Gatto evita il viaggio in autostop in treno da London Euston a Manchester

Un gatto è riuscito a fuggire fortunatamente alla stazione di London Euston dopo essere stato avvistato sul tetto di un treno di Avanti West Coast che stava per accelerare verso Manchester. Con gli occhi spalancati e terrorizzato, il gatto è stato visto rannicchiato in cima al servizio del Pendolino a 125 mph  (201,68 Km/h) la sera di martedì 2 marzo alle 20.30 mentre era fermo al binario. Di fronte a una situazione estremamente pericolosa, fortunatamente il gatto fuori posto è stato visto prima che il treno partisse alle 21:00. Per salvare il gatto il treno è stato messo fuori servizio e un altro è stato messo a disposizione dei passeggeri per proseguire il viaggio, con solo un leggero ritardo. In totale ci sono volute due ore e mezza per convincere il gatto a mettersi al sicuro lontano dalle linee aeree da 25.000 volt che alimentano i treni. Alla fine un bidone è stato tirato su accanto alle carrozze per dare al gatto spaventato la sua piattaforma speciale su cui sbarcare.

Joe Hendry, gestore della stazione dei treni di rete per Euston, ha dichiarato: “Abbiamo spesso a che fare con gli uccelli all’interno della stazione, ma in tutto il mio tempo qui questo è il primo gatto che naviga in treno! Per fortuna la curiosità non ha ucciso questo gatto e siamo contenti che abbia evitato di consumare una delle sue nove vite grazie alla rapida azione del team della stazione e dello staff di Avanti West Coast che ha organizzato per i passeggeri di salire su un treno diverso per il salvataggio. avere luogo.”

Kathryn Pranga-Wells, capo stazione manager per Avanti West Coast, ha dichiarato: “Le cose che alcuni animali fanno per evitare il blocco. Per fortuna siamo riusciti a evitare un catastrofe (cat-astrophe), ma non chiedetemi, perché il gatto è arrivato lassù “.

Non si sa come il felino spaventato sia arrivato in cima al treno ad alta velocità.

Apparentemente l’intera inusuale vicenda ha lasciato il gatto soriano del trainspotting piuttosto indifferente, con il personale della stazione che lo descriveva  “spavaldo” con la sensazione che un altro posto fosse dopo i suoi 180 minuti di pericolo.

 

Share Button

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Traduci