Napoli,riattivate le linee tranviarie 2 e 4

Da lunedì 4 Gennaio sono attive a Napoli le linee tranviarie 2 e 4. Insieme alla Linea 1, già attiva da Gennaio 2020 completano la rete delle linee tranviarie partenopee che collegano la zona orientale di Napoli con il centro cittadino.  Le  le due linee erano sospese da fine 2015 a causa di una serie di lavori stradali.  Il programma di esercizio prevede su Linea 1 (Piazza Municipio-Poggioreale) una frequenza corse di 12 minuti, su Linea 4 (S. Giovanni – Piazza Municipio) una frequenza corse di 20 minuti e su Linea 2 (San Giovanni-piazza Nazionale) un servizio limitato alle fasce mattinali e serali una frequenza corse di 25 minuti.  Al momento, considerando il servizio ridotto per le misure Covid19, saranno impiegati 12 tram per una flotta complessiva di 35 tram Sulla linea 2 essa saranno impiegate di nuovo le vecchie vetture a carrelli del secolo scorso tipo CTK con una nuova livrea e un nuovo allestimento interno. 

“Lavoriamo per migliorare i servizi di mobilità per i cittadini – spiega l’Amministratore Unico Anm Nicola Pascale – seguendo le direttive sull’emergenza covid e per renderli sempre più a “impatto zero”.  Riattiviamo La rete tram della città, nell’area del Colli Aminei si stanno concludendo i collaudi per la nuova linea filoviaria che collega Piazza Museo Nazionale al Cardarelli che continuiamo di attivare a fine Gennaio. Prosegue anche lo sguardo di Anm alla mobilità elettrica privata: sta proseguendo l’istallazione delle colonnine di ricarica nei nostri parcheggi che saranno un punto nevralgico per i pendolari che lasciano lì l’auto per lavorare e la riprendono ricaricata a fine giornata“.

I tram Sirio sono climatizzati e dotati di conta persone, molto importanti nell’era Covid, hanno una capienza di 155 persone a pieno carico, che con la riduzione per le misure Covid al 50% corrispondono ad un numero massimo di 77 passeggeri.
“Anm – sottolinea Amedeo Manzo, Amministratore Unico di Napoli Holding – prosegue il processo di modernizzazione ed organizzazione dell’azienda, che dovrà consentire il miglioramento del servizio.  Il Covid ha messo a dura prova il progetto di rilancio ma sono fiducioso in un futuro positivo”.

L’utilizzo dei Ctk è stato reso possibile grazie al lavoro di ristrutturazione portato avanti dal team di tecnici specializzati guidato da Pierpaolo Martino, direttore di esercizio filotranviario: i vecchi mezzi sono stati del tutto recuperati, forniti di un nuovo sistema frenante e sono perfettamente in grado di circolare, sebbene a una velocità minore rispetto ai Sirio, riportando per le strade di Napoli il fascino dei mezzi di una volta. Tra i mezzi Ctk spicca il “Tram dei desideri”, dipinto dalle due artiste americane Nicolina Tyler e Jade Fusco nel 2013 e ora pronto a tornare in esercizio con i suoi colori.

Share Button

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.