Il trasporto pubblico a Siena cambia volto: arrivano 38 nuovi bus

tiemme-nuovibus2015_1Sono 38 i nuovi bus con cui Tiemme rinnova profondamente la sua flotta autobus in servizio a Siena. Dal  17 marzo, i mezzi sono a disposizione della cittadinanza e dell’utenza. Il progetto conta 37 nuovi bus urbani (15 da 10,50 metri; 10 da 8 metri e 12 da 6,5 metri conosciuti in città come Pollicini) e 1 extraurbano da 10,50 metri grazie ad un investimento complessivo da 17 milioni di euro, frutto di risorse regionali e investimenti aziendali che ha consentito l’acquisto di 84 nuovi bus per tutto il bacino di competenza (province di Arezzo, Grosseto e Siena e comprensorio di Piombino). “E’ la prima volta che Tiemme realizza un così profondo rinnovo della sua flotta – spiega Massimo Roncucci, Presidente Tiemme Spa –. Attraverso questa operazione mettiamo in circolazione bus moderni, sicuri, dotati di ogni comfort, abbassando sensibilmente l’età media del parco circolante urbano fino a circa 6 anni, ovvero come accade nelle principali città europee. Il nostro auspicio è che si possa proseguire nel percorso di rinnovamento intrapreso, grazie allo stanziamento di nuove indispensabili risorse anche a favore dei mezzi extraurbani, così da ridurre ancora il gap presente rispetto al resto d’Europa”.

“La città di Siena è riconoscente a Tiemme per questo importante investimento – commentano all’unisono Bruno Valentini e Stefano Maggi, sindaco e assessore ai Trasporti del Comune di Siena – e alla Regione Toscana che l’ha sostenuto. I nuovi mezzi miglioreranno la qualità e la sicurezza dei viaggi sui mezzi del Tpl, l’accessibilità delle fasce svantaggiate come anziani e disabili e, più in generale, le caratteristiche generali del servizio anche con il ricorso alle tecnologie più avanzate. Un decisivo passo avanti nella direzione dell’innovazione della città”.

“Stiamo lavorando per continuare a garantire e per migliorare il trasporto pubblico in Toscana – ha detto l’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli – Contano i fatti più delle parole e nei fatti vediamo gli investimenti che la Regione continua a fare e che hanno garantito anche a Siena la possibilità di avere mezzi nuovi, più sicuri e confortevoli, meno inquinanti. Ogni anno la Regione Toscana destina circa 530 milioni di euro al trasporto pubblico su gomma e su rotaia, un investimento cui daremo continuità anche grazie alla gara in corso, che rafforzerà ulteriormente i servizi che garantiamo ai nostri cittadini. Tiemme – ha aggiunto Ceccarelli – ha saputo cogliere l’opportunità offerta dalla Regione con la messa a disposizione delle aziende toscane di 40 milioni di finanziamento per il rinnovo del proprio parco mezzi. Se ne è aggiudicati 9 e li ha messi a frutto, offrendo così ai senesi la possibilità di un servizio migliore, con mezzi più confortevoli ed efficienti, per incentivare sempre più il cittadino a scegliere il mezzo pubblico”.

“Si tratta di un’operazione molto importante per la nostra azienda sotto l’aspetto patrimoniale ed economico, – spiega il Direttore Generale di Tiemme Spa, Piero Sassoli – mai finora avevamo compiuto una rinnovamento così profondo del nostro parco mezzi. Dei 17 milioni di euro totali investiti, circa 9 milioni arrivano da risorse pubbliche stanziate dalla Regione Toscana e circa 8 sono a nostro carico. In particolare 81 nuovi bus sono stati finanziati al 55% dalla Regione Toscana e al 45% da Tiemme, mentre 3 dei nuovi bus sono stati acquistati a completo carico nostro. Un impegno economico molto significativo che, oltre alle preziose risorse regionali, ci ha visto effettuare un investimento di 7,7 milioni di euro. Intraprendiamo così un percorso innovativo mettendo a disposizione dell’utenza mezzi moderni, sicuri e confortevoli così come le recenti novità di servizi, come la App gratuita Tiemme Mobile”.

I nuovi autobus sono dotati delle più recenti caratteristiche per rendere il viaggio più confortevole e sicuro: impianto di condizionamento e riscaldamento; pedana di accesso per persone diversamente abili corredata da segnalazioni visive e acustiche; pianale completamente ribassato per favorire la salita a bordo anche per l’utenza più anziana; annuncio vocale della fermata; monitor con palinsesto dedicato di info e news e telecamere per la videosorveglianza di bordo.

Una significativa novità voluta da Tiemme riguarda la porta di ingresso (anteriore) e uscita (posteriore) dei passeggeri: le porte sono state contraddistinte da una veste grafica ad hoc, così da essere più facilmente riconosciute dai passeggeri. In particolare una cornice di colore verde indica la porta anteriore, così da tracciare il senso di ingresso a bordo, mentre il rosso indica la porta posteriore, a sua volta corredata da segnalazioni di uscita.

I nuovi mezzi urbani in servizio a Siena sono:

15 bus urbani marca Mercedes modello Citaro (lunghezza di 10,60 metri, con 4 posti riservati a passeggeri con ridotta capacità motoria, 28 a sedere e 53 in piedi per un totale di oltre 80 posti).

10 bus urbani marca Bmb modello Vivacity (lunghezza di 8 metri, con 4 posti riservati a passeggeri con ridotta capacità motoria, 12 posti a sedere e 49 in piedi per un totale di oltre 60 posti).

12 Pollicini marca Iveco modello CityTour (lunghezza di 6,5 metri, pianale ribassato per la salita a bordo, 2 gradini nella parte anteriore, 4 posti riservati a passeggeri con ridotta capacità motoria, 9 posti a sedere, 34 posti in piedi, per un totale di oltre 40 posti).

1 bus extraurbano marca Iveceo modello CrossWay (lunghezza 10,5 metri).

Share Button

Lascia una risposta