RFI: siglati nel 2014 tre importanti accordi per nuove linee AV/AC.

Frecciargento_FiumicinoE’ stato un fine anno ad alta velocità per Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane). Negli ultimi giorni del 2014, infatti, RFI e i consorzi CEPAV Due, IRICAV Due e COCIV hanno siglato tre importanti accordi per le nuove linee Alta Velocità/Alta Capacità Brescia – Verona e Verona – Vicenza, sull’asse orizzontale Milano – Venezia, e Terzo Valico. Per la nuova linea AV/AC Brescia – Verona, Rete Ferroviaria Italiana e Consorzio CEPAV Due (Saipem 52%; Società Italiana Condotte d’Acqua 12%; Impresa Costruzioni G. Maltauro 12%; e Impresa Pizzarotti & C. 24%) hanno sottoscritto l’accordo per contrattualizzare la realizzazione dell’opera per lotti costruttivi. La formalizzazione avverrà con l’Atto integrativo che sarà firmato dopo la delibera CIPE di approvazione del progetto definitivo e di assegnazione a RFI delle risorse finanziarie per avviare il primo lotto costruttivo. Il costo a vita intera dell’opera è di 3.954 mln euro; finanziati 768 mln euro per il primo lotto costruttivo. L’avvio dei lavori programmato entro la prima metà del 2015.Il progetto della linea AV/AC Milano – Verona, parte integrante del Corridoio TEN-T “Mediterraneo”, è articolato in due tratte: Treviglio – Brescia (inclusa l’interconnessione di Brescia Ovest), in corso di realizzazione; e Brescia – Verona.
L’accordo siglato con IRICAV Due è relativo alla progettazione definitiva della nuova linea AV/AC Verona – Vicenza, sub tratta della Verona – Padova. Il progetto definitivo deve essere consegnato entro il 15 maggio 2015. La contrattualizzazione dell’Atto integrativo, per l’avvio dei lavori, avverrà dopo l’approvazione da parte del CIPE del progetto definitivo e l’assegnazione a RFI delle necessarie risorse finanziarie. L’apertura dei cantieri è prevista entro fine 2015. Il limite di spesa della nuova linea AV/AC Verona – Vicenza è pari a 4.153 mln euro, di cui 3.963 mln euro per la linea AV (realizzata dal General Contractor IRICAV Due) e 190 mln euro per gli interventi funzionali all’ingresso della Verona – Vicenza nel nodo di Verona. Il consorzio IRICAV Due (Astaldi 37,49%; Salini Impregilo 27,28%; Ansaldo STS 17,05%; Società Italiana Condotte d’Acqua 11,35%; Lamaro Appalto 6,82%; e Fintecna 0,01%) è titolare della convenzione per i lavori della nuova linea AV/AC Verona-Padova. L’opera (sviluppo complessivo 78,8 km), che attraverserà 19 Comuni, sei in provincia di Verona, nove in provincia di Vicenza e quattro in provincia di Padova, è suddivisa in due subtratte Verona – Vicenza (51,2 km) e Vicenza – Padova (27,6 km). Per il Terzo Valico, Rete Ferroviaria Italiana e il consorzio COCIV (Salini Impregilo 64%, Società Italiana Condotte d’Acqua 31% e CIV 5%) hanno siglato l’accordo per i lavori del terzo lotto costruttivo, limite di spesa 607 mln di euro, che saranno avviati entro giugno 2015. Le attività previste in questo lotto comprendono il proseguimento dei lavori della Galleria di valico (già avviati con il finanziamento del secondo lotto) e la realizzazione dell’intera Galleria di SerravalleIl Terzo Valico, valore complessivo 6.200 milioni di euro (delibera CIPE del 2010 approvazione Progetto Definitivo), è suddiviso in sei lotti costruttivi. Ha uno sviluppo complessivo di 53 km (37 km in galleria) e attraversa i territori di 12 comuni delle province di Genova e di Alessandria in Liguria e Piemonte. L’opera si inserisce nel Corridoio Reno – Alpi, uno dei corridoi principali della rete strategica transeuropea di trasporto che collega le regioni europee più densamente popolate e a maggior vocazione industriale

Share Button

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.