Pionieri in Germania Est: “Von der Sowjetunion lernen, heißt siegen lernen” Parte 1

Nella  Conferenza di Jalta, tenuta nel febbraio 1945, gli Stati Uniti, il Regno Unito, e l’Unione Sovietica si accordarono sulla divisione della Germania in zone di occupazione, la Conferenza di Potsdam tenutasi tra il luglio e l’agosto del 1945 riconobbe ufficialmente le zone di occupazione e confermò anche la giurisdizione dell’amministrazione militare sovietica in Germania (tedesco: Sowjetische Militäradministration in Deutschland, SMAD) dall’Oder e dal Neiße alla linea di demarcazione. La zona di occupazione sovietica comprendeva gli antichi stati di Brandeburgo, Meclemburgo-Pomerania Anteriore, Sassonia, Sassonia-Anhalt e Turingia. Con la crescente tensione politica tra potenze vincitrici, in particolare tra USA e URSS, nel marzo 1948 le potenze occidentali trovarono un accordo per unire le rispettive zone di occupazione, per creare uno Stato tedesco-occidentale. I sovietici abbandonarono il consiglio alleato, per preparare, a loro volta, la creazione di uno Stato tedesco-orientale Il 7 ottobre 1949, cinque settimane dopo la creazione della Repubblica federale di Germania, venne formato, nella zona orientale, un governo provvisorio e si proclamò la fondazione della Repubblica democratica tedesca. Fedeli al motto “Von der Sowjetunion lernen, heißt siegen lernen” (Imparare dall’Unione Sovietica significa imparare a vincere), i tedeschi orientali iniziano sin da subito la costruzione delle Ferrovie dei Pionieri, arrivando a costruirne 12 in circa 10 anni. La prima ferrovia viene realizzata a Dresda, all’interno del Große Garten: In pochi mesi, fu costruita una linea a binario singolo con due anelli di inversione ed edifici provvisori in legno per le stazioni. La ferrovia aveva anche  un passaggio a livello su Herkulesallee, dotato di una barriera di legno ed un breve tunnel. L’ apertura della ferrovia per bambini sotto la direzione della società di trasporto pubblico avvenne il 1 Giugno del 1950, ma da luglio a settembre, le operazioni sulla ferrovia per bambini a Dresda furono interrotte ed i veicoli furono prestati alla mostra del giardino di Erfurt. In ottobre, tuttavia, la ferrovia dei bambini correva di nuovo lungo il percorso nel Grande Giardino ma era previsto che il percorso dovesse essere smantellato, poiché tutta l’operazione era stata pianificata per durare un solo anno. Ma l’attaccamento della popolazione verso la ferrovia era molto elevato tanto che i presidenti del Consiglio di amicizia di tre scuole di Dresda e due funzionari della Freie Deutsche Jugend si recarono direttamente da Walter Ulbricht a Berlino per fargli conoscere l’idea di una “ferrovia pioniera” e chiedergli un intervento a favore del progetto. Come raccontano le cronache dell’epoca, il “compagno Walter Ulbricht” fu, ovviamente, molto conquistato dall’idea della ferrovia dei bambini e così, su sua diretta istruzione, fu deciso di mantenere il treno permanentemente a Dresda, utilizzando le due locomotive  costruite dalla Martens’sche Einheitsliliputlok con rodiggio 2’C1 ‘ realizzate per le Liliputbahnen a scartamento 381mm. Sarà solo la prima di numerose ferrovie realizzate sul suolo della DDR: la seconda ferrovia pioniera della DDR venne aperta a Lipsia il 5 agosto 1951. Nell’incantevole scenario del lago Auensee venne realizzato un anello ferroviario a scartamento 381 mm e lungo 1,9 Km . A quel tempo, la flotta di veicoli era composta da locomotiva tipo Liliput e quattro  vetture aperte, fabbricate nel 1925. La ferrovia utilizzò, per l’esercizio, le più moderne tecnologie ferroviarie: quattro deviatoi, una scarpa fermacarri nella zona della stazione e due segnali luminosi sono infatti controllati elettricamente da una centralina tipo SIB Babelsberg. Completano il percorso dei passaggi a livello con barriere a proteggere tre dei cinque attraversamenti stradali. Sempre  nel 1951, un gruppo di lavoro “Young Railway Workers ” venne fondato nel parco dei pionieri “Ernst Thälmann” (a quel tempo ancora chiamato la Repubblica dei Pionieri di Berlino ) , che gestiva un treno Liliput al mercatino di Natale di Berlino Est di fronte alla Cattedrale di Berlino con il supporto e i veicoli della ferrovia di Dresda.  Intanto, su iniziativa dell’ex fabbrica di lignite “Friendship”, nel 1952 nel Parco Pushkin nell’attuale Lauchhammer-Süd fu costruito un sistema di binari con una lunghezza di 150 m, compreso un tunnel artificiale, terza ferrovie dei pionieri in DDR. Dopo l’apertura,avvenuta il 1 maggio 1952, una locomotiva ad accumulatori ed otto vagoni convertiti della ferrovia mineraria della fabbrica di lignite correvano su un tracciato con scartamento di 500 mm. Sempre nel 1952, per decisione del consiglio del distretto di Cottbus , iniziò la progettazione per la costruzione di una ferrovia pioniera alla periferia della città, il 30 maggio 1953 fu fondato il gruppo di lavoro dei giovani ferrovieri e in inverno iniziarono i primi corsi di formazione per i bambini sul funzionamento della ferrovia pioniera. Il 24 maggio è iniziata la preparazione del tracciato nell’ambito dei lavori di costruzione nazionali . Lo scartamento di 600 millimetri venne scelto in quanto locomotiva e vagoni dovevano essere rilevati dalla ferrovia forestale di Bad Muskau . La stazione era un caseggiato ed è stata costruita dalla Bauunion, il materiale è stato donato dalla silvicoltura. Il 1 giugno, in occasione della Giornata dei bambini , è iniziata l’operazione di prova dalla stazione “Friendship” al parco. Il treno era composto da una locomotiva da campo dell’esercito di 36 anni con quattro carrozze passeggeri aperte dotate di tetto in legno. Il 5 giugno è avvenuto il passaggio ufficiale di Herbert Rothe, direttore di RAW (Reichsbahnausbesserungswerk Cottbus), al gruppo di lavoro “Young Pioneer Railroaders”. Dopo un primo ampliamento, il percorso ha percorso oltre 1,1 km da Eliaspark lungo la Kiekebuscher Straße fino allo zoo. Nel mese di marzo del 1953 a Chemnitz iniziarono i lavori di costruzione della ferrovia, nel Volkspark Küchwald, e dal 1 agosto le prime persone poterono essere trasportate su un tratto in servizio navetta. Come a Dresda nel Great Garden ed a Lipsia sul lago Auensee , anche a Chemnitz doveva essere utilizzato lo scartamento da 381 mm. Poiché non c’erano abbastanza veicoli per questo nella RDT , venne scelto lo scartamento di 600 mm. Nel 1954 iniziò invece la costruzione di una ferrovia nel campo dei pionieri “Karl Marx” dello SDAG Wismut a  Crispendorf. Il percorso consisteva in un piccolo circuito (circa 300 m) nell’area dell’attuale rimessa delle locomotive. La ferrovia è stata chiamata “Pioneer Express”. Il treno era composto da una locomotiva da miniera  e da due carrozze passeggeri. Sempre nel 1954 la VEB Bau-Union Süd di Dresda, che in seguito entrò a far parte della VEB Autobahnbaukombinat Magdeburg come società di costruzione di ponti, costruì un campo turistico per bambini sulla spiaggia di Prerow nel Mar Baltico. Allo stesso tempo, venne utilizzato del materiale ferroviario da campo per costruire una linea ferroviaria con scartamento di 600 mm dal campo turistico in direzione est, dietro le dune fino a 300 m di fronte al ristorante Dünenhaus, lunga circa 2 Km. Inizialmente, era prevista la creazione di anelli di inversione presso le due stazioni ferroviarie, ma alla fine furono implementati semplici binari di raddoppio. Oltre al tracciato, furono costruite case di legno come edifici di accoglienza, marciapiedi nelle stazioni e segnali di entrata e uscita ai punti finali del treno, nonché un passaggio a livello.  La linea venne probabilmente utilizzata dagli ospiti del campeggio ma fu chiusa il 31 Agosto 1954,alla fine della stagione estiva, e mai riattivata. Di conseguenza l’intero tracciato venne smantellato. Il 14 agosto 1955, la prima sezione con una lunghezza di 500 metri, della ferrovia pioniera di Magdeburgo fu aperta in occasione della seconda riunione dei pionieri a Dresda. I lavoratori delle ferrovie della sovrastruttura di Königsborn hanno preparato il cantiere per la posa della seconda fase di costruzione, mentre VEB Spezialbau ha rilevato la posa dei binari. Il dipartimento di manutenzione ferroviaria di Magdeburgo ha lavorato nuovamente attraverso la prima fase di costruzione per migliorare il sistema di binari. I vagoni erano mantenuti dalle società di trasporto “. La seconda sezione (lunga 1,7 chilometri) seguì il 6 ottobre 1955, alla vigilia dell’anniversario della DDR. “Nella seconda fase di costruzione, due imponenti edifici della stazione furono costruiti dai miei colleghi dalle armature: su Heinrich-Heine-Weg la stazione ‘Einheit’ e su Scherbelberg, il capolinea, la stazione ‘Frieden’. Nel frattempo, la VEB Kreisbaubetrieb aveva una rimessa per locomotive all’altro terminale. ” In origine, la linea doveva essere estesa per un terzo tratto di circa un chilometro fino al teatro all’aperto nel 1957, ma a causa della costruzione delle sale espositive e della ricostruzione del municipio cittadino a Rotehornpark, questi piani furono scartati ed una parte della ferrovia pioniera esistente dovette persino essere smantellata, fino ad essere definitivamente chiusa nel 1967 a causa dei lavori di ampliamento del municipio cittadino. Per il compleanno del presidente della DDR, Wilhelm Pieck il 3 gennaio 1956, furono direttamente i ferrovieri della DDR, con il supporto del Ministro dei Trasporti Erwin Kramer, che  “promisero” di costruire una ferrovia pioniera per i bambini di Berlino. Dopo soli 6 mesi circa di costruzione, grazie al lavoro volontario dei ferrovieri e della popolazione di Berlino,  il 10 giugno 1956, giorno del Ferroviere, la linea venne aperta e consegnata al magistrato di Berlino Est come persona giuridica. A quel tempo aveva due locomotive diesel e otto carrozze passeggeri semiaperte come flotta di veicoli. La lunghezza del percorso era di 6,9 km.  A Plaue, invece, furono i minatori della miniera Zobes ad avviare la costruzione di una ferrovia pioniera nel marzo 1958. Il consiglio comunale rese disponibile il sito in Hainstrasse, sotto il Friedensbrücke. Questa ex area in rovina venne ridisegnata in un’area verde dalla popolazione nell’ambito dei lavori di ricostruzione della città di Plauen. Gli amici di Zobes lavorarono duramente per costruire i vagoni, e nell’aprile 1959 i primi due potrebbero essere completati, subito seguiti dal terzo e dalla locomotiva elettrica. È stato utilizzato il materiale esistente (scartamento 600 mm) e due locomotive a batteria sono state utilizzate per creare una locomotiva a carrelli con rodiggio Bo’Bo ‘(Metalist). Doveva essere l’unica ferrovia del parco in Germania dotata di una linea aerea elettrica. L’ottava delle undici ferrovie pioniere della DDR apre il 12 giugno 1960 nella città di Halle . Il percorso circolare, a scartamento ridotto 600mm e con una lunghezza di circa 2 Km, è stato costruito da aziende della città di Halle e da agenzie della Deutsche Reichsbahn. Il treno di apertura era costituito da una locomotiva diesel di tipo Ns2f e due carrozze passeggeri aperte, seguite da altre quattro vetture l’anno successivo. Nel 1963 l’attuale stazione di Peißnitzbrücke, all’epoca denominata Völkerfreundschaft (Amicizia dei Popoli), viene dotata di segnali. Nel 1967, mentre alla ferrovia di Halle vengono consegnate altre due locomotive diesel (Ns2f) e cinque vagoni passeggeri, al fine di poter effettuare servizio con 2 treni, viene realizzata una nuova ferrovia a Vatterode, nel Mansfelder Land in Sassonia-Anhalt, ubicata presso il centro ricreativo locale presso lo stagno Vatteröder. Le singole strutture di stazione per un traffico ferroviario regolare sono state realizzate dalle brigate dell’officina di costruzione centrale. Con il coinvolgimento dei giovani delle opere ferroviarie e di molti lavoratori di altre aziende la piccola ferrovia è stata costruita in un tempo incredibilmente breve di sole 6 settimane. La locomotiva a scartamento ridotto del gruppo V 10 c è stata il modello per il design esterno di una locomotiva da miniera EL 9. Questo lavoro è stato svolto dai lavoratori dell’officina ferroviaria di Klostermansfeld realizzando anche  8 carrozze aperte da otto posti. Orgoglio e gioia erano negli occhi di tutti i lavoratori edili quando, il 3 luglio 1967, il direttore generale della VEB Mansfeld Kombinat Wilhelm Pieck, il Prof.Dr. Habil. Jentsch, ha tagliato il nastro per il primo viaggio e ha dato personalmente il comando per il viaggio dalla stazione “Mansfeld Runde” alla stazione “Wippergrund. La ferrovia, lunga 1,3 Km, ha la caratteristica di avere uno scartamento di 500 mm. Passa un anno e nel 1968, ad Halle si festeggiano i 100.000 passeggeri trasportati in una sola stazione e si costruisce il deposito locomotive. Il 1 Giugno 1969, a Bernburg, sempre in Sassonia-Anhalt, si inaugura nel parco lungo le rive del fiume Saale una nuova ferrovia pioniera di 1,9 chilometri a binario unico , con scartamento di 600 millimetri, due stazioni ferroviarie e tre fermate . A differenza di altri sistemi di questo tipo, non venne concepito come un percorso circolare, ma come un percorso lineare. (continua…)

Share Button

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.