La Ferrovia Genova Casella si prepara a celebrare i 90 anni e cambia look

Inaugurata nel 1929, la ferrovia Genova Casella compie quest’anno 90 anni; un traguardo considerevole per il treno storico che, da quasi un secolo, porta genovesi e turisti alla scoperta delle tre valli, Bisagno, Polcevera e Scrivia, attraverso panorami mozzafiato. In attesa di compiere gli anni il 1° settembre, la ferrovia si prepara cominciando dal look. Una nuova livrea celebrativa dedicata ai 90 anni vestirà alcune elettromotrici e carrozze del trenino, a partire dall’elettromotrice A12. Con questa livrea Regione Liguria e AMT vogliono vivere, insieme ai tanti viaggiatori che utilizzeranno il treno nei mesi primaverili ed estivi, l’attesa della grande festa che si celebrerà proprio il 1° settembre. Una nuova livrea realizzata su misura per una “vecchia signora” che in realtà è al passo con le più moderne tecnologie applicate al trasporto. In questi ultimi anni, infatti, la ferrovia Genova Casella si è trasformata grazie ai finanziamenti che Regione Liguria ha stanziato per il rinnovamento tecnologico dell’impianto, sia delle vetture sia della linea. Tutte le elettromotrici sono oggi dotate del Vigilante attivo, il sistema di sicurezza che verifica l’effettiva presenza vigile del macchinista, e del Simon, il Sistema di Monitoraggio Satellitare già applicato da AMT sul parco bus. I rallentamenti lungo linea sono diminuiti, tanto che oggi il tempo di percorrenza su tutta la tratta è inferiore all’ora.

I nuovi progetti già avviati riguardano: il revamping di 4 elettromotrici e l’adeguamento del deposito di Casella che, nel corso del 2020, diventerà la seconda officina della ferrovia. Inoltre, il Ministero dei Trasporti metterà a disposizione oltre 18 milioni di euro nell’ambito del “Piano nazionale sicurezza ferrovie non interconnesse”; questo finanziamento consentirà, in particolare per la ferrovia Genova Casella, di progettare e realizzare il nuovo sistema di controllo di sicurezza dell’esercizio ferroviario in presenza di eventuali gravi criticità.

“Uno dei primi atti che ho fatto in Regione – ha dichiarato l’Assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino – è stato sbloccare i lavori che hanno permesso la riapertura del trenino di Casella che, oltre ad essere un mezzo di trasporto utile per gli abitanti della vallata, è anche una grande attrattiva che convoglia numerosi turisti interessati a riscoprire e a vivere appieno le bellezze dell’entroterra genovese”.

“In novant’anni tante cose cambiano, le città si modificano e variano le esigenze dei cittadini. Apparentemente sembra che la ferrovia Genova Casella sia l’unica cosa rimasta uguale negli anni, invece è molto cambiata – ha sottolineato Marco Beltrami Amministratore unico di AMT – Nuove tecnologie sono state inserite, nuovi apparati per la sicurezza installati, tante modifiche sono state fatte al tracciato. Tutto per renderla sempre attuale e in linea con le esigenze della clientela”.

 La nuova livrea è caratterizzata dal logo retrò ispirato alla storia della ferrovia; il logo è stato realizzato e donato a Regione Liguria e ad AMT dalla società di Firenze STM Engeeniring, che sta eseguendo la progettazione del revamping di alcune macchine, compreso il locomotore storico 29.

Share Button

Lascia un commento