In Sicilia aumentano le stazioni del circuito Sala Blu

Aumentano i servizi alle persone con disabilità e a ridotta mobilità (PRM) nelle stazioni ferroviarie della Sicilia. Da oggi, le persone potranno richiedere l’ausilio di operatori che li assisteranno nella fase di salita o discesa dal treno e nel percorso compreso fra la banchina e l’area biglietteria anche nelle stazioni di Capo d’Orlando-Naso e Roccapalumba-Alia. Il servizio, gratuito, è prenotabile con almeno 12 ore di anticipo attraverso il Circuito Sala Blu di Rete Ferroviaria…

Continua la lettura

Share Button

Maltempo Sicilia: verso la riattivazione completa della circolazione ferroviaria

Si completa, nel fine settimana, la riattivazione delle linee ferroviarie siciliane ancora interrotte per le conseguenze dell’eccezionale ondata di maltempo che ha interessato la Sicilia la scorsa settimana. Dopo il completamento dei lavori di ripristino dell’infrastruttura ferroviaria da parte dei tecnici di RFI (Gruppo FS Italiane) fra Caltanissetta Xirbi e Fiumetorto, oggi riprenderà la circolazione ferroviaria sulla Palermo-Catania. Lunedì mattina sarà la volta della Palermo – Agrigento, al termine delle opere di consolidamento dell’infrastruttura ferroviaria fra…

Continua la lettura

Share Button

RFI, linea Palermo – Catania: lavori infrastrutturali, sospesa circolazione tra Roccapalumba e Caltanissetta Xirbi

Da venerdì 24 agosto e fino a sabato 1 settembre è  sospesa la circolazione ferroviaria tra Roccapalumba e Caltanissetta Xirbi, sulla linea Palermo – Catania. Il provvedimento, programmato inizialmente da Rete Ferroviaria Italiana a partire da lunedì 26 agosto sull’intera linea per interventi di potenziamento dell’infrastruttura, è stato anticipato a causa dei danni provocati dal maltempo che negli ultimi giorni ha colpito la Sicilia. La mobilità sarà garantita con servizi di…

Continua la lettura

Share Button

Maltempo Sicilia, 19 ottobre 2015: il punto con Regione Siciliana su stato infrastruttura ferroviaria

Le attività straordinarie in corso da giorni, 24 ore su 24, per riattivare le linee ferroviarie interrotte; l’eccezionalità dei danni provocati alla rete ferroviaria Nord occidentale della Sicilia; le difficoltà di approvvigionamento dei materiali per ricostruire i rilevati ferroviari, danneggiati dall’acqua esondata da torrenti e fiumi, e di trasporto con mezzi gommati nei cantieri, per l’impraticabilità di numerose strade; l’istituzione di un comitato tecnico permanente per la prevenzione del rischio idrogeologico…

Continua la lettura

Share Button