Banca europea per la ricostruzione: 35 mln per finanziare il miglioramento del TPL a Sarajevo

La BERS finanzierà con importanti investimenti per migliorare il trasporto pubblico a Sarajevo e ridurre le emissioni di CO 2 nel tentativo di contrastare l’inquietante inquinamento atmosferico nella capitale della Bosnia ed Erzegovina. Sono stati firmati nei giorni scorsi  due accordi di prestito sostenuti nell’ambito del programma Città verdi della BERS tra la BERS e il Ministero delle finanze e del Tesoro della Bosnia ed Erzegovina. I progetti andranno a beneficio diretto del Cantone di Sarajevo. Un prestito di 20 milioni di euro finanzierà la revisione della linea tranviaria a doppio binario lunga 19,5 km gestita dall’operatore cantonale dei trasporti pubblici Gradski saobraćaj doo Sarajevo (GRAS). L’attuale rete tranviaria ha quasi 50 anni e, senza decenni di importanti miglioramenti, si è notevolmente deteriorata. Nuovi binari miglioreranno la rete e consentiranno l’acquisto di nuovi tram più puliti. Il secondo prestito della BERS, fino a un massimo di 15 milioni di euro, consentirà a GRAS di acquistare fino a 25 nuovi filobus elettrici. Insieme ai nuovi binari del tram, gli autobus miglioreranno la qualità generale e il comfort del trasporto pubblico, nonché la capacità e l’efficienza del servizio. La flotta di filobus rinnovata consumerà inoltre circa il 50% in meno di elettricità, con conseguenti risparmi significativi e benefici ambientali.

Charlotte Ruhe, Amministratore delegato della BERS per l’Europa centrale e sud-orientale, ha dichiarato: “La sfida ambientale numero uno a Sarajevo è la qualità dell’aria e trasporti più puliti ed ecologici sono uno dei mezzi chiave per affrontarla. Questi due nuovi progetti BERS Green City forniranno ai residenti un trasporto pubblico efficiente e verde”.

BERS Green Cities supporta le città nell’affrontare le loro problematiche ambientali e nel migliorare la qualità della vita dei loro residenti. Tutte le città partecipanti intraprendono un progetto per migliorare il loro ambiente locale. Quindi, con l’aiuto della BERS, sviluppano un piano d’azione per una città verde (GCAP).

Il Cantone di Sarajevo ha aderito al programma a maggio 2017 e da allora ha lavorato allo sviluppo di un piano d’azione con il sostegno del governo giapponese. Il GCAP ha identificato gli investimenti nelle infrastrutture pubbliche urbane come una delle priorità per Sarajevo.

La congestione del traffico, specialmente nelle ore di punta, è un grave problema in città. La scarsa qualità del trasporto pubblico è il motivo principale per cui tante persone a Sarajevo usano le auto, aumentando il consumo di carburante e l’inquinamento acustico.

Sarajevo è la terza città della Bosnia ed Erzegovina a diventare membro delle BERS Green Cities, dopo Banja Luka e Zenica. Il programma include anche investimenti nella rete di approvvigionamento idrico a Sarajevo.

Ad oggi, 37 città – in tutte le regioni in cui la Banca investe – hanno aderito a BERS Green Cities e altri piani d’azione per Green City sono in preparazione.

Share Button

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.