Ferrovie del Sud Est: più treni e bus in Salento e in Valle d’Itria

Più treni e bus nel Salento e nella Valle d’Itria quest’estate. La nuova offerta di Ferrovie del Sud Est partirà lunedì 18 giugno e sarà valida fino a domenica 9 settembre. Tra le novità di quest’anno otto treni no stop Lecce – Maglie – Otranto (tempo di percorrenza un’ora e dieci minuti) e sette treni no stop Lecce – Zollino – Nardò – Gallipoli (tempo di percorrenza un’ora e venti minuti), in servizio dal lunedì al sabato. Quest’estate la città di Gallipoli avrà un servizio metropolitano pari a 76 corse al giorno Gallipoli – Baia Verde, attivo tutti i giorni, da lunedì a domenica, con treni ogni venti minuti, dalle 8.00 alle 14.00 e dalle 16.00 alle 22.00. Previsti tutti i giorni anche otto collegamenti veloci in bus, in connessione con i treni a lunga percorrenza da e per Bari, tra Bari, AlberobelloLocorotondoCisternino e Martina Franca (tempi di viaggio compresi tra un’ora per Alberobello e un’ora e quaranta minuti per Martina Franca). Sul versante adriatico, dal lunedì al sabato, ci saranno venti collegamenti in bus con fermate intermedie tra Maglie e Otranto e la domenica sei corse bus no stop Maglie –Otranto. Sul versante jonico, dal lunedì al sabato, ci saranno sedici collegamenti in bus con fermate intermedie tra Gallipoli e CasaranoÈ possibile acquistare un biglietto integrato (FrecceInterCity e treni regionali di Trenitalia + treni e bus FSE) attraverso i canali di vendita fseonline.it e trenitalia.com, le agenzie di viaggio e le biglietterie.

Da fine maggio la rete di vendita dei biglietti FSE è diventata più capillare: i titoli di viaggio sono acquistabili, oltre che nelle biglietterie e emettitrici automatiche di Trenitalia, anche presso le ricevitorie Lottomatica, SISAL e presso le tabaccherie. Gli orari dell’offerta estiva sono consultabili sui siti web fseonline.it e trenitalia.com. e nelle bacheche delle stazioni.L’offerta estiva rappresenta un ulteriore passo nel percorso di rilancio di Ferrovie del Sud Est, in attesa dell’omologazione del piano concordatario da parte del Tribunale di Bari.

Share Button

I commenti sono chiusi