Sviluppo e declino delle ferrovie pioniere in Jugoslavia

Con la fine della Seconda Guerra Mondiale e l’ascesa al potere del Maresciallo Tito, la Jugoslavia diventa un fedele alleato dell’URSS ed in segno di amicizia, venne decisa la costruzione di ferrovie dei pionieri,primo paese al di fuori dell’URSS in tutte le repubbliche, sul collaudato modello sovietico. Solo in Montenegro, per motivi non noti,  non ne vennero realizzate. Caso piuttosto insolito in quanto la città di Podgorica, capitale della Repubblica…

Continua la lettura

Share Button

La Ferrovia dei Pionieri di Lubiana

Dopo la fine della seconda guerra mondiale, al tempo dell’amicizia tra Tito e Stalin, come strumento volto a rinsaldare l’amicizia tra i due popoli, anche in Jugoslavia venne avviato un ambizioso piano di costruzione di ferrovie dei pionieri, come era già avvenuto in URSS. Dopo Belgrado e Zagabria anche Lubiana ha la sua ferrovia dei pionieri, aperta il 10 Giugno del 1948. Lunga quasi 4 Km ed a scartamento 760mm…

Continua la lettura

Share Button