Adif, Adif AV e Renfe collaboreranno alla promozione dell’innovazione per migliorare la competitività ferroviaria

Adif, Adif Alta Velocità (Adif AV) e Renfe Operadora hanno firmato un protocollo generale di azione che mira a stabilire un quadro globale che consenta di promuovere l’innovazione nel sistema ferroviario, con l’obiettivo ultimo di migliorare la competitività della ferrovia e il servizio offerto a cittadini e società. Attraverso l’accordo, le aziende firmatarie vogliono promuovere il processo di gestione del cambiamento verso un modello di innovazione aperta che rafforza l’imprenditorialità interna e la collaborazione esterna, in modo che possano affrontare le sfide con soluzioni tecnologiche per adattarsi a una ferrovia 4.0 più sicura, efficiente e sostenibile. Per lo sviluppo del protocollo, Adif, Adif AV e Renfe si impegnano a collaborare alla progettazione di un Master Plan per la promozione dell’innovazione nel settore ferroviario, in linea con il Piano di innovazione approvato dal Ministero dello Sviluppo.

La formalizzazione di questo accordo avviene quando, nel contesto europeo, la ferrovia sta vivendo un momento storico di slancio verso la liberalizzazione e il miglioramento della competitività del settore. In questo contesto, è essenziale attuare un approccio collaborativo per ottenere i migliori risultati possibili. In questo senso, il protocollo è aperto alla partecipazione di altre entità che condividono i valori e gli obiettivi rivelati.

Il protocollo, della durata di quattro anni ed estendibile per altri quattro anni, stabilisce una serie di assi d’azione che saranno sviluppati attraverso programmi e progetti specifici. Il comitato di coordinamento dell’innovazione Renfe-Adif / Adif AV, che fungerà da organo di governo del protocollo, sarà responsabile della definizione dei criteri per l’approvazione di programmi e progetti.

Gli assi di azione sono i seguenti:

· Creazione di una mappa di sfide e bisogni comuni. Le entità firmatarie concordano sulla necessità di definire le sfide comuni per trovare sinergie e fissare obiettivi per sviluppare soluzioni ai bisogni sollevati.

· Creazione di un’innovazione aperta e collaborativa. I firmatari vogliono incoraggiare la firma di accordi di cooperazione o protocolli con il Governo centrale, le università, gli enti pubblici di ricerca (IPO) e Infraestructuras Científicas y Técnicas Singulares (ICTS). Allo stesso tempo, i firmatari sono interessati a stimolare la partecipazione congiunta a iniziative di innovazione nazionali e internazionali.

· Collaborazione in progetti di innovazione, tra cui: l’asse di larghezza variabile nella merce, le stazioni intelligenti, i sistemi di sicurezza per la protezione di infrastrutture e stazioni, l’analisi dell’incrocio tra un treno ad alta velocità e un treno merci, l’uso di treni commerciali come veicoli diagnostici per infrastrutture, terminali merci intelligenti, ecc.

· Misure per la creazione di una visione, leadership e cultura dell’innovazione: la partecipazione congiunta ad associazioni legate all’innovazione; collaborazione in azioni congiunte che favoriscano il cambiamento culturale, la promozione della digitalizzazione e l’adozione di nuove tecnologie; e collaborazione per promuovere il modello di innovazione aperta in cui il cliente è il centro e fa parte del processo di innovazione.

· Finanziamento ed effetti economici. Le aziende collaboreranno alla definizione di un modello di finanziamento delle misure e dei progetti che saranno sviluppati nell’ambito del protocollo, identificando le fonti di finanziamento e il contributo delle risorse.

Adif e Adif AV sono orientate verso un modello di innovazione aperta, per il quale hanno ridefinito i loro sistemi di partecipazione interna al fine di favorire l’intra-imprenditorialità e hanno stimolato la collaborazione esterna con il settore scientifico, i cluster tecnologici e le start-up. In questo senso, le sue sfide tecnologiche sono pubblicate sul sito www.adif.es (nella sezione R + D + i Activity), con l’obiettivo di ricevere proposte che forniscano soluzioni di mercato per ridurre l’impatto e rischio di sfruttamento.

Renfe ha definito il suo nuovo piano di innovazione, con un chiaro orientamento verso un modello di innovazione aperta per apportare maggiore velocità ed efficienza ad esso, ed è allineato con i piani di innovazione del Ministero dello Sviluppo. All’interno della sua strategia, ha identificato quattro aree principali di innovazione: reinventare l’esperienza del cliente, promuovere l’intermodalità (viaggiatori e merci), migliorare l’efficienza energetica e la sostenibilità e, infine, far progredire la trasformazione digitale del gruppo. Renfe intende fare leva sull’innovazione per competere in modo efficiente nel nuovo scenario liberalizzato e in altri mercati internazionali.

 

2
Share Button

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.