Inaugurato il collegamento ferroviario Iran – Turkmenistan – Kazakistan

tn_ir-ITK-railway-first-trainL’ultimo anello della corridoio ferroviario nord-sud che collega l’Iran, il Turkmenistan e il Kazakistan è stato ufficialmente inaugurato il 3 dicembre, in una cerimonia alla presenza del Presidente turkmeno Gurbanguly Berdymukhammedov  e le sue controparti Hassan Rohani dell’Iran e Nursultan Nazarbaev del Kazakistan. Le celebrazioni a Incheh Borun al confine tra Turkmenistan e Iran hanno segnato il completamento della sezione turkmena della linea di 925 km Uzen – Serhetyaka – Bereket – Etrek – Gorgan , che comprende 140 km in Kazakhstan e 85 km in Iran. Concordato nel 2007 e in costruzione dal 2009, il percorso apre un collegamento ferroviario diretto tra i tre paesi ad est del Mar Caspio. La maggior parte del percorso è con lo scartamento di 1 520 millimetri calibro, con una cambio di scartamento al confine iraniano.

La sezione transfrontaliera settentrionale di 146 km  tra Uzen e Serhetyaka nel nord del  Turkmenistan è stata inaugurato nel maggio 2013, insieme con l’interscambio tra la linea nord-sud e la linea principale est-ovest del Turkmenistan a Bereket. Il breve tratto a 1 435 mm di scartamento dal Gorgan al confine con l’Iran è stato completato nello stesso mese.

Con circa 600 chilometri di lunghezza inferiore al percorso più orientale attraverso Sarakhs, la nuova linea è prevista per trasportare il traffico di transito tra l’Asia centrale e il Golfo Persico, così come l’olio e prodotti agricoli; grandi quantità di grano kazako sono esportati in Iran ogni anno. Secondo Nazarbayev, il completamento della linea farà incrementare il traffico ferroviario tra i tre paesi di 3 milioni di tonnellate all’anno a 10 milioni, con la cifra che dovrebbe raggiungere 20 milioni di tonnellate entro il 2020. Egli ha sottolineato che il Kazakistan ha recentemente completato la sua nuova linea  est  ovest nonché un secondo collegamento con la Cina a Khorgas, che ha offerto ulteriori opportunità di sviluppare il traffico di transito. Descrivendo l’occasione come un ‘giorno di felicità’ per la regione, Rouhani ha detto che i tre paesi dovrebbero fare sforzi per relazioni più strette ulteriori “tra di loro, per sostenere ‘sviluppo, stabilità e sicurezza’.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.