Maltempo: il punto della situazione sulla rete ferroviaria

Il forte maltempo in corso sull’Italia sta creando disagi anche alla circolazione ferroviaria, soprattutto nel Nord-Est. Regolare l’Alta Velocità, ad esclusione della direttrice Venezia-Milano dove, a causa del superamento del livello di guardia del fiume Tesina, il tratto di linea fra Vicenza e Grisignano è stato precauzionalmente interrotto con deviazioni dei treni a lunga percorrenza sulle direttrici Venezia-Bologna-Verona che comportano ritardi di circa 90 minuti.

 

TRENTINO-ALTO ADIGE

Sulla linea Brennero-Bolzano, il traffico è sospeso nelle tratte Bronzolo-Brennero e Bolzano-Ponte Adige per le avverse condizioni meteo che hanno provocato frane in prossimità della sede ferroviaria. L’offerta ferroviaria sulla linea Bolzano-Merano è garantita nella sola tratta Merano-Ponte Adige. Circolazione interrotta anche sulla linea Fortezza-San Candido, fra Valdaora e San Candido e fra Fortezza e Valdaora.

Sulla linea Trento-Verona il traffico ferroviario è rallentato fra Ala e Peri con riduzione di velocità a 40 km/h nel tratto interessato dall’allagamento.

Le Frecce di Trenitalia verso Bolzano sono per oggi limitate a Verona Porta Nuova.

 

FRIULI-VENEZIA GIULIA

Sulle linee Sacile-ManiagoCasarsa-PortogruaroUdine-Tarvisio e Conegliano-Udine il traffico ferroviario è sospeso in via precauzionale dalla notte del 5 dicembre per le avverse condizioni meteo che stanno interessando la zona. La sospensione si è resa necessaria a seguito dell’ordinanza emessa dalla Regione Friuli Venezia Giulia. I treni della linea Trieste-Udine-Venezia sono limitati a Udine e soppressi nella tratta Udine-Conegliano.

 

VENETO

Sulla linea Calalzo-Padova il traffico ferroviario è sospeso, in via precauzionale, fra Montebelluna e Belluno per le avverse condizioni meteo che hanno provocato l’allagamento della sede ferroviaria. Stop anche sulla Belluno-Conegliano, fra Vittorio Veneto e Ponte Alpi, e fra Longarone e Calalzo per una frana in prossimità della sede ferroviaria.

 

La situazione è sotto continua osservazione da una sala operativa centrale e un’unità di crisi che sovrintendono e coordinano ogni misura riguardante la circolazione e l’informazione nonché l’assistenza ai viaggiatori.

 

Rete Ferroviaria Italiana sta impiegando circa 150 tecnici per ripristinare le situazioni critiche e riattivare le diverse interruzioni di linea.

Trenitalia ha potenziato i servizi di assistenza alle persone presenziando le stazioni interessate con oltre 50 addetti. Inoltre sono stati predisposti 55 bus sostitutivi e 8 taxi (di cui uno attrezzato per la clientela a ridotta mobilità). Inviati oltre 600 messaggi personalizzati e 200 e-mail alle persone coinvolte dai disagi, e distribuiti circa 400 kit con generi di conforto.

 

Per tutte le informazioni in tempo reale sulla circolazione ferroviaria e sulla riprogrammazione dell’offerta commerciale si invitano i viaggiatori a consultare i canali informativi del Gruppo FS Italiane.

Share Button

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.