Coronavirus, attive telecamere anti assembramento a Cadorna e Varese

FERROVIENORD si è dotata di una nuova soluzione tecnologiche per rafforzare le misure di protezione e sicurezza dei viaggiatori già in vigore nelle stazioni di tutta la rete, per contrastare la diffusione del Coronavirus. Si tratta dell’attivazione di un software “anti assembramento”, collegato alle telecamere già presenti nelle stazioni, che rileva e segnala in automatico gli affollamenti: il sistema è già funzionante a Milano Cadorna e Varese Nord e sarà progressivamente esteso ai 20 scali più importanti della rete entro la fine del mese di ottobre. Il nuovo software è dotato di algoritmi di video analisi delle immagini dalle telecamere delle stazioni per rilevare in tempo reale il formarsi di assembramenti di viaggiatori. Il software, in modo automatico, fornisce una rappresentazione grafica dei livelli di affollamento delle aree di tutte le stazione monitorate agli operatori del Posto Centrale di Movimento di Saronno.  In caso il sistema evidenzi qualche criticità, gli operatori possono visionare direttamente le immagini delle telecamere per verificare l’assembramento invitando da remoto i viaggiatori, attraverso gli altoparlanti, a disporsi lungo tutta la banchina o a spostarsi dall’atrio della stazione alla banchina. Il servizio è stato attivato nelle stazioni di Milano Cadorna e Varese Nord e, entro fine mese, coprirà altre 150 telecamere presenti nelle 20 stazioni principali della rete di FERROVIENORD. Il monitoraggio degli operatori è attivo 7 giorni su 7, durante tutte le ore di servizio viaggiatori sulla rete di FERROVIENORD. Inoltre, il sistema è predisposto per comunicare le informazioni raccolte ai gestori del servizio che, a loro volta, potrebbero utilizzarle per comunicare gli aggiornamenti ai loro utenti tramite i canali di cui dispongono (ad esempio via app). 

Le 20 stazioni più frequentate della rete di FERROVIENORD sono: Milano Cadorna, Milano Bovisa Politecnico, Saronno, Milano Domodossola, Milano Affori, Cesano Maderno, Busto Arsizio Nord, Varese Nord, Seveso, Bollate Centro, Novate Milanese, Garbagnate Milanese, Milano Quarto Oggiaro, Cormano – Cusano Milanino, Paderno Dugnano, Palazzolo Milanese, Como Borghi, Tradate, Como Lago, Varedo.

Queste le altre misure in vigore dal 4 maggio 2020.

CARTELLI DI AVVISO E SEGNALAZIONI – Campagna di comunicazione specifica, condivisa con Trenord e Regione Lombardia, con affissione di cartellonistica in italiano e inglese, sulla gestione dei movimenti nelle stazioni e le misure di comportamento. La stessa campagna è stata rilanciata anche sui profili social del Gruppo FNM.

ANNUNCI SONORI E MESSAGGI SU TELEINDICATORI – In tutte le stazioni, vengono riprodotti messaggi audio e a scorrimento sui teleindicatori in italiano e inglese sui corretti comportamenti.

VIDEOMESSAGGI – Un videomessaggio, basato sulla campagna di comunicazione, viene trasmesso sui 400 monitor presenti in tutte le stazioni per richiamare i corretti comportamenti.

DISTINZIONE BANCHINE PER RICEVIMENTO TRENI CONTEMPORANEI – A Milano Cadorna, è stata razionalizzata la circolazione dei treni per evitare la concomitanza dei flussi in salita e in discesa dai treni.

SEPARAZIONE FLUSSI – A Milano Cadorna i flussi in entrata e in uscita sono stati separati con specifiche indicazioni. Lo misura è prevista anche nei sottopassi di Milano Affori e Saronno.

DISTANZIAMENTO PERSONE NELLE ZONE A RISCHIO – A Milano Cadorna, Milano Bovisa e Milano Domodossola sono stati applicati “bolli” per indicare i punti in cui sostare.

SANIFICAZIONE E PULIZIE – Proseguono gli interventi di pulizia e sanificazione delle stazioni con utilizzo di prodotti certificati. Installati dispenser con gel igienizzati nei principali scali.

ASCENSORI E SCALE MOBILI – Su ascensori e scale mobili sono state applicate le  indicazioni sul corretto utilizzo (una persona alla volta in ascensore e mantenimento della distanza sulle scale mobili).

Share Button

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.