fine, dia alle parti la possibilità di dire di aver vinto qualcosa.
Ricordo che la pace si può fare prima, durante e dopo una guerra. Prima è meglio, mentre durante, finché il confronto è incerto, comporta concessioni da entrambe le parti, dopo, a guerra finita, con un vincitore ed un vinto, si può stabilire solo se quest'ultimo debba calarsi le braghe fino alle ginocchia, o fino alle caviglie.
Sono mesi che siamo bombardati dalla propaganda e se qualcuno prova a ragionare, a capire, viene zittito e bollato come putiniano. Certo, dall'altra parte è peggio, e chi dissente finisce direttamente in galera o sparisce, ma non è una buona ragione per sorbirmi tutti i giorni Zelensky con la maglietta militare che chiede più armi, sentire le spiegazioni tecniche su come le nostre armi "buone e giuste" stanno ammazzando migliaia di soldati russi, ascoltare dettagliati resoconti su ogni singolo civile ucraino perito nei bombardamenti ecc ...
Sia chiaro, da qualsiasi parte la giriamo, la guerra è una m..da. La guerra è fatta per uccidere, o meglio ferire, mutilare, o rendere inabile, perché un nemico ferito crea più problemi, in quanto deve essere curato e accudito. Al di la dei crimini di guerra (come le uccisioni premeditate di civili), in tutte le guerre muoiono più civili che soldati, perché i primi non sono preparati e non sono minimamente in grado di difendersi.
Spero di essere stato chiaro e vorrei che questo forum tornasse ad occuparsi di treni, bus e TPL in genere.

Modificato da - l_pisani_54 il 08/07/2022 09:25:53
Torna all'inizio della Pagina

emipaco
Amministratore(Capo Reparto Movimento)

Lazio
15062 Messaggi

Inviato il 08/07/2022 :  10:01:28  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
aggiungo anche io la mia, poi non interverrò più sull'argomento (premesso che i miei post precedenti erano assolutamente oggettivi riportando alcuni fatti relativi alle ferrovie russe).

è indubbio che i nostri media sono schierati, pro ucraina. il punto di vista russo è poco approfondito.
è indubbio che dispiace sapere che 37.000 soldati russi (tra cui, e questo ci deve far riflettere, tantissimi 18enni di leva o pensionati dell'armata rossa richiamati dalle compagnie private) siano morti
è indubbio che la russia stia smaltendo i mezzi più vecchi che aveva in arsenale (nei primi gg di guerra convinta che l'esercito ucraino si sarebbe liquefatto come nel 2014 in crimea, adesso perchè quelle nuove le tengono indietro dato che l'inerzia della guerra "grazie o per colpa" delle armi occidentali non è così poi a favore della russia)
è indubbio che la crisi di Johnson in BG abbia dato respiro alla russia, almeno in teoria
MA
il fatto incontrovertibile è che un paese (più o meno europeo, diciamo almeno in parte e dal punto di vista sia economico che geografico) ha invaso un altro paese, ammazzando civili in un ottica solo parzialmente militare; posso capire -anche se agghicciante- il radere al suolo le città per evitare imboscate per le truppe combattenti ma i missili sparati su centri commerciali, teatri, rifugi e condomini lontani centinaia di km dal fronte no.

vogliamo dire che senza le armi dell'occidente adesso la guerra sarebbe già finita (lo posso affermare perchè gli ucraini i primi gg di giugno hanno affermato di aver terminato le scorte di armi ex-sovietiche) e che quindi tutti i morti di ieri, oggi e domani non ci sarebbero stati?

è sicuramente vero, ma il parallelo russia/germania nazista si impone:
se la società delle nazioni avesse mandato armi e mezzi alla cecoslovacchia ed alla polonia si sarebbe evitata la seconda guerra mondiale?

con i ma e con i se non si fa la storia, certo è che nel 2022 una guerra di aggressione in europa non può passare senza conseguenze...

infine, se vogliamo trovare un colpevole (ma forse sono due) della situazione attuale è angela merkel (e in quota parte la francia) che si oppose fermamente nel 2014 all'ingresso dell'ucraina in UE (e non dico nella nato!).

ecco, fossi in lei questi morti me li sentirei sulla coscienza perchè con l'ucraina nella UE la russia non avrebbe mai e poi mai attaccato.

detto questo, torno volentieri a parlare di treni, bus ecc...

colui che sorride quando le cose vanno male ha già trovato qualcuno a cui dare la colpa (Arthur Bloch)
Torna all'inizio della Pagina

CeSMoT
Amministratore(Capo Reparto Movimento)

Lazio
1246 Messaggi

Inviato il 08/07/2022 :  11:27:43  Guarda il profilo di  Visita il Sito di CeSMoT  Rispondi Citando
Nessuno nega che USA ed UE potevano prevedere cosa sarebbe accaduto post invasione della Crimea,visti i precedenti di Ossezia e Transnistria... sicuramente è stato fatto credere ad Ucraina o che invasione non ci sarebbe mai stata o che la NATO sarebbe corsa...non per nulla i paesi più attivi sul fronte aiuti militari sono quelli che sono stati anni sotto la dominazione Ruzza e che temono che Ucraina sia solo il primo boccone per ricostruire il patto di Varsavia...i politici della Duma starnazzano che ey stato un errore riconoscere le repubbliche baltichezminacciani la Finlandia...siamo d'accordo,magari sono boutade come i padani amarti fino ai denti ma...

*CeSMoT - Centro Studi Sulla Mobilità e i Trasporti*
Torna all'inizio della Pagina

CeSMoT
Amministratore(Capo Reparto Movimento)

Lazio
1246 Messaggi

Inviato il 08/07/2022 :  14:02:14  Guarda il profilo di  Visita il Sito di CeSMoT  Rispondi Citando
Poi,sulla Turchia: purtroppo nonostante parecchie nefandezze di erodgan (e dei suoi predecessori)tocca tenersela buona perché controlla accesso al Mar Nero in virtù di una convenzione di inizio secolo..come avete visto si barcamena tra un colpo al cerchio ed uno alla botte...fedele alla NATO,le sue industrie producono i famosi droni utilizzati dall'esercito ucraino ma contemporaneamente flirta con i Ruzzi e.continua ad occupare Cipro Nord in sfregio a qualsiasi norma.internazionale. Del resto la UE si tiene stretta Ungheria di Orban che oltre ad essere un gran despota è anche pappa e ciccia con i ruZZi...ma del resto,come è stato fatto presente,fu la Merkel a sostenere che dovevamo essere amici di Mosca e diede via libera al North stream rendendoci dipendenti dal gas ruZZo...il tutto forse ritenendo che un paese "politicamente stabile" fosse meglio della turbolenta Africa. Il problema fondamentale è che le armi non sono infinite,la NATO ha paura di svuotare troppo immagazzini e del resto occorre tempo per il training. Poi è chiaro che le famose accuse dei moscoviti a Kyiv sono farlocche, casualmente il casino nel Donbass iniziò quando il burattino messo su da mosca venne cacciato a furor di popolo...ed anche lì Europa fu miope,puntarono tutto sulla.timoshenko che invece stava sulle balle a mezzo paese per tutto gli impicci sul gas in cui era stata invischiata. Anche Poroshenko,per quanto filo occidentale era visto come un oligarca e trattato in Occidente con superiorità e superficialità (ignorando che la Roschen è una delle più grandi industrie dolciarie dell'Est ma anche che non è che sia così buono il loro cioccolato... c'è di meglio in commercio ...no,la Nutella costa un rene, più che da noi) diciamocelo..abbiamo tutti sognato con il Wind of Change,ci siamo emozionati con il crollo del muro di Berlino ma non ci siamo resi conto di antichi odi tra popolazioni...ed occhio che prima o poi scoppia il casino in Bosnia (dove servi e bosniaci/croati convivono solo perché così ha voluto la NATO) ed in Kossovo. Senza dimenticare che Atene e Sofia hanno continin sospeso con Skopje. Il peggio temo debba venire

*CeSMoT - Centro Studi Sulla Mobilità e i Trasporti*
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: of 5 Discussione  
Pagina Precedente
 Nuova Discussione  Rispondi
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Il Forum de Ilmondodeitreni.it - © Ilmondodeitreni.it 2005-2022 Antidoto.org | Brutto.it | Estela.org | Equiweb.it
Questa pagina è stata generata in0,15 secondi Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.05