Forum ilmondodeitreni
Forum ilmondodeitreni
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
 Tutti i Forum
 Ferrovie Italiane
 Ferrovie Italiane
 Roccasecca - Avezzano

Nota: Devi essere registrato per poter rispondere.
Per registrarti, clicca qui. La Registrazione è GRATUITA!

Dimensioni video:
Nome Utente:
Password:
Modalità Formato:
Formato: GrassettoCorsivoSottolineatoBarrato Allinea a sinistraCentratoAllinea a destra Linea orizzontale Inserisci HyperlinkInserisci EmailInserisci Immagine Inserisci CodiceInserisci CitazioneInserisci Lista
   
Messaggio:

* HTML disabilitato
* Codice Forum abilitato
Faccine
Felice [:)] Davvero Felice [:D] Caldo [8D] Imbarazzato [:I]
Goloso [:P] Diavoletto [):] Occhiolino [;)] Clown [:o)]
Occhio Nero [B)] Palla Otto [8] Infelice [:(] Compiaciuto [8)]
Scioccato [:0] Arrabbiato [:(!] Morto [xx(] Assonnato [|)]
Bacio [:X] Approvazione [^] Disapprovazione [V] Domanda [?]

 
Clicca qui per sottoscrivere questa Discussione.
   

C O N T R O L L A    D I S C U S S I O N E
Gemini76 Inviato - 19/12/2008 : 00:10:32
Il vecchio topic è andato perduto per un tragico errore, volevo segare una risposta ed ho segato l'intero topic.
Cmq su Metro oggi c'era una foto della 668 incidentata,ad occhio i danni non sembrano gravissimi, e si spera la linea riapra in tempi abbastanza brevi.
Mi sconvolge l'ignoranza dei giornalisti che non si son preoccupati neanche di controllare il sito di FS o cmq di contattare l'ufficio stampa FS per avere qualche info in più. Dai primi resoconti sembrava che per un soffio era stata evitata una strage

cmq

FS, MALTEMPO: PRECISAZIONE LINEA AVEZZANO -
ROCCASECCA
Roma, 17 dicembre 2008
In relazione allo svio del treno regionale 7450 avvenuto questa mattina al km 10500
della linea Avezzano-Roccasecca (tra Arce e Arpino) si specifica che, nel punto in
cui è avvenuto lo svio, la linea ferroviaria corre in trincea per circa 100 metri, cioè
tra 2 pareti una delle quali, quella lato monte da dove è avvenuto il distacco del masso, è alta circa 10 metri ed è quasi verticale.
Da questo lato la trincea è costituita tecnicamente da materiale lapideo in formazione brecciosa, cioè una serie di grandi pietre tenute insieme da un legante costituito dal terreno.
Sulla parete è presente una rete di sicurezza a protezione da eventuali cadute di pietre di medie dimensioni e di terra.
Il masso che ha provocato lo svio era di circa un metro cubo ed è caduto, a causa delle abbondanti precipitazioni degli ultimi giorni, da un’altezza di circa 4 metri, abbattendo la rete.
Il livello di presidio e controllo della linea Avezzano-Roccasecca, finalizzato a garantire idonei livelli di sicurezza, è lo stesso che viene attuato su tutta la rete RFI (Gruppo FS) così come si evince per altro dalla presenza della rete di sicurezza paramassi.
In occasione delle precipitazioni dei giorni scorsi, RFI ha effettuato controlli straordinari di quel tratto di linea, in cabina e a piedi. L’ultimo controllo era stato
fatto l’altro ieri.
L’eccezionalità delle dimensioni del masso, eccedente quelle prevedibili in funzione della tipologia della roccia presente, ha provocato la rottura della rete che per circa
20 anni aveva garantito un presidio efficace e sicuro per quel tratto di linea

15   U L T I M E    R I S P O S T E    (in alto le più recenti)
emipaco Inviato - 19/01/2021 : 14:46:00
sicuro 2 e non 3?
perchè ne hanno ristrutturate 3, di aln668.1900
Gemini76 Inviato - 19/01/2021 : 14:27:00
Oggi son transitate per la linea due ALN 668.1900 di Fondazione FS dirette a Sulmona
Maestrale-F570 Inviato - 15/01/2021 : 09:49:04
quote:
Messaggio di Emilio.Cancelli

Con gli scambi elettrici bloccati per il corretto tracciato si potrebbe comunque garantire un minimo servizio, seppure di fatto a spola.
Le scaldiglie? Ma se nevica ogni morte di papa, a che servono?
La necessità di chiudere tutto nasce allora da questo semplice ragionamento: a Civita d'Antino, Arpino ed Arce ci sono gli scambi a molla...e se la neve li bloccasse? PAURA!!! SI CHIUDE TUTTO!
Chiaro?


Il ghiaccio non si forma solo con la neve.
Basta dell'umidità e la bassa temperatura, e da quelle parti, la temperatura in inverno scende spesso sotto zero, che si ferma tutto se non fai manutenzione.
Sotto zero ghiaccia anche il grasso degli scambi, figuriamoci l'umidità o l'acqua.
Gemini76 Inviato - 15/01/2021 : 09:22:38
Caspita,è vero,dimenticavo i tallonabili installati all'epoca della DU...due scaldiglie potrebbero pure metterle...
Emilio.Cancelli Inviato - 14/01/2021 : 22:38:01
Con gli scambi elettrici bloccati per il corretto tracciato si potrebbe comunque garantire un minimo servizio, seppure di fatto a spola.
Le scaldiglie? Ma se nevica ogni morte di papa, a che servono?
La necessità di chiudere tutto nasce allora da questo semplice ragionamento: a Civita d'Antino, Arpino ed Arce ci sono gli scambi a molla...e se la neve li bloccasse? PAURA!!! SI CHIUDE TUTTO!
Chiaro?
emipaco Inviato - 08/01/2021 : 12:39:36
tutto giusto Omar, anche se adesso l'esercizio dei treni storici è sospeso causa pandemia
Michele Ginanneschi Inviato - 08/01/2021 : 08:55:57
So che RFI ha anche dei mezzi sgombraneve anfibi, anche con turbina: non ce n'è nessuno al centro sud?
Gemini76 Inviato - 07/01/2021 : 20:50:40
Per quanto sia folle il piano neve ha una sua logica (perversa): intanto c'è un solo spazzaneve, sta a Sulmona,ha giurisdizione su tutto il centro sud e serve pure quando il potente sovrano ha programmato qualche treno sulla Sulmona - Carpinone (i turisti si fanno spennare per viaggiare su finti treni storici, però dato che si son fatti spennare, il pollo pagante è sacro). Non ci sono più gli assuntori, manodopera a buon mercato che, in caso di neve, si armava di scopa e pala a tenere puliti scambi e marciapiedi. CI son le norme di protezione civile: in caso di allerta meteo sei penalmente e civilmente responsabile. Cosa significa? vai in stazione, cadi per il ghiaccio, fai causa ad RFI. Rimani sul treno bloccato: puoi fare causa. Ergo,perchè correre inutili rischi?
emipaco Inviato - 07/01/2021 : 09:39:59
quote:
Messaggio di Solitairwolf

https://www.rfi.it/it/news-e-media/infomobilita/aggiornamenti/2021/1/5/linea-roccasecca---avezzano--attivo-il-piano-neve-e-gelo.html

Qualche considerazione:


L’idea del piano neve di RFI,secondo me, è assurda visto che si sopprimono treni e li si sostituisce con bus, spostando sulle strade il pericolo. In altri tempi, quando nevicava, si facevano circolare treni a vuoto, anche di notte, per evitare gli accumuli di neve, altro che sospendere la circolazione o ridurla al lumicino!


Potrebbe sembrare un discorso all'antica, del "si stava meglio quando si stava peggio", se non fosse che tutt'ora, sulle reti estere dove il treno funziona bene anche con la neve, si fa ancora così.


Infatti nelle altre Nazioni (Francia, Svizzera, Austria) il piano neve si attua pulendo stazioni e binari, ma è evidente che l’Italia non è più un Paese alpino ma africano!!!


Di questo passo la rete sarà ostaggio degli eventi atmosferici e soprattutto dei vari allarmi.


però qui non si parla di una linea portante ma di una linea (molto) secondaria ed impervia.
rischi di dover utilizzare più persone di quante ne trasporti in un giorno per tenerla attiva.
i costi non sono compensati dai benefici.

fosse stata la bologna - milano ti avrei dato assolutamente ragione.

sulle scaldiglie, poi: dice il detto che tutto ciò che non c'è non può rompersi, al resto DEVI fare manutenzione...
le scaldiglie le accendono 10gg l'anno, probabilmente qualcuna ogni tanto fa i capricci...

e dell'episodio della loco a vapore ricordo bene anche io!
Michele Ginanneschi Inviato - 07/01/2021 : 09:33:07
Ricordo, anni fa, la 625.177 fatta arrivare in tutta fretta da Tirano per scongelare gli scambi di Milano Centrale.
Maestrale-F570 Inviato - 05/01/2021 : 20:48:22
Teoricamente è vero.
Ma sai quante volte abbiamo fatto ritardi clamorosi tornando da Novara perchè i treni non riuscivano ad uscire da Torino PN per gli scambi gelati ?
Nonostante le scaldiglie attive...
alex1976 Inviato - 05/01/2021 : 19:48:43
difatti uno dei vantaggi della ferrovia rispetto alla strada è proprio che il mezzo su ferro riesce a circolare meglio.....in italia, per scelta politica,non tecnica ,non è più cosi.
Solitairwolf Inviato - 05/01/2021 : 18:56:57
https://www.rfi.it/it/news-e-media/infomobilita/aggiornamenti/2021/1/5/linea-roccasecca---avezzano--attivo-il-piano-neve-e-gelo.html

Qualche considerazione:


L’idea del piano neve di RFI,secondo me, è assurda visto che si sopprimono treni e li si sostituisce con bus, spostando sulle strade il pericolo. In altri tempi, quando nevicava, si facevano circolare treni a vuoto, anche di notte, per evitare gli accumuli di neve, altro che sospendere la circolazione o ridurla al lumicino!


Potrebbe sembrare un discorso all'antica, del "si stava meglio quando si stava peggio", se non fosse che tutt'ora, sulle reti estere dove il treno funziona bene anche con la neve, si fa ancora così.


Infatti nelle altre Nazioni (Francia, Svizzera, Austria) il piano neve si attua pulendo stazioni e binari, ma è evidente che l’Italia non è più un Paese alpino ma africano!!!


Di questo passo la rete sarà ostaggio degli eventi atmosferici e soprattutto dei vari allarmi.
marco83 Inviato - 10/06/2020 : 12:40:26
Col nuovo orario vanno a migliorare alcune coincidenze a Roccasecca. Che si fosse finalmente sulla strada buona per valorizzare il collegamento tra Roma e la zona del Liri?
Gemini76 Inviato - 01/06/2020 : 16:56:52
http://www.ilmondodeitreni.it/blog/2020/06/01/la-foto-della-settimana-01-07-giugno-2020/

Vai all'inizio della pagina Forum ilmondodeitreni - © Ilmondodeitreni.it 2005-2019 Antidoto.org | Brutto.it | Estela.org | Equiweb.it
Questa pagina è stata generata in0,31 secondi Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net | Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.05