Da giovedì l’offerta dei trasporti pubblici svizzeri sarà gradualmente ridotta

Il Consiglio federale ha emanato ulteriori misure volte a rallentare la diffusione del virus. Questo comporterà un ulteriore calo della domanda di trasporti pubblici, che nelle scorse due settimane era già diminuita fino al 50 percento nel traffico nazionale. Inoltre, le imprese di trasporto prevedono che i collaboratori dovranno assentarsi per il manifestarsi di sintomi o per la cura dei figli e a causa di ciò si verificheranno ulteriori carenze…

Continua la lettura

Share Button

Messa in esercizio tecnica della galleria di base del Monte Ceneri

Dopo l’ottenimento dell’autorizzazione d’esercizio commerciale per la tratta Taverne–Vezia–Lugano dall’Ufficio federale dei trasporti (UFT) e il via libera per la fase di test all’interno della galleria di base del Monte Ceneri (GbC), si passa ora alla messa in esercizio. Le FFS hanno concluso i principali lavori di preparazione ed entro sabato effettueranno le ultime verifiche interne. Secondo la tabella di marcia attuale, la messa in esercizio è confermata per la…

Continua la lettura

Share Button

Il Consiglio federale Svizzero pone in vigore la fase di ampliamento 2035 con effetto al 1° gennaio 2020

Nella seduta del 13 novembre 2019 il Consiglio federale ha deciso di porre in vigore, il 1° gennaio 2020, il decreto federale concernente la fase di ampliamento 2035 dell’infrastruttura ferroviaria, aprendo la strada per la realizzazione di investimenti di portata pari a 12,89 miliardi di franchi. Il Parlamento aveva approvato le misure e i progetti ferroviari concreti nella sessione estiva. Gli investimenti approvati dal Parlamento consentono di rafforzare ulteriormente la…

Continua la lettura

Share Button

Maggiore sicurezza sulla rete FFS: Risanati tutti i passaggi a livello.

Le FFS hanno attribuito la massima importanza al risanamento dei passaggi a livello. Dalla fine del 2014 sull’insieme della rete non vi sono più passaggi a livello sprovvisti di misure di sicurezza. Per rispondere alle direttive dell’ Ufficio federale dei trasporti che aveva imposto una messa in conformità entro la fine del 2014, dieci progetti sono stati attuati nel secondo semestre 2014, in particolare in Svizzera romanda. Simbolicamente, la sostituzione…

Continua la lettura

Share Button