Forum ilmondodeitreni
Forum ilmondodeitreni
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Trasporto Pubblico Locale Roma
 TPL a Roma e nel Lazio
 a volte tornano: la funivia di Roma
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: of 5

l_pisani_54
Capo Stazione

1040 Messaggi

Inviato il il 10/05/2016 :  09:17:24  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
La candidata sindaco dei 5 stelle ha tirato fuori, tra lazzi e sberleffi, l'idea di una funivia tra Casalotti e Boccea.
A prima vista è sembrata anche a me una "strunzata", però poi qualche dubbio mi è venuto.
Sicuramente non si tratterebbe di una funivia, ma molto più probabilmente di una cabinovia.
Per funivia si intende un impianto a cavo con due sole cabine, di grandi dimensioni, una va e l'altra viene, esattamente come una funicolare, solo che viaggia appesa in aria e non su rotaie.
La cabinovia invece ha più cabine distanziate lungo il cavo, di dimensioni variabili tra i 6 8 posti, per quelle più piccole, fino a 25 30 per gli impianti più importanti.
Gli impianti più recenti sono ad agganciamento automatico, quindi i passeggeri non devono corrergli dietro, ma le cabine in stazione scorrono lentamente davanti alla fila di persone e poi vanno ad agganciarsi al cavo.
Hanno una velocità elevata (per questo tipo di impianti) 6 8 m/s ed oltre, quindi 20/30 km/h, che non è poco per un mezzo che si muove dritto per dritto fuori dal traffico.
Anche la porta oraria è elevata, si va dalle 2500 3000, fino a 6000 persone.
Avrebbe il vantaggio della rapida realizzazione, visto che nelle zone di montagna le costruiscono in pochi mesi, tra una stagione sciistica e l'altra.
Non ho la minima idea di quanto costi, sicuramente molto meno di una metro, anche se per la velocità commerciale andrebbe più confrontata con una linea tranviaria.
Andrebbero anche visti i costi di manutenzione e gestione e si potrebbero analizzare i numerosi casi già esistenti nel mondo, anche se mi sembra di capire che gli impianti già realizzati siano quasi tutti di tipo turistico.
Possiamo provare a discuterne seriamente, soffocando l'iniziale risata che viene per le proposte strane?

alejandro.roma
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
12589 Messaggi

Inviato il 10/05/2016 :  09:57:02  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Prima di discutere di sistemi alternativi perche' non risolvono i
problemi strutturali della zona?
La cabinovia, funivia non deve apparire come la soluzione più' comoda per dire "ho risolto i problemi di mobilita' tra boccea e casalotti, cerco di avere una visione delle cose quanto più' obiettiva e meno ideologica possibile.





***************************************
I mezzi su rotaia sono i migliori mezzi di trasporto pubblico
Torna all'inizio della Pagina

l_pisani_54
Capo Stazione

1040 Messaggi

Inviato il 10/05/2016 :  10:13:54  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Roma ha grossi problemi di viabilità, perché le strade sono insufficienti.
Possiamo operare in due maniere:
1) adeguare la viabilità al notevole traffico privato che c'è
2) provare a ridurre il traffico privato, aumentando l'offerta del servizio pubblico.
Io trovo più logica la seconda, specie se si trovano soluzioni veloci.
In quest'ottica, un impianto che non richiede lunghi lavori, tipo scavi e chiusure stradali, che, per tutta la durata dell'intervento penalizzano ancor più il traffico della zona, non mi sembra male.
Sempre che funzioni, naturalmente.
Per quanto riguarda la pura e semplice fattibilità tecnica, non credo ci siano problemi, perché le ditte che operano nel settore, alcune delle quali italiane, sono molto serie ed hanno una lunga esperienza di impianti che funzionano in condizioni climatiche sicuramente molto più difficili di quelle romane.
Restano le perplessità sui costi, specie quelli di gestione, la fattibilità delle stazioni lungo il percorso e gli "impicci" burocratici per quella che sarebbe una realizzazione atipica.
Torna all'inizio della Pagina

Fab 1224
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

21005 Messaggi

Inviato il 10/05/2016 :  10:33:21  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Infatti le perplessità che hai espresso caratterizzeranno la maggior parte dei problemi di realizzazione..
Torna all'inizio della Pagina

alejandro.roma
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
12589 Messaggi

Inviato il 10/05/2016 :  17:45:26  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Uno dei peccati originali di Roma e' stata l'assenza di uno strumento di pianificazione urbanistica,
ecco spiegata la nascita di quartieri come casalotti o ex borgate abusive, oggi e' cambiata la situazione, tutto in regola ma il tpl e' sempre l'ultimo ad arrivare.


***************************************
I mezzi su rotaia sono i migliori mezzi di trasporto pubblico
Torna all'inizio della Pagina

l_pisani_54
Capo Stazione

1040 Messaggi

Inviato il 10/05/2016 :  19:10:54  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
A Roma, nel secondo dopoguerra si sono costruiti interi quartieri "allo sprofondo", lontani da tutto.
Il gioco era questo: il costruttore ammanicato comprava dei terreni agricoli lontani dalla città, questi successivamente venivano resi edificabili, allora il costruttore iniziava a costruire, poi, una volta aumentati i prezzi delle aree, vendeva il resto dei terreni ad altri costruttori, lucrando così due volte.
Il quartiere nato lontano dalla città, senza servizi e senza viabilità adeguata, praticamente impossibile da collegare con il trasporto pubblico, rimaneva sul groppone della comunità.
Questo gioco si è fatto molte volte, creando una periferia invivibile.
I casi peggiori sono quelle borgate "spontanee" dove, oltre la lontananza dal centro, bisogna fare i conti con l'assoluta inadeguatezza della viabilità interna, parlo di quei posti dove Atac deve fare servizio forzatamente con i bus corti, perché i 12 metri non ci passano.
Purtroppo condoni e sanatorie sanano gli abusi da un punto di vista formale, ma non stirano le strade e non fanno sorgere dal nulla gli spazi per verde e servizi.

Visto che è costoso e complicato sventrare la periferia per adeguarla a standard decorosi, passare per aria potrebbe essere una soluzione.

Modificato da - l_pisani_54 il 10/05/2016 19:12:37
Torna all'inizio della Pagina

alejandro.roma
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
12589 Messaggi

Inviato il 10/05/2016 :  19:40:30  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Ho trovato questo simpatico metodo per calcolare il costo di un impianto a fune, chi vuole cimentarsi per quella romana :)

http://www.funivie.org/web/tecnica/quanto-costa-una-funivia/

Io personalnente tendo a diffidare chi propone alternative apparentemente economiche rispetto ad altre più' costose, in certi casi per sciocchezze può' valere, per altre meno, come, ad esempio, le stampanti possono costare pochissimo, nel momento in cui devi trovare le cartucce.


***************************************
I mezzi su rotaia sono i migliori mezzi di trasporto pubblico

Modificato da - alejandro.roma il 10/05/2016 21:54:32
Torna all'inizio della Pagina

iencenelli
Moderatore(Coordinatore Movimento)

8276 Messaggi

Inviato il 10/05/2016 :  22:00:54  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
mettendo 5000 metri cabinovia , senza stazioni intermedie , 3000 passeggeri ora stiamo sui 15 milioni di euro
Torna all'inizio della Pagina

l_pisani_54
Capo Stazione

1040 Messaggi

Inviato il 10/05/2016 :  22:47:55  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Io ho fatto una prova con 2000 m e una stazione intermedia, stiamo sugli 8 10 milioni a chilometro, compreso tutto. Costi paragonabili all'armamento di una linea tranviaria, a cui però andrebbe aggiunto il costo dei rotabili.
Pensavo di più, come idea non è proprio "na strunzata".
Torna all'inizio della Pagina

iencenelli
Moderatore(Coordinatore Movimento)

8276 Messaggi

Inviato il 10/05/2016 :  23:21:24  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
ci compri 50 bus :)
Torna all'inizio della Pagina

Fab 1224
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

21005 Messaggi

Inviato il 10/05/2016 :  23:55:35  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Vedremo se la Raggi o chiunque diventera' sindaco realizzera' veramente un'opera del genere..
Flop o soluzione alternativa.
Torna all'inizio della Pagina

l_pisani_54
Capo Stazione

1040 Messaggi

Inviato il 11/05/2016 :  12:28:42  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Ci ho un po' ragionato sopra.
Di positivo c'è che è una tecnologia diffusa e consolidata, anche se in altro ambito (turismo e montagna), quindi non ci si legherebbe ad un prodotto "strano", con tutti i rischi che comporterebbe per assistenza futura: se installo una monorotaia, tanto per fare un esempio, si tratta di un impianto poco sperimentato, con poche o nessuna istallazione nel mondo, che, in caso di chiusura della ditta produttrice, renderebbe problematica la manutenzione.
E' un impianto realizzabile in tempi brevi, diciamo un anno un anno e mezzo, tra progetto, gara e realizzazione, sicuramente più semplice di una linea tranviaria.
Faccio il paragone con il tram perché mi sembra che portata e velocità commerciale effettiva siano simili.
I costi, da un primo calcolo approssimativo, come ordine di grandezza, sembra siano paragonabili al tram, forse inferiori, perché nel "pacchetto" oltre all'impianto sono comprese le cabine.
Sicuramente il sistema ha dei limiti, per esempio non può essere applicato in centro storico, perché dubito che la sovrintendenza autorizzerebbe una cabinovia che passa per i Fori Imperiali.
Non è pensabile in presenza di un abitato particolarmente intensivo, però, in zone dove non ci sono particolari vincoli paesaggistici, potrebbe risolvere delle situazioni localizzate.
Un quartiere periferico, con viabilità carente (e ce ne sono diversi), potrebbe per esempio essere facilmente collegato alla metropolitana con un impianto del genere.
Se volessi fare Tra Casalotti e Boccea una linea tranviaria, affronterei dei costi simili, ma i tempi di realizzazione sarebbero più lunghi e poi, non essendoci una rete tranviaria che arriva fin lì, bisognerebbe costruire un deposito per le vetture, che resterebbero "confinate" a quella linea.
Qualcuno ha scritto che la cabinovia costerebbe come 50 autobus, certo l'infrastruttura fissa è più costosa, ma tra 10 12 anni i bus sono da sostituire e devo di nuovo spendere la stessa cifra.
Credo che la realizzazione di qualche impianto di lunghezza limitata, non oltre i 5 chilometri, potrebbe essere realizzabile.
Gli impianti in montagna in genere vanno da A a B senza fermate, al massimo con una stazione intermedia (spesso utilizzabile solo in salita). Qui dato l'uso diverso, le stazioni intermedie potrebbero essere di più ed utilizzabili in entrambe le direzioni.
Il rallentamento alle fermate, per i sistemi ad agganciamento automatico, sarebbe paragonabile a quello del tram alle fermate.
Anche la manutenzione non credo sia particolarmente onerosa, l'unico intervento pesante dovrebbe essere la sostituzione dei cavi, dopo un certo numero di anni, più o meno paragonabile alla sostituzione delle rotaie in uan linea tranviaria.
Torna all'inizio della Pagina

alejandro.roma
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
12589 Messaggi

Inviato il 11/05/2016 :  13:10:30  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
A Roma il prolungamento della metro B da Laurentina a Fonte Laurentina e' stato sostituito con una linea filoviaria ancora in costruzione, l'ombra di presunti compensi per l'acquisto dei mezzi, un ponte per il GRA posato solo di recente.
Sinceramente credo che funivie o monorotaie fungano da raccoglitori di consensi elettorali,specialmente per rincuorare i cittadini poco considerati soli nelle periferie, convibcendo la gente che costa meno di una metro, sicuramente, ogni mezzo ha una sua capacita' e funzione, la funivia non può essere spacciata come sostituta.
A monte Mario o per colle salario può avere un suo perché .


***************************************
I mezzi su rotaia sono i migliori mezzi di trasporto pubblico
Torna all'inizio della Pagina

Fab 1224
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

21005 Messaggi

Inviato il 11/05/2016 :  13:14:40  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Se si guarda l'opera sulla laurentina (linea filobus), visto che ancora siamo in attesa, qualsiasi progetto alternativo in teoria risulta plausibile se non migliore... Per giudicare bisognerebbe provare.
Torna all'inizio della Pagina

alejandro.roma
Professional Senior(1° Aggiunto di Reparto)

Lazio
12589 Messaggi

Inviato il 11/05/2016 :  13:43:51  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Da Jonio per Porta di Roma sono stati proposti sistemi ettometrici o corridoio della mobilita in superficie, chi costruisce metropolitane in altre città' del mondo e' stupido , esclusa Roma, a Milano a nessuno viene in mente di fare funivie o sistemi a fune, le cose sono due: o non abbiamo soldi o ci trattano da cretini a noi romani :)


***************************************
I mezzi su rotaia sono i migliori mezzi di trasporto pubblico

Modificato da - alejandro.roma il 11/05/2016 13:45:49
Torna all'inizio della Pagina

l_pisani_54
Capo Stazione

1040 Messaggi

Inviato il 11/05/2016 :  14:16:52  Guarda il profilo di  Rispondi Citando
Infatti non credo che una cabinovia possa sostituire una metropolitana, per portata, per velocità commerciale ed anche per l'impossibilità di realizzarla in ogni contesto.
Qui si parlava di impiegare un mezzo diverso per situazioni limitate e circoscritte, come dei tratti brevi, di pochi chilometri, per collegare dei quartieri alla metro.
Una filovia o una tranvia periferica, non collegata alle altre linee, quindi con i mezzi utilizzabili solo su quella linea, quella sì che mi sembra una fesseria.
Siccome sono un utente abituale di questo tipo di impianti (d'inverno vado a sciare), all'inizio la proposta mi ha fatto ridere, perché mi sembrava assolutamente fuori luogo, poi però ci ho ragionato sopra e, se fosse praticabile non sarebbe male.
Gli impianti attuali sono comodi, veloci ed affidabili.
Considerate che quelli in montagna operano a quote tra i 1000 ed i 3000 m, d'inverno, con temperature molto rigide e venti forti, senza fermarsi praticamente mai, quindi l'affidabilità dovrebbe essere fuori discussione.
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: of 5 Discussione  
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Forum ilmondodeitreni - © Ilmondodeitreni.it 2005-2019 Antidoto.org | Brutto.it | Estela.org | Equiweb.it
Questa pagina è stata generata in0,19 secondi Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.05