Alstom consegnerà altri 66 tram Citadis a Casablanca in Marocco per un valore di 130 mln di euro

Alstom si è aggiudicata un contratto da Casa Transports, la società responsabile del trasporto pubblico di Casablanca, per fornire 66 tram Citadis X05 e un’opzione per 22 tram aggiuntivi per le linee 3 e 4 che dovrebbero aprire entro la fine del 2023. Il contratto vale € 130 milioni. Il numero di passeggeri che utilizzano le linee tramviarie di Casablanca 1 e 2, in servizio da dicembre 2012 e gennaio 2019, è aumentato con oltre 220.000 passeggeri al giorno nella rete. Per far fronte alla crescente domanda di mobilità, le autorità pubbliche hanno incaricato Casa Transports di estendere circa 26 km di linee tranviarie e di acquistare nuovo materiale rotabile. Alstom ha precedentemente fornito 124 Citadis x02, l’alimentatore e le apparecchiature di segnalazione per le linee 1 e 2. “Siamo lieti di portare avanti il ​​nostro contributo allo sviluppo e alla modernizzazione della rete urbana marocchina grazie alle nostre comprovate soluzioni di mobilità che beneficiano delle più recenti innovazioni tecnologiche. Siamo molto orgogliosi di questo nuovo ordine e della fiducia di Casa Transports nella soluzione Citadis di Alstom. Con una flotta totale di almeno 256 Citadis da utilizzare in Marocco, più persone a Casablanca potranno spostarsi comodamente ”ha affermato Nourddine Rhalmi, Presidente di Alstom in Marocco. I nuovi tram Citadis per Casablanca opereranno in doppie unità di 64 metri, che trasporteranno fino a 630 passeggeri ciascuna. Il pavimento completamente ribassato e le 12 porte laterali facilitano il flusso dei passeggeri e consentono l’accesso a tutti, comprese le persone a mobilità ridotta. Come per Casa Transport, la nuova generazione di tram sarà dotata dei più recenti sistemi di informazione ai passeggeri. Inoltre, in linea con i requisiti di Casa Transport, Alstom propone un design che riflette la storia e la cultura di Casablanca.

I tram Citadis saranno prodotti in parte a Barcellona e molti fornitori con sede in Marocco parteciperanno alla produzione di sottosistemi che saranno integrati anche in Spagna. Inoltre, lo stabilimento Alstom di Fez fornirà le cabine elettriche e i telai. I siti francesi coinvolti sono La Rochelle per le attività di Project Management e Ingegneria, Valenciennes per l’interior design, Ornans per i motori, Villeurbanne per l’elettronica di bordo, Aix-en-Provence per il sistema di misurazione della velocità e registratore legale, Tarbes per i moduli e il circuito armadietti e Saint-Ouen per il design. Il sito di Charleroi in Belgio fornirà il sistema di trazione e il sito di Getafe in Spagna fornirà i carrelli. Dopo la consegna e prima della messa in servizio, i tram saranno sottoposti a test statici e dinamici presso il sito del cliente. Infine il team Alstom in Marocco assicurerà il servizio post vendita.

Alstom è presente in Marocco da un secolo. Con oltre 500 dipendenti, Alstom ha completato una serie di progetti chiave, tra cui la consegna di 190 tram Citadis X02 alle città di Rabat (66 tram) e Casablanca (124 tram), 12 treni Avelia Euroduplex per la linea ad alta velocità che collega Tangeri a Casablanca e 50 locomotive Prima fornendo le migliori soluzioni per i servizi di trasporto merci, passeggeri e misto.

Grazie al nuovo stabilimento di Fez, Alstom è in grado di aumentare la produzione di cavi per applicazioni ferroviarie e di quadri elettrici che vengono forniti ai suoi stabilimenti europei e montati su treni esportati in tutto il mondo.

Share Button

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.