Italferr progetterà la ferrovia di 1000 km che unirà la costa d’Avorio e Mali

IMG_2779Sarà Italferr, la società d’ingegneria del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, a progettare la ferrovia di 1000 chilometri che collegherà, in Africa, la Costa d’Avorio al Mali.
Il protocollo d’intesa siglato da Italferr con lo Stato della Costa d’Avorio prevede lo sviluppo del corridoio ferroviario che collegherà il Porto di San Pedro, sull’Atlantico, alla popolosa capitale del Mali, Bamako, sul fiume Niger. La linea ferroviaria è un progetto di primaria importanza per lo sviluppo dei traffici merci e passeggeri della Costa d’Avorio, uno dei paesi più dinamici dell’Africa occidentale.
La linea connessa al porto della Costa d’Avorio attraverserà, infatti, una ricca zona mineraria il cui sfruttamento è pianificato per i prossimi anni e numerose aree d’interesse agricolo. Porto San Pedro è candidato a diventare l’hub regionale dei territori che si estendono fino al Mali, Bourkina Faso e Guinea e nel 2013 ha movimentato 4,3 milioni di tonnellate di merci. Alla sigla dell’atto, nella città più importante del Paese, Abidjan, oltre all’amministratore delegato di Italferr, Matteo Triglia, erano presenti il Ministro dei Trasporti della Costa d’Avorio, Monsieur Gaoussou Toure e l’Ambasciatore italiano, Alfonso Di Riso. Italferr svilupperà lo studio di fattibilità, il progetto preliminare della linea, delle connessioni al porto e alle zone minerarie ed accompagnerà il Paese africano nelle ulteriori fasi di implementazione del progetto e della successiva concessione.

La società d’ingegneria del Gruppo FS rafforza con la nuova commessa la sua presenza nel continente africano, dove è già operativa con incarichi in Egitto, Algeria, Etiopia e Congo – Brazzaville.

Share Button

Un Commento:

  1. Una bella ed importante notizia per lo sviluppo economico e ferroviario x la costa d’avorio.
    Bene.
    I tempi di realizzazione?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.