Ferrotramviaria: dal 23 luglio al via gli eventi per i 50 anni della Bari-Barletta

4 - FTSi parte giovedì 23 luglio, si chiude a fine anno. Ferrotramviaria – Ferrovie del Nord Barese ha ideato per il Territorio una serie di eventi diversificati per festeggiare con i cittadini della Terra di Bari e della Bat i 50 anni del collegamento ferroviario Bari-Barletta, inaugurato il 30 settembre 1965. Si comincia con un concerto tra la gente nella Città vecchia a Bari e poi una mostra itinerante in tutti i sette Comuni serviti, il coinvolgimento delle scuole del territorio, una gara di selfie, un convegno e uno spot firmato da un regista d’eccezione come Alessandro Piva. E ancora: una serie di sorprese che coinvolgeranno i Comuni serviti dalla linea, che verranno svelate a tempo debito. Tutto questo è stato illustrato questa mattina a Bari dal Presidente di Ferrotramviaria, Gloria Pasquini, e dal Direttore generale, Massimo Nitti. Le iniziative in programma sono tutte rigorosamente gratuite e pensate per essere condivise con la gente e con i viaggiatori, che poi sono la forze dell’Azienda; così come tutti gli uomini e le donne, del passato e del presente, che hanno consentito al progetto iniziale di collegare Bari con Barletta di diventare una continua movimentazione verso il futuro. Questi gli eventi in programma:

Concerto. E’ un dono alla città di Bari. S’intitola “Musica per sognare”; appuntamento giovedì 23 luglio, alle ore 21, all’aperto, in uno dei luoghi simbolo del capoluogo: il piazzale della Basilica di San Nicola. Sul palco l’EurOrchestra diretta dal Maestro Francesco Lentini, che regalerà un’ora e mezza di musica per tutti i gusti, per i giovani ed i meno giovani, svariando da Lucio Dalla a George Gershwin, da Paolo Conte a Morricone. E’ un evento dedicato a tutti, da vivere in uno degli angoli più pittoreschi della città in una serata che si preannuncia di grande appeal non soltanto per gli appassionati.

Mostra itinerante. Una sorta di “prova generale” è stata quella tenutasi al Circolo della Vela di Bari lo scorso 25 giugno. Dall’autunno la ricostruzione fotografica di quanto è stato fatto negli anni Cinquanta e Sessanta per realizzare il collegamento ferroviario Bari-Barletta diventerà itinerante in ciascuno dei Comuni serviti dalla linea. Sarà un vero e proprio tuffo nella storia partendo dall’inevitabile, rigoroso e affascinante bianco e nero per arrivare ai colori vivaci dei giorni nostri.

Scuole. E’ un progetto molto caro a Ferrotramviaria. E’ riservato ai ragazzi delle scuole elementari dei sette Comuni serviti. L’intento è quello di promuovere la mobilità sostenibile, spiegando di cosa si tratta e creando un rapporto saldo e consapevole tra i cittadini-viaggiatori del futuro e il servizio pubblico, dimostrando che anche questo può essere comodo, confortevole ed efficiente. Inoltre, ai ragazzi sarà anche spiegata la storia – attraverso le foto della mostra – del Collegamento Bari-Barletta.

Selfie. E’ la parte ludica degli eventi organizzati, da cui ci si aspetta inventiva, creatività e divertimento. Da settembre saranno istituite delle postazioni nelle stazioni delle Ferrovie del Nord Barese, nelle quali tutti potranno scattarsi una foto, da soli o in gruppo. Poi la foto dovrà essere postata su una pagina face book appositamente istituita, dove potrà anche essere votata dagli altri viaggiatori e da chiunque volesse partecipare. Ovviamente un regolamento detterà tempi e modalità. In palio tre abbonamenti: per un anno, sei e tre mesi.

Spot. E’ un piccolo capolavoro che porta la firma prestigiosa del regista pugliese Alessandro Piva, che ha sviluppato un’idea della Kibrit & Calce. 50 secondi di intensità e di…sorprese che pubblicizzano il servizio offerto col collegamento ferroviario tra Bari Centrale e l’Aeroporto internazionale “Karol Wojtyla”. Si tratta di un filmato giovane e di facile visione. Vedere per credere.

Convegno. Le date non sono state scelte a caso: 30 settembre e 1 ottobre prossimi, ovvero ai cinquant’anni esatti dall’inaugurazione della Bari-Barletta. Ma non sarà un evento solo celebrativo, perché si guarda al futuro: servirà a fare il punto sulle criticità e sulle prospettive del settore passeggeri e merci attraverso la partecipazione di grandi esperti e di soggetti protagonisti del comparto Trasporti.

Share Button

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.